• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 28

Discussione: Lavoro o studio?!

  1. #1
    Ospite non registrato

    Lavoro o studio?!

    a tutti....
    Questa penso sia la classica domanda che ci poniamo spesso.... Bhé, ditemi: ma preferite lavorare o studiare?!


    A prima vista quando me l'hanno chiesto mi è sembrata molto banale, però, se poi ci si pensa bene, potrebbe essere interessante sapere che risvolti potrebbe avere lo stuidio sul lavoro e viceversa (frase troppo intricata?! )...


    Ditemi....

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di Ele*
    Data registrazione
    13-12-2002
    Residenza
    *Campi Bisenzio*[FI]
    Messaggi
    10,523
    Io ora come ora ti direi LAVORO!!Vuoi xche'sono quasi alla fine,vuoi xche'la voglia di lavorare nn mi manca,ora vorrei davvero lavorare x quello ke sto studiando->diventare una brava psic!sarebbe una cosa ke alla fine mi gratificherebbe nn tanto x il fatto di guadagnare di piu'di ora ke faccio la babysitter,ma xche'riuscire a vedere realizzato un mio sogno mi gratifica piu'di 20000 30 presi a un esame...è un ragionamento contorto,ma ci sta!!!!


    Questa qua è per te
    e anche se non e` un granché
    ti volevo solo dire
    che era qui in fondo a me.
    Perché sei
    viva viva cosi come sei quanta vita mi hai passato
    e non la chiedi indietro mai

    *Non si vede che col cuore.L'essenziale e'invisibile agli occhi*-Il Piccolo Principe-
    *..per una magia così,dice,vale la pena vivere..*
    //qUeLLe DeL cUrLy PoWeR\\
    Proud To Be A Ciccins
    fondatrice con Rae del f.c.f.c.[fancazziste fan club]con sede in una bella spiaggetta della Croazia...1°adepta:claudina!
    FemminaComeLaVita
    "ah beh, cos'è la vita senza draghi?"
    ..vogliono ballare un po'di piu',vogliono sentir girar la testa,voglio sentire un po'di piu',un po'di piu',le donne lo sanno,le donne l'han sempre saputo..
    La mia Libreria

  3. #3
    Ospite non registrato
    Potrei dare la solita scontata risposta del tipo: "preferire studiare
    è sintomo del rifiuto a crescere e ad assumersi le proprie responsabilità
    nel campo lavorativo" (ma c'è davvero chi la pensa così?)
    Invece penso, che tra i due io preferisco studiare: mi gestisco meglio,
    non ho orari, se non quelli impostimi dal seguire i corsi, ma per il resto
    sono "libera" di gestirmi: dormo di più la mattina, e studio fino a tardi
    la sera, dato che so che è la sera/notte che rendo maggiormente nello studio...
    Spesso e volentieri, dopo una giornata di 10 ore in facoltà, finivo alle
    18 e restavo fino alle 22 in biblioteca a studiare... Oppure tornavo a casa
    e studiavo dalle 20 alle 2/3 di notte....
    Oddio, è vero che da una parte è un "andare contro" le regole e gli schemi
    fissi, perché se sei "senza orari".... ed una volta che lavori sei in un
    sistema e ci si deve (dovrebbe) adeguare....
    Con ciò però non voglio dire che non mi piace il lavoro. Di esperienze
    ne ho fatte abbastanza da rendermi conto che può essere bello, come può
    fare schifo. Ho cominciato a lavorare a 13 anni in 1 ristorante dove facevo
    la cameriera, la barista, davo 1 mano in cucina, ecc. per qc ora al giorno
    e con 1 misera paga all'h.... Però mi è servito per crescere. Sapevo che
    per guadagnare un po' di soldi li dovevo "sudare". A 13 anni. Il classico
    lavoretto estivo... Che poi si "rinnovava" ogni anno, in modo diverso. Sono
    stata una fruttivendola, una commessa e cassiera in una "boutique", ecc.
    Finché non sono arrivata ad esperienze più imporatnti (quelle da mettere
    nel CV, x intenderci...): lo stage alla televisione, al quotidiano locale,
    in banca, ecc. E l'ambiente, l'incontro con persone diverse, culture, e mentalità
    può essere un bene come un male...
    Il lavoro rientra in un sistema ordinato che non sempre sei tu in prima persona a gestire,
    ma spesso, all'inizio soprattutto sei subordinato ad altri, e perdi al tua
    indipendenza................
    Però il lavoro ti da molte soddisfazioni che lo studio non contempla, anche
    se alla lunga il lavoro, benché ti piaccia, diventa monotonia....
    Che fare?!
    Non so.
    Penso che la sete di cultura non si deve fermare fuori dalla scuola ma continuare
    anche dopo, e penso sia possibile, benché duro, ma molto gratificante, essere
    sia studenti che lavoratori. Io lo sono....

  4. #4
    Postatore Epico L'avatar di Ele*
    Data registrazione
    13-12-2002
    Residenza
    *Campi Bisenzio*[FI]
    Messaggi
    10,523
    Solo una cosa nn voglio fare:LA MANTENUTA!!!Quindi anche se dovro'aspettare tanto x fare il lavoro ke veramente voglio,nn me ne staro'con le mani in mano come vedo fare a tante persone...ed è triste,vedere ke uno lavora studia e fa altre mille cose e quello gia laureato da un po'ke se ne sta in casa a cazzeggiare aspettando un lavoro...E'una cosa ke prorpio nn tollero!!!ok sto andando fuori tema....cmq....sono sempre x il lavoro...nn si puo'mica vivere di solo studio?


    Questa qua è per te
    e anche se non e` un granché
    ti volevo solo dire
    che era qui in fondo a me.
    Perché sei
    viva viva cosi come sei quanta vita mi hai passato
    e non la chiedi indietro mai

    *Non si vede che col cuore.L'essenziale e'invisibile agli occhi*-Il Piccolo Principe-
    *..per una magia così,dice,vale la pena vivere..*
    //qUeLLe DeL cUrLy PoWeR\\
    Proud To Be A Ciccins
    fondatrice con Rae del f.c.f.c.[fancazziste fan club]con sede in una bella spiaggetta della Croazia...1°adepta:claudina!
    FemminaComeLaVita
    "ah beh, cos'è la vita senza draghi?"
    ..vogliono ballare un po'di piu',vogliono sentir girar la testa,voglio sentire un po'di piu',un po'di piu',le donne lo sanno,le donne l'han sempre saputo..
    La mia Libreria

  5. #5
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724
    secondo me si studia per tutta la vita... anche quando lavori, anche se non hai gli esami, è bello e inevitabile.

    Ma se per studio intendi "lezioni, esami ecc" beh... è naturale che preferirei fare la psicoteapeuta, daltronde è il motivo per il quale studio! Se invece dovessi scegliere un lavoro diverso, preferirei di molto continuare a studiare in eterno...
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  6. #6
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di noone
    Data registrazione
    12-09-2003
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    1,144
    STUDIARE!
    noone
    Signore e padrone dello spam | Ubi maior minor cessat... aural


    *comunicazione di servizio* aggiungete un "non è cosi, ma appartengo per principio all'opposizione" ad ogni mio post. grazie.


    Maledico ancora la sorte che mi ha fatto scivolare nella gola della scimmia di pietra. Che fine avevano fatto i miei sogni di saccheggiare galeoni e ubriacarmi di grog? Mi dissero: "3 piccole prove e sarai un pirata come noi!! Tutto normale!? Se solo avessi potuto reggere il ripugnante intruglio che quei poveracci di lupi di mare tracannavano, il resto sarebbe stato uno scherzo. Come potevo immaginare che avrei incontrato una donna bella e potente con un corteggiatore molto geloso e troppo stupido per capire che era morto da parecchi anni? E come potevo attraversare la scimmia di pietra per cercare un uomo che camminasse tre pollici da terra e desse fuoco alla sua barba ogni giorno?

    ... penso, quindi... VINCO!! | ...Misantropia che passione...

  7. #7
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    Marco per studiare intendono studiare davvero nn quella simil specie di frequenza cazzarona che facciamo noi!!!

  8. #8
    micky
    Ospite non registrato
    Avendo provato tutte e due le cose direi che studiare ti dà tantissimo e ti permette anche di gestire la tua giornata in maniera sicuramente più autonoma. Tipo: se oggi non ho niente da studiare perchè ieri ho sgobbato fino a mezzanotte posso tranquillamente andare a fare una passeggiata. Se lavori..c'è sempre qualcosa da fare, qualcosa che hai lasciato indietro perchè avevi troppo lavoro per arrivare a fare tutto..e poi, comunque, il tuo orario è quello e non te ne puoi andare !
    Vero che il lavoro realizza una parte molto importante della vita di ognuno (mettere in pratica ciò che hai imparato, indipendenza economica, etc) ma troppo spesso prende il sopravvento su tutto il resto e la vita "fuori" è ridotta al minimo.
    Personalmente spero molto in una diversa visione dei contratti part time (che adesso valgono come oro per quanto sono rari) come mezzo di conciliazione lavoro - vita personale.

  9. #9
    Iggy
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da lee
    [...]io preferisco studiare: mi gestisco meglio,
    non ho orari, se non quelli impostimi dal seguire i corsi, ma per il resto
    sono "libera" di gestirmi: dormo di più la mattina, e studio fino a tardi
    la sera, dato che so che è la sera/notte che rendo maggiormente nello studio...
    Esattamente quello che mi permette di fare il mio lavoro; lo amo anche per questo.
    Comunque ho fatto diversi lavori, anche con le classiche 8 ore giornaliere in fabbrica, e devo dire che la cosa migliore per me è lavorare e studiare per conto proprio. Non parlo di università, ma di piacere personale di mettersi sui libri; vien da sé che questi siano scelti secondo gli interessi personali, anche perché l'imposizione rovina sempre il piacere in ogni cosa...

  10. #10
    g3pp3tto
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da Iggy
    Non parlo di università, ma di piacere personale di mettersi sui libri; vien da sé che questi siano scelti secondo gli interessi personali, anche perché l'imposizione rovina sempre il piacere in ogni cosa...

    Concordo per esperienza personale!
    io ho cominciato a lavorare poco dopo essermi diplomato..
    la voglia di studiare era praticamente inesistente per le carriere che volevano impormi i miei...

    dopo due anni di lavoro, ho iniziato a mantenermi e ora posso gestirmi tranquillamente (si fà per dire) i miei interessi...
    il piacere di studiare è venuto da solo, senza cercarlo...

    è così che secondo me deve nascere in noi stessi..
    il binomio lavoro-studio si può fare... perchè no...

    forse non studierei con lo stesso piacere se avessi tutta una giornata libera e disponibile per bighellonare e cazzeggiare

  11. #11
    STUDIARE! Non per pigrizia, ma per costruirmi il lavoro futuro!

  12. #12
    Francy
    Ospite non registrato
    Per ora studiare

    Non ho orari fissi, posso gestirmi il tempo come voglio senza dover rendere conto a nessuno... certo un po' di soldi in tasca non mi farebbero schifo ... ma per ora è va bene così

  13. #13
    Questo Thread mi rievoca un pò il Dilemma del Prigioniero...

  14. #14
    Postatore Epico L'avatar di Alessia Va
    Data registrazione
    27-10-2003
    Residenza
    Lombardia
    Messaggi
    9,415
    Blog Entries
    315
    Quando studiavo all' Universita' dicevo "non vedo l'ora che finisca per poter lavorare"...
    Ora lavoro e dico "non vedo l'ora di rimettermi a studiare"....

    Credo che una risposta non ci sia...

    Condivido cmq il fatto che lo studio dia piu' liberta' ed autonomia, ma molta di piu' che il lavoro, e la rimpiango spesso e volentieri!
    E piu' la rimpiango e piu' mi convinco che la vita "d'ufficio" non fa per me...mi costruiro' un lavoro su misura che mi dia piu' potere gestionale e decisionale sugli orari e sull' organizzazione!
    Non chiedetemi come perche' ancora non lo so.
    Ma l'importante e' sapere dove si vuole andare

    ciao!

  15. #15
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di alea
    Data registrazione
    11-04-2002
    Residenza
    torino
    Messaggi
    1,253
    Oddio ragazzi, mi vien da piangere.
    Sono ancora in uff arriverò a casa intorno alle 20.00 vedrò mio figlio sveglio un paio d'ore ma sarò troppo "cotta" per essere davvero mamma ..
    Ho cercato e trovato prima lavoro e poi mi sono iscritta all'università (chi di voi diceva non voglio farmi mantenere ???, non era possibile farsi mantenere)
    ci ho messo il più del doppio degli anni (ora ho finito gli esami manca solo la Tesi) ho una media alta, tanto un lavoro "dignitoso" l'avevo tanto valeva andar piano ma bene .. ora però sono stanca .. tanto. Vedo quel che vorrei fare/essere ancora tanto distante ...
    nel frattempo tante responsabilità mi impediscono di "cambiare la rotta" ...
    non rinnego niente di quel che è stato ma ... forse la mia scelta, che a tutta prima mi è sembrata coraggiosa ora mi sembra solo una delle vie coraggiose per poter davvero "fare" quel che si aveva in mente , forse altrettanto coraggioso e studiare, studiare, studiare, facendo i "conti" col non avere un cent in tasca ma costruire pian piano il futuro ...
    quel che so di certo e che continuerò a studiare ma ahimè la "brillantezza" dei vent'anni quando era più facile e più VELOCE, capire, apprendere un po' mi manca, ora apprendo molto più lentamente, sento tutta la fatica, non è affatto uno scherzo, apprendo forse in modo più plastico e flessibile e mediato dalle molte esperienze ma ... è tutto più lento.
    perdonate lo sfogo ... ma un Prof ad un esame mi ha detto (brutta carogna non lo dimenticherò mai ) peccato, davvero una bella testa ma ormai è VECCHIA per fare la Psicologa perchè dopo la Laurea si è solo all'inizio!!!!!!!!

    baci a tutti
    "Il Signore, il cui oracolo è a Delfi, non dice nè cela, ma accenna" Eraclito

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy