• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8
  1. #1
    Partecipante Affezionato L'avatar di LaMukkina
    Data registrazione
    04-06-2005
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    82

    Consulenze e perizie...

    Ciao a tutti, mi scuso in anticipo per l'ignoranza con cui porrò le prossime domande perchè mi rendo conto che sono al limite dell'imbarazzante...
    Dunque: ho un master in psicotraumatologia, mi è già capitato di fare valutazioni sul danno psichico conseguente a eventi traumatci ma sempre e solo in sede clinica e mai peritale.
    Qualche settimana fa un medico legale che mi ha vista lavorare, mi ha inviato un caso da valutare, con lo scopo di allegare la mia valutazione alla richiesta di risarcimento danni per un incidente stradale.
    Quindi, quella che farei sarebbe una consulenza. E fin qui ci sono. :-)
    Però, quand'è che una consulenza di questo tipo viene definita perizia?
    Premetto che non mi sono iscritta all'albo dei CTU nè come CTP (tra l'altro anche qui ho una gran confusione, esiste un albo dei periti, ma anche dei CTP? oppure sei definito CTP quando vieni chiamato in consulenza da un CTU, come nel mio caso? Cioè, io rilasciando una valutazione, senza essere iscritta a nessuna lbo dei consulenti, sarei comunque un CTP? BOOOH?)
    Per ora non mi sono iscritta all'albo dei periti perchè sto incontrando difficoltà al Tribunale con i requisiti (residenza in altra regione da quella che lavoro e Ordine di appartenenza in una terza regione ancora).
    Insomma, grande confusione, non capisco se esista un Albo nazionale dei Periti in ambito psicologico o se sia tutto solamente territoriale.
    E soprattutto, non capisco, come ho detto sopra, se posso fare una CTP anche senza essere iscritta a nessun albo (se non a quello professionale nostro ovvaimente!!!).
    Ringrazierò chiunque abbia la santa pazienza di darmi qualche chiarimento

    Un abbraccio

    Cri

  2. #2
    Partecipante Affezionato L'avatar di Nadiuccia
    Data registrazione
    02-02-2007
    Residenza
    fiano romano
    Messaggi
    92

    Riferimento: Consulenze e perizie...

    Citazione Originalmente inviato da LaMukkina Visualizza messaggio
    Ciao a tutti, mi scuso in anticipo per l'ignoranza con cui porrò le prossime domande perchè mi rendo conto che sono al limite dell'imbarazzante...
    Dunque: ho un master in psicotraumatologia, mi è già capitato di fare valutazioni sul danno psichico conseguente a eventi traumatci ma sempre e solo in sede clinica e mai peritale.
    Qualche settimana fa un medico legale che mi ha vista lavorare, mi ha inviato un caso da valutare, con lo scopo di allegare la mia valutazione alla richiesta di risarcimento danni per un incidente stradale.
    Quindi, quella che farei sarebbe una consulenza. E fin qui ci sono. :-)
    Però, quand'è che una consulenza di questo tipo viene definita perizia?
    Premetto che non mi sono iscritta all'albo dei CTU nè come CTP (tra l'altro anche qui ho una gran confusione, esiste un albo dei periti, ma anche dei CTP? oppure sei definito CTP quando vieni chiamato in consulenza da un CTU, come nel mio caso? Cioè, io rilasciando una valutazione, senza essere iscritta a nessuna lbo dei consulenti, sarei comunque un CTP? BOOOH?)

    Per ora non mi sono iscritta all'albo dei periti perchè sto incontrando difficoltà al Tribunale con i requisiti (residenza in altra regione da quella che lavoro e Ordine di appartenenza in una terza regione ancora).
    Insomma, grande confusione, non capisco se esista un Albo nazionale dei Periti in ambito psicologico o se sia tutto solamente territoriale.
    E soprattutto, non capisco, come ho detto sopra, se posso fare una CTP anche senza essere iscritta a nessun albo (se non a quello professionale nostro ovvaimente!!!).
    Ringrazierò chiunque abbia la santa pazienza di darmi qualche chiarimento

    Un abbraccio

    Cri
    per fare una CTP è sufficiente essere psicologi e basta (certo se si ha esperienza in psicologia giuridica è meglio, ma penso che le tue competenze le conosci...) è solo per fare CTU che devi essere iscritta all'albo del tribunale, quindi fai puire la tua consulenza visto che sei stata contattata per una consulenza tecnica da un CTU. CIAO
    Nadiuccia

  3. #3
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    04-04-2009
    Messaggi
    109

    Riferimento: Consulenze e perizie...

    si...come dice Nadiuccia per fare la CTP non è necessario essere iscritti presso le liste dei tribunali anche perchè si è contattati da consulenti che richiedono una perizia specialistica. per fare la CTU invece ci vogliono dei requisiti ben precisi che trovi sul sito dell' ordine(vale per il Lazio, ma credo anche per gli altri). ho posto proprio questa domanda all' ordine....saluti

  4. #4
    Partecipante Affezionato L'avatar di LaMukkina
    Data registrazione
    04-06-2005
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    82

    Riferimento: Consulenze e perizie...

    Grazie delle preziose risposte. :-)
    Ora sono un po' in crisi sul come impostare la relazione della consulenza. Inizierò a breve un master in psicologia giuridica ma per allora dovrò già aver consegnato queste consulenze e non so proprio come fare.
    Voi sapete indicarmi del materiale (non so, un link, una discussione...) che tratti dell'impostazione della relazione?
    Ancora tante grazie in anticipo.
    Cri

  5. #5
    Partecipante Super Esperto L'avatar di valevalens
    Data registrazione
    20-10-2004
    Residenza
    Arezzo
    Messaggi
    651

    Riferimento: Consulenze e perizie...

    Citazione Originalmente inviato da LaMukkina Visualizza messaggio
    Grazie delle preziose risposte. :-)
    Ora sono un po' in crisi sul come impostare la relazione della consulenza. Inizierò a breve un master in psicologia giuridica ma per allora dovrò già aver consegnato queste consulenze e non so proprio come fare.
    Voi sapete indicarmi del materiale (non so, un link, una discussione...) che tratti dell'impostazione della relazione?
    Ancora tante grazie in anticipo.
    Cri
    Ciao, vorrei anche io intraprendere la strada della valutazione del danno esistenziale e vorrei sapere normalmente quanti colloqui fai con la persona che si rivolge a te e quali strumenti diagnostici utilizzi di solito.
    Inoltre, ti chiederei un consiglio: secondo te posso rivolgermi a un medico legale con curriculum alla mano oppure è meglio contattare direttamente le compagnie assicurative?

  6. #6
    Partecipante Affezionato L'avatar di LaMukkina
    Data registrazione
    04-06-2005
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    82

    Riferimento: Consulenze e perizie...

    Hummm non saprei se e a chi rivolgerti. Nel mio caso io non mi sono rivolta a nessuno, il medico legale con cui sto lavorando l'ho conosciuto davvero per caso. Se c'è però una cosa che mi sento di dirti è che le volte che mi sono presentata da qualcuno con un curriculum in mano mi hanno sempre sbattuto la porta in faccia. Secondo me conviene andare con dei biglietti da visita ben fatti, professionali, non troppo pasticciati e al massimo il CV darglielo quando te lo chiedono. Perchè, pensandoci bene, nessun medico o avvocato si presenta da qualcno con curriculum in mano. Perchè noi dovremmo? L'ho sempre fatto anch'io ma a volte mi domando perchè dobbiamo per forza presentarci con qualcos ache avvalori la nostra professione. Siamo psicologi. Siamo iscritti all' albo. Questo dovrebbe bastare a fare di noi dei professionisti. Poi sulle credenziali, è giustissimo darle quando ci vengono richieste, ma non per avvalorare la nostra professionalità in prima battuta.
    Non so se sono stata chiara, perchè sono alla decima ora di lavoro e inizio ad essere un po' fusa :-)
    Io con il primo paziente ho fatto 5 colloqui, i test che ho usato non sono producibili in sede legale, perchè erano "tarocchi" (non originali) e perchè servivano più che altro a me per orientarmi nella diagnosi. Per la diagnosi ho fatto riferimento al DSM IV come fosse una bibbia e nella relazione ho spiegato passo passo il perchè della mia scelta diagnostica. Non so se ho fatto bene, perchè nessuno mi ha risposto alla richiesta di aiuto :-/
    Buon lavoro

  7. #7
    Partecipante Super Esperto L'avatar di valevalens
    Data registrazione
    20-10-2004
    Residenza
    Arezzo
    Messaggi
    651

    Riferimento: Consulenze e perizie...

    Citazione Originalmente inviato da LaMukkina Visualizza messaggio
    Hummm non saprei se e a chi rivolgerti. Nel mio caso io non mi sono rivolta a nessuno, il medico legale con cui sto lavorando l'ho conosciuto davvero per caso. Se c'è però una cosa che mi sento di dirti è che le volte che mi sono presentata da qualcuno con un curriculum in mano mi hanno sempre sbattuto la porta in faccia. Secondo me conviene andare con dei biglietti da visita ben fatti, professionali, non troppo pasticciati e al massimo il CV darglielo quando te lo chiedono. Perchè, pensandoci bene, nessun medico o avvocato si presenta da qualcno con curriculum in mano. Perchè noi dovremmo? L'ho sempre fatto anch'io ma a volte mi domando perchè dobbiamo per forza presentarci con qualcos ache avvalori la nostra professione. Siamo psicologi. Siamo iscritti all' albo. Questo dovrebbe bastare a fare di noi dei professionisti. Poi sulle credenziali, è giustissimo darle quando ci vengono richieste, ma non per avvalorare la nostra professionalità in prima battuta.
    Non so se sono stata chiara, perchè sono alla decima ora di lavoro e inizio ad essere un po' fusa :-)
    Io con il primo paziente ho fatto 5 colloqui, i test che ho usato non sono producibili in sede legale, perchè erano "tarocchi" (non originali) e perchè servivano più che altro a me per orientarmi nella diagnosi. Per la diagnosi ho fatto riferimento al DSM IV come fosse una bibbia e nella relazione ho spiegato passo passo il perchè della mia scelta diagnostica. Non so se ho fatto bene, perchè nessuno mi ha risposto alla richiesta di aiuto :-/
    Buon lavoro
    Ti ringrazio per le dritte, penso che tu abbia fatto bene, poi se il medico legale ti richiamerà significa che avrà apprezzato il tuo lavoro.
    hai ragione, meglio il biglietto da visita.

  8. #8
    Partecipante Leggendario L'avatar di Haidy2009
    Data registrazione
    14-01-2009
    Messaggi
    2,408

    Riferimento: Consulenze e perizie...

    scusate,potreste rispondere ad una domanda ?
    io non so nulla di psicologia giuridica.
    spero nel vostro aiuto.
    Uno psicologo che ha seguito 2coniugi in crisi può proporsi come testimone di parte (si dice così quando prende la difesa di uno dei due coniugi?) in un processo per separazione ?
    Grazie!
    "Non importa se vai avanti piano, l'importante è che non ti fermi". Confucio

Privacy Policy