• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7
  1. #1
    Partecipante Esperto L'avatar di fabrystyle
    Data registrazione
    07-10-2008
    Residenza
    Parma
    Messaggi
    391

    G-Z Psicologia Dinamica : La Teoria del Trauma di SANDOR FERENCZI

    Ragazzi venerdi sono dovuto uscire prima e mi sono perso l'ultimo pezzo di lezione circa la teoria del trauma di SANDOR FERENCZI..
    Qualcuno potrebbe aiutarmi?!

    Grazie mille..


    *FabryStyle* -> Questa gara è un combattimento tra leoni, capisci!?! Quindi solleva il mento, tira indietro le spalle, cammina con orgoglio e pavoneggiati, non leccarti le ferite, festeggiale. Le cicatrici che porti sono il segno di chi combatte.
    Hai partecipato ad un combattimento tra leoni, e se non hai vinto non significa che tu non sappia ruggire..

  2. #2
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di sarettasx
    Data registrazione
    23-04-2008
    Residenza
    Cremona...e anche a Parma!
    Messaggi
    1,357

    Riferimento: G-Z Psicologia Dinamica : La Teoria del Trauma di SANDOR FERENCZI

    Queste sono le slide riguardanti la teoria del trauma, da quando sei andato via avrà fatto ancora 10-15 min di lezione...

    LA TEORIA DEL TRAUMA
    “confusione delle lingue tra adulti e bambini” (1932)
    Conduce a identificarsi con l’aggressione. Senso di colpa. Il trauma determina una scissione nelle personalità, l’apparato psichico appare costituito solo da Es e Super-io.

    FASI EVOLUTIVE DEL SENSO DI REALTA’
    Periodo dell’onnipotenza incondizionata
    Periodo dell’onnipotenza magico-allucinatoria
    Periodo del pensiero simbolico
    Periodo dei pensieri magici e delle parole magiche

  3. #3
    Partecipante Figo L'avatar di GossipGirl
    Data registrazione
    18-06-2009
    Residenza
    Parma :D
    Messaggi
    810

    Riferimento: G-Z Psicologia Dinamica : La Teoria del Trauma di SANDOR FERENCZI

    Ti copio e incollo parte dei miei appunti... anche se li vendo hai perso solo la fine della lezione, e avendomi preso in tanti questa lezione, almeno aiuto più gente xD Non andava proprio a tanta gente di rimanere quel giorno lì ihih spero ti siano utili!

    § LA TEORIA DEL TRAUMA
    - “Confusione delle lingue tra adulti e bambini ” (1932)
    - Conduce ad identificarsi con l’aggressore
    - Senso di colpa
    - Il trauma determina una scissione nella personalità, l’apparato psichico appare costituito solo da Es e Super-io

    Trauma accaduto davvero.
    Il bambino chiede attenzione e tenerezza a un adulto patologico che dà una risposta di natura sessuale.
    Prima reazione del bambino: ritirarsi. Questo rifiuto della risposta data dall’adulto però, genera anche la paura di perdere la relazione con l’adulto. Disgusto della risposta ricevuta incompatibile con il bisogno
    §Introiezione; tiro dentro me la seduzione violenta sessuale.
    Relazione con l’adulto troppo importante nonostante il disgusto che la risposta ha provocato.

    §Il Senso di Colpa:
    - da un lato quello dell’adulto introiettato
    - dall’altro il bambino che ha dentro di sé questa posizione.

    § Bambino:
    - da una parte vittima innocente
    - dall’altra cattivo e colpevole
    § CONFLITTO INTERNO --> Il trauma determina una scissione nella personalità, l’apparato psichico appare costituito solo da Es e Super-io.


    § FASI EVOLUTIVE DEL SENSO DI REALTà

    Freud e Abrahm: livello pulsionale e intrapsichico, l’altro non è molto determinante in questo sviluppo.
    Qui; importante il rapporto del Soggetto con la Realtà Esterna, quindi con la Relazione di oggetto--> io in relazione a qualcun altro.
    Evoluzione del senso della realtà:
    - Periodo dell’onnipotenza incondizionata
    --> il bambino non ha rapporto con la realtà esterna.
    Tutto ciò che gratifica le sue richieste se lo crea lui, è onnipotente.

    - Periodo dell’onnipotenza magico-allucinatoria
    --> il bambino comincia a percepire che il bisogno che lui ha può anche non venire soddisfatto: lo riproduce, quindi , a livello allucinatorio, creando inconsciamente l’immagine di ciò che desidera.
    Questo tipo di appagamento non soddisfa completamente il bambino, ma è un primo passo verso un’implicazione personale nel processo: per questo tipo di appagamento il bambino deve attivare il Desiderio.

    - Periodo dell’onnipotenza con l’aiuto di gesti magici
    --> ancora fase autoreferenziale: perché crede che l’appagamento del bisogno avviene grazie a gesti magici che lui crea.
    [non ci sono precisi termini temporali per questi periodi]





    - Periodo del pensiero simbolico
    NB. Primo vero contatto con la realtà esterna: ma rapporto ancora di tipo Animista.
    Si sviluppano le basi per il vero e proprio pensiero simbolico.
    Relazione simbolica tra parti del suo corpo e ambiente esterno. Inizia a percepire che è l’ambiente esterno a intervenire per soddisfare i suoi bisogni, non li riesce a soddisfare in modo onnipotente.

    - Periodo dei pensieri magici e delle parole magiche
    --> Imita i suoni. L’esterno (i genitori) soddisfano i suoi bisogni  emettendo un suono il bambino può modificare l’ambiente esterno come modifica (freddo: avrà la copertina es.)
    “parole magiche” poichè il suono consente la modificazione dell’ambiente come desiderato.

    Modificazione del senso di realtà dalla percezione di sé stesso come generatore della gratificazione e senza l’esistenza della realtà, a potere magico dei suoni con cui riesce a modificare un ambiente esterno (che quindi adesso viene percepito).
    Solo con il linguaggio: rapporto completo con la realtà.

    Volta prossima: connessioni di questi periodo con la psicopatologia e aspetti di rottura con freud della sua tecnica.


    Su word si leggono meglio e han caratteri diversi... ma spero tu li capisca cmq buono studio e serata!
    Non vale la pena avere la libertà
    se questo non implica avere la libertà di sbagliare.


    (Gandhi)




  4. #4
    Partecipante Figo L'avatar di GossipGirl
    Data registrazione
    18-06-2009
    Residenza
    Parma :D
    Messaggi
    810

    Riferimento: G-Z Psicologia Dinamica : La Teoria del Trauma di SANDOR FERENCZI

    Ti copio e incollo parte dei miei appunti... anche se li vendo hai perso solo la fine della lezione, e avendomi preso in tanti questa lezione, almeno aiuto più gente xD Non andava proprio a tanta gente di rimanere quel giorno lì ihih spero ti siano utili!

    § LA TEORIA DEL TRAUMA
    - “Confusione delle lingue tra adulti e bambini ” (1932)
    - Conduce ad identificarsi con l’aggressore
    - Senso di colpa
    - Il trauma determina una scissione nella personalità, l’apparato psichico appare costituito solo da Es e Super-io

    Trauma accaduto davvero.
    Il bambino chiede attenzione e tenerezza a un adulto patologico che dà una risposta di natura sessuale.
    Prima reazione del bambino: ritirarsi. Questo rifiuto della risposta data dall’adulto però, genera anche la paura di perdere la relazione con l’adulto. Disgusto della risposta ricevuta incompatibile con il bisogno
    --> Introiezione; tiro dentro me la seduzione violenta sessuale.
    Relazione con l’adulto troppo importante nonostante il disgusto che la risposta ha provocato.

    §Il Senso di Colpa:
    - da un lato quello dell’adulto introiettato
    - dall’altro il bambino che ha dentro di sé questa posizione.

    § Bambino:
    - da una parte vittima innocente
    - dall’altra cattivo e colpevole
    --> CONFLITTO INTERNO --> Il trauma determina una scissione nella personalità, l’apparato psichico appare costituito solo da Es e Super-io.


    § FASI EVOLUTIVE DEL SENSO DI REALTà

    Freud e Abrahm: livello pulsionale e intrapsichico, l’altro non è molto determinante in questo sviluppo.
    Qui; importante il rapporto del Soggetto con la Realtà Esterna, quindi con la Relazione di oggetto--> io in relazione a qualcun altro.
    Evoluzione del senso della realtà:
    - Periodo dell’onnipotenza incondizionata--> il bambino non ha rapporto con la realtà esterna.
    Tutto ciò che gratifica le sue richieste se lo crea lui, è onnipotente.

    - Periodo dell’onnipotenza magico-allucinatoria--> il bambino comincia a percepire che il bisogno che lui ha può anche non venire soddisfatto: lo riproduce, quindi , a livello allucinatorio, creando inconsciamente l’immagine di ciò che desidera.
    Questo tipo di appagamento non soddisfa completamente il bambino, ma è un primo passo verso un’implicazione personale nel processo: per questo tipo di appagamento il bambino deve attivare il Desiderio.

    - Periodo dell’onnipotenza con l’aiuto di gesti magici--> ancora fase autoreferenziale: perché crede che l’appagamento del bisogno avviene grazie a gesti magici che lui crea.
    [non ci sono precisi termini temporali per questi periodi]





    - Periodo del pensiero simbolico
    NB. Primo vero contatto con la realtà esterna: ma rapporto ancora di tipo Animista.
    Si sviluppano le basi per il vero e proprio pensiero simbolico.
    Relazione simbolica tra parti del suo corpo e ambiente esterno. Inizia a percepire che è l’ambiente esterno a intervenire per soddisfare i suoi bisogni, non li riesce a soddisfare in modo onnipotente.

    - Periodo dei pensieri magici e delle parole magiche--> Imita i suoni. L’esterno (i genitori) soddisfano i suoi bisogni  emettendo un suono il bambino può modificare l’ambiente esterno come modifica (freddo: avrà la copertina es.)
    “parole magiche” poichè il suono consente la modificazione dell’ambiente come desiderato.

    Modificazione del senso di realtà dalla percezione di sé stesso come generatore della gratificazione e senza l’esistenza della realtà, a potere magico dei suoni con cui riesce a modificare un ambiente esterno (che quindi adesso viene percepito).
    Solo con il linguaggio: rapporto completo con la realtà.

    Volta prossima: connessioni di questi periodo con la psicopatologia e aspetti di rottura con freud della sua tecnica.


    Su word si leggono meglio e han caratteri diversi... ma spero tu li capisca cmq buono studio e serata!


    ps:le Pagine del libro corrispondenti sono da 118 a 122 "tecnica attiva" esclusa
    Non vale la pena avere la libertà
    se questo non implica avere la libertà di sbagliare.


    (Gandhi)




  5. #5
    Partecipante Figo L'avatar di GossipGirl
    Data registrazione
    18-06-2009
    Residenza
    Parma :D
    Messaggi
    810

    Riferimento: G-Z Psicologia Dinamica : La Teoria del Trauma di SANDOR FERENCZI

    aiudoooo ma perchè ultimamente si pubblicano due mie risposte consecutive una a colori e una no?? più che altro mi dispiace che il forum si riempia magari di risposte uguali help me! (e spero che questo mess si pubblichi una sola volta xD) ps; ho internet che va e viene in questi giorni, deve essere per questo ?
    Non vale la pena avere la libertà
    se questo non implica avere la libertà di sbagliare.


    (Gandhi)




  6. #6
    Partecipante Esperto L'avatar di fabrystyle
    Data registrazione
    07-10-2008
    Residenza
    Parma
    Messaggi
    391

    Riferimento: G-Z Psicologia Dinamica : La Teoria del Trauma di SANDOR FERENCZI

    Davvero mille grazie..!!!


    *FabryStyle* -> Questa gara è un combattimento tra leoni, capisci!?! Quindi solleva il mento, tira indietro le spalle, cammina con orgoglio e pavoneggiati, non leccarti le ferite, festeggiale. Le cicatrici che porti sono il segno di chi combatte.
    Hai partecipato ad un combattimento tra leoni, e se non hai vinto non significa che tu non sappia ruggire..

  7. #7
    Partecipante Figo L'avatar di GossipGirl
    Data registrazione
    18-06-2009
    Residenza
    Parma :D
    Messaggi
    810

    Riferimento: G-Z Psicologia Dinamica : La Teoria del Trauma di SANDOR FERENCZI

    Figurati
    Non vale la pena avere la libertà
    se questo non implica avere la libertà di sbagliare.


    (Gandhi)




Privacy Policy