• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4

Discussione: Il mio sogno

  1. #1
    benedetta14
    Ospite non registrato

    Il mio sogno

    Salve a tutti. Premetto che in tutta la mia vita ho sempre sognato abbastanza serenamente.
    Stanotte ho fatto un sogno un po’ diverso.
    Il luogo era indefinito, buio, ma sembrava una stanza con pareti, soffitto e pavimentazione in legno. Non c’erano finestre visibili, ma filtrava una luce proveniente da sinistra, abbastanza bassa. Non era una luce artificiale, ma calda e rarefatta.
    Il sogno si è sviluppato a piani, come nei rebus. In primo piano c’eravamo io ed un uomo giovane sconosciuto che ci abbracciavamo ed eravamo coperti da tessuti non identificati che ci lasciavano scoperte le spalle. In secondo piano c’era un tavolo con una scacchiera ed un uomo anziano con la barba (sconosciuto anch’esso, ma potrebbe essere una persona con cui ho avuto a che fare per molto tempo in un vero braccio di ferro) seduto a giocarci, mentre io ero in piedi dalla parte opposta del tavolo. Muovo il cavallo, ma è una mossa non studiata, affrettata e che non porta a niente. La partita è a buon punto, ma nessuno dei due è in condizione di fare scacco. In terzo piano so che c’è una porta, ma non la vedo.
    Ad un certo punto sento bussare in modo deciso alla porta e riesco ad avvertire il peso di un tale picchiare sulla mia testa. Adesso c’è più luce, ma non riesco ad intravedere altro e mi sveglio.
    La sensazione più forte che mi è rimasta da questo sogno è l’abbraccio ed il bussare.
    Posso dire che da molto molto tempo ho “sacrificato” le mie esigenze emotive per affrontare questioni molto pratiche ed ultimamente avverto una specie di rifiuto ad immergermi ancora in tali questioni. Può essere questo?
    Grazie.
    Ultima modifica di benedetta14 : 14-10-2009 alle ore 11.53.57

  2. #2
    benedetta14
    Ospite non registrato

    Riferimento: Il mio sogno

    Ahia! ho sbagliato a postare...ho visto che c'è un thread apposta.

  3. #3
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: Il mio sogno

    Citazione Originalmente inviato da benedetta14 Visualizza messaggio
    Salve a tutti. Premetto che in tutta la mia vita ho sempre sognato abbastanza serenamente.
    Stanotte ho fatto un sogno un po’ diverso.
    Il luogo era indefinito, buio, ma sembrava una stanza con pareti, soffitto e pavimentazione in legno. Non c’erano finestre visibili, ma filtrava una luce proveniente da sinistra, abbastanza bassa. Non era una luce artificiale, ma calda e rarefatta.
    Il sogno si è sviluppato a piani, come nei rebus. In primo piano c’eravamo io ed un uomo giovane sconosciuto che ci abbracciavamo ed eravamo coperti da tessuti non identificati che ci lasciavano scoperte le spalle. In secondo piano c’era un tavolo con una scacchiera ed un uomo anziano con la barba (sconosciuto anch’esso, ma potrebbe essere una persona con cui ho avuto a che fare per molto tempo in un vero braccio di ferro) seduto a giocarci, mentre io ero in piedi dalla parte opposta del tavolo. Muovo il cavallo, ma è una mossa non studiata, affrettata e che non porta a niente. La partita è a buon punto, ma nessuno dei due è in condizione di fare scacco. In terzo piano so che c’è una porta, ma non la vedo.
    Ad un certo punto sento bussare in modo deciso alla porta e riesco ad avvertire il peso di un tale picchiare sulla mia testa. Adesso c’è più luce, ma non riesco ad intravedere altro e mi sveglio.
    La sensazione più forte che mi è rimasta da questo sogno è l’abbraccio ed il bussare.
    Posso dire che da molto molto tempo ho “sacrificato” le mie esigenze emotive per affrontare questioni molto pratiche ed ultimamente avverto una specie di rifiuto ad immergermi ancora in tali questioni. Può essere questo?
    Grazie.
    Ciao, benedetta, ho avuto modo di leggere solo ora il tuo sogno che, da un punto di vista simbolico, è davvero intrigante.

    Ti propongo, pertanto, alcune chiavi di lettura (non un'interpretazione nel senso stretto del termine).

    Inizio dalla porta, che rimane sullo sfondo del tuo sogno.
    La porta rappresenta un possibile ostacolo (se è chiusa) o il superamento di ostacoli (se è aperta).
    Nel tuo sogno, regola l'accesso alla stanza dove ti trovi è il luogo da cui può venire l'imprevisto, carico di ansia, ma anche ricco di possibilità...
    Tu non la vedi, ma senti bussare. Qualcuno (o qualcosa) vuole entrare nella tua vita, qualcuno (o qualcosa) che, forse, è già presente nei tuoi pensieri (senti il peso di quel picchiare nella tua testa - la testa, simbolicamente, rappresenta i pensieri -).

    Chi bussa potrebbe essere il nuovo che viene e che, forse, inquieta.
    Per poter accogliere il nuovo che bussa, sembra, però, che tu debba, prima, affrontare il peso di un passato (raffigurato, nel sogno, dalla persona anziana con la barba) che ti tiene legata, in una specie di interminabile partita a scacchi che nessuno può vincere.

    In primo piano, nel sogno, ci siete tu e un giovane sconosciuto che vi abbracciate.
    Il sogno, da questa prospettiva, sembra un classico sogno di desiderio, in cui viene rappresentata come realizzata, appunto, la situazione desiderata. Nel tuo caso, il sogno sembra riferirsi ad una novità gratificante, dal punto di vista affettivo.

    Il centro simbolico del sogno è, forse, rappresentato dalla partita a scacchi con la persona anziana.
    Tu muovi il cavallo in maniera non studiata.
    Il cavallo, simbolicamente, può significare diverse cose, dalla devozione a qualcuno o a qualcosa alla "libertà" (il cavallo che corre libero nelle praterie).
    Tu, nel sogno, sembri scalpitare per liberarti dal peso di una situazione che ti tiene bloccata (la partita pare in una situazione di stallo).
    Ciò che ti tiene legato (rappresentato dalla persona anziana con la barba) è qualcosa (persona o situazione) che appartiene al tuo passato (la persona anziana), nei cui confronti non hai la forza o la volontà di tagliare i legami (la barba, simbolicamente, rappresenta situazioni di impedimento al pieno esprimersi della libertà personale - libertà che è anche raffigurata dal cavallo -).

    Il sogno, quindi, rappresenta quel momento in cui il peso del presente si fa sentire, come qualcosa che lega e che limita, e in cui sogniamo qualcosa o qualcuno che giunga a dare senso alla nostra esistenza; qualcosa o qualcuno che aspettiamo con trepidazione, ma che, allo stesso tempo, ci fa paura.

    Queste sono solo mie risonanze.
    Ciao.


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  4. #4
    benedetta14
    Ospite non registrato

    Riferimento: Il mio sogno

    Eh....!

    Confessa, Hermes: tu sei qualcuno che mi conosce bene!
    A parte gli scherzi, non cambio una virgola di ciò che scrivi.
    Il centro di tutto è davvero la partita a scacchi (mi ero dimenticata di dirti che anche nel sogno occupava la posizione centrale). Il nuovo è già nella mia testa come pensiero, ma non riesco ad individuarlo e lascio all'esito della partita stabilirlo. A volte vorrei che fosse l'anziano a darmi scacco, così potrei sapere come ricominciare (e ciò mi deresponsabilizzerebbe molto). Ma la verità é che in fondo vorrei riuscire a trovare la motivazione per poter rimettermi a sedere a quel tavolo per vincere la partita. Forse ricondurre questo nuovo a qualcosa mi permetterebbe di ritrovare la volontà di chiudere col passato, ma non sapendo che cosa esso sia, mi trovo costretta a concentrarmi sulla partita, con la preoccupazione che tale concentrazione esaurisca ogni mia capacità di sognare ancora.
    Grazie ancora, mi sei stato prezioso.

Privacy Policy