• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4

Discussione: Top down e bottom up

  1. #1
    Partecipante
    Data registrazione
    28-04-2008
    Messaggi
    49

    Top down e bottom up

    Buongiorno a tutti!
    Qualcuno gentilmente saprebbe darmi delucidazioni sui concetti di top-down e bottom-up.

    Grazie, saluti

  2. #2
    Matricola
    Data registrazione
    09-01-2009
    Messaggi
    16

    Riferimento: Top down e bottom up

    Ciao Sinapsi!

    i due termini sono riferiti a sistemi di elaborazione di informazioni. Chiaramente ci troviamo in un forum psico, quindi deviamo dall'informatica e trattiamola nel neuro-psico.
    Possiamo passare attraverso un esempio: diciamo che ti troviin una situazione rischiosa o di improvviso spavento.
    A questo punto i tuoi occhi "recapitano" l'informazione alle aree visive primarie, situate caudalmente. Queste aree, dopo aver "riconosciuto" lo stimolo, per mezzo di altre vie, portano queste informazioni più rostralmente.
    Tra le aree che ricevono l'informazione troviamo ad esempio l'amigdala... e tutti gli altri sistemi...

    Ecco, fino ad ora stiamo parlando di un sistema "Bottom-Up. lo stimolo entra attraverso canali di senso, e vengono gradualmente (a vari livelli, quindi) elaborati dal cervello.... in soldoni!

    A questo punto, l'amigdala e altre strutture coinvolte provocano cambiamenti a livello metabolico (fanno aumentare il battito cardiaco, dilatare le pupille, ...) e quindi attivando tutti un sistema simpatico.
    Una seconda cosa che fanno è provocare cambiamenti a livello comportamentale, ad esempio, se si tratta di una situazione che provoca dolore, facendo ritrarre il braccio. Questa è la parte Top-Down.
    cioè, una reazione/variazione/modulazione che viene provocata in questo caso dal cervello - e quindi da un sistema più a monte.

    In pratica, ogni azione-situazione ha aspetti bottom-up e top-down.
    Se guardiamo un film e ci commuoviamo, le scene viste portano in maniera bottom-up le info al cervello, ma sta al cervello associarle, farle sue, attivare la "pelle d'oca" e farci "commuovere" (Top- Down).

    Un esempio un po' meno psico, se prendi un bicchiere con la mano, il gesto lo svolge il tuo cervello che controlla (più o meno consciamente) le articolazioni (top-down), ma i propriocettori (che monitorano la tensione del muscolo, la forza con cui contrastare il peso del bicchiere, la forma che le dita devono assumere per essere adattate all'oggetto - ad esempio lui sta tenendo il collo della bottiglia - ) riportano a feedback delle informazioni (bottom-up). In questo caso quindi, lo stesso movimento ha componenti sia top-down che bottom-up.

    Spero tanto di essere stato chiaro, a volte mi perdo in discorsi ed esempi



    Andrea

  3. #3
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    15-09-2009
    Messaggi
    178

    Riferimento: Top down e bottom up

    Citazione Originalmente inviato da sinapsi! Visualizza messaggio
    Buongiorno a tutti!
    Qualcuno gentilmente saprebbe darmi delucidazioni sui concetti di top-down e bottom-up.

    Grazie, saluti
    Nel problem solving in generale, se di fronte ad una situazione problematica cominci a farti dei modelli generali del sistema senza scendere subito nei dettagli, allora segui un approccio top-down (dal generale al particolare).

    Se invece cominci immediatamente ad attuare dei comportamenti e ti regoli in base ai risultati ottenuti, allora segui un approccio bottom-up (dal particolare al generale).

    Nella fase iniziale di apprendimento di nuove abilità può essere più efficace un approccio bottom-up, nell'applicazione di abilità acquisite su sistemi complessi un approccio misto.

  4. #4
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: Top down e bottom up

    tutto corretto, aggiungo solo che in italiano i processi top-down sono tradotti con "processi dall'alto al basso", bottom-up con "processi dal basso all'alto".
    Che significa in soldoni? Nella percezione i processi all'alto al basso (top-down) entrano in atto se interpretiamo i dati della realtà secondo le nostre aspettative, desideri, schemi. Al contrario se partiamo dai dati della realtà per costruire man mano il percetto, allora stiamo usando dei processi dal basso all'alto (bottom-up).

    Esempio: entro in una stanza buia e so che quella è la stanza del gatto, se intravedo 2 puntini che luccicano e si muovono li interpreto subito (e in questo caso in modo corretto) come gli occhi del gatto. Questo è un processo dall'alto al basso, perché se non avessi saputo che in quella stanza c'è un gatto, non avrei mai potuto imaginare cosa fossero quei due puntini. Le aspettative e le conoscenze hanno guidato l'interpretazione (top-down).
    Se sono in una situazione totalmente nuova invece percepisco ogni singolo dato e pian piano li assemblo in modo da costruire il percetto completo (dal basso all'alto). Ad un certo punto comunque quel percetto comincerebbe ad assomigliare a qualcosa di noto, attivando uno schema dalla memoria a lungo termine e quindi entrerebbero in gioco i processi dal'alto al basso, guidati appunto da quello schema.
    Ultima modifica di Johnny : 16-04-2010 alle ore 22.42.16

Privacy Policy