• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 5 di 5
  1. #1

    problemi a relazionarsi con le donne e spiccata misandria

    Ciao. Ho 18 anni, e in tutti questi anni ho avuto esperienze difficili e traumatiche in fatto sentimentale. Tradimenti, illusioni, un lutto (che ha coinciso con l'unico momento della mia vita in cui mi sono trovato in piena sintonia con una persona). Adesso, a 4 anni di distanza, ho sviluppato i seguenti problemi:

    1) L'impossibilità di vedere in una persona dell'altro sesso come una persona diversa da un flirt o da una persona con cui condividere una storia d'amore. In parole povere, quando mi viene proposta un'amicizia, specie dopo un corteggiamento, mi sento urtato e ferito e non riesco più a trovare un punto in comune e taglio i rapporti con quella determinata persona.

    2) Un odio incredibile verso il genere maschile, giustificato dal fatto che la maggior parte degli uomini di oggi si diverte, a mio avviso, ad illudere quelle ragazze buone e semplici che da 18 anni sono un pensiero irraggiungibile e irrealizzabile. Questo mi dà notevoli problemi a livello di socialità, tant'è vero che passo spesso il tempo libero da solo.

    3) Una rabbia interiore che mi porta a perdere il controllo se non ricevo quello che do in un rapporto di coppia. Mentre un normale rapporto si dovrebbe basare su un sentimento che una persona vuole dare indipendentemente da quello che può ricevere o meno in cambio, io ho perso questa giusta ottica, in favore di un senso di sentirmi "il non plus ultra" fra gli uomini e per questo meritare esattamente lo stesso trattamento che rivolgo all'altra persona.

    4) L'incapacità di attendere che una persona si abitui al mio modo di essere, nel timore che questa mi possa venir portata via da qualcuno di quegli uomini che tanto mi sono avversi.

    Per queste ragioni la mia vita è piuttosto tormentata, e dato che anche il mio fisico ne sta risentendo, vorrei trovare un modo per mettere fine a tutto questo. Ringrazio anticipatamente chi potrà e vorrà leggere queste parole, e che mi guiderà verso una scelta maggiormente ponderata. Grazie...

  2. #2
    Partecipante Affezionato L'avatar di saraebax
    Data registrazione
    12-05-2006
    Residenza
    roma
    Messaggi
    108

    Riferimento: problemi a relazionarsi con le donne e spiccata misandria

    Ciao
    è veramente molto penoso leggere che un ragazzo di soli 18 anni ha già dovuto vivere tante esperienze dolorose collegate all'affettività che, solitamente in questi anni, dovrebbe essere caratterizzata dalla sperimentazione, dalla leggerezza e dal divertimento.
    Tutto ciò ti porta oggi ad assumere una posizione molto rigida: considerare una ragazza solo come possibile partner, perdere il controllo se non senti di ricevere cosa senti di dare, oppositività nei confronti dei ragazzi, costante paura che qualcuno possa portarti via ciò che faticosamente provi a conquistare.

    Tutto questo deve essere per te fortemente destabilizzante e mi sembra verosimile che tu ne "stia risentendo". L'immagine che il tuo scritto mi evoca è di una persona in costante tensione, che non può permettersi di rilassarsi. Peccato che la questione di cui stiamo discutendo faccia parte della "dimensione del piacere!"

    Dal tuo scritto emerge prepotente anche il sentimento della rabbia, dietro alla quale, per definizione si trova il dolore. Credo sia molto utile per te, alla luce anche della tua giovane età, indagare e riflettere su questo sentimento, per arrivare a comprendere bene la tua situazione. Ciò che ci racconti è la manifestazione esterna di ciò che provi... ma perchè provi tutto questo?
    I temi sono molto profondi e l'aiuto di un professionista mi appare fondamentale.
    Grazie per aver condiviso su queste pagine i tuoi pensieri e spero di leggerti ancora.
    Sara Eba Di Vaio - Psicologa e Sessuologa
    Ordine Psicologi Lazio n° 9767

  3. #3

    Riferimento: problemi a relazionarsi con le donne e spiccata misandria

    Citazione Originalmente inviato da saraebax Visualizza messaggio
    Ciao
    è veramente molto penoso leggere che un ragazzo di soli 18 anni ha già dovuto vivere tante esperienze dolorose collegate all'affettività che, solitamente in questi anni, dovrebbe essere caratterizzata dalla sperimentazione, dalla leggerezza e dal divertimento.
    Tutto ciò ti porta oggi ad assumere una posizione molto rigida: considerare una ragazza solo come possibile partner, perdere il controllo se non senti di ricevere cosa senti di dare, oppositività nei confronti dei ragazzi, costante paura che qualcuno possa portarti via ciò che faticosamente provi a conquistare.

    Tutto questo deve essere per te fortemente destabilizzante e mi sembra verosimile che tu ne "stia risentendo". L'immagine che il tuo scritto mi evoca è di una persona in costante tensione, che non può permettersi di rilassarsi. Peccato che la questione di cui stiamo discutendo faccia parte della "dimensione del piacere!"

    Dal tuo scritto emerge prepotente anche il sentimento della rabbia, dietro alla quale, per definizione si trova il dolore. Credo sia molto utile per te, alla luce anche della tua giovane età, indagare e riflettere su questo sentimento, per arrivare a comprendere bene la tua situazione. Ciò che ci racconti è la manifestazione esterna di ciò che provi... ma perchè provi tutto questo?
    I temi sono molto profondi e l'aiuto di un professionista mi appare fondamentale.
    Grazie per aver condiviso su queste pagine i tuoi pensieri e spero di leggerti ancora.
    Grazie di cuore per quanto mi hai spiegato ='). Spero di riuscire veramente ad uscire fuori da questa nube di sofferenza perchè non voglio di certo rimanere sconfitto dalla vita!

    Un saluto =)

  4. #4

    Riferimento: problemi a relazionarsi con le donne e spiccata misandria

    Ciao =(

    La mia situazione è talmente peggiorata che sono finito col mangiare una quantità spaventosa di cibo di ogni natura ed ho aumentato anche la dose di sigarette che fumo al giorno. Sono diventato irascibile in una maniera orribile, e stavo valutando l'opportunità di farmi trattare con l'elettroconvulsione perchè sono in una condizione davvero critica.

  5. #5
    Partecipante Affezionato L'avatar di saraebax
    Data registrazione
    12-05-2006
    Residenza
    roma
    Messaggi
    108

    Riferimento: problemi a relazionarsi con le donne e spiccata misandria

    Ciao!
    Permettimi di rimandarti nuovamente che se in questo momento senti di essere in una "situazione davvero critica" è il momento di chiedere aiuto rivolgendoti ad una persona che ti possa aiutare.
    L'elettroconvulsione???
    Già solo per il fatto che tu ti sia aperto nel condividere il tuo disagio qui sul forum dovrebbe rimandarti che hai delle risorse (da attivare) per impegnarti nello stare bene. Certamente per farlo devi essere disposto ad impegnarti...
    Tutti i comportamenti che ci segnali:
    -abbuffate di cibo
    - eccesso di fumo
    - eccesso di ira
    evidenziano il livello alto di disagio che vivi in questo momento.
    Impegnati per il tuo benessere. Contatta e inizia quanto prima un percorso.
    A presto
    Sara Eba Di Vaio - Psicologa e Sessuologa
    Ordine Psicologi Lazio n° 9767

Privacy Policy