• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 16
  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di Rhesus
    Data registrazione
    31-08-2006
    Messaggi
    166

    Psicologo Clinico/Lavoro

    Scusate, una curiosità...
    Qualcuno di voi sa se con una Laurea in Psicologia ad indirizzo Clinico (e relativa iscrizione all'Albo),
    si possa fare lo Psicologo del Lavoro?
    Vi ringrazio per le eventuali risposte, sperando siano il più possibile informate.

    Grazie.

  2. #2
    Partecipante Figo L'avatar di Doni
    Data registrazione
    17-12-2002
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    957

    Riferimento: Psicologo Clinico/Lavoro

    L'iscrizione all'albo permette agli psicologi di operare a tutto tondo: dalla psicologia del lavoro a quella clinica, dello sviluppo, sperimentale ecc. La professione è una. Il problema è semmai di competenze.
    La psicoanalisi è un mito tenuto in vita dall'industria dei divani (W. Allen)

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di Rhesus
    Data registrazione
    31-08-2006
    Messaggi
    166

    Riferimento: Psicologo Clinico/Lavoro

    Grazie a Doni per la risposta!

    Vi spiego,
    mi è stato proposto, dalla Cooperativa per la quale lavoro, di gestire un progetto per l'attività di Bilancio delle Competenze.
    Ora, personalmente non ho mai affrontato nulla che riguardasse l'ambito della Psicologia del Lavoro, e non so se ho i titoli e le competenze per fare una cosa simile.
    Visto che, come dice Doni, tutti noi Psicologi siamo addestrati in un modo o nell'altro a poterlo fare, cosa devo fare? Come mi devo muovere?
    Lasciar perdere o buttarmi su qualche libro che mi dia le competenze di base per poi formarmi attraverso l'esperienza diretta?

    Mi consigliate un libro che concentri il minimo di base per una simile professionalità?
    Ho sentito parlare del libro della Franco Angeli distribuito dalla Giunti OS. Contiene esempi pratici e immediatamente impiegabili?

    Grazie.
    Ultima modifica di Rhesus : 12-02-2010 alle ore 13.36.59

  4. #4
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    04-12-2007
    Messaggi
    283

    Riferimento: Psicologo Clinico/Lavoro

    Ciao. Anzitutto chi è Psicologo del lavoro può approfondire la clinica e diventare anche clinico, con la dovuta preparazione. Viceversa per il clinico che desidera entrare nell'ambito risorse umane. Non sono due domini separati. Basta con questa storia.

    Circa la tua preparazione: mai lasciar perdere!! Se hai tempo prova a seguire un corso, se non hai tempo preparati con qualche buon testo e poi buttati! E' l'esperienza che conta, molto più di libri o corsi. MAI lasciar perdere. Saluti

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di Rhesus
    Data registrazione
    31-08-2006
    Messaggi
    166

    Riferimento: Psicologo Clinico/Lavoro

    Mi consigliate un libro che concentri il minimo di base per una simile professionalità?
    Ho sentito parlare del libro della Franco Angeli distribuito dalla Giunti OS. Contiene esempi pratici e immediatamente impiegabili?
    Ultima modifica di Rhesus : 13-02-2010 alle ore 02.37.49

  6. #6
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: Psicologo Clinico/Lavoro

    ciao, se sei abilitato e iscritto all'albo, lo puoi fare, se lo sai fare.
    Nel senso che come psicologo puoi fare tante cose, ma dal punto di vista deontologico sei responsabile delle tue azioni e delle loro conseguenze, quindi sei tenuto a svolgere mansioni che sai fare, ciò a vantaggio sia dell'utenza sia dell'immagine della categoria professionale.
    Perciò, al di là della laurea (che può essere in psicologia clinica, del lavoro, evolutiva, ecc...) una volta iscritti all'albo è possibile fare tutto, l'importante è acquisirne l'adeguata competenza.
    Ecco l'articolo 5 del codice deontologico


    Articolo 5
    Lo psicologo è tenuto a mantenere un livello adeguato di preparazione professionale e ad
    aggiornarsi nella propria disciplina specificatamente nel settore in cui opera. Riconosce i
    limiti della propria competenza ed usa, pertanto, solo strumenti teorico-pratici per i quali ha
    acquisito adeguata competenza e, ove necessario, formale autorizzazione.
    Lo psicologo impiega metodologie delle quali è in grado di indicare le fonti ed i riferimenti
    scientifici, e non suscita, nelle attese del cliente e/o utente, aspettative infondate.

    in bocca al lupo
    Ultima modifica di Johnny : 13-02-2010 alle ore 11.01.58

  7. #7
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Riferimento: Psicologo Clinico/Lavoro

    Si cmq diciamo che il fatto dei clinici che vanno a operare nell'ambito di lavoro...e' molto frequente.. come psicologi del lavoro che operano in ambito clinico... e via via...
    Ho avuto a farci una lezione in un corso di formazione sulle risorse umane uno psicologo clinico che faceva il consulente aziendale per diverse aziende... Un mio stesso docente che insegna psicologia della formazione, psicologia delle organizzazioni e cose cosi'... e' laureato in psicologia sperimentale e poi granze ad un colloquio andato bene in una grande azienda si e' avvicinato alla psicologia del lavoro.....
    Secondo la mia idea nella progettazione a parte le linee guida basi che si dovrebbero avere in ogni caso... molto lo impari e vedi facendolo... Per quanto riguarda il bilancio di competenze e cmq la psicologia dell'orientamento ci sono dei manuali della Giusti O.S. che sono fatti molto bene e ce ne e' uno anche proprio sull career counseling e sul bilancio di competenze.. dovrebbero esserci anche esercizi ecc... In ogni caso io credo che cmq dopo la laurea e con una formazione cmq di base si sia in grado previa anche un aggiornamento tramite testi ulteriori di operare in altri campi...
    Tre anni fa ... mi fu proposto da uno psicologo di fare da tutor ad un ragazzo di 24 anni con problemi relazionali.... facevo e faccio tutt'ora psicologia del lavoro, senza esami di dinamica, psicopatologia, clinica e quant'altro.... mi misi in gioco lo feci e anche con degli ottimi risultati e i complimenti dello psicologo (amico di famiglia del ragazzo)... Quindi ritengo possa essere anche un'esperienza di accrescimento... Chiaro magari leggere un manuale sul bilancio di competenze e' sicuramente indispensabile se non si sa cosa sia... ma non credo sia una cosa totalmente impossibile... in bocca al lupo

  8. #8
    Partecipante Assiduo L'avatar di Rhesus
    Data registrazione
    31-08-2006
    Messaggi
    166

    Riferimento: Psicologo Clinico/Lavoro

    Grazie a Jhonny per la segnalazione e a Duccio per l'indirizzo della Giunti OS!

    Riferendomi alla segnalazione di Jhonny posso dire che, stando al nostro Codice, questo shift di carriera non sarebbe possibile non avendo strumenti teorico-pratici per i quali non abbia acquisito adeguata competenza, ma al tempo stesso non esiste (a quanto pare) legge che preveda una formale autorizzazione all'uso esclusivo di questi strumenti da parte degli Psicologi formati secondo l'indirizzo Lavorativo.
    Stando a questo, la conclusione è che, allo stato attuale, le due professioni non sono separate.
    A prescindere dal profitto che ricaverò da questo gap legislativo, credo che la questione non sia affatto giusta. Probabilmente, essendo la nostra una professione giovane, questa cosa deve ancora essere formalizzata, altrimenti non avrebbe senso dividere gli indirizzi di studio.

    A Duccio invece vorrei chiedere: specificatamente c'è un titolo della Giunti OS che puoi suggerirmi?
    Ho sentito parlare anche di qualcosa della Franco Angeli, sapresti suggerirmi qualcosa?

    Grazie ad entrambi!
    Ultima modifica di Rhesus : 13-02-2010 alle ore 12.55.50

  9. #9
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: Psicologo Clinico/Lavoro

    Citazione Originalmente inviato da dannieb Visualizza messaggio
    Riferendomi alla segnalazione di Jhonny posso dire che, stando al nostro Codice, questo shift di carriera non sarebbe possibile non avendo strumenti teorico-pratici per i quali non abbia acquisito adeguata competenza, ma al tempo stesso non esiste (a quanto pare) legge che preveda una formale autorizzazione all'uso esclusivo di questi strumenti da parte degli Psicologi formati secondo l'indirizzo Lavorativo.
    si esatto, se gli strumenti che usi non richiedono una specifica formazione con relativo attestato, lo puoi fare tranquillamente.
    La citazione al nostro codice era per ricordare che essendo iscritti all'albo si è responsabili legalmente delle conseguenze di quello che si fa come psicologo.
    A mio avviso, "l'adeguata competenza" la si può acquisire anche studiando per conto proprio libri e materiale sull'argomento. Sarebbe assurdo fare un master per ogni cosa! non basterebbe una vita intera
    Ultima modifica di Johnny : 13-02-2010 alle ore 14.05.39

  10. #10
    Partecipante Figo L'avatar di Doni
    Data registrazione
    17-12-2002
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    957

    Riferimento: Psicologo Clinico/Lavoro

    Citazione Originalmente inviato da dannieb Visualizza messaggio
    Grazie a Jhonny per la segnalazione e a Duccio per l'indirizzo della Giunti OS!

    Ho sentito parlare anche di qualcosa della Franco Angeli, sapresti suggerirmi qualcosa?
    Ti consiglio questi testi, molto pratici:

    Alby e Mora - il bilancio di competenze - Carocci editore (ottimo come prima formazione di base, propone anche dei modelli di progetti applicativi)

    Ruffini e Sarchielli - il bilancio di competenze. nuovi sviluppi - Franco Angeli (molto pratico, contiene molte schede)

    Lemoine - risorse per il bilancio di competenze - Franco Angeli (teorico)
    La psicoanalisi è un mito tenuto in vita dall'industria dei divani (W. Allen)

  11. #11
    Partecipante Assiduo L'avatar di Rhesus
    Data registrazione
    31-08-2006
    Messaggi
    166

    Riferimento: Psicologo Clinico/Lavoro

    Grazie a Doni della segnalazione!
    In attesa di ulteriori consigli su un testo unico ed onnicomprensivo, pratico ed applicabile,
    vi ringrazio tutti per l'interessamento!

  12. #12
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Riferimento: Psicologo Clinico/Lavoro

    Ciao allora ti consiglio questi.. che sono quelli che ho studiato io..
    Giunti OS | Bilancio di competenze e orientamento formativo. Il contributo psicologico
    A me sembra fatto molto bene ed e' anche abbastanza semplice e ci sono diverse schede...
    Poi questo che non ho fatto ma che mi dicono essere fatto bene... ma non so se ti e' utile.. cmq ti mando il link della descrizione.. Giunti OS | Career counseling e bilancio di competenze. Prospettive internazionali
    Spero ti possano essere utili..

  13. #13
    Partecipante Assiduo L'avatar di Rhesus
    Data registrazione
    31-08-2006
    Messaggi
    166

    Riferimento: Psicologo Clinico/Lavoro

    Grazie Duccio....
    Il fatto è che non vorrei spendere un monte di soldi e ritrovarmi con 20 libri che parlano, in maniera diversa, della stessa cosa...
    In questi anni di studio ho potuto appurare che la nostra materia è totalmente ridondante (metti Psicologia Generale che ci sono 10 libri proposti: Darley, Canestrari, Legrenzi, ecc...ma alla fine di esaustivo c'è solo il Canestrari), così che uno si ritrova a comprare diversi libri ma avrebbe fatto bene a comprarne solo uno....
    Quindi se mi fosse consigliato un testo unico, completo ed immediatamente applicabile, mi sarebbe molto utile....
    Grazie

  14. #14
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,912

    Riferimento: Psicologo Clinico/Lavoro

    ehehe ti capisco... Sai uno consiglia quelli che conosce... Credo che per il tuo caso l'importante e' che ci sia una parte teorica piu' o meno essenziale e una parte pratica e di esempi piu' consistente... Non saprei dirti.. Avendo avuto la Di Fabio come docente metteva i suoi manuali nel programma ma non saprei proprio se altri trattino in maniera diversa l'argomento... Capisco cmq che sia disorientante trovarsi davanti a cosi' tante proposte manualistiche... ma non so dirti quale possa essere meglio... Al limite.. puoi fare la ricerca in qualche biblioteca e vedi un po'...

  15. #15
    Partecipante Assiduo L'avatar di Rhesus
    Data registrazione
    31-08-2006
    Messaggi
    166

    Riferimento: Psicologo Clinico/Lavoro

    Grazie a tutti ragazzi! Siete stati molto gentili!

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy