• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3
  1. #1

    Aiuto! Droga, spacciatori, violenza.......

    Premessa è che non facciamo uso di nessun tipo di droga.

    Questo sogno è di mio marito che è rimasto sconvolto.
    La mattina lo ha scritto così come lo leggete.
    Mi trovavo insieme a mia moglie nel paesino in cui viviamo, in cerca di hascisc. Dopo vari giri troviamo finalmente il pusher. Nella realtà questo ragazzo, ora deceduto per motivi legati all’alcool e alla droga, era un mio conoscente, conoscente nel senso che ci siamo frequentati da ragazzini per un breve periodo essendo vicini di casa. Alla notizia della sua morte, avvenuta circa un anno fa, io ne sono rimasto molto colpito perché avvenuta pochi giorni dopo averlo per caso incontrato all’interno di un bar (stava già molto male ed era ubriaco). Mi ha fatto tenerezza vederlo così, poi nel giro di una settimana ho saputo la notizia della sua scomparsa a causa di un malore. Ritorniamo al sogno…..questo ragazzo resta con me e mia moglie per diverso tempo e anche se io non volevo stare in sua compagnia trascinavo con me mia moglie seguendolo in alcuni bar. Ad un certo punto lui ci dice di andare in un posto ma prima di lasciarci andare ci anticipa un piccolo pezzo di hascisc. Dopo ciò noi andiamo nel posto che ci aveva indicato, sulla riva di un fiume che scorre dalle nostre parti e lì mi accorgo che stanno scaricando una grossa partita di droga ed io ne approfitto per prendere un intero pezzo di hascisc. Dopo aver fatto questo torniamo nuovamente da lui e lui mi dice che per il pezzo di prima dobbiamo dargli 50 euro. Io gli mento, non dicendogli che in realtà, al fiume, avevo preso un altro grande pezzo mentre mia moglie insiste affinché io gli dica come erano realmente andate le cose. Alla fine non ricordo bene come finisce questa parte, comunque continuiamo ad andare in giro per diversi posti squallidi, come se la nostra cittadina non fosse quella che è oggi ma un luogo molto più degradato e povero e vecchio. Ricordo anche che alla fine gli chiedo quanto mi costava il tutto e lui mi dice 250 euro. Dopo questo ci ritroviamo a casa nostra, che però, non è casa nostra, ma una via di mezzo tra la casa dei miei genitori ed una di quelle case degli anni 70 tipiche della periferia del mio paese, tipo case popolari, vicino ad uno stabilimento balneare dove andiamo d’estate. A questo punto mi sono svegliato spaventato dal ricordo di lui che nella realtà era morto. Mi sono riaddormentato ed il sogno continua…….mi sono ritrovato di nuovo in questa casa, nel nostro appartamento che era al secondo o terzo piano in una specie di soffitta, i mobili dell’arredamento erano vecchi anni settanta. Noi cerchiamo le cartine e le sigarette che in casa non ci sono, le cerco senza trovare niente ma poi decido di uscire...esco e sebbene il tabaccaio fosse vicino ricordo che mi sono fatto dare un passaggio da alcuni ragazzi che avevano una macchina. Mi sembravano molto stupidi. Alla fine mi lasciano vicino ad un supermercato che conosco, lo stabile è lo stesso esistente ma i negozi erano completamente diversi, comunque entro in uno di questi che sembrava una via di mezzo tra un magazzino merci ed un supermercato discount. Qui ci sono due zingare che stavano parlando con il gestore, io chiedo le cartine e mentre tiro fuori il portafogli...le due zingare in un attimo me lo rubano. Inizialmente cerco di chiederlo indietro con calma ma loro se lo nascondono, allora vengo preso da un attacco di rabbia e divento violento, prendo una delle due che aveva il portafoglio e inizio a strangolarla, (nel sogno non voglio proprio strangolarla per ucciderla, cerco piuttosto di fare un movimento tipo “cravatta” per spaventarla ed indurla a farmi restituire il portafoglio).
    Vi prego aiutatemi a capirci qualcosa!!!!!

  2. #2
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: Aiuto! Droga, spacciatori, violenza.......

    Citazione Originalmente inviato da cuscocus Visualizza messaggio
    Premessa è che non facciamo uso di nessun tipo di droga.

    Questo sogno è di mio marito che è rimasto sconvolto.
    La mattina lo ha scritto così come lo leggete.
    Mi trovavo insieme a mia moglie nel paesino in cui viviamo, in cerca di hascisc. Dopo vari giri troviamo finalmente il pusher. Nella realtà questo ragazzo, ora deceduto per motivi legati all’alcool e alla droga, era un mio conoscente, conoscente nel senso che ci siamo frequentati da ragazzini per un breve periodo essendo vicini di casa. Alla notizia della sua morte, avvenuta circa un anno fa, io ne sono rimasto molto colpito perché avvenuta pochi giorni dopo averlo per caso incontrato all’interno di un bar (stava già molto male ed era ubriaco). Mi ha fatto tenerezza vederlo così, poi nel giro di una settimana ho saputo la notizia della sua scomparsa a causa di un malore. Ritorniamo al sogno…..questo ragazzo resta con me e mia moglie per diverso tempo e anche se io non volevo stare in sua compagnia trascinavo con me mia moglie seguendolo in alcuni bar. Ad un certo punto lui ci dice di andare in un posto ma prima di lasciarci andare ci anticipa un piccolo pezzo di hascisc. Dopo ciò noi andiamo nel posto che ci aveva indicato, sulla riva di un fiume che scorre dalle nostre parti e lì mi accorgo che stanno scaricando una grossa partita di droga ed io ne approfitto per prendere un intero pezzo di hascisc. Dopo aver fatto questo torniamo nuovamente da lui e lui mi dice che per il pezzo di prima dobbiamo dargli 50 euro. Io gli mento, non dicendogli che in realtà, al fiume, avevo preso un altro grande pezzo mentre mia moglie insiste affinché io gli dica come erano realmente andate le cose. Alla fine non ricordo bene come finisce questa parte, comunque continuiamo ad andare in giro per diversi posti squallidi, come se la nostra cittadina non fosse quella che è oggi ma un luogo molto più degradato e povero e vecchio. Ricordo anche che alla fine gli chiedo quanto mi costava il tutto e lui mi dice 250 euro. Dopo questo ci ritroviamo a casa nostra, che però, non è casa nostra, ma una via di mezzo tra la casa dei miei genitori ed una di quelle case degli anni 70 tipiche della periferia del mio paese, tipo case popolari, vicino ad uno stabilimento balneare dove andiamo d’estate. A questo punto mi sono svegliato spaventato dal ricordo di lui che nella realtà era morto. Mi sono riaddormentato ed il sogno continua…….mi sono ritrovato di nuovo in questa casa, nel nostro appartamento che era al secondo o terzo piano in una specie di soffitta, i mobili dell’arredamento erano vecchi anni settanta. Noi cerchiamo le cartine e le sigarette che in casa non ci sono, le cerco senza trovare niente ma poi decido di uscire...esco e sebbene il tabaccaio fosse vicino ricordo che mi sono fatto dare un passaggio da alcuni ragazzi che avevano una macchina. Mi sembravano molto stupidi. Alla fine mi lasciano vicino ad un supermercato che conosco, lo stabile è lo stesso esistente ma i negozi erano completamente diversi, comunque entro in uno di questi che sembrava una via di mezzo tra un magazzino merci ed un supermercato discount. Qui ci sono due zingare che stavano parlando con il gestore, io chiedo le cartine e mentre tiro fuori il portafogli...le due zingare in un attimo me lo rubano. Inizialmente cerco di chiederlo indietro con calma ma loro se lo nascondono, allora vengo preso da un attacco di rabbia e divento violento, prendo una delle due che aveva il portafoglio e inizio a strangolarla, (nel sogno non voglio proprio strangolarla per ucciderla, cerco piuttosto di fare un movimento tipo “cravatta” per spaventarla ed indurla a farmi restituire il portafoglio).
    Vi prego aiutatemi a capirci qualcosa!!!!!
    Il sogno di tuo marito è uno di quei tipi di sogni il cui simbolismo non può essere interpretato in termini generali. Sarebbe necessario avere informazioni ulteriori che, ovviamente (trattandosi, poi, di una terza persona), è difficile acquisire in un forum come questo.

    In termini molto generali, il senso della simbologia (e, quindi, del sogno) è legato alle fantasie di tuo marito circa l'hascisc.

    Il significato simbolico onirico dell'hascisc (come di altre droghe) è molto cambiato, negli ultimi decenni.
    Negli anni sessanta e settanta era ancora interpretabile come ricerca di nuove dimensioni esistenziali, apertura della mente, etc.

    Poi, ha assunto sempre più il significato di "dipendenza", oppure di desiderio di evasione da una realtà non completamente soddisfacente.

    Il contesto complessivo del sogno sembra far propendere (ma questo può dirlo solo il sognatore) verso un'interpretazione centrata sul bisogno di evasione da una realtà vissuta, per certi aspetti, come poco significativa (il bar, in cui vi recate, rappresenta simbolicamente un luogo di relazioni superficiali o, comunque, frettolose; gli ambienti lasciano la sensazione dello squallore).

    Se io fossi in tuo marito, mi chiederei se, negli ultimi tempi, c'è qualcosa che mi ha lasciato insoddisfatto e mi sta, in qualche modo, facendo desiderare di evadere.

    L'ultima parte è ambigua.
    La zingara è un personaggio ambiguo.
    La zingara, in quanto nomade, può rappresentare la libertà dalle convenzioni, la possibilità di fare scelte che vanno contro le regole sociali, fatte di serietà, di impegni e di doveri.
    Dall'altra, rappresenta un pericolo.
    La zingara di tuo marito potrebbe essere quella tendenza a liberarsi dalle convenzioni che, però, allo stesso tempo, è vissuta come pericolo di dispersione dei propri valori (la zingara ruba il portafoglio).

    Rappresenta, quindi, una via di fuga (viene, probabilmente, ripreso, in altri termini, il tema dell'hascisc) che alletta, da una parte, ma che viene combattuta dall'altra. Tuo marito, nel sogno, prende la zingara per il collo.

    Io mi chiederei: ho avuto la tentazione di mandare tutti al diavolo, in una qualche situazione della mia esperienza concreta, poi mi sono trattenuto, per ragioni di serietà (umana, professionale...)?

    Se la risposta è positiva, forse tuo marito ha trovato il perché ha sognato l'hascisc e perché ha preso la zingara per il collo.

    Altrimenti, bisognerebbe ricercare in altre direzioni di significato, ma servirebbero ben altre informazioni.


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  3. #3

    Riferimento: Aiuto! Droga, spacciatori, violenza.......

    Gentile Hermes Ankh,
    questa volta Le rispondo personalmente (sono il marito di Cuscocus) perchè ci tengo a ringraziarla della risposta che, effettivamente, ha centrato appieno il problema e lo stato d'animo che sto vivendo in questo difficile periodo della mia vita. Ora mi è tutto un po' più chiaro e poichè mia moglie è entusiasta delle Sue "chiavi di lettura" ho preferito scriverle direttamente. In effetti, come spesso mi capita di avvertire ultimamente, sto sperimentando molti malesseri legati in particolare al mio lavoro ed al luogo dove attualmente viviamo. Faccio moltissimi sacrifici e in genere amo il mio lavoro e mi dedico completamente a questo, sacrificando molto altro, rinunciando anche un po' a me stesso, alle mie passioni, ai miei interessi, a ciò che davvero conta nella vita, per me la ricerca e l'evoluzione di se stessi. Inoltre viviamo in un paese dell'est che non ci offre quasi nulla dal punto di vista degli interessi, dello svago, della cultura nel senso più ampio del termine. Certo che ricevo anche molte soddisfazioni da questo mio totale impegno professionale, soprattutto di tipo economico, ma devo ammettere che il "prezzo" che sto pagando e che mia moglie paga insieme a me è comunque notevole. A volte ci sembra che sia troppo alto questo prezzo e più di una volta mi è venuta la tentazione di mandare tutto e tutti al diavolo e di tornare in Italia, a casa mia. Quindi sì effettivamente a volte mi sento molto frustrato ma un'altra parte di me non vuole comunque rinunciare a tutto quello che finora ho duramente conquistato a costo di grandi sacrifici. Insomma tutto è piuttosto difficile e a volte probabilmente non riesco ad accettare la situazione in cui mi trovo, che, tra l'altro, potrebbe anche diventare definitiva. Forse ho anche dei sensi di colpa nei confronti di mia moglie che ha lasciato il suo lavoro per essermi accanto, per fare tutte queste rinunce insieme a me, per restare uniti. Ecco volevo risponderle e ringraziarla perchè è sempre estremamente difficile interpretarsi o semplicemente fare luce sui problemi che ci riguardano senza uno sguardo distaccato, senza l'aiuto altrui. Cari saluti! Lu

Privacy Policy