• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4

Discussione: Case di riposo e Rsa.

  1. #1
    Matricola
    Data registrazione
    21-02-2008
    Messaggi
    28

    Case di riposo e Rsa.

    Premetto che sono ancora studentessa e non ancora laureata, ma vorrei alcune informazioni da chi lavora (o ha avuto esperienza) in una rsa o una casa di riposo.
    Inanzitutto, mi interessava sapere con che titolo siete stati assunti, se lavorate quindi come psicologi o come educatori/animatori.
    Nel caso lavoriate come psicologi, qual è il vostro compito? di cosa vi occupate precisamente?
    Sto facendo un "tirocinio" in una casa di riposo e sono rimasta abbastanza sorpresa nel vedere che all'interno non c'è nemmeno uno psicologo.
    L'educatore si occupa, oltre che delle attività di animazione, anche della cura degli anziani (li imbocca ai pasti, li mette a letto) e sopratutto della somministrazione di test come il Mini Mental Test.
    Al che mi sono chiesta: possono gli educatori somministrare questi test?
    Mi ha sorpreso vedere che non viene fatta un'attenta valutazione dello stato cognitivo e psicologico del paziente. A quelli più gravi il medico somministra dei farmaci ma finisce lì, nessuna terapia, riabilitazione o stimolazione cognitiva.
    Mi chiedo: è normale tutto ciò?
    So che la figura dello psicologo nelle Rsa non è prevista dalla legge, ma mi sembra davvero assurda una così poca attenzione ad alcuni aspetti che in pazienti con demenze, depressioni ecc. mi paiono fondamentali.
    Mi è sembrato esserci un abisso da quello che ho studiato e quello che invece realmente è. E' così dapperttutto o è stata la mia esperienza un caso isolato? E' utopia pensare di lavorare come PSICOLOGO all'interno di strutture del genere?
    Se mi aiutate a fare un pò di chiarezza ve ne sarei grata.

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590

    Riferimento: Case di riposo e Rsa.

    Ciao, premetto che non ho mai lavorato in una rsa, ma so che spesso lo psicologo non c'è, e la riabilitazione cognitiva non viene fatta quasi mai, da nessuna parte. Quindi la situazione che hai trovato non mi stupisce più di tanto....
    per quanto riguarda la somministrazione del mmse teoricamente un educatore NON può somministrarlo, non ne ha il titolo. Capisco che sia un test facile, ma non può. E poi che lo somministra a fare, se poi non viene fatto niente?
    Il tuo tirocinio è per il corso di laurea? o è attività volontaria? perchè se è per la laurea, dovrebbe esserci almeno uno psicologo che collabora con la struttura che ti faccia da supervisore..

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  3. #3
    Matricola
    Data registrazione
    21-02-2008
    Messaggi
    28

    Riferimento: Case di riposo e Rsa.

    Non è proprio un tirocinio, è all'interno delle Esperienze Pratiche Guidate che vengono fatte, nella mia univesità, al secondo e terzo anno della triennale. Il tirocinio vero e proprio sarà dopo la specialistica.
    Comunque a me ha davvero stupito, mi ero fatta un'altra immagine delle rsa.
    Vada per la riabilitazione cognitiva, ma nemmeno consulenza, sostegno ad anziani e familiari? nemmeno una valutazione cognitiva fatta come si deve? ...

  4. #4
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590

    Riferimento: Case di riposo e Rsa.

    Purtroppo è così.....e per darti la batosta finale, posso dirti che qualche anno fa ero al convegno annuale che l'iss fa dove si parla di alzheimer e dei vari centri uva. E dicevano che nella maggior parte dei centri la diagnosi di demenza veniva fatta senza una valutazione neuropsicologica, ma solo con il mmse.
    Spero che nel frattempo la cosa sia cambiata, almeno un pochino, ma non ci credo tanto..
    Ma il mondo del lavoro non è sempre così, se vuoi lavorare nelle rsa puoi proporre loro dei progetti, meglio ancora se finanziati da altri (regione, comune, associazioni varie tipo aima se vuoi restare nell'ambito) ed inserirti così all'interno.

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

Privacy Policy