Esistono due tipologie di regimi agevolati: regime dei Minimi e regime delle Nuove Iniziative Produttive.

Regime dei Minimi, normalmente consigliabile per chi effettua pochi acquisti come di norma i professionisti come gli psicologi: (20% di sostitutiva IRPEF e IRAP; NON si applica l'IVA al cliente);

Le principali cause di esclusione sono: compensi nell'anno superiori ai 30.000 euro; aver acquisito beni strumentali nei tre anni precedenti per un valore superiore ai 15.000 euro (i beni promiscui come ad es. l'auto si valutano al 50%).

Regime delle Nuove Iniziative Produttive: (10% di sostitutiva IRPEF + eventaule IRAP 3,9%; si applica l'IVA al cliente (se dovuta).
Mi riservo di spiegare in un altro thread che per imprese e professionisti, l'IVA comunque è "trasparente", quindi non dà né vantaggi, né svantaggi.
Tale regime valido per un massimo di tre anni, è concesso a chi non abbia avuto partita IVA nei tre anni precedenti e non abbia effettuato lavori simili anche se questo secondo punto si può gestire...
La soglia annua massima di compensi per attività di servizi è 31.000 euro.

Spero di essere stato chiaro,
saluti.


Studio Daniele Trolese
Consulenza aziendale, tributaria, finanziamenti agevolati, contabilità anche on line
daniele.trolese@alice.it