• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8
  1. #1
    Partecipante Affezionato L'avatar di scorpiona
    Data registrazione
    10-07-2007
    Residenza
    nel catanese
    Messaggi
    103

    C'era una volta la seduzione...

    ... oggi stiamo sprofondando sempre di più nella cultura di "una botta e via"! Che fine ha fatto la danza del corteggiamento? Perchè sempre più spesso diamo retta alla componente istintuale? Non interessano più a nessuno i rapporti a lungo termine?
    Sulla cara e antica seduzione, io ho fatto addirittura la tesi. Lascio il link quà sotto, nel caso a qualcuno venisse la curiosità di dare una sbirciatina. in ogni caso sarebbe bello se partecipaste a questa discussione. Baci!!

    Il ruolo della seduzione "ieri e oggi"
    “Ti criticheranno sempre,
    parleranno male di te
    e sarà difficile che
    incontri qualcuno
    al quale tu possa andare
    bene come sei.
    Quindi vivi come credi,
    fai quello che ti dice il cuore
    la vita è come un’opera di teatro
    che non ha prove iniziali.
    Canta, ridi, balla, ama
    e vivi intensamente ogni
    momento della tua vita
    prima che cali il sipario
    e l’opera finisca senza applausi. ”

  2. #2

    Riferimento: C'era una volta la seduzione...

    Ciao scorpiona

    Ci permetti di riflettere su un tema veramente interessante!

    Più volte, infatti, si sente parlare di rapporti sentimentali superficiali in cui, come dici tu, la componente istintuale sembra prevalere su desiderio di costruire un progetto comune duraturo.

    Tu ti domandi: “che fine ha fatto la danza del corteggiamento?”

    Forse il corteggiamento ha dei tempi più cadenzati che vanno un po’ in contraddizione con l’attuale tendenza a bruciare molto in fretta le tappe necessarie alla formazione di un legame.

    Un altro aspetto su cui si può iniziare a riflettere è: oggi, soprattutto i giovani, credono al valore di un legame affettivo duraturo?


    Pamela Serafini
    Ordine degli Psicologi del Lazio n. 14572

    Pamela Serafini

  3. #3
    Partecipante L'avatar di psi-clinico-dip
    Data registrazione
    31-07-2006
    Residenza
    cernusco sul naviglio
    Messaggi
    47
    Blog Entries
    1

    Riferimento: C'era una volta la seduzione...

    Cara Scorpiona
    il tema da te sollevato mi ha colpito e riflettendoci ho mentalizzato parecchie immagini di giovani e meno giovani di oggi. Pantaloni a vita bassa con tatuaggi lombari, luoghi di incontro come pub e discoteche dove l'immagine veicola i messaggi e imposta le relazioni, atteggiamenti e modelli proposti dai media. Queste sono solo alcune delle idee che mi sono venute.
    Dunque più che ritenere che non vi sia il corteggiamento penso che questo si sia spostato ultimamente su di un livello più etologico ( come dici tu le danze di corteggiamento, i colori delle livree dei maschi, i suoni emessi in fase di accoppiamento). Diversamente, considerate le nostre abilità specie specifiche, ci si aspetterebbe che utilizzassimo di più il linguaggio che permetterebbe di conoscersi meglio e con tempi differenti. Tuttavia molta dell'odierna tecnologia essendo analogica e sintetica mira all'apparire e a veicolare messeggi immediati delle gestalt comunicative che racchiudono segni e significati macro. L'analisi che invece determinerebbe il linguaggio punto punto porterebbe tuttavia molto più tempo che ad oggi sembra la risorsa di cui meno disponiamo.
    Tuttavia penso che spesso questo rincorrere modalità di relazione di sintesi porti a prendere delle cantonate di cui ci si rende conto solo dopo.
    Quel che forse manca sono i modi e i tempi del romanticismo che è sentimento ma anche pensiero. Scrivere una poesia o un pensiero profondo e significativo al proprio partner può essere un modo di recuperare una dimensione differita che porta in sè l'attesa e dunque anche il coreteggiamento con aspetti più specifici dell'uomo invece di regredire a modalità più dirette ed animali di " una botta e via"
    Psi-clinico-dip

  4. #4

    Riferimento: C'era una volta la seduzione...

    Se si parla di giovani mi resta quasi impossibile immaginare un comportamento realmente seduttivo, forse proprio a causa di questa cultura da "fast food" dove "vende chi mostra".
    Non so se può risultare un pregiudizio ma credo che in molti casi, non tutti, sia così.
    La seduzione, d'altro canto, richiede un livello di maturità tale che certamente adolescenti non credo possano mettere in atto.
    Con ciò non voglio screditare gli adolescenti che credo vivano sentimenti intensi e profondi ma differenti. La loro età ha giustamente bisogno di altro.

  5. #5
    Partecipante Affezionato L'avatar di scorpiona
    Data registrazione
    10-07-2007
    Residenza
    nel catanese
    Messaggi
    103

    Riferimento: C'era una volta la seduzione...

    Scusate, a questo punto credo di essermi un attimo distratta, chi ha parlato di adolescenti? Beh io non credo... Infatti, col termine "giovani" mi riferivo a quelli sopra i 20/25 anni. E' chiaro che gli adolescenti sono altro. Ciao.

  6. #6
    Partecipante L'avatar di psi-clinico-dip
    Data registrazione
    31-07-2006
    Residenza
    cernusco sul naviglio
    Messaggi
    47
    Blog Entries
    1

    Riferimento: C'era una volta la seduzione...

    Lasciando perdere l'età anagrafica e le differenze fra quindicenni, ventenni o anche, perchè no, trentenni. Mi riferivo semplicemente a modalità di approccio e relazione fra sessi che oggigiorno appaiono sempre più improntate sull'immediatezza di messaggi analogici ovvero complessi, sintetici e finiti in se stessi. Diversamente nelle relazioni, specie quelle affettive, ritengo che vi sia ancora bisogni di aspetti digitali dunque analitici che richiedono più tempo e impegno nell'andare in profondità ed analizzare bene capirsi meglio, costruire insieme un codice comunemente condiviso ed al contempo complesso, completo anche se non esaustivo.
    Questo poichè pur non essendo poi così tanto diversi nel regno animale risultiamo quanto meno più complicati e per comprendere a fondo la complessità che ci caratterizza in quanto specie umana occorre prima scindere suddividere e chiarire bene ogni singolo aspetto, ove possibile, prima di sintetizzare lasciando spazio a sottointesi e malintesi.

    Psi-clinico-dip

  7. #7

    Riferimento: C'era una volta la seduzione...

    Citazione Originalmente inviato da psi-clinico-dip Visualizza messaggio
    Lasciando perdere l'età anagrafica e le differenze fra quindicenni, ventenni o anche, perchè no, trentenni. Mi riferivo semplicemente a modalità di approccio e relazione fra sessi che oggigiorno appaiono sempre più improntate sull'immediatezza di messaggi analogici ovvero complessi, sintetici e finiti in se stessi. Diversamente nelle relazioni, specie quelle affettive, ritengo che vi sia ancora bisogni di aspetti digitali dunque analitici che richiedono più tempo e impegno nell'andare in profondità ed analizzare bene capirsi meglio, costruire insieme un codice comunemente condiviso ed al contempo complesso, completo anche se non esaustivo.
    Questo poichè pur non essendo poi così tanto diversi nel regno animale risultiamo quanto meno più complicati e per comprendere a fondo la complessità che ci caratterizza in quanto specie umana occorre prima scindere suddividere e chiarire bene ogni singolo aspetto, ove possibile, prima di sintetizzare lasciando spazio a sottointesi e malintesi.

    Psi-clinico-dip

    Mi trovi perfettamente d'accordo!!!

  8. #8
    Partecipante Affezionato L'avatar di scorpiona
    Data registrazione
    10-07-2007
    Residenza
    nel catanese
    Messaggi
    103

    Riferimento: C'era una volta la seduzione...

    Grande Mauriziooo!!

Privacy Policy