• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4
  1. #1

    Scuola di Psicoanalisi freudiana senza laurea

    Salve,
    sono laureato in psicologia (triennale) e devo scegliere la specialistica. Il mio obiettivo è quello di divenire psicoanalista, nell'accezione più rigorosa del termine. Ho letto che la psicoanalisi non è prerogativa dei laureati in medicina o psicologia e la cosa mi ha un po' sorpreso. Ho letto pure che gli psicologi non potranno esercitare nella sanità pubblica e questo mi ha ulteriormente sorpreso. A questo punto mi chiedo: ha senso continuare questi ultimi 2 anni in psicologia? a cosa vado incontro? se poi ci sono scuole come questa:

    Scuola di Psicanalisi freudiana

    che ammettono anche studenti laureati in altre discipline? In effetti l'assunto di base posso anche condividerlo, però pensavo che a livello LEGALE non fosse possibile esercitare la psicoanalisi senza la laurea in psicologia o medicina. Visto che le restrizioni le stanno applicando anche ai laureati in psicologia, a questo punto l'unica cosa certa sarebbe stata studiare medicina.

    Per non perdere questi due anni in discipline che in effetti potrebbero allontanarmi dal mio obiettivo (la psicoanalisi, che è cosa assai complessa e non si impara di certo all'università), come vedete l'idea di frequentare una scuola come quella del link? Ne conoscete altre? Grazie!

  2. #2
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: Scuola di Psicoanalisi freudiana senza laurea

    Citazione Originalmente inviato da ziosigmund Visualizza messaggio
    Ho letto pure che gli psicologi non potranno esercitare nella sanità pubblica e questo mi ha ulteriormente sorpreso.
    su questo punto chiedo chiarimenti anche io, grazie

  3. #3

    Riferimento: Scuola di Psicoanalisi freudiana senza laurea

    mi riferisco a questo: http://www.opsonline.it/forum/psicol...rme-96302.html

    tra l'altro scoperto nel vostro forum!

  4. #4
    Partecipante Leggendario L'avatar di gieko
    Data registrazione
    28-03-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    2,312

    Riferimento: Scuola di Psicoanalisi freudiana senza laurea

    Citazione Originalmente inviato da ziosigmund Visualizza messaggio
    Salve,
    sono laureato in psicologia (triennale) e devo scegliere la specialistica. Il mio obiettivo è quello di divenire psicoanalista, nell'accezione più rigorosa del termine. Ho letto che la psicoanalisi non è prerogativa dei laureati in medicina o psicologia e la cosa mi ha un po' sorpreso. Ho letto pure che gli psicologi non potranno esercitare nella sanità pubblica e questo mi ha ulteriormente sorpreso. A questo punto mi chiedo: ha senso continuare questi ultimi 2 anni in psicologia? a cosa vado incontro? se poi ci sono scuole come questa:

    Scuola di Psicanalisi freudiana

    che ammettono anche studenti laureati in altre discipline? In effetti l'assunto di base posso anche condividerlo, però pensavo che a livello LEGALE non fosse possibile esercitare la psicoanalisi senza la laurea in psicologia o medicina. Visto che le restrizioni le stanno applicando anche ai laureati in psicologia, a questo punto l'unica cosa certa sarebbe stata studiare medicina.

    Per non perdere questi due anni in discipline che in effetti potrebbero allontanarmi dal mio obiettivo (la psicoanalisi, che è cosa assai complessa e non si impara di certo all'università), come vedete l'idea di frequentare una scuola come quella del link? Ne conoscete altre? Grazie!
    Occorre fare alcune precisazioni, a partire dalla distinzione tra il punto di vista formale/burocratico e quello formativo/personale. In Italia non può esercitare legalmente nè la psicoanalisi nè altre forme di psicoterapia chi non sia in possesso del titolo di psicoterapeuta rilasciato da scuole di specializzazione riconosciute dal MIUR. Ciò a partire dalla Legge 56/89 (Legge Ossicini) che ha regolamentato la formazione in materia.
    Soprattutto in ambiente psicoanalitico ci sono state grandi discussioni sull'adesione a tali direttive e quindi sul riconoscimento da parte di un ente che detta dei criteri formali (esteriori), in netto contrasto con ciò che avviene nella stanza d'analisi, dove è l'assoluta singolarità ad essere la regola.
    La SPI e molti altri istituti di formazione hanno alla fine accettato il "giogo", pochi altri si sono tirati fuori.
    La questione formativa/personale cui accennavo fa capo proprio alle considerazioni di Freud sull'insufficienza, o meglio, sulla non esaustività del sapere medico e psicologico rispetto alla psicoanalisi. Quest'ultima si apprende soprattutto attraverso l'analisi personale. Questo è lo strumento formativo principale del futuro analista, al di là della formazione teorica che riceve.
    Le due cose non si escludono pertanto: anche se è ovvio che la psicoanalisi non si impara all'università, è necessario avere solide basi per intraprendere questo percorso.

    Puoi guardare anche questo programma formativo, in caso non l'avessi ancora fatto: SPIWEB Societa' Psicoanalitica Italiana - Programma formativo psicoanalitico della Società Psicoanalitica Italiana

    Un saluto
    gieko

Privacy Policy