• 249015 iscritti di cui 18 online

    articoli nella categoria

    Integrata

    Al momento sono presenti 4 articoli in questa categoria.

    Ultimi articoli

    Irriverenza e riverenza

    Pubblicato da IDIPSIFormazione, il 9 Settembre 2012
    Concentrarsi sul tema del cambiamento significa, innanzitutto, studiare le condizioni che permettono e facilitano l’uscita da una situazione di stallo, e occuparsi dei processi e delle energie attraverso le quali si sviluppano trasformazioni utili.
    Punti 2   Visualizzazioni 650   Commenti 0

    Gli ingredienti di una psicoterapia efficace e la forza dei modelli umanistici integrati

    Pubblicato da Redazione OPs, il 8 Febbraio 2009
    Gli studi sull’esito delle psicoterapie hanno focalizzato l’attenzione, tra le altre cose, sulle tecniche terapeutiche specifiche e sui fattori intrinseci della relazione tra terapeuta e paziente. Da una metanalisi effettuata, su circa 100 ricerche (Lambert e Barley, 2001) è emerso che il fattori relazionali incidono per il 30% sul risultato di una psicoterapia mentre, le tecniche specifiche, spiegano soltanto il 15% del successo. Queste variabili relazionali sono: lo stile razionale e le caratteristiche personologiche del terapeuta, l’empatia, il calore e la congruenza espressi nella relazione e l’alleanza terapeutica. L’azione sinergica di queste variabili accresce molto le probabilità di un esito positivo della terapia.
    Visualizzazioni 1386   Commenti 4

    La Psicologia Funzionale o Funzionalismo Moderno

    Pubblicato da carmensef, il 29 Ottobre 2008
    Il Funzionalismo moderno nasce da studi, ricerche e teorizzazioni che abbracciano il paradigma della complessità e mantengono l’idea di un olismo di fondo, di una identità funzionale mente-corpo, sviluppandola in una cornice teorica e metodologica complessa e operativamente concreta che inquadra in modo scientificamente nuovo i risultati di tutte queste ricerche.
    Visualizzazioni 1   Commenti 0

    L’attacco di panico e l’approccio integrato

    Pubblicato da Mauryzio, il 18 Febbraio 2008
    Non ci sono parole realmente efficaci per descrivere l’attacco di panico. Un clinico lo sa bene, ma ancor meglio lo può testimoniare chi ne viene colpito e sopraffatto.
    Punti 3   Visualizzazioni 1835   Commenti 8