• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 2 di 2
  1. #1

    Immagini di violenza contro la violenza

    Attualmente sembra essere normale, o meglio normalizzato, l’uso di immagini ed espressioni violente presenti in grande quantità nella gran parte delle diverse forme di comunicazione mediatica (telegiornali, quotidiani, programmi di intrattenimento, pubblicità in genere, videogiochi, contenuti presenti in rete e via dicendo).

    Le rappresentazioni, anche estreme, di comportamenti violenti e aggressivi vengono impiegate anche in spot o messaggi finalizzati a condannare quegli stessi comportamenti violenti, come ad esempio accade in Hit the Bitch, gioco shock contro le violenza sulle donne in cui il giocatore deve far salire il proprio punteggio schiaffeggiando tramite mouse o webcam l’immagine di una donna reale che visibilmente cambia aspetto al susseguirsi dei colpi ricevuti iniziando a tumefarsi fino a giungere all’epilogo in cui il giocatore dopo aver “pestato” la donna riceve un messaggio/monito antiviolenza: “il gioco l’hai perso la prima volta che hai alzato le mani su una donna “

    Prendendo a spunto questo controverso advergame ti chiediamo cosa pensi di queste forme di comunicazione antiviolenza?
    Riescono a limitare l’insorgere di comportamenti violenti o, al contrario, potrebbero addirittura alimentarli?

    Attendiamo le tue opinioni

  2. #2
    Partecipante Affezionato L'avatar di scorpiona
    Data registrazione
    10-07-2007
    Residenza
    nel catanese
    Messaggi
    103

    Riferimento: Immagini di violenza contro la violenza

    Ciao Edoardo! Personalmente penso ke sì, questo tipo di giochi forse potrebbe cambiare le cose in meglio. Pestare a sangue una donna in un videogioco, per quanto sia sempre un'azione virtuale, suscita delle reazioni reali nel giocatore. Questo prova indubbiamente delle sensazioni giocando ma se alla fine del gioco gli viene detto ke l'ha perso già la prima volta ke ha alzato le mani su una donna credo ke questo lo lasci di stucco. Se poi uno è delinquente x natura magari rimarrà tale, se nn lo è però, comincerà a riflettere seriamente su problematiche di questa portata. Altra cosa certa però è ke nn tutti i media aiutano ad andare contro la violenza, anzi. Fiction come RIS e tutte le altre poliziesche, x quanto vengano trasmesse x mostrare ai "profani" i progressi della tecnologia contro il crimine, secondo me informano i criminali e aprono uleriormente le loro menti su come eludere ancora una volta tali tecnologie.
    Intervenite numerosi in questa positiva discussione. Ciao a tutti!
    Ultima modifica di scorpiona : 30-11-2009 alle ore 13.43.00

Privacy Policy