• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7

Discussione: Ctu scorretto?

  1. #1

    Ctu scorretto?

    Ciao!
    sono un ctp "alle prime armi", e da poco mi occupo di una perizia di affido.
    Vi scrivo per avere un consiglio e dei pareri sull'operato di un ctu.
    All'inizio delle operazioni peritali mi sono recato presso lo studio del ctu, insieme a me c'era anche la coppia. Al momento di entrare, il ctu si è rivolto a me dicendo che non secondo prassi non poteva farmi entrare poichè non ero in possesso della nomina! in quel momento sono rimasto sbigottito, sapevo di essere stato nominato dall'avvocato del cliente ben 15 giorni prima, per quale motivo quindi il ctu si era permesso si affermare una cosa del genere??
    Premetto che l'altra parte era venuta non accompagnata dal suo consulente.
    Purtroppo data la poca esperienza, sono rimasto a bocca aperta, rispondendo solo che non avevo nessun foglio di nomina (credendo esistesse un foglio da dover consegnare al ctu il primo giorno di inizio delle azioni peritali!).
    La coppia è entrata, ed io sono rimasto a far la muffa in sala d'attesa.
    Chiedo quindi a voi: è stato un modo corretto di agire? veramente il ctu non era in possesso della mia nomina pur essendo già agli atti? non avrebbe dovuto contattare l'avvocato per chiarimenti?
    Grazie per le vostre risposte!

  2. #2

    Riferimento: Ctu scorretto?

    Citazione Originalmente inviato da dr.luigicorleo Visualizza messaggio
    Ciao!
    Purtroppo data la poca esperienza, sono rimasto a bocca aperta, rispondendo solo che non avevo nessun foglio di nomina (credendo esistesse un foglio da dover consegnare al ctu il primo giorno di inizio delle azioni peritali!).
    Chiedo quindi a voi: è stato un modo corretto di agire? veramente il ctu non era in possesso della mia nomina pur essendo già agli atti? non avrebbe dovuto contattare l'avvocato per chiarimenti?
    Grazie per le vostre risposte!
    Ciao,
    quello che descrivi non è una situazione rara. Ti domando: come mai lo chiedi a noi? Nel senso: ancora non sei riuscita a sapere se avevi realmente la nomina? Solo una persona lo può sapere quello che è successo: l'avvocato della parte che tu tuteli. Mi viene da pensare che se hai scritto questo messaggio non glielo hai ancora chiesto all'avvocato. Ma è l'unico che può risponderti.
    Esiste un foglio, certo, hai ragione. Un documento con cui il Giudice accetta la tua nomina a consulente di parte. Purchè l'avvocato abbia realmente chiesto la nomina e sia poi filato tutto liscio. Potrebbe anche essere che il CTU non ha ricevuto la tua nomina e non è compito suo chiedere all'avvocato, ma tuo (o comunque, della parte che tu rappresenti).
    Mi viene una semplice domanda: ma perchè in quel momento non hai (avete) chiamato l'avvocato e chiesto chiarimenti? L'avvocato avrebbe potuto inviare via fax la tua nomina e avresti potuto accedere all'incontro.
    Per esperienza dico che è sempre meglio verificare che la nomina sia realmente stata effettuata, magari chiedendone una copia all'avvocato, prima di andare in CTU, così da essere intanto sicuri di aver le carte in regola e poi per poter esibire queste carte in caso di malintesi.
    Insisto, però, scusami... ma l'avvocato questa cosa che non ti hanno fatto entrare perchè non avevi la nomina ancora non la sa? Perchè? La DEVE sapere.

    Spero di esserti stata utile,
    Carmen
    Carmen Pernicola
    Psicologa, CTP in cause civili e minorili, esperta nella valutazione del danno biologico psichico e dei danni non patrimoniali e nella tutela dei minori in cause di separazione e divorzio, psicologa oncologica, Consulente ACT (Acceptantion and Committment Therapy).
    Iscritta all'Ordine degli Psicologi del Lazio, n. 10410
    carmen.pernicola@fastwebnet.it

  3. #3

    Riferimento: Ctu scorretto?

    Ciao, ti ringrazio per la tua risposta.
    Appena uscito dallo studio del ctu ho chiamato l'avvocato che mi ha detto di aver provveduto due settimane prima (quindi assolutamente nei termini) a depositare la mia nomina. Quindi la nomina era correttamente agli atti. Non fidandomi più di nessuno ho chiesto all'avvocato di poter avere copia della nomina, al momento non l'ho ancora avuta ma mi ha assicurato che è stata depositata. In effetti anche un altro avvocato dello studio che conosco molto bene e che non mi mentirebbe mai me lo ha confermato.
    A questo punto le ipotesi possono essere due:
    1) Il ctu aveva la nomina nel fascicolo, ma ha fatto volutamente finta di nulla, e non trovandosi ostacolato da me, ha continuato a fare di testa sua.
    2) Il ctu NON AVEVA effettivamente la nomina nel fascicolo (ma in questo caso mi domando: è compito del ctu "aggiornare" il fascicolo e assicurarsi che non siano state depositate le nomine?).
    Adesso la situazione è in un momento di stallo: l'avvocato ha deciso di inviare un'istanza al giudice affinchè sostituisca questo ctu e renda nullo tutto quello che è stato deciso in quel giorno in cui sono rimasto fuori la porta.
    Il giudice ha già deciso di convocare ctu e avvocati delle parti ad una udienza straordinaria tra pochi giorni... come finirà? sono pieno di dubbi, oltre che di sensi di colpa per non aver "reagito" davanti alle parole del ctu...

  4. #4
    benedetta14
    Ospite non registrato

    Riferimento: Ctu scorretto?

    Mi sorprende il comportamento del ctu che non ti ha permesso di entrare nonostante fosse presente la parte che non ha disconosciuto la tua nomina.
    Se voleva seguire la procedura alla lettera, una volta accertato la volontà della parte di avvalersi della tua consulenza, avrebbe dovuto aggiornare la seduta ad altra data e nel frattempo richiedere chiarimenti al giudice. Agendo in questo modo ha leso il diritto legittimo del tuo assistito alla presenza del proprio consulente di parte.
    Dalle mie parti capitano non spesso, ma spessissimo inconvenienti di questo genere e pare siano attribuibili alle cancellerie, ma devo dire che in genere sono formalità che si superano agevolmente, senza ricorrere a troppi formalismi.
    Non sentirti in colpa per esser stato preso in contropiede, perché nella pratica nessun ctp richiede all'avvocato il foglio di nomina da presentare al ctu.
    Trovo giusta la richiesta dell'avvocato non soltanto di rendere nullo il primo incontro, ma anche di chiedere la sostituzione del ctu perché potrebbe essere pregiudizievole (però raramente il giudice va contro il proprio consulente.....qui lo dico e qui lo nego).

  5. #5

    Riferimento: Ctu scorretto?

    Citazione Originalmente inviato da benedetta14 Visualizza messaggio
    Mi sorprende il comportamento del ctu che non ti ha permesso di entrare nonostante fosse presente la parte che non ha disconosciuto la tua nomina.
    Se voleva seguire la procedura alla lettera, una volta accertato la volontà della parte di avvalersi della tua consulenza, avrebbe dovuto aggiornare la seduta ad altra data e nel frattempo richiedere chiarimenti al giudice. Agendo in questo modo ha leso il diritto legittimo del tuo assistito alla presenza del proprio consulente di parte.
    Dalle mie parti capitano non spesso, ma spessissimo inconvenienti di questo genere e pare siano attribuibili alle cancellerie, ma devo dire che in genere sono formalità che si superano agevolmente, senza ricorrere a troppi formalismi.
    Non sentirti in colpa per esser stato preso in contropiede, perché nella pratica nessun ctp richiede all'avvocato il foglio di nomina da presentare al ctu.
    Trovo giusta la richiesta dell'avvocato non soltanto di rendere nullo il primo incontro, ma anche di chiedere la sostituzione del ctu perché potrebbe essere pregiudizievole (però raramente il giudice va contro il proprio consulente.....qui lo dico e qui lo nego).
    Ciao Benedetta, trovo anche io molto strano il comportamento del ctu.
    Attendiamo il 22 e vediamo cosa deciderà il giudice
    Nel frattempo il mio assistito mi ha chiamato in preda all'ansia, teme che in questa udienza il giudice possa decidere già delle loro sorti. Non credo possa accadere una cosa simile.. non sono nemmeno così ottimista da pensare che possa nominare un ctu diverso, come hai detto tu è raro che un giudice possa andare contro il proprio consulente. Però c'è una cosa da dire: già alla prima udienza il giudice ha avuto un battibecco non indifferente con il ctu, così mi è stato riferito dall'avvocato. Hanno litigaro pesantemente, e il giudice ha richiamato all'ordine il ctu intimandogli di pensare solo a fare bene il suo mestiere e a non sostiutirsi al giudice è un ctu un pò troppo impertinente

  6. #6

    Riferimento: Ctu scorretto?

    Vi aggiorno: all'udienza straordinaria il giudice non ha cambiato il consulente, così come si sospettava.
    Gli ha fatto però una bella ramanzina di un'ora, riprendendolo sul comportamento che ha avuto, non permettendomi di prender parte al colloquio con la coppia.
    Vedremo come proseguiranno le cose. Io avrei in mente al prossimo incontro con il ctu, di avvicinarmi a lui per dirgli di avere un resoconto sull'incontro al quale non ho potuto partecipare. Credo sia mia diritto sapere!
    Altra novità: l'avvocato della mia assistita mi ha chiamato prima delle vacanze dicendomi che secondo lui sarebbe opportuno che il collega che mi affianca in questa "avventura" potesse "interfacciarsi" con il ctu al posto mio. Ha usato esattamente questo termine!
    La sua motivazione è stata che io essendo "troppo giovane" (?!?!?) posso trasmettere un senso di poca esperienza, cosa che invece il mio collega non farebbe, visto che è molto più grande di me. Posso anche trovarmi d'accordo con il ragionamento dell'avvocato, ma in parte. Ho risposto abbastanza risentito che IO sono il consulente della signora, IO sono stato nominato da lui, e CON ME il ctu dovrà avere a che fare. Punto. Credo di essere stato abbastanza duro, ma sono contento di averlo detto!

  7. #7
    benedetta14
    Ospite non registrato

    Riferimento: Ctu scorretto?

    Almeno dalle mie parti, gli incontri della coppia con il ctu vengono registrati ed una copia della registrazione può essere richiesta direttamente al ctu oppure al giudice facendo un'apposita istanza.
    In genere è consentito anche alle parti (o ai loro consulenti) portare un registratore proprio.
    Per quanto riguarda la richiesta dell'avvocato, non credo che abbia voluto svalutare la tua professionalità; forse semplicemente sta approntando una strategia per aggirare il rischio della pregiudiziale del ctu nei confronti della parte. Dal momento che il giudice non lo ha sostituito, è molto probabile (sempre qui lo dico e qui lo nego) che le valutazioni di merito del ctu verranno accolte in toto dal giudice stesso, per cui forse l'avvocato ha pensato che far colloquiare con esso il tuo collega, presentandolo come tuo collaboratore possa essere una mossa per riconoscerti sempre nell'incarico e mediare i rapporti con chi, a questo punto, ha il coltello dalla parte del manico.
    Personalmente, mi sono resa conto che in ambito peritale, il lavoro del consulente di parte è molto più strategico nel mantenimento dei rapporti con il ctu, che professionale. Purtroppo è una dura realtà, ma molto spesso è così. Per questo è frequente il caso che la nomina del ctp venga fatta a seconda dei personali rapporti che il perito intrattiene o ha intrattenuto con il ctu.
    Però, in fin dei conti, sempre secondo la mia modestissima opinione, l'assistito è quello che si dovrebbe sempre e comunque tener presente, perché si scontra con una realtà di cui non è assolutamente a conoscenza e fatica sempre a farsi ascoltare. Per cui, se la tua assistita confida nella tua professionalità e ti rinnova fiducia, cerca solo di espletare il tuo incarico nel migliore dei modi per la tua cliente.

Privacy Policy