• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3

Discussione: sogni sconcertanti

  1. #1

    sogni sconcertanti

    Voglio rendervi partecipi di due sogni,sperando che possiate aiutarmi nell'nterpretazione.
    Qualche settimana fa ho sognato di fare la'amore con me stessa.
    Mentre la mia coscienza dimorava in una me introspettiva, con perplessità relative a ciò che stavo facendo, l'altra versione di me era più spregiudicata.
    Oltre a ciò mi preme più raccontarvi quest'altro sogno fatto due sere fa.
    Sul far del giorno, poteva essere l'alba, il cielo era oscuro ma iniziava a schiarirsi, incontro un mio amico di nome Andrea con una borsa in spalla e mi chiede di andare con lui a Milano.Io assecondo la sua volontà,felice che me l'avesse chiesto,ma dentro c'era qualcosa che mi frenava, il presagio che quel viaggio non poteva andare a termine.
    Mi accorgo di avere il viso cosparso di barba, rada e nera. Nonostante questo mi imbarazasse, dato il livello di confidenza che c'è con Andrea non me ne preoccupo particolarmente. Non sò come me la rado, e mi ritrovo con una rasatura eseguita male, dato che la parte destra del mio viso era coperta ancora da barba.
    Durante il viaggio io e Andrea traversavamo il treno di vagone in vagone. Improvvisamente mi viene in mente la motivazione per cui inizialmente ero frenata nell'accettare il suo invito: mi ero ricordata di essere stata invitata al matrimonio della mia conquilina, nonchè grande amica.
    Con molto rimpianto da parte di entrambi sono stata costretta a scendere. Per breve parte del viaggio mi ritrovo da sola, in seguito scendo nelle Marche in un posto in cui quest'estate ho lavorato, ma il luogo aveva un asetto diverso.
    Mi ritrovo di nuovo in compagnia, non ricordo l'identità, forse Andrea c'era di nuovo, e mi rimetto in viaggio per andare in montagna,l uogo in cui si sarebbero celebrate le nozze. Arrivo a destinazione e mi ricordo un fascio di luce, una giornata piena di sole con Marina insieme all'altra mia conquilina innanzi ad una porta che non sò se fosse di un castello o di una chiesa. Aspettavano me.

  2. #2
    Partecipante Esperto L'avatar di SISEBUCA
    Data registrazione
    19-02-2008
    Residenza
    ROMA
    Messaggi
    370
    Blog Entries
    13

    Riferimento: sogni sconcertanti

    Citazione Originalmente inviato da ladradivento Visualizza messaggio
    Voglio rendervi partecipi di due sogni,sperando che possiate aiutarmi nell'nterpretazione.
    Qualche settimana fa ho sognato di fare la'amore con me stessa.
    Mentre la mia coscienza dimorava in una me introspettiva, con perplessità relative a ciò che stavo facendo, l'altra versione di me era più spregiudicata.
    Oltre a ciò mi preme più raccontarvi quest'altro sogno fatto due sere fa.
    Sul far del giorno, poteva essere l'alba, il cielo era oscuro ma iniziava a schiarirsi, incontro un mio amico di nome Andrea con una borsa in spalla e mi chiede di andare con lui a Milano.Io assecondo la sua volontà,felice che me l'avesse chiesto,ma dentro c'era qualcosa che mi frenava, il presagio che quel viaggio non poteva andare a termine.
    Mi accorgo di avere il viso cosparso di barba, rada e nera. Nonostante questo mi imbarazasse, dato il livello di confidenza che c'è con Andrea non me ne preoccupo particolarmente. Non sò come me la rado, e mi ritrovo con una rasatura eseguita male, dato che la parte destra del mio viso era coperta ancora da barba.
    Durante il viaggio io e Andrea traversavamo il treno di vagone in vagone. Improvvisamente mi viene in mente la motivazione per cui inizialmente ero frenata nell'accettare il suo invito: mi ero ricordata di essere stata invitata al matrimonio della mia conquilina, nonchè grande amica.
    Con molto rimpianto da parte di entrambi sono stata costretta a scendere. Per breve parte del viaggio mi ritrovo da sola, in seguito scendo nelle Marche in un posto in cui quest'estate ho lavorato, ma il luogo aveva un asetto diverso.
    Mi ritrovo di nuovo in compagnia, non ricordo l'identità, forse Andrea c'era di nuovo, e mi rimetto in viaggio per andare in montagna,l uogo in cui si sarebbero celebrate le nozze. Arrivo a destinazione e mi ricordo un fascio di luce, una giornata piena di sole con Marina insieme all'altra mia conquilina innanzi ad una porta che non sò se fosse di un castello o di una chiesa. Aspettavano me.

    ... Beh potresti fare una seduta spiritica e invocare Freud, per farti psicoanalizzare. ... scherzavo
    Non sono un esperto di psicoananalisi, però una cosa posso dirtela. Non farti spaventare dai tuoi sogni, perchè anche quelli più inquietanti rimangono pur sempre dei sogni.

    Se ti raccontassi i miei, di sogni (quelli che il mio subconscio non ha fatto in tempo a censurare), prima mi censurerebbero e poi, forse, mi arresterebbero.
    Ultima modifica di SISEBUCA : 07-01-2010 alle ore 16.58.55
    Alla fine, non ricorderemo le parole dei nostri nemici, ma i silenzi dei nostri amici.

    Certo che parlo da solo, di tanto in tanto anch' io ho bisogno dei consigli di un esperto!

    Non chi comincia, ma quel che persevera.
    Ho provato ad affogare i miei pensieri nell'alcool, ma poi mi sono accorto che galleggiavano.

    Se me frulla un pensiero che me scoccia,
    me fermo a beve e chiedo aiuto ar vino:
    poi me la canto e seguito er cammino
    cor destino in saccoccia.
    (Trilussa)

  3. #3

    Riferimento: sogni sconcertanti

    hai ragione...volevo solo che qualcuno si cimentasse nel dare un'interpretazione.

Privacy Policy