• 249919 iscritti di cui 5 online

    I videogames hanno benefici cognitivi maggiori sulle persone anziane

    Un nuovo studio pubblicato dall'American Journal of Preventive Medicine sostiene che i videogiochi interattivi che combinano dimensione ludica e attività fisica (exergames) abbiano benefici cognitivi maggiori sulle persone anziane.

    Come spiega Cay Anderson-Hanley, del dipartimento di Psicologia dello Union College di Schenectady (Stati Uniti): «Abbiamo scoperto che per gli anziani la realtà virtuale e l'esercizio interattivo potenziato, come il cybercycling proposto due o tre volte alla settimana per tre mesi, hanno dato maggiori benefici cognitivi e una maggiore protezione contro il decadimento cognitivo lieve (MCI), rispetto ai programmi analoghi di esercizio tradizionale».

    Sebbene l'esercizio fisico possa prevenire o ritardare la demenza e migliorare le funzioni cognitive durante l'invecchiamento normale, solo il 14% degli adulti tra 65-74 anni e il 7% di quelli oltre i 75 eseguono periodicamente esercizi tradizionali. Secondo lo studio invece gli exergames sono più accattivanti perché al potenziale benefico del fitness uniscono gioco e scenari in 3D spingendo gli anziani a una maggiore frequenza e intensità delle attività fisiche con risultati migliori per la salute.

     Articolo tratto da: http://www.sanihelp.it

    Per lasciare un commento è necessario aver effettuato il login.

    Aree riservate agli abbonati di liberamente