• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 39
  1. #1
    g3pp3tto
    Ospite non registrato

    Nervosismo... che farci?

    Magari questa può non essere la sezione corretta per chiedere o proporre un argomento del genere, ma nell'indecisione più totale, lo posto qui e vediamo...

    Vi capita mai di essere nervosi per qualche fatto che può accadere durante la vostra giornata? al lavoro..ecc...
    che magari non condividete, e ritenete puramente sbagliato,
    ma che in un qual modo vi dà modo di pensare che spesso e volentieri relazionarsi agli altri è un attività complessa e difficile con alcuni soggetti... anche in quei casi in cui il compromesso per vivere senza problemi è impossibile.

    Un nervosismo causato dall'esser sensibili ad un ignoranza o infantilità di quel qualcuno con cui interagiamo...

    come reagite per PLACARE il nervoso e il disagio?
    specie nel caso in cui vi sentiate incapaci di affrontare da soli la situazione....?!


  2. #2
    Partecipante Assiduo L'avatar di *manuela*
    Data registrazione
    05-08-2002
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    126
    Ciao!!
    ti consiglio di trovarti un modo per sfogare il nervoso ....ognuno ha i suoi metodi: urla...canta..balla...prendi un bastone e picchialo sul materasso (questa è rabbia piu' che nervoso ) vatti a fare una corsa ... oppure potresti comunicare alla persona che ti provoca fastidio che il suo comportamento ti disturba..lo so' non è attuabile in tutti i casi

  3. #3
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di icemary
    Data registrazione
    17-05-2002
    Residenza
    Torino, Roma, Salerno e Caserta
    Messaggi
    1,277
    La risposta che ti do è di un comportamento "poco professionale"forse ..ma per ora è quello che cerco di adottare...

    Se possibile mi allontano dalla situazione, ripenso a quello che è successo e in 5 minuti mi calmo, razionalmente mi rendo conto che è inutile stare nervosi in quel modo che mi impedisce di mandare avanti gli impegni.
    Poi, appena possibile, cerco di parlare con qualcuno dei fatti, nel modo più obiettivo possibile, cosa che mi serve non tanto per giustificre, ma proprio per rivedere la questione.... trovare un punto di vista diverso.

    Purtroppo sono una persona che pensa e ripensa alle cose.....

  4. #4
    g3pp3tto
    Ospite non registrato
    ciao Manu!

    metodi miei personali per "sfogarmi" ne ho a bizzeffe...
    ma più che "non pensarci" chiedevo se in un qual modo concepite un principio di accettare o rifiutare con il comportamento, l'atteggiamento di quelle persone.

    alcune situazioni non le si possono evitare...
    L'omicidio non è ancora contemplato dalla legislazione italiana?

    terapie da fare da soli?

  5. #5
    Francy
    Ospite non registrato
    Quando mi capita di essere nervosa reagisco in due modi: se non so affronatare la situazione da sola alzo il telefono e cerco di parlare con qualche amico/a o con il mio ragazzo; quando invece è un nervosismo da stress... oppure quando mi capitano le giornate in cui sono nervosa senza un preciso motivo, mi armo di scarpe e tuta da ginnastica e vado al parco a correre... è un ottimo anti-stress

  6. #6
    Picciurina L'avatar di peperina
    Data registrazione
    08-09-2002
    Residenza
    Bologna
    Messaggi
    1,246
    Quando ho la possibilità rifiuto il comportamento che mi ha dato fastidio...ovvero se un amico si comporta male con me preferisco allontanarmi per un po'...perchè non riuscirei a gestire il rapporto come prima...non riesco a far buon viso a cattivo gioco
    Se invece è qualcosa che io non posso assolutamente evitare....come ad esempio i colleghi di lavoro...cerco di prendere sul ridere la cosa...mentalmente cerco di vedere quanto è ridicolo il comportamento di una data persona ...e come sia difficile che anche gli altri non se ne accorgano...in questo modo sento di condividere il mio fastidio con tante altre persone :ops: e ne sento meno il peso....
    E comunque sia se un comportamento mi urta non riesco ad accettarlo per il quieto vivere...sostanzialmente sono una don chisciotte

  7. #7
    g3pp3tto
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da icemary
    Se possibile mi allontano dalla situazione, ripenso a quello che è successo e in 5 minuti mi calmo, razionalmente mi rendo conto che è inutile stare nervosi in quel modo che mi impedisce di mandare avanti gli impegni.
    Poi, appena possibile, cerco di parlare con qualcuno dei fatti, nel modo più obiettivo possibile, cosa che mi serve non tanto per giustificre, ma proprio per rivedere la questione.... trovare un punto di vista diverso.


    è il comportamento più razione che ho tentato di attuare...
    certo però, che il nervosismo causato da una precisa situazione, anche se lo si giustifica crea un disagio oltre che mentale, anche di carattere fisico...
    quest'ultimo alle volte appare quasi come una sofferenza per l'incapacità di porre un rimedio efficace.

    il "disagio" mentale pare scomparire parlandone....
    o forse il termine migliore sarebbe che si "affievolisce"...
    ma quello fisico resta per un po di tempo... qualche giorno in alcuni casi...

  8. #8
    evaluna^
    Ospite non registrato

    Re: Nervosismo... che farci?

    Originariamente postato da g3pp3tto
    come reagite per PLACARE il nervoso e il disagio?
    io vado a correre. o in palestra. o a farmi una lunga camminata.
    poi la mente è sgombra e si può pensare

  9. #9
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    Originariamente postato da g3pp3tto

    il "disagio" mentale pare scomparire parlandone....
    o forse il termine migliore sarebbe che si "affievolisce"...
    ma quello fisico resta per un po di tempo... qualche giorno in alcuni casi...
    Comprendo "pienamente" quel che hai espresso ... difatti mi capita sempre più spesso (SEMPRE , ormai ) in uff, questo perchè ormai in modo obiettivo e analitico ho compreso di trovarmi in un'Organizzazione "malata" ed io non mi ci ritrovo, da qui situazioni sempre più intollerabili e causa di notevole stress. Purtroppo non posso fare molto per cambiare la situazione e non riesco neanche a gestire la situazione inquadrandola sotto prospettive diverse, la tecnica è quella di cui avete parlato .. ne parlo con qualcuno estraneo all'ambiente/situazione per "placare" (purtroppo il disagio non scompare) la sofferenza emotiva del momento e purtroppo le cefalee muscolo-tensive mi perseguitano e si sono cronicizzate
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

  10. #10
    g3pp3tto
    Ospite non registrato
    mi stanno quasi rilassando le vostre risposte..

    Per Alea, mi fà piacere sapere che in fondo non son l'unico a doversi accontentare dell'incapacità di alcuni di venire in contro o accettare un razionale compromesso...

    però spesso è triste trovarsi in queste condizioni.
    in fondo ci vorrebbe ben poco...

    grazie opsiani/e

  11. #11
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di icemary
    Data registrazione
    17-05-2002
    Residenza
    Torino, Roma, Salerno e Caserta
    Messaggi
    1,277
    ...I dolori cronici sono ormai parte della vita di molti di noi....
    Per una persona come me (e penso altre) che tende a chiudere in sè ogni problema... cefalea e una sensazione di morsa allo stomaco ..sono all'ordine del giorno.

    Mi succedeva più spesso in passato.. adesso per mia fortuna ho trovato il modo di scaricarmi. Io arrivo a sentire delle fitte atroci, pensando intensamente a tutto quello che è successo, e poi riesco a buttarlo fuori...

    Il problema è che un volta che una persona ci provoca disagio per una situazione.. è facile che non riusciamo proprio più a gestire i rapporti con lei... e ogni piccola mossa ci provoca una ricaduta.
    Non è facile trovare il modo di fare il primo passo e anche il secondo,il terzo e così via, nell'accettarla come un persona che non sarà mai in grado di comprendere le nostre difficoltà...

    Però razionalmente non vale la pena stare male....quindi fa bene fermarsi e riflettere.... anche se poi il dolore fisico resta..
    Con il tempo però si può riuscire ad affievolirlo

  12. #12
    Iggy
    Ospite non registrato
    RUTTA.

    Dico sul serio, non fare quella faccia.
    La vita va presa così, con un boato che è tanto prosaico quanto finemente poetico e profondo. L'espressione massima della libertà, del menefreghismo, della leggerezza.
    La vita non è una cosa seria. L'unico momento serio della vita è probabilmente la morte. Per il resto è tutto un casino dal quale tirar fuori funamboliche reazioni che ti fanno sentire molto, molto fico; e inaffondabile

    Hai presente la teutonica Bismark? Beh, era considerata una nave inaffondabile. Alla sua prima uscita, ci è voluta un intera flotta che l'ha bombardata per non ricordo quanto (tantissimo) prima di affondarla. Ecco, quando TUTTO andrà per il verso sbagliato e non avrai via di scampo, quello sarà un giorno da prendere seriamente. Ma se sai di affondare, ricordati di farlo con il dito medio alzato, ultimo stendardo della tua faccia tosta

  13. #13
    g3pp3tto
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da Iggy
    RUTTA.se sai di affondare, ricordati di farlo con il dito medio alzato, ultimo stendardo della tua faccia tosta

    cavoli IGGY!
    CONCORDO A MILLE ... !
    io ho pure imparato a far roteare il dito quando lo alzo, facendolo girare come una trottola su sè stesso...
    ti manderò una sequenza fotografica...

    Grazie del sollievo!

  14. #14
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    Quando sono nervosa mi sfogo ogni volta in modi diversi. Però tutti molto ponderati. Mia mamma spacca i piatti: io no, SERVONO!
    A volte mi sfogo sulle persone senza volerlo. Altre volte mi faccio del male, ma molto più spesso esco, guido con lo stereo a palla, mi fermo in un posto lontano dalla civiltà e fumo una sigaretta (aaaaaaaaah sospiro). Dopodichè sono calma e pronta ad affrontare i miei problemi.
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  15. #15
    Postatore Epico L'avatar di Alessia Va
    Data registrazione
    27-10-2003
    Residenza
    Lombardia
    Messaggi
    9,415
    Blog Entries
    315
    Originariamente postato da alea
    Comprendo "pienamente" quel che hai espresso ... difatti mi capita sempre più spesso (SEMPRE , ormai ) in uff, questo perchè ormai in modo obiettivo e analitico ho compreso di trovarmi in un'Organizzazione "malata" ed io non mi ci ritrovo, da qui situazioni sempre più intollerabili e causa di notevole stress.
    situazione simile oggi la sto vivendo in tempo reale

    ad ogni modo:
    - a volte sento il bisogno di sfogarmi e di scaricare la tensione
    - altre di calmarmi (e allora ci provo con dei bei respiri circolari....mai sperimentati?)

    baci


    p.s mai comunque tenersi tutto dentro, fa malissimo!!!

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy