• 249902 iscritti di cui 9 online

    Quando un bambino è da considerare obeso?

    La valutazione clinica del bambino rappresenta il momento fondamentale per capire se esiste davvero un problema di eccesso ponderale oppure no.
    La relazione fra peso e altezza, variabile calcolata grazie all'indice di massa corporea (
    BMI – body mass index), permette di avere rapidamente un'idea del grado di adiposità del bambino.

    Per avere un dettaglio rispetto all'adeguata crescita di un bambino vengono usate le curve di crescita.
    Queste curve valutano la crescita ponderale e staturale di un bambino nel corso della sua infanzia, tenendo sempre conto della diversità di sviluppo fra maschi e femmine. Usando queste curve è possibile capire se il peso e l'altezza ottenute dalla misurazione del bambino sono regolari oppure variano rispetto alla norma. Questa curva permette di confrontare il valore di peso e altezza di un bambino con quella della popolazione normale di pari età e sesso.

     
     

    Per chiarire grazie ad un esempio, essere al 90° percentile significa che prendendo in considerazione 100 bambini, 90 avranno una fisionomia normale e 10 invece saranno più grassi. 
    Allo stesso modo situarsi al 50º percentile significa averne 50 più grassi e 50 più magri. Essere al quinto percentile significa essere fra i soggetti più magri, solo 5 su 100 saranno magri. 
     
    A livello internazionale i valori di riferimento sono i seguenti: la curva media del peso si situa al 50º percentile, al di sotto del 10º percentile il bambino deve essere considerato anormalmente magro, tra il 10° e il 90º percentile avrà un peso normale, sarà sovrappeso tra il 90º e 97º percentile, al di sopra del 97º percentile sarà obeso. 
     
    La valutazione del grado di obesità è molto importante per la prevenzione e il trattamento dei bambini in sovrappeso.
     
    Oltre al BMI, altri valori significativi da valutare per determinare al meglio la situazione di un bambino, sono la massa grassa e la massa magra. L'esatta determinazione della composizione corporea, permette una migliore conoscenza dell'eccesso ponderale e una più precisa valutazione degli effetti di un regime alimentare e dell'attività fisica sulla massa totale dell'individuo.

    Mentre la massa magra corrisponde al tessuto muscolare, la massa grassa coincide con quella parte di massa di un organismo costituito dalla componente adiposa, ovvero il grasso corporeo.

    La percentuale di massa grassa ideale varia in funzione del sesso e, in misura minore, dell'età. La sua misurazione è importante perché permette di determinare la reale condizione di sovrappeso del soggetto; il solo peso corporeo non tiene conto infatti dell'ossatura e della muscolatura. Un bambino molto muscoloso e con ossatura pesante potrebbe apparire in sovrappeso quando invece si tratta di un bambino normo peso.


    Questi valori sono molto importanti per valutare al meglio la situazione del bambino e collaborare efficacemente con gli altri professionisti che si occupano del minore (pediatra/medico di base). Se questi valori vengono raccolti dai medici, è importante che gli altri professionisti, come noi psicologi, comunichino mediante le stesse linee guida ed un linguaggio comune. 

    Solo grazie a questa collaborazione ed al lavoro di rete, si potrà progettare al meglio un intervento di supporto per il bambino obeso e il suo nucleo famigliare, conducendolo verso il successo dell’intervento.
     

    La Dr.ssa Monica Pirola, collabora con Obiettivo Psicologia nel webinar 
    "Introduzione al lavoro psicologico con il comportamento alimentare nei bambini"Vai al programma >

    Bibliografia e sitografia
    Montignac M., Bambini Sani: come prevenire e curare l’obesità infantile
    Must. Morbidity and mortality associated with elevated body weight in children and adolescents.
    Sartorio, Buckler. Obesità infantile: un problema “in crescita”. I consigli dei medici ai genitori
    www.medicitalia.it
    Per lasciare un commento è necessario aver effettuato il login.

    Aree riservate agli abbonati di liberamente