• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 9 di 9
  1. #1
    Partecipante Super Esperto L'avatar di PiedPiper
    Data registrazione
    12-03-2004
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    742

    Approccio integrato SI - Approccio integrato NO

    Ieri parlavo con una collega (laureanda) di scuole di specializzazione... parlavamo un po' degli orientamenti e tutto il resto finché a un certo punto lei mi ha detto che in ASL, dove fa il tirocinio le hanno detto di EVITARE le scuole ad approccio integrato, che non sono buone a nulla...

    Ma non le hanno spiegato bene i motivi... io invece ero proprio affascinata da una scuola di questo tipo, quindi vorrei capirne di più...

    Ho pensato quindi di iniziare una discussione sui pro e contro delle scuole di specializzazione ad approccio integrato... chi comincia?

    Robert Browning's one.

  2. #2
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: Approccio integrato SI - Approccio integrato NO

    secondo me è una cavolata. Sarebbe interessante sapere chi l'ha detto, per valutare l'attendibilità della fonte.
    Anzi, leggevo proprio su un testo per l'esame di stato (quindi recente) che ultimamente si sta sviluppando la tendenza a specializzarsi in uno specifica area e integrare la parte migliore dei vari approcci.

    Ad esempio uno decide di specializzarsi nei disturbi d'ansia, si studia tutta la letteratura a riguardo e sceglie i metodi di scuole diverse che si sono dimostrti più efficaci, integrandoli.

  3. #3
    Partecipante Super Esperto L'avatar di PiedPiper
    Data registrazione
    12-03-2004
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    742

    Riferimento: Approccio integrato SI - Approccio integrato NO

    guarda non so... so solo che è uno psicologo/psicoterapeuta operante in un DSM di una ASL qui a Roma...ma non so che specializzazione abbia. E' il tutor di tirocinio della mia amica/collega, ma le ha detto queste cose senza dare troppe spiegazioni...

    Per questo mi piacerebbe avere un confronto... anche per capire quali possono essere aspetti negativi che al momento non riesco a considerare.
    Ultima modifica di PiedPiper : 07-02-2010 alle ore 23.49.58

    Robert Browning's one.

  4. #4
    Neofita L'avatar di fiammina
    Data registrazione
    21-09-2005
    Residenza
    milano
    Messaggi
    1

    Riferimento: Approccio integrato SI - Approccio integrato NO

    Ciao ragazzi/e, mi chiamo fiamma e ho dei dubbi atroci sulla scuola di psicoterapia.. Sono molto attratta dalla scuola di psicoterapia integrata, in particolare dalla spic-acof di busto arsizio.... Ma dall'altra parte mi sembra che non mi dia un'"identita'" vera e propria.. Insomma non hanno un indirizzo specifico.. è un pò come sentirsi nè carne nè pesce.. Voi cosa dite? Qlc1 frequenta la spic? Grazie
    fi

  5. #5
    Partecipante Super Esperto L'avatar di PiedPiper
    Data registrazione
    12-03-2004
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    742

    Riferimento: Approccio integrato SI - Approccio integrato NO

    dai ragazzi confrontiamoci... io ho i dubbi di Fiammina sulla difficoltà nell'avere un orientamento e conseguentemente un'identità professionale definita, ma sono affascinata dalla possibilità di studiare più approcci anziché solo uno. Sto guardando le varie scuole di Roma e sono affascinata dall'ifrep...

    c'è qualcuno a cui l'approccio integrato non piace e sa dirci perché?

    Robert Browning's one.

  6. #6
    Partecipante
    Data registrazione
    29-07-2009
    Residenza
    Sicily
    Messaggi
    44

    Riferimento: Approccio integrato SI - Approccio integrato NO

    io sono molto interessata alla psicologia funzionale di rispoli......

  7. #7
    Matricola
    Data registrazione
    17-08-2005
    Messaggi
    17

    Riferimento: Approccio integrato SI - Approccio integrato NO

    Ho letto con interesse i vostri commenti. Anch'io sto riflettendo sul tema scuole. Credo che l'approccio integrato sia interessante purchè l'integrazione sia non solo di tecniche, ma anche basata sulla condivisione di alcuni principi teorici alla base dei diversi approcci che vengono appunto "integrati" nella scuola scelta. Occorre avere secondo me una chiara teoria -aver scelto insomma la prospettiva principale da cui guardare le cose proprio per poter capire che occhiali stiamo usando e solo così essere in grado di provare davvero altri occhiali, senza fare confusione...
    Di base mi appassiona molto la Gestalt...e sono un po' indecisa tra CSTG (Milano) e la scuola di Gestalt Integrata SIPGI (Genova) - non voglio andare off topic, ma se qcuno mi dà un'opinione sulla SIPGI anche in sede separata ne sarei contenta :-)

  8. #8

    Riferimento: Approccio integrato SI - Approccio integrato NO

    Ritengo che per affrontare un nuovo cammino, quello della scuola di specializzazione, duro e faticoso per infiniti motivi, si debba essere fortemente motivati. bisognerebbe quindi scegliere l'apprroccio che ci appartiene veramente e che è frutto delle nostre esperienze di studio e di lavoro clinico, l'orientamento in cui crediamo davvero insomma e questa risposta per uno psicologo è già pronta, bisogna solo "tirarla fuori.......!"
    E' chiaro che al momento della scelta intervengono tanti fattori che ci allontanano dalle nostre reali volontà come il "quanto guadagnerò", "quanto tempo impiegherò", "quale terapia richiede minor tempo per ottenere dei risultati", "quale scuola di spec. è più semplice" e tutta una serie di infinite domande che ci allontanano da quella più importante e cioè "cosa significa per me fare psicoterapia?".
    Ritengo che il primo passo sia schierarsi tra i due grandi filoni : PSICOTERAPEUTA o PSICANALISTA, capire se intendi la "cura" come intervento sul sintomo o analisi della causa.
    A mio parere l'approccio integrato rappresenta il tentativo di tenere un piede in due scarpe anche se permette di adoperare tipologie di intervento diverse a seconda delle capcità del paziente e che consentirebbe di intervenire su ogni tipologia di utenza. Ma penso che non si riuscirebbe mai ad avere le competenze di un intervento psicanalitico.
    Per me la psicoterapia è PSICANALISI ! e queste scuole richiedono un percorso di analisi personale.
    Nel dire No alla Psicanalisi mi chiedo: Quanta paura c'è dell'analisi personale???

    Saluti........

  9. #9
    Matricola
    Data registrazione
    17-08-2005
    Messaggi
    17

    Riferimento: Approccio integrato SI - Approccio integrato NO

    In risposta a Corrado, occorre che tu ti aggiorni: l'esperienza di psicoterapia individuale é prevista da diversi approcci oltre alla psicoanalisi. Un esempio? Tutte le scuole di Gestalt richiedono 80 ore di psicoterapia individuale l'anno, per un totale di 320 ore di lavoro su di se, più le esperienze residenziali di gruppo ecc. Idem con patate all'incirca per la gruppoanalisi che non é psicoanalisi di gruppo, come ben sappiamo. Inoltre personalmente trovo un po' miope rifiutare a priori delle tecniche o delle integrazioni. Al di là di cosa ti piace o meno, c'é il paziente-cliente dall'altra parte: una persona che merita che tu faccia davvero TUTTO quello che occorre.

Privacy Policy