• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8
  1. #1
    Johnny
    Ospite non registrato

    arresto dei 2 latitanti: merito della polizia non del governo

    Cattura latitanti: il sindacato autonomo polizia, "Successo solo nostro non del governo" - Corriere della Sera

    ROMA - Il Coisp, sindacato indipendente di polizia, rivendica la cattura dei due superlatitanti mafiosi come "un nuovo straordinario successo della polizia e della polizia soltanto". Franco Maccari, segretario generale del Coisp e' polemico col governo: "che si appropria di meriti non suoi, e che anzi ostacola nei fatti, con i tagli alle risorse, il contrasto alla criminalita' organizzata''. Maccari denuncia che ''il Reparto Scorte di Palermo non ha piu' neppure la carta per stampare gli ordini di servizio". (RCD)


    in più, tra la carta da riciclare , hanno trovato l'originale della scorta di Falcone. Il che ha fatto incavolare parecchio il capo della polizia, che ha scritto una lettera aperta

    Cosa nostra e cose loro, una lettera da Palermo - Primo Piano | l'AnteFatto | Il Cannocchiale blog
    Ultima modifica di Johnny : 07-12-2009 alle ore 14.24.26

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di eva_luna
    Data registrazione
    23-01-2006
    Residenza
    In spiaggia a Sori!
    Messaggi
    11,690

    Riferimento: arresto dei 2 latitanti: merito della polizia non del governo

    Credo che siano cose sacrosante, il problema è che la gente si beve tutto quello che l'informazione dice, e purtroppo ora come ora nessuno si ricorda che il nostro Premier non è un poliziotto e che probabilmente quando hanno catturato i due latitanti era a casa sua, come i parlamentari...
    Membro del thread palla
    Ciambellana dei Film del mese di Marzo e Maggio

    "Tu sarai per me unico al mondo, io sarò per te unico al mondo" Il piccolo principe

    "La vera musica è tra le note." W. A. Mozart

    la mia libreria

    Membro del Club Del Giallo - Tessera n°20 e Segretaria Addetta All'Archivio del Club

    Club del giallo, nuova sede

  3. #3
    Postatore Epico L'avatar di doctor2009
    Data registrazione
    13-11-2008
    Residenza
    Provincia di Roma
    Messaggi
    6,395

    Riferimento: arresto dei 2 latitanti: merito della polizia non del governo

    Qui c'è un'altra verità sulla cattura dei due boss....

    Vi consiglio di vedere questo video, comunque la pensiate.
    -



    PRESIDENTE DEL CLUB DEL GIALLO!

  4. #4
    Postatore OGM L'avatar di hoppy347
    Data registrazione
    03-03-2009
    Residenza
    Calabria
    Messaggi
    3,973

    Riferimento: arresto dei 2 latitanti: merito della polizia non del governo

    Citazione Originalmente inviato da doctor2009 Visualizza messaggio
    Qui c'è un'altra verità sulla cattura dei due boss....

    Vi consiglio di vedere questo video, comunque la pensiate.
    Visto.....molto istruttivo davvero!
    Membro del Club del Giallo - Tessera n° 12


  5. #5
    Partecipante Leggendario L'avatar di Haidy2009
    Data registrazione
    14-01-2009
    Messaggi
    2,408

    Riferimento: arresto dei 2 latitanti: merito della polizia non del governo

    grazie doctor, molto eloquente il video!
    mi ha permesso di trovare risposta alle domande che mi ponevo in questi giorni.
    Ha ragione Genchi a dire "ma vi rendete conto che livello di bassezza ha raggiunto l'Italia ..."
    "Non importa se vai avanti piano, l'importante è che non ti fermi". Confucio

  6. #6
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281

    Riferimento: arresto dei 2 latitanti: merito della polizia non del governo

    Citazione Originalmente inviato da doctor2009 Visualizza messaggio
    Qui c'è un'altra verità sulla cattura dei due boss....

    Vi consiglio di vedere questo video, comunque la pensiate.

    C'è anche un'altra verità su Genchi e sul No-B-day....

    Premettendo che le cose che Genchi dice nella sua conferenza sono vere (mancanza di strumenti assegnati alla polizia, ecc.), occorre anche chiedersi da dove sia saltato fuori il No-B-Day.

    Perché, a leggere alcune cose scritte su alcuni quotidiani, sembra sia stata un'iniziativa nata dal nulla, dal "popolo dei blog", dalla "rete" (questa sì, libera, indipendente, non soggetta alle manovre di palazzo, indipendente dall'"utilizzatore finale", fatta di soggetti capaci dipensare, mica come quelle teste quadre dei nostri governanti...).

    Ma, a leggere alcuni blog, ne esce un quadro un pochino differente...

    Genchi è quello stesso Genchi che, in un'intervista a "Left" sosteneva:
    «Di Pietro e io ci siamo ritrovati a salire sullo stesso treno, il treno della verità e della giustizia»
    Bel treno è andato a prendersi, Genchi!
    A Roma, ad esempio, il partito di Di Pietro fa la voce grossa contro le leggi ad personam del Cavaliere. Ma contemporaneamente a Campobasso il consigliere regionale IdV, Nicandro Ottaviano, propone e fa approvare una sanatoria regionale per le abitazioni costruite su terreni agricoli utilizzando il piano casa di Berlusconi. Ottaviano e' proprietario di una villa costruita a Venafro proprio su un terreno agricolo, non registrata al catasto, per la quale non paga tasse ne' al comune ne' allo stato. Sempre in Molise, l'IdV ha perso oltre 30 tra i suoi uomini migliori (se ne sono andati il senatore Giuseppe Astore e il consigliere regionale Massimo Romano) per far posto a cinque fuoriusciti del Pdl, due dei quali provengono da Forza Italia. Il tutto per garantire a Cristiano Di Pietro una candidatura tranquilla alle regionali senza il suo nemico Astore tra i piedi.
    Se l'IdV a Roma sbraita contro la privatizzazione delle acque voluta dal Governo, a Genova il ras Giovanni Paladini si schiera per la privatizzazione dei servizi idrici attraverso la fusione di Iride ed Enia. E intanto nella capitale Stefano Pedica fa nominare il capo della sua segreteria politica Salvatore Doddi, (un ex del Nuovo Psi di Gianni De Michelis), vicepresidente dell'Acea Ato2. L'Acea, come e' noto, con le privatizzazioni dei servizi idrici fara' affaroni. D'altra parte Pedica a Roma ha imbarcato una nidiata di ex craxiani ed ex Forza Italia. Su tutti Oscar Tortosa, vice coordinatore regionale del Lazio, ex assessore della giunta Carraro condannato in primo grado per un giro di tangenti all'Acea, poi prosciolto, protagonista nel 2006 di una contestata operazione edilizia quando era presidente dell'ex Pio Asilo Savoia e ora favorevole alle multe ai lavavetri volute dal sindaco Gianni Alemanno.
    Tornando a Paladini, nessuno meglio di lui incarna le contraddizioni dell'IdV. Leader a Genova del sindacato di destra della Polizia, ha dapprima imposto la sua ex segretaria e fidanzata Marylin Fusco come capogruppo IdV in consiglio comunale, poi l'ha piazzata nel cda della Carige, e ora la ricandidera' anche alle prossime regionali, puntando a farla diventare addirittura vicepresidente della Regione. Ricco proprietario di cave, Paladini andava al lavoro in Questura con una fiammante Porsche e in privato si vanta di essere amico di Pier Silvio Berlusconi. Potrebbe essere vero perche' la sua Marilyn, la cui aspirazione e' fare un film come regista, avrebbe gia' cominciato le riprese della sua opera a Genova con una troupe di Mediaset. Non a caso, fu proprio la Fusco a dichiarare che Silvio Berlusconi e' un perseguitato dalla magistratura.
    Tanto per non smentirsi Paladini, dopo aver collocato presidente di “Sviluppo Genova” il suo amico Pierluigi Porazza, ha gia' pattuito con il sindaco di Genova un posto per un suo uomo nel cda di Iridenia. Paladini inoltre ha come autista tale Giuseppe Contino, iscritto IdV, ex guardia carceraria, accusato di violazione degli obblighi di assistenza a moglie e figli, violenza privata e minacce. Altra pedina di Paladini e' l'assessore IdV del comune di Vezzano Ligure, Patrizia Saccone, che ha a carico una denuncia per ricettazione di un cellulare.
    A favore della fusione Iridenia e, dunque, della privatizzazione dell'acqua, si e' schierato a Torino anche il deputato Gaetano Porcino, che ha appena ottenuto da Di Pietro il via libera alla candidatura alle regionali per un giovane esordiente di 21 anni: suo figlio. Ecco le facce nuove di cui parla Di Pietro. Nel partito dell'ex eroe di Mani Pulite, d'altra parte, il familismo si intreccia a privilegi e discrezionalita'. Al consigliere regionale emiliano, Paolo Nanni e' stato concesso da Di Pietro di mantenere la poltrona di consigliere provinciale, doppio incarico a tutti proibito.


    Forse, e dico forse, Genchi avrebbe potuto scegliere meglio il treno su cui salire.
    Anche perché è lo stesso treno che ha promosso la manifestazione del "No-B-Day". Almeno a leggere questo blog.

    Comunque la pensiate...

    Buona vita
    Guglielmo
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  7. #7
    Postatore Epico L'avatar di doctor2009
    Data registrazione
    13-11-2008
    Residenza
    Provincia di Roma
    Messaggi
    6,395

    Riferimento: arresto dei 2 latitanti: merito della polizia non del governo

    Citazione Originalmente inviato da willy61 Visualizza messaggio
    C'è anche un'altra verità su Genchi e sul No-B-day....

    Premettendo che le cose che Genchi dice nella sua conferenza sono vere (mancanza di strumenti assegnati alla polizia, ecc.), occorre anche chiedersi da dove sia saltato fuori il No-B-Day.

    Perché, a leggere alcune cose scritte su alcuni quotidiani, sembra sia stata un'iniziativa nata dal nulla, dal "popolo dei blog", dalla "rete" (questa sì, libera, indipendente, non soggetta alle manovre di palazzo, indipendente dall'"utilizzatore finale", fatta di soggetti capaci dipensare, mica come quelle teste quadre dei nostri governanti...).

    Ma, a leggere alcuni blog, ne esce un quadro un pochino differente...

    Genchi è quello stesso Genchi che, in un'intervista a "Left" sosteneva:


    Bel treno è andato a prendersi, Genchi!
    A Roma, ad esempio, il partito di Di Pietro fa la voce grossa contro le leggi ad personam del Cavaliere. Ma contemporaneamente a Campobasso il consigliere regionale IdV, Nicandro Ottaviano, propone e fa approvare una sanatoria regionale per le abitazioni costruite su terreni agricoli utilizzando il piano casa di Berlusconi. Ottaviano e' proprietario di una villa costruita a Venafro proprio su un terreno agricolo, non registrata al catasto, per la quale non paga tasse ne' al comune ne' allo stato. Sempre in Molise, l'IdV ha perso oltre 30 tra i suoi uomini migliori (se ne sono andati il senatore Giuseppe Astore e il consigliere regionale Massimo Romano) per far posto a cinque fuoriusciti del Pdl, due dei quali provengono da Forza Italia. Il tutto per garantire a Cristiano Di Pietro una candidatura tranquilla alle regionali senza il suo nemico Astore tra i piedi.
    Se l'IdV a Roma sbraita contro la privatizzazione delle acque voluta dal Governo, a Genova il ras Giovanni Paladini si schiera per la privatizzazione dei servizi idrici attraverso la fusione di Iride ed Enia. E intanto nella capitale Stefano Pedica fa nominare il capo della sua segreteria politica Salvatore Doddi, (un ex del Nuovo Psi di Gianni De Michelis), vicepresidente dell'Acea Ato2. L'Acea, come e' noto, con le privatizzazioni dei servizi idrici fara' affaroni. D'altra parte Pedica a Roma ha imbarcato una nidiata di ex craxiani ed ex Forza Italia. Su tutti Oscar Tortosa, vice coordinatore regionale del Lazio, ex assessore della giunta Carraro condannato in primo grado per un giro di tangenti all'Acea, poi prosciolto, protagonista nel 2006 di una contestata operazione edilizia quando era presidente dell'ex Pio Asilo Savoia e ora favorevole alle multe ai lavavetri volute dal sindaco Gianni Alemanno.
    Tornando a Paladini, nessuno meglio di lui incarna le contraddizioni dell'IdV. Leader a Genova del sindacato di destra della Polizia, ha dapprima imposto la sua ex segretaria e fidanzata Marylin Fusco come capogruppo IdV in consiglio comunale, poi l'ha piazzata nel cda della Carige, e ora la ricandidera' anche alle prossime regionali, puntando a farla diventare addirittura vicepresidente della Regione. Ricco proprietario di cave, Paladini andava al lavoro in Questura con una fiammante Porsche e in privato si vanta di essere amico di Pier Silvio Berlusconi. Potrebbe essere vero perche' la sua Marilyn, la cui aspirazione e' fare un film come regista, avrebbe gia' cominciato le riprese della sua opera a Genova con una troupe di Mediaset. Non a caso, fu proprio la Fusco a dichiarare che Silvio Berlusconi e' un perseguitato dalla magistratura.
    Tanto per non smentirsi Paladini, dopo aver collocato presidente di “Sviluppo Genova” il suo amico Pierluigi Porazza, ha gia' pattuito con il sindaco di Genova un posto per un suo uomo nel cda di Iridenia. Paladini inoltre ha come autista tale Giuseppe Contino, iscritto IdV, ex guardia carceraria, accusato di violazione degli obblighi di assistenza a moglie e figli, violenza privata e minacce. Altra pedina di Paladini e' l'assessore IdV del comune di Vezzano Ligure, Patrizia Saccone, che ha a carico una denuncia per ricettazione di un cellulare.
    A favore della fusione Iridenia e, dunque, della privatizzazione dell'acqua, si e' schierato a Torino anche il deputato Gaetano Porcino, che ha appena ottenuto da Di Pietro il via libera alla candidatura alle regionali per un giovane esordiente di 21 anni: suo figlio. Ecco le facce nuove di cui parla Di Pietro. Nel partito dell'ex eroe di Mani Pulite, d'altra parte, il familismo si intreccia a privilegi e discrezionalita'. Al consigliere regionale emiliano, Paolo Nanni e' stato concesso da Di Pietro di mantenere la poltrona di consigliere provinciale, doppio incarico a tutti proibito.


    Forse, e dico forse, Genchi avrebbe potuto scegliere meglio il treno su cui salire.
    Anche perché è lo stesso treno che ha promosso la manifestazione del "No-B-Day". Almeno a leggere questo blog.

    Comunque la pensiate...

    Buona vita
    Guglielmo
    Posso dirti come la penso io, Willy?...
    Io penso che sia abbastanza improponibile questo modo di ragionare, tipico del peggior berlusconismo ( di cui, francamente, mi sembra tu, ultimamente, abbia sposato quasi integralmente il modus operandi... ).
    Un modo di ragionare che porta inevitabilmente, di fronte a precise contestazioni a carico di rappresentanti del cdx, ad obiettare NON contestando nel merito tali addebiti ( e non parlo solo di questioni morali... ), ma facendo una lunga elencazioni di vere o presunte colpe a carico di altrettanti rappresentanti del campo avverso....
    Mettendo peraltro tutto in un unico calderone: come se l'accusa di aver ricettato un cellulare ( che avrà fatto mai la signora in oggetto, ha comprato un cellulare di seconda mano a Porta Portese? O da un vù cumprà?... ), o di non aver pagato gli alimenti alla ex-moglie siano la stessa cosa rispetto alla corruzione di giudici o di membri della GDF ( non voglio qui neanche parlare delle accuse di connivenza coi mafiosi... ): e te lo dice uno che non ha in particolare simpatia il partito di Di Pietro e lo stesso leader dell'IDV....
    Come se l'unico obiettivo ( quello a te caro... ) sia di dimostrare che sono tutti egualmente da condannare e, pertanto, siccome "tutti colpevoli, nessun colpevole", allora anche le più gravi accuse finiscono per ricevere una automatica assoluzione...
    Ebbene, io mi ribello a questa impostazione sciagurata e la rigetto in toto: se ci sono membri di partiti di csx che hanno commesso dei reati, non solo è giusto che vengano perseguiti, ma se li incontrassi personalmente sarei tra i primi a tirargli i pomodori... Ma questo non toglie UN MILLIMETRO dalla gravità delle accuse che pendono sul capo di esponenti del cdx... Interesse di tutti deve ( dovrebbe... ) essere quello che nella vita pubblica italiana ci siano solo comportamenti corretti e che quelli scorretti vengano perseguiti per legge, non rimbalzare come un ping pong le accuse rivolte ad una parte politica con altrettante accuse rivolte alla parte avversaria....
    Anche perchè, rassegnati Willy, da questa parte non troverai NESSUNO che difende a spada tratta i propri politici ( anzi... ).
    Te l'ho già detto e te lo ripeto: forse non c'è diversità morale tra gli eletti dei due schieramenti, ma tra gli elettori SI!!
    -



    PRESIDENTE DEL CLUB DEL GIALLO!

  8. #8
    Postatore OGM L'avatar di hoppy347
    Data registrazione
    03-03-2009
    Residenza
    Calabria
    Messaggi
    3,973

    Riferimento: arresto dei 2 latitanti: merito della polizia non del governo

    Citazione Originalmente inviato da doctor2009 Visualizza messaggio
    Posso dirti come la penso io, Willy?...
    Io penso che sia abbastanza improponibile questo modo di ragionare, tipico del peggior berlusconismo ( di cui, francamente, mi sembra tu, ultimamente, abbia sposato quasi integralmente il modus operandi... ).
    Un modo di ragionare che porta inevitabilmente, di fronte a precise contestazioni a carico di rappresentanti del cdx, ad obiettare NON contestando nel merito tali addebiti ( e non parlo solo di questioni morali... ), ma facendo una lunga elencazioni di vere o presunte colpe a carico di altrettanti rappresentanti del campo avverso....
    Mettendo peraltro tutto in un unico calderone: come se l'accusa di aver ricettato un cellulare ( che avrà fatto mai la signora in oggetto, ha comprato un cellulare di seconda mano a Porta Portese? O da un vù cumprà?... ), o di non aver pagato gli alimenti alla ex-moglie siano la stessa cosa rispetto alla corruzione di giudici o di membri della GDF ( non voglio qui neanche parlare delle accuse di connivenza coi mafiosi... ): e te lo dice uno che non ha in particolare simpatia il partito di Di Pietro e lo stesso leader dell'IDV....
    Come se l'unico obiettivo ( quello a te caro... ) sia di dimostrare che sono tutti egualmente da condannare e, pertanto, siccome "tutti colpevoli, nessun colpevole", allora anche le più gravi accuse finiscono per ricevere una automatica assoluzione...
    Ebbene, io mi ribello a questa impostazione sciagurata e la rigetto in toto: se ci sono membri di partiti di csx che hanno commesso dei reati, non solo è giusto che vengano perseguiti, ma se li incontrassi personalmente sarei tra i primi a tirargli i pomodori... Ma questo non toglie UN MILLIMETRO dalla gravità delle accuse che pendono sul capo di esponenti del cdx... Interesse di tutti deve ( dovrebbe... ) essere quello che nella vita pubblica italiana ci siano solo comportamenti corretti e che quelli scorretti vengano perseguiti per legge, non rimbalzare come un ping pong le accuse rivolte ad una parte politica con altrettante accuse rivolte alla parte avversaria....
    Anche perchè, rassegnati Willy, da questa parte non troverai NESSUNO che difende a spada tratta i propri politici ( anzi... ).
    Te l'ho già detto e te lo ripeto: forse non c'è diversità morale tra gli eletti dei due schieramenti, ma tra gli elettori SI!!

    Membro del Club del Giallo - Tessera n° 12


Privacy Policy