• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 31
  1. #1
    elisa1234
    Ospite non registrato

    Economicamente parlando

    Se si è iniziato ad andare dal proprio psicologo, sapendo di un trattamento economico di favore per vari motivi. Passati anni, la tariffa non è cambiata. Insomma mi chiedo ma voi modificate le tariffe ai vostri pazienti? io non volevo una tariffa di favore e spesso mi sento "in debito". Ho paura a chiedere qualche seduta in più perchè penso, bhè magari per quello che ci guadagna non gli fa nemmeno piacere. Si creano meccanismi strani. Si lo so parlare con lui della cosa......ma almeno mi dite se a voi è successso negli anni di modificare la vostra tariffa? grazie

  2. #2
    elisa1234
    Ospite non registrato

    Riferimento: Economicamente parlando

    Citazione Originalmente inviato da elisa1234 Visualizza messaggio
    Se si è iniziato ad andare dal proprio psicologo, sapendo di un trattamento economico di favore per vari motivi. Passati anni, la tariffa non è cambiata. Insomma mi chiedo ma voi modificate le tariffe ai vostri pazienti? io non volevo una tariffa di favore e spesso mi sento "in debito". Ho paura a chiedere qualche seduta in più perchè penso, bhè magari per quello che ci guadagna non gli fa nemmeno piacere. Si creano meccanismi strani. Si lo so parlare con lui della cosa......ma almeno mi dite se a voi è successso negli anni di modificare la vostra tariffa? grazie
    Altra cosa, ma nell'albo non potrebbero mettere anche le tariffe "standard"? o personali?

  3. #3
    Partecipante Figo L'avatar di Blooby gosh
    Data registrazione
    25-08-2009
    Messaggi
    974

    Riferimento: Economicamente parlando

    Il denaro è un argomento che può entrare proficuamente nella terapia per capire il significato che gli si attribuisce, il valore, etc. Parlane con il tuo terapeuta senza timori.
    Nasciamo tutti incendiari e moriamo pompieri

  4. #4
    Megiston Matema
    Ospite non registrato

    Riferimento: Economicamente parlando

    Cara Elisa1234,
    dice bene Blooby gosh, il denaro in terapia ha un significato che esula il semplice pagamento di un "servizio". Sul semplice gesto di pagare l'onorario al proprio analista si annidano vissuti, fantasie, aspettative e significati reconditi. Per cui ritengo anch'io proficuo per te affrontare l'argomento col tuo terapeuta. Mi pare, da ciò che scrivi, che tu ti senta sottovalutata, o valutata come una che non può dare più di tanto, sia in termini economici sia, soprattutto, in termini di lavoro terapeutico.
    Un saluto.

  5. #5
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    22-08-2009
    Messaggi
    190

    Riferimento: Economicamente parlando

    Carissima,mi trovo nella tua stessa situazione,con la differenza che io provo gratitudine per la mia psicologa,e questo mi fa sentire un po privilegiata nel nostro rapporto.Ha creato dei problemi nel nostro lavoro,perchè sentendomi privilegiata ha portato a me ad avere piu aspettative nel nostro rapporto e ad illudermi su tante cose,alcune vere e altre no.Io ti consiglio di parlarne con il tuo psicologo è l'unica soluzione.

  6. #6
    elisa1234
    Ospite non registrato

    Riferimento: Economicamente parlando

    Non mi ha risposto nemmeno un "addetto ai lavori" doveva essere proprio una domanda stupida la mia....

  7. #7
    Partecipante Super Figo L'avatar di ikaro78
    Data registrazione
    06-07-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,975

    Riferimento: Economicamente parlando

    Non mi ha risposto nemmeno un "addetto ai lavori" doveva essere proprio una domanda stupida la mia....
    Che duro colpo per Megiston!

  8. #8
    Partecipante Figo L'avatar di Blooby gosh
    Data registrazione
    25-08-2009
    Messaggi
    974

    Riferimento: Economicamente parlando

    Citazione Originalmente inviato da elisa1234 Visualizza messaggio
    Non mi ha risposto nemmeno un "addetto ai lavori" doveva essere proprio una domanda stupida la mia....
    Su, pensieri positivi!
    L'ordine stabilisce delle tariffe minime e massime e quelle minime possono essere considerate "di favore".

    Non possono mica scrivere "per pazienti più simpatici" ulteriori sconti.
    Nasciamo tutti incendiari e moriamo pompieri

  9. #9
    Megiston Matema
    Ospite non registrato

    Riferimento: Economicamente parlando

    Cara Elisa,
    E' sorprendente che tu ti sia abbattuta per aver ricevuto poche risposte e da "non addetti ai lavori", (in realtà sia io che Blooby gosh siamo del "ramo" ... non quello del lago di Como) e che da questo ne abbia tratto un'impressione negativa sul valore della tua domanda.
    Forse pensi che sia a causa di questa presunta (comunque percepita) tendenza a fare domande "stupide" che ti faccia pagare meno degli altri. Potresti aver stabilito un'equazione del tipo "mi fa pagare poco= mi considera una persona da poco". Prova a riflettere su questo e, in ogni caso, se non l’avessi ancora fatto, prova a considerare l’ipotesi di parlarne al tuo analista.
    Un saluto.

  10. #10

    Riferimento: Economicamente parlando

    cara elisa
    non ho dati di prima mano però posso immaginare che molti terapeuti rintocchino le tariffe adeguandole all'inflazione. Se il tuo terapeuta volesse potrebbe tranquillamente ed elegantemente farti pagare di più.
    Per quanto riguarda chiedergli delle sedute in più stesso discorso se non vuole (cosa difficile visto i tempi che corrono per quasi tutti) ti può dire che non serve o che non può (ci fa anche una bella figura).
    Quindi cosa ne concludi?

    No perchè la cosa interessante è perchè elisa invece di dire al sua analista il suo comprensibilissimo, normalissimo e per nulla nevrotico scrupolo, scrive sul forum per ricostruire una risposta a chissà quale dubbio esistenziale (magari come suggerisce Megiston, una cosa tipo "mi fa pagare poco perchè pensa che sono una spiantata?").

    Fa riflettere...

  11. #11
    Partecipante Figo L'avatar di Blooby gosh
    Data registrazione
    25-08-2009
    Messaggi
    974

    Riferimento: Economicamente parlando

    Beh, Dormouse in realtà la domanda di Elisa è frequentissima ed anche gli scrupoli a parlarne.

    Quando a sua volta sarà terapeuta rivedrà con occhi diversi tutta la questione.
    Nasciamo tutti incendiari e moriamo pompieri

  12. #12
    elisa1234
    Ospite non registrato

    Riferimento: Economicamente parlando

    Innanzitutto almeno cosi facendo sono arrivate risposte.....grazie! finalmente! qualcuno si è degnato di interloquire con me
    Non mi ero "abbattuta" ma desideravo un parere.
    Parlare di soldi spesso non fa piacere....non so...ne parlerò non so cosa concluderò ma ne parlerò.

    La frase:
    magari come suggerisce Megiston, una cosa tipo "mi fa pagare poco perchè pensa che sono una spiantata?").

    è vera....a volte mi sento cosi....
    Sento di valere poco. si....non lo scopro ora...
    Grazie comunque non preoccupatevi non diventerò mai terapeuta, sono abituata ad essere sempre e solo paziente.
    Ciao!

  13. #13
    Partecipante Figo L'avatar di Blooby gosh
    Data registrazione
    25-08-2009
    Messaggi
    974

    Riferimento: Economicamente parlando

    Citazione Originalmente inviato da elisa1234 Visualizza messaggio
    Innanzitutto almeno cosi facendo sono arrivate Grazie comunque non preoccupatevi non diventerò mai terapeuta, sono abituata ad essere sempre e solo paziente.
    Ciao!
    Elisa, io parlavo sul serio. Mi spiego.
    Tutti gli psicologi dovrebbero passare dall'analisi personale, proprio per capire come si sta dall'altra parte della barricata, provare la risonanza delle emozioni che scaturiscono dal rapporto con il terapeuta, etc.
    Facendo la mia analisi ho capito cosa significa un gesto, una parola, una battuta di spirito ( che spesso per il cliente non lo è) e ora da terapeuta ne conosco la potenza e il valore. Sono misure che i libri non ti possono dare.

    Se sei psicologa e vuoi fare la psicologa, ti auguro di farlo. Ora sei giù ma non sarà sempre così.
    Un bacio

    Nasciamo tutti incendiari e moriamo pompieri

  14. #14
    elisa1234
    Ospite non registrato

    Riferimento: Economicamente parlando

    Citazione Originalmente inviato da Blooby gosh Visualizza messaggio
    Elisa, io parlavo sul serio. Mi spiego.
    Tutti gli psicologi dovrebbero passare dall'analisi personale, proprio per capire come si sta dall'altra parte della barricata, provare la risonanza delle emozioni che scaturiscono dal rapporto con il terapeuta, etc.
    Facendo la mia analisi ho capito cosa significa un gesto, una parola, una battuta di spirito ( che spesso per il cliente non lo è) e ora da terapeuta ne conosco la potenza e il valore. Sono misure che i libri non ti possono dare.

    Se sei psicologa e vuoi fare la psicologa, ti auguro di farlo. Ora sei giù ma non sarà sempre così.
    Un bacio

    No ma nemmeno io scherzavo. Non sono e non sarò psicologa faccio tutt'altro. sono solo PAZIENTE.
    Hai ragione sarebbe bene sapere come si sta dall'altra parte. Ti quoto quando dici che una battuta di spirito spesso per il paziente non lo è infatti spesso avrei voglia di lanciare una scarpa al mio psicologo. O ribaltargli la scrivania quando io incrocio le braccia e lui fa altrettanto....
    Accennerò il quesito della tariffa ma credo non ne caverò molto e credo non risolverò niente.
    Ciao!

  15. #15
    Partecipante Figo L'avatar di Blooby gosh
    Data registrazione
    25-08-2009
    Messaggi
    974

    Riferimento: Economicamente parlando

    Citazione Originalmente inviato da elisa1234 Visualizza messaggio
    Hai ragione sarebbe bene sapere come si sta dall'altra parte. Ti quoto quando dici che una battuta di spirito spesso per il paziente non lo è infatti spesso avrei voglia di lanciare una scarpa al mio psicologo. O ribaltargli la scrivania quando io incrocio le braccia e lui fa altrettanto....
    Accennerò il quesito della tariffa ma credo non ne caverò molto e credo non risolverò niente.
    Ciao!
    Elisa, racconta tutto questo che scrivi qua al tuo terapeuta: tutto materiale che servirà a te e ti dirà molto e non aver remore a dire non ti senti capita o che non ti sembra servire: se è un buon terapeuta non lo leggerà come un attacco gratuito.
    Considera però che non sempre si trova il terapeuta con cui si è sintoni (può anche essere bravissimo, ma non fare alacaso tuo). Se dopo aver parlato con lui chiaramente di tutto, non ti senti capita, ringrazialo, stringigli la mano e cambialo.
    Nasciamo tutti incendiari e moriamo pompieri

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy