• 245930 iscritti di cui 21 online

    articoli nella categoria

    Articoli di Psicoterapia

    Al momento sono presenti 2224 articoli in questa categoria.

    Categorie

    Ultimi articoli

    Lo sviluppo del linguaggio nel bambino. Principali teorie

    Pubblicato da laurab76g, il 7 Maggio 2020
    Come il bambino apprende il linguaggio? Che ruolo ha l'ambiente? Una breve descrizione dell'argomento tratta dalle teorie psicologiche di Piaget, Bruner, Chomsky. Buona lettura!
    Visualizzazioni 60   Commenti 0

    Come diventare bravi terapeuti psicodinamici

    Pubblicato da Redazione OPs, il 24 Febbraio 2020
    Per diventare bravi terapeuti psicodinamici, è molto importante effettuare un percorso di analisi personale e seguire un percorso di supervisione individuale e di gruppo.
    Visualizzazioni 52   Commenti 0

    I 7 sistemi emotivi di Jaak Panksepp

    Pubblicato da Redazione OPs, il 26 Novembre 2018
    Una sintesi delle ricerche sui neurocircuiti emotivi tratti da Affective Neuroscience e The Archeology of Mind di Jaak Panksepp
    Visualizzazioni 70   Commenti 0

    Bioenergetica: condurre una classe di esercizi

    Pubblicato da Drsimonegiorgi, il 12 Novembre 2018
    Al primo incontro con un nuovo gruppo di persone è solitamente bene spiegare brevemente lo scopo della classe di esercizi, in modo da aiutare i partecipanti ad eseguirle con il giusto spirito, non quindi in modo meccanico come se si facesse ginnastica, ma portando l’attenzione al sentire...
    Visualizzazioni 51   Commenti 0

    Il piccolo gruppo monosintomatico anoressico-bulimico

    Pubblicato da raia.antonio, il 1 Ottobre 2018
    Il gruppo monosintomatico, analiticamente orientato, costituisce una pratica terapeutica avviata da Massimo Recalcati all’interno dell’Istituzione ABA agli inizi degli anni 90’. Tale pratica nasce con l’intento di applicare concetti lacaniani nella conduzione e nell’analisi delle dinamiche che si instaurano all’interno di gruppi monosintomatici, ovvero gruppi composti da soggetti con struttura nevrotica, con problematiche di tipo anoressico-bulimiche. Una delle caratteristiche fondamentali del soggetto anoressico-bulimico è infatti l’assenza di una domanda di cura. La mancanza di una domanda, così come classicamente intesa in senso lacaniano, rende effettivamente difficile al soggetto anoressico-bulimico l’entrata in un contesto di cura ed è per tale motivo che un approccio terapeutico di gruppo può diventare l’unica strada perseguibile per mettere in parola, dialettizzare ciò che fino a quel momento, per il soggetto, è fuori discorso.
    Punti 2   Visualizzazioni 9   Commenti 0
    Carica altro