• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3
  1. #1
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    01-02-2009
    Messaggi
    176

    Allenare il cervello...

    Nel post "Metodi di Studio" la risposta di Alessia Va, mi ha fatto venire in mente un argomento cui spesso mi capita di pensare, però potrebbe anche diventare una interressante discussione.

    Alessia Va dice:
    [QUOTE=Alessia Va;2165952]...............
    (N.B Anche a me faceva male la mano, all'inizio. E ogni volta che riprendo in mano la penna per scrivere tanto, quanto richiede una videolezione, un po' di fatica c'è sempre. Ma dobbiamo tenere presente che recuperare questa funzionalità può essere utile. Lo scrivere a mano compete ad un'area del cervello che, se cade in disuso questa pratica, non viene stimolata. Quindi se ci sforziamo, ogni tanto, di farlo, facciamo del bene al nostro cervello...........[QUOTE]


    Il nostro cervello è un organo del quale viene utilizzato un minimo delle sue possibilità... chi dice il 3% chi il 4% chi addirittura osa il 10%, e chi asserisce invece che queste supposizioni non abbiano fondamento scientifico e siano tutte sciocchezze.

    Ad ogni modo esistono in commercio quiz, libri e anche giochi elettronici atti a migliorare le prestazioni di questo strumento, ed Alessia nel suo post ha detto una importante verità.

    Che ne pensate?

    Ad esempio tempo fa lessi che esercitarsi a scrivere con la sinistra per chi abitualmente utilizza la destra e viceversa sia un'ottima "scuola" per allenare un'area cerebrale diversa.

    Ne conoscete altri?

  2. #2
    Partecipante Esperto L'avatar di Patrizia67
    Data registrazione
    14-03-2009
    Messaggi
    395

    Riferimento: Allenare il cervello...

    E' un ottimo spunto.

    Ma sono sempre molto sciettica su alcune informazioni se non ne conosco la fonte e se la fonte non spiega alcune cose.

    I giochini elettronici per "allenare" la mente ne sono un esempio.
    Mi sono già espressa su questo ma lo ripeto

    Specie su quello in cui una 46enne dice -tutta contenta- che ha il cervello di una 26enne. Se il test fosse basato sul Q.I. e sui test sull'età mentale di Binet e Simon, avrebbe un ritardo mentale.

    Q.I.=(età mentale/età cronologica)x 100.

    Non ci vuole un matematico per capire che se vuoi un Q.I. maggiore della media (1), devi avere un età mentale MAGGIORE di quella cronologica e non MINORE.

    Quindi bisognerebbe capire da chi sono fatti e su quali test si basano.
    Ah per vendere vanno bene, che c'entra, ma qui al dire che allenano la mente, beh..non ci credo molto.

    Anche il discorso sull'uso della mano, non credo affatto che ci siano problemi a muovere un mouse piuttosto che una penna e che questo mi atrofizzi una parte del cervello. Una cosa è legare la mano sin da bambini e non muoverla mai, un'altra è muovere un mouse anzichè una penna.

    La funzionalità del cervello e le sue performances (da quello che sto studiando) dipendono dal numero di connessioni che si riesce a stabilire fra i neuroni. Più connessioni, più velocità e performances migliori.
    I giochini elettronici se li usi una tantum non credo siano un valido aiuto.

    Personalmente da quando ho ricominciato a studiare ho notato un miglioramento netto, nella capacità di sintesi, di analisi, di riflessione, sui termini che utilizzo per esprimermi, ecc..
    Me ne accorgo soprattutto sul lavoro.

    I miei colleghi che hanno acquistato l'aggeggino per "tenere allenato il cervello" hanno ammesso che è molto meglio un bel libro.

    Quello che vorrei dire è che dovremmo esercitare la nostra capacità critica prima di prendere per buona una ricerca o una notizia.

    Ora che studiamo proprio queste cose, almeno per questo capo, possiamo cominciare a farlo.
    Ad es., per accettare l'ipotesi che utilizziamo il cervello per il 3, 4, o il 50 o l'80% dovremmo almeno sapere su cosa si basa quest'idea.

    Sul numero di neuroni, sul numero di connessioni, sul peso, sul volume?
    Non voglio fare la guastafeste, sono teorie affascinanti, ma dobbiamo porci delle domande.
    Siamo proprio certi che sia vero?
    Ultima modifica di Patrizia67 : 07-10-2009 alle ore 01.02.10

  3. #3
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    01-02-2009
    Messaggi
    176

    Riferimento: Allenare il cervello...

    Mi viene da pensare alla suddivisione delle aree cerebrali, la stessa conoscenza di una seconda lingua non è situata nella medesima area cerebrale della lingua madre, e questo è riscontrabile in seguito agli studi effettuati su pazienti affetti da amnesia o da afasia.

    Se facoltà cognitive così simili si presentano in aree cerebrali differenti, allora anche altri tipi di facoltà tra loro simili potrebbero essere situati in diverse aree della corteccia cerebrale.

Privacy Policy