• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 6 di 6

Discussione: Stranissimo

  1. #1
    Partecipante
    Data registrazione
    09-08-2009
    Messaggi
    33

    Stranissimo

    Ero a dormire nel mio letto abbracciata a me stessa. Ero consapevole di avere dentro me anche un'altra persona che poi è quella del sogno di Gesù che ho postato di recente... Era come se io avvertissi che pur essendo lontani fisicamente, noi fossimo una cosa sola al punto tale da formare un corpo solo, che in quel momento era il mio. Provavo una forte sensazione di calore, di meravigliosa pace...
    Accanto al letto c'era una poltrona su cui era il mio cane (esattamente come nella realtà) che ad un certo punto mi salta addosso e si trasforma in un uccellino che invece di esser fatto di piume era tipo di una strana carta color legno, veramente stranissimo, fastidioso, e tirava col suo becco, attraverso la mia bocca, fuori da me tutte le parole e sensazioni interiori, cioè cose astratte! Io ne ero enormemente infastidita, era un pò inquietante e mi sentivo quasi soffocare. Volevo smettesse ma ero fuori controllo, non riuscivo a far nulla per farlo smettere, neanche riuscivo ad alzare un dito.

    Mi ha veramente tanto stranita questo sogno! Ma che può significare??? L'uccello avevo letto in passato che rappresentava la libertà o la sessualità ma non ne vedo nessun nesso con quello che succede in questo sogno, quindi boooh!!

  2. #2
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: Stranissimo

    Citazione Originalmente inviato da almeno per ora Visualizza messaggio
    Ero a dormire nel mio letto abbracciata a me stessa. Ero consapevole di avere dentro me anche un'altra persona che poi è quella del sogno di Gesù che ho postato di recente... Era come se io avvertissi che pur essendo lontani fisicamente, noi fossimo una cosa sola al punto tale da formare un corpo solo, che in quel momento era il mio. Provavo una forte sensazione di calore, di meravigliosa pace...
    Accanto al letto c'era una poltrona su cui era il mio cane (esattamente come nella realtà) che ad un certo punto mi salta addosso e si trasforma in un uccellino che invece di esser fatto di piume era tipo di una strana carta color legno, veramente stranissimo, fastidioso, e tirava col suo becco, attraverso la mia bocca, fuori da me tutte le parole e sensazioni interiori, cioè cose astratte! Io ne ero enormemente infastidita, era un pò inquietante e mi sentivo quasi soffocare. Volevo smettesse ma ero fuori controllo, non riuscivo a far nulla per farlo smettere, neanche riuscivo ad alzare un dito.

    Mi ha veramente tanto stranita questo sogno! Ma che può significare??? L'uccello avevo letto in passato che rappresentava la libertà o la sessualità ma non ne vedo nessun nesso con quello che succede in questo sogno, quindi boooh!!
    Una idea l'avrei, almeno per ora, ma, prima, dovresti spiegare meglio in che senso il fatto che l'uccellino ti tirasse fuori, con il suo becco, "tutte le parole e le sensazioni interiori" ti infastidiva, ti inquietava e ti dava la sensazione di soffocare (invece che un senso di "liberazione"). E, ancora, dovresti spiegare meglio in che senso eri "fuori controllo".


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  3. #3
    Partecipante
    Data registrazione
    09-08-2009
    Messaggi
    33

    Riferimento: Stranissimo

    Mamma mia, hai ragione, a rileggermi non si capisce niente! Il fatto è che proprio la scena del sogno era talmente strana da essere difficile da spiegare!
    Vista anche la parte iniziale in cui io sono anche il "lui", direi che si tratta di un sogno che ha giocato molto sul metaforico e sull'astratto...Infatti le cose che l'uccellino tirava a sè e, quindi, fuori dalla mia bocca, non si vedevano concretamente! Non erano oggetti, ma cose astratte.
    L'uccellino era praticamente all'altezza della mia bocca, che era aperta, e voleva estirpare dal mio interno mie parole e sensazioni, che non si vedevano concretamente ovviamente, ma io, che SUBIVO questa cosa, sentivo intensamente che questo stava avvenendo. Neanche aveva il becco DENTRO la mia bocca, ne era staccato, ma le cose lo stesso gli arrivavano. La sensazione di quasi soffocamento e di essere fuori controllo erano il come io mi sentivo durante questo processo. Pur senza fare niente quell'uccellino mi teneva totalmente succube, immobilizzata, come se l'azione di estirpare che stava facendo avesse una carica tale da impossibilitarmi a reagire.
    Ovviamente il fastidio di cui parlavo era per la "pazzia" della scena, quell'uccellino era come isterico e in quel contesto logicamente una figura per me nemica perchè io non volevo lui facesse ciò che stava facendo.
    Ultima modifica di almeno per ora : 20-11-2009 alle ore 01.03.14

  4. #4
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: Stranissimo

    Citazione Originalmente inviato da almeno per ora Visualizza messaggio
    Mamma mia, hai ragione, a rileggermi non si capisce niente! Il fatto è che proprio la scena del sogno era talmente strana da essere difficile da spiegare!
    Vista anche la parte iniziale in cui io sono anche il "lui", direi che si tratta di un sogno che ha giocato molto sul metaforico e sull'astratto...Infatti le cose che l'uccellino tirava a sè e, quindi, fuori dalla mia bocca, non si vedevano concretamente! Non erano oggetti, ma cose astratte.
    L'uccellino era praticamente all'altezza della mia bocca, che era aperta, e voleva estirpare dal mio interno mie parole e sensazioni, che non si vedevano concretamente ovviamente, ma io, che SUBIVO questa cosa, sentivo intensamente che questo stava avvenendo. Neanche aveva il becco DENTRO la mia bocca, ne era staccato, ma le cose lo stesso gli arrivavano. La sensazione di quasi soffocamento e di essere fuori controllo erano il come io mi sentivo durante questo processo. Pur senza fare niente quell'uccellino mi teneva totalmente succube, immobilizzata, come se l'azione di estirpare che stava facendo avesse una carica tale da impossibilitarmi a reagire.
    Ovviamente il fastidio di cui parlavo era per la "pazzia" della scena, quell'uccellino era come isterico e in quel contesto logicamente una figura per me nemica perchè io non volevo lui facesse ciò che stava facendo.
    Ciao, almeno per ora, l'impressione che ho avuto, rispetto al tuo sogno, è stata, sin da quando l'ho letto per la prima volta, quella di una incongruenza, nel significato dei simboli, fra la prima parte e la seconda.

    Per questo motivo, anziché proporti delle chiavi simboliche, proverò a comunicarti le mie risonanze.

    L'impressione che il sogno mi ha dato è quella che il centro tematico sia costituito dalla comunicazione fra te e il tuo lui (quello del sogno su Gesù).

    Sembra che, quando il rapporto viene vissuto da te "internamente", cioè pensato nella tua interiorità (sei nel tuo letto, cioè in una situazione di intimità e avverti forte la presenza di lui dentro di te...), tutto sia perfetto (sensazione di calore... meravigliosa pace...).

    Quando si tratta della comunicazione "reale" (la "bocca" ha a che fare con la comunicazione), sembra, invece, che tu viva in maniera problematica l'esternare i sentimenti e i vissuti interni, quasi che ciò costituisse per te un peso.

    In questa ipotesi interpretativa, il "cane" ( che raffgiura, simbolicamente, la fedeltà a se stessi) ha a che fare, forse, con il tuo modo di sentire e percepire la situazione.
    Il tuo cane si trasforma in un uccellino.

    L'uccellino ha a che fare, in genere, simbolicamente, con la piena espressione delle proprie capacità.
    Il fatto che sia di carta color del legno può avere un significato ambivalente (che potrebbe esprimere una tua ambivalenza nei confronti del ragazzo del sogno).
    La carta ha a che fare con la comunicazione e il legno, di solito, con il calore umano. L'uccellino potrebbe, quindi, esprimere la perfezione di una comunicazione piena di "calore" (proprio come quella della prima parte del sogno).
    Un uccellino fatto di carta color del legno, però, è, allo stesso tempo, un qualcosa di falso (tu lo vivi come un qualcosa di irritante e, quasi, mostruoso).

    Tutto ciò potrebbe volere esprimere che, nella comunicazione reale con il tuo lui, forse, fai fatica ad esprimere quel "calore" che, invece, caratterizza le tue percezioni interiori quando pensi a lui.
    C'è una incongruenza fra quello che provi interiormente e quello che senti di potere esprimere.

    E' come se il dovere esternare quello che provi interiormente nei suoi confronti ti creasse, in qualche modo, problema.

    Può trattarsi, ovviamente, solo di una mia proiezione. Però, forse, potresti chiederti se avverti qualcosa di simile e, se si, potresti cercare di comprenderne i motivi (se così fosse, il sogno potrebbe essere interpretato come un tuo tentativo di fare comprensione circa questa difficoltà a vivere, nella comunicazione reale, il sentimento e il calore che provi internamente).

    Fammi sapere.


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  5. #5
    Partecipante
    Data registrazione
    09-08-2009
    Messaggi
    33

    Riferimento: Stranissimo

    ..............Sono di stucco.
    Io che sono consapevole di questo mio problema non ci ero assolutamente arrivata a pensare questo di questo sogno. Tu che non lo sai, ci hai preso PERFETTAMENTE!!!
    Hermes Ankh, sei molto più che bravo, davvero grazie e complimenti per la tua competenza (che a questo punto, visto che più che di interpretazione simbolica hai parlato di risonanze, direi che è proprio competenza sinergica!)
    Non so che altro dire perchè davvero hai già scritto tutto tu di quello che vivo!
    Il mio canale di espressione favorito è la scrittura (la carta...), cosa che di solito mi permette di aprire il mio mondo interiore senza le censure che potrei autoinfliggermi in una comunicazione diretta viso a viso, ma nonostante questo, con lui non riesco a sentirmi libera neanche così e logicamente ne soffro. Forse il tutto è dovuto proprio all'intensità dei miei sentimenti... a volte la vulnerabilità che ne deriva è difficile da svelare totalmente all'altra persona...c'è sempre quel qualcosa che trattiene, forse la paura di provare troppo di più rispetto all'altro...
    Grazie, sei fantastico!
    Ultima modifica di almeno per ora : 20-11-2009 alle ore 19.41.01

  6. #6
    Partecipante
    Data registrazione
    09-08-2009
    Messaggi
    33

    Riferimento: Stranissimo

    Ah! Ho pensato ad un particolare... Ho letto che hai notato una incongruenza all'interno del sogno... Io un'idea ce l'avrei. In effetti, come ti ho scritto, vivevo come "nemica" quell'invasione da parte dell'uccello, come se volessimo cose diverse.... e se non erro, quando ancora era cane, avvertivo che non gli piaceva io stessi in quel modo. Io stavo dormendo tranquillamente nel mio letto a crogiolarmi. ... Dormire è un pò diverso dall'esprimersi attivamente, quindi forse è da questo che nasce l'incongruenza. ciao e grazie ancora!

Privacy Policy