• 249402 iscritti di cui 23 online

    Archivio Articoli

    In quest’area sono presenti articoli di Psicologia organizzati per categorie tematiche.

    Gli abbonati a Liberamente possono accedere agli articoli senza limiti; se non sei abbonato, ti verranno scalati i punti necessari per accedere ad ogni articolo.

    Inviaci un tuo articolo e se pubblicato guadagnerai da 100 a 150 punti.
    Leggi a cosa servono i punti >

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E RICEVI I NUOVI ARTICOLI VIA MAIL!

    Al momento sono presenti 3593 articoli.

    Tipologie risorse

    Ultimi articoli

    Mini guida per lo Psicologo Consulente sul sonno dei bambini

    Pubblicato da Redazione OPs, il 26 Marzo 2022
    Una guida utile per comprendere gli ambiti e le modalità di intervento dello psicologo Consulente sul sonno dei bambini.
    Visualizzazioni 64   Commenti 0

    Cyberstalking: come è cambiato nell’era del social media

    Pubblicato da Emafazio, il 8 Marzo 2022
    L'avvento del Social Media Web o web 2.0 ha profondamente modificato le abitudini relazionali e di comunicazione tra gli esseri umani, a volte in senso migliorativo ma forse altrettanto spesso in senso peggiorativo. Tra queste ultime vanno sicuramente annoverate quelle caratterizzate da aggressività verbale, finalizzate a distruggere la reputazione della vittima e a procurarle danni sia psichici che fisici, finanche la morte. Il fenomeno del cyberstalking rientra tra queste tipologie e l'articolo che segue propone un primo inquadramento, focalizzandosi soprattutto su aspetti di tipo definitorio e giuridico-legali.
    Punti 5   Visualizzazioni 27   Commenti 0

    Empowerment genitoriale

    Pubblicato da Redazione OPs, il 11 Ottobre 2021
    Cos'è l'Empowerment genitoriale; il sostegno alla famiglia contemporanea; l’importanza di considerare un intervento di empowerment genitoriale nella fascia d’età che va dai 0 ai 3 anni.
    Visualizzazioni 42   Commenti 0

    Il paradosso esistenziale di K. Gödel

    Pubblicato da MichelaSan, il 27 Settembre 2021
    Quella di Kurt Gödel (1906-1978), logico e filosofo moravo, è una figura controversa dal punto di vista del suo lavoro scientifico e, non di meno, per le sue caratteristiche umane. Si tende a sottolineare questo aspetto che per nulla trascende dal valore conoscitivo dell’uomo Gödel e del suo lavoro, perché si ritiene di aver ragione di dire che le sue vicende umane abbiano influenzato la sua ricerca da un lato, ma anche l’accoglienza che la stessa ha ricevuto nella comunità scientifica dell’epoca. L’uomo Gödel, con una sensibile fragilità esistenziale, ha promosso un lavoro di indagine cospicuo ed eclettico; si ritiene di non fargli torto se si afferma che, grazie ad esse, ha potuto produrre fondamentali esiti scientifici, proponendo anche l’idea che sensibilità biografiche possano incidere favorevolmente ai fini del progresso scientifico collettivo. Qui un inquadramento sistemico-familiare per contestualizzare la sua figura e gli scenari che hanno contribuito alla sua identità e al suo valore umano e gnoseologico.
    Visualizzazioni 13   Commenti 0

    Riflessioni sulla perdita, il lutto e l’abbandono. Un caso clinico di terapia sistemica

    Pubblicato da MichelaSan, il 7 Settembre 2021
    Una giovane vedova e la sua bambina, un lutto complesso e la valenza predittiva di solitudini trigenerazionali ad esso antecedenti. Il senso di solitudine e la riferita difficoltà nell’accettare e affrontare il lutto individuale e in coppia con la propria figlia, doveva avere un precursore emotivo-affettivo in un evento ed in una fase antecedente e precoce per la richiedente. Ciò che mi aveva indotto a supporre questa dinamica era proprio la difficoltà che avevo avvertito, nel corso della telefonata, ad affrontare la sofferenza e a superarla. Dall'evento luttuoso erano trascorsi 4 anni. Mi dava l’idea che fosse proprio il vissuto di solitudine ad essere il vero aspetto di cui occuparsi. Un lutto fortemente traumatizzante, come quello vissuto da Marta e dalla sua bambina -pensavo-, non avrebbe probabilmente avuto il medesimo potenziale distruttivo, se non fosse stato accompagnato dalla solitudine esistenziale, così intensamente percepita. Da sempre.
    Visualizzazioni 64   Commenti 0
    Carica altro