• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 35
  1. #1

    Scienze e tecniche psicologiche: programmi dei corsi 2003/04

    Biologia e genetica
    Docente: Scappaticci Maria Assunta

    Obiettivi formativi:
    Il corso ha lo scopo di offrire una visione d'insieme delle problematiche della biologia e genetica con particolare riferimento all'origine ed alla evoluzione delle cellule, geni ed ereditarietà, codice genetico e mutazioni. Verranno inoltre forniti elementi di genetica medica con una panoramica di possibili collegamenti con le discipline psicologiche con particolare riferimento a patologie ereditarie del sistema nervoso.

    Programma e bibliografia:
    -Organizzazione cellulare : cenni sulla struttura cellulare– differenza fra le cellule procariotiche e le cellule eucariotiche –
    -DNA, depositario dell’informazione genetica: struttura del DNA- identificazione del DNA come sede dell’informazione genetica – duplicazione del DNA - cromatina
    -Cromosomi, mitosi e meiosi . La riproduzione: struttura della cromatina – i cromosomi eucariotici – il ciclo cellulare – la mitosi - la meiosi – l’ovogenesi – la spermatogenesi – la fecondazione
    -RNA e sintesi proteica :struttura dell’ RNA - codice genetico - trascrizione e sintesi dell’RNA messaggero – RNA transfer – RNA ribosomale – formazione delle catene polipeptidiche
    -I principi fondamentali dell’eredità: le leggi di Mendel – eredità autosomica dominante e recessiva – eredità legata al sesso - esempi di malattie ereditarie– alberi genealogici
    -Genetica umana: il cariotipo – malattie genetiche: fenilchetonuria -anemia falciforme – fibrosi cistica – emofilia – distrofie muscolari
    -Patologie da anomalie cromosomiche : sindromi da aneuploidia degli autosomi ( trisomia 21, 13, 18 )e dei cromosomi del sesso ( sindrome di Turner, sindrome di Klinefelter )
    -Genetica e comportamento : anomalie cromosomiche e ritardo mentale –la base genetica nella schizofrenia e nell’autismo
    -Virus e batteri: organizzazione cellulare di: batteri . virus –e retrovirus
    -Genetica del cancro : oncogeni – geni soppressori e tumori ereditari - sostanze chimiche e fisiche come cancerogeni

    Testo consigliato
    FONDAMENTI di BIOLOGIA: Solomon Berg Martin, edizione Edises
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  2. #2
    Elementi di neurobiologia cellulare Docente: Toraldo Francesco Alessio

    Obiettivi formativi:
    L'insegnamento mira a fornire allo studente le conoscenze sull'anatomia e fisiologia del sistema nervoso, necessarie alla comprensione delle principali funzioni integrative cerebrali. In particolare il corso si propone di condurre lo studente all'apprendimento dell'architettura e del funzionamento della cellula neuronale, della comunicazione tra neuroni e dell'organizzazione di reti e circuiti nervosi.
    Il corso può essere seguito dagli studenti che abbiano già sostenuto Biologia e genetica.

    Programma e bibliografia:
    Cenni generali sulle cellule del sistema nervoso. Cellule gliali: tipi e funzioni. Neuroni. Morfologia: corpo, assone, dendriti; neuroni bipolari.
    Meccanismi elettrochimici alla base del funzionamento del sistema nervoso
    Potenziale di riposo. Come si genera: composizione dei liquidi intra- ed extra-cellulare negli ioni rilevanti, permeabilitá della membrana, pompa sodio potassio. Struttura della membrana plasmatica: strato fosfolipidico; proteine di membrana e loro funzioni. Passaggio di sostanze attraverso la membrana: diffusione semplice e diffusione facilitata; canali ionici e pompe. Fattori che influenzano la diffusione attraverso la membrana.
    Potenziale d'azione (PA). Durata, fasi; la soglia di eccitabilitá; PA come fenomeno "tutto o nulla" e suo significato. Canali ionici coinvolti nel PA. Sequenza di eventi nel PA. Trasmissione del potenziale di azione: tipo di conduzione, modalitá di conduzione, velocitá di conduzione. Stimoli che possono causare l'insorgenza di potenziali di azione. Periodo refrattario: assoluto e relativo.
    Sinapsi
    Funzione della sinapsi. Tipi di sinapsi: elettriche e chimiche. Sequenza di eventi nella trasmissione sinaptica. Neurotrasmettitori: modalitá di liberazione dei neurotrasmettitori dall'elemento pre-sinaptico; tipi; ciclo di vita di un nerotrasmettitore: sintesi e trasporto assoplasmatico, immagazzinamento, liberazione, rimozione. Recettori sulla membrana dell'elemento post-sinaptico. Eventi elettrici nell'eccitazione e nell'inibizione neuronale: potenziali post-sinaptici eccitatori ed inibitori, sommazione spaziale e temporale. Modulazione della trasmissione sinaptica: inibizione sinaptica: pre-sinaptica e post-sinaptica, facilitazione presinaptica.
    Anatomia funzionale del sistema nervoso
    Encefalo: nomenclatura (telencefalo, diencefalo, cervelletto, mesencefalo, ponte, midollo allungato o bulbo); corteccia; scissure; lobi; aree corticali sede e generalità sulla funzione: area motoria, premotoria, di Broca, area somestesica primaria e secondaria, area visiva, area uditiva, area di Wernicke, area prefrontale, insula; cenni sulle funzioni cognitive dei lobi cerebrali. Strutture profonde dell'encefalo: gangli della base (sede, nomenclatura: caudato, putamen, pallido, nucleo subtalamico, sostanza nera); sostanza bianca: corpo calloso, radiazione ottica, capsula interna, capsula esterna. Diencefalo: talamo (sede, generalità sul significato funzionale, rapporti con la corteccia). Ipotalamo: sede e cenni sulla funzione. Sistema limbico: sede, cenni sulla funzione, componenti anatomiche. Tronco encefalico: parti, principali fasci che passano (ascendenti e discendenti), principali centri o nuclei; funzioni. Formazione reticolare: sede e funzioni. Cervelletto: generalità sulla funzione, peduncoli cerebellari e principali vie, parti del cervelletto (emisferi, verme, lobo flocculonodulare). Midollo spinale: organizzazione macroscopica della sostanza bianca e della sostanza grigia (corno ventrale, corno dorsale, corno laterale); connessioni nervi spinali con il midollo spinale: radici dorsale e ventrale; funzioni sostanza grigia: collegamento tra periferia ed encefalo, stazione di integrazione (riflessi); sostanza bianca: cordoni dorsali, laterali e ventrali; fasci ascendenti sensitivi, fasci discendenti motori. Sistema del liquido cefalo-rachidiano o cerebrospinale: funzione, composizione, formazione e riassorbimento, ventricoli cerebrali, acquedotto cerebrale, meningi, circolazione del liquido cefalo rachidiano (plessi corioidei, villi aracnoidei). Nervi spinali: origine, tipi (sensitivi, motori e misti), nomenclatura e numero. Nervi encefalici: oculomotore, trigemino, vago, glossofaringeo, acustico-vestibolare. Dermatomeri: concetto.
    Cenni sul sistema di circolazione sanguigna cerebrale
    Arterie vertebrali, carotidi interne; poligono di illis; arterie cerebrali anteriori, medie, posteriori, artera baslare; territori di irrorazione.
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  3. #3
    Elementi di psicogeriatria
    Docente: Deponte Antonella

    Obiettivi formativi:
    Il corso si propone di fornire conoscenze su invecchiamento normale e patologico ed il loro confronto. Verranno considerate le principali patologie cerebrali nell'invecchiamento, con particolare riferimento al deterioramento cognitivo. Saranno analizzati gli strumenti per l'identificazione e la quantificazione dei deficit comportamentali e cognitivi e alcuni strumenti di diagnosi differenziale.

    Programma e bibliografia:
    Programma: Il corso intende offrire una panoramica dei principali problemi che si affrontano nello studio della psicologia dell'invecchiamento. In particolare, si discuteranno i seguenti argomenti: metodi di ricerca, strumenti di misura e prospettiva life-span; modelli stadiali dello sviluppo; teoria del disimpegno e teoria dell'attività; abilità cognitive, affettività e personalità nella terza e quarta età; nuovi approcci psicologici alla demenza; adattamento e benessere psicologico; il lutto e la morte. Particolare rilievo verrà dato agli aspetti psicologici dell'istituzionalizzazione.

    Testi per l'esame per studenti frequentanti:
    - Amoretti, G. e Ratti, M.T. (2002). Psicologia e terza età. Prospettive psicologiche sul tema dell'invecchiamento. Carocci Editore, Roma.
    - Materiale consegnato a lezione

    Testi per l'esame per studenti non frequentanti:
    - Amoretti, G. e Ratti, M.T. (2002). Psicologia e terza età. Prospettive psicologiche sul tema dell'invecchiamento. Carocci Editore, Roma.
    - Taccani, P. Tramma, S. e Barbieri Dotti, A. (1999). Gli anziani nelle strutture residenziali. Carocci Editore, Roma.

    Ricevimento: durante il corso, prima e dopo le lezioni. Negli altri periodi, contattare la docente tramite e-mail: deponte@psico.univ.trieste.it

    Modalità dell'esame: scritto, con possibilità di integrazione orale
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  4. #4
    Ergonomia
    Docente: Capodaglio Edda

    Obiettivi formativi:
    Il corso mira a fornire delle conoscenze di base sugli aspetti psicobiologici delle attività lavorative, sia fisiche che mentali, con particolare riguardo alla fatica, all'attenzione, al rapporto con il tempo e le condizioni ambientali, all'interfaccia con gli strumenti materiali, meccanici ed elettronici; saranno considerati alcuni aspetti delle situazioni di disagio o di deficit fisici o sensoriali nel rapporto con tali condizioni e strumenti.

    Programma e bibliografia:
    Il programma verrà indicato successivamente.
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  5. #5
    Esercitazioni di informatica
    Docente: Tira Stella

    Obiettivi formativi:
    Il corso si propone di approfondire le basi tecniche per utilizzare opzioni avanzate nell'analisi di testi, di dati, di presentazione di esperimenti. Verranno inoltre fornite le basi per l'utilizzo di programmi statistici e di analisi dei dati utilizzati nelle scienze psicologiche.

    Programma e bibliografia:
    Il corso ha lo scopo di fornire i concetti fondamentali della Tecnologia dell'Informazione e le basi necessarie all'utilizzo di Microsoft Word e Microsoft Excel.

    Programma del corso:
    Concetti di base della Tecnologia dell'Informazione
    I diversi tipi di computer
    L'architettura del personal computer: unità centrale, dispositivi di memoria,unità di I/O
    Software di base e software applicativo
    Privacy
    Diritti d'autore
    Le reti
    Tipi di rete
    La storia di Internet
    Connessione ad Internet: protocolli, provider
    Browser e motori di ricerca
    I principali servizi di Internet: posta elettronica e WWW
    Cenni ad altri servizi quali ftp, telnet, forum, newsgroup, e-commerce
    L'ambiente Windows
    Il desktop
    Gestione delle finestre
    Avvio di programmi
    Cartelle, file, tipi di file
    Archiviazione e ricerca di file
    Microsoft Word
    Descrizione delle principali barre strumenti
    Redazione, salvataggio e modifica di testi
    Impostazione e stampa di documenti
    Elenchi puntati, tabulazioni, tabelle, intestazione e piè di pagina
    Microsoft Excel
    Creazione, salvataggio e modifica di un foglio elettronico
    Formule
    Utilizzo di grafici
    Passaggio di informazioni fra applicazioni diverse

    Modalità di svolgimento dell'esame
    Questionario riguardante i concetti teorici di base
    Prova pratica relativa a Word o ad Excel
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  6. #6
    Fondamenti anatomo-fisiologici dell'attività psichica
    Docente: Toraldo Francesco Alessio

    Obiettivi formativi:
    L'insegnamento mira a fornire allo studente le conoscenze sull'anatomia e fisiologia del sistema nervoso, necessarie alla comprensione delle principali funzioni integrative cerebrali. E' un insegnamento fondamentale per lo studente di psicologia, poiché l'attività cerebrale è la base fisica dei processi mentali.
    Il corso può essere seguito dagli studenti che abbiano già sostenuto Biologia e genetica, e Elementi di neurobiologia cellulare.

    Programma e bibliografia:
    Generalità su sezione afferente: recettori (somatici e viscerali), sensi coscienti ed incoscienti. Generalità su sezione efferente: effettori, sezione efferente somatica (motoneuroni alfa e muscolo scheletrico) e viscerale (neuroni pre-gangliari e postgangliari e muscoli lisci e ghiandole).
    Sezione afferente, sensitiva del sistema nervoso
    Recettori sensitivi: tipi, stimolo adeguato, trasduzione del segnale, adattamento dei recettori, classificazione fibre nervose (diametro e velocitá di conduzione). Tatto e pressione: recettori, diversitá della sensibilitá agli stimoli tattili delle diverse zone del corpo, vie del tatto e della pressione (colonne dorsali-lemnisco mediale), area somestesica primaria, organizzazione somatotopica ed omuncolo sensitivo. Codificazione dell'informazione sensoriale: riconoscimento intensità, sede e tipo di una sensazione. Cenni sulla struttura della corteccia. Dolore: recettori, tipi di fibre nervose delle vie afferenti, stimoli adeguati, adattamento, vie del dolore (fascio spinotalamico), modulazione del dolore (sistema analgesico e modulazione da afferenze sensoriali), arti fantasma e dolore fantasma. Sensibilitá termica: gradazioni di temperatura percepite, tipi di recettori, sede dei recettori, adattamento, vie della sensibilitá termica (via antero-laterale).
    Sezione efferente, motoria del sistema nervoso
    Tipi di motilitá tipi: somatica e viscerale. Sottosistemi motori: motoneuroni inferiori, motoneuroni superiori (nel tronco encefalico e corteccia motoria), cervelletto, gangli della base. Muscolo scheletrico: meccanismo della contrazione (ciclo di interazione actina-miosina), tipi di contrazione (isometrica e isotonica), placca neuromuscolare, accoppiamento eccitazione-contrazione, regolazione della forza sviluppata (effetti della frequenza di stimolazione, contrazione singola e tetano). Controllo sui motoneuroni alfa: dal midollo spinale: riflessi. Arco riflesso: componenti e caratteristiche. Riflessi spinali: da stiramento, di deambulazione. Riflesso da stiramento: stimolo adeguato, risposta, significato del riflesso, fusi neuromuscolari, circuito neuronale, attivitá gamma e suo significato, aree di controllo dell'attivitá gamma. Riflesso di deambulazione. Controllo sui motoneuroni alfa: dal tronco encefalico e corteccia. Organizzazione dei motoneuroni nelle corna ventrali del midollo spinale (parte mediale e parte laterale) e parti del corpo controllate. Ruolo della corteccia motoria: aree primaria e premotoria. Vie discendenti dalla corteccia: origine, fascio cortico-spinale mediale e laterale, fascio cortico-rubro-spinale. Proiezioni discendenti e finezza dei movimenti. Effetti di lesioni delle vie motorie. Controllo sui motoneuroni alfa: ruolo del cervelletto e dei gangli della base. Differenze nel controllo del movimento tra cervelletto e gangli della base. Patologie da lesioni dei gangli della base e del cervelletto. Cervelletto. Suddivisione anatomica e funzionale del cervelletto. Funzioni principali del cervelletto: controllo movimenti posturali ed equilibrio, controllo a feed-back dei movimenti delle parti distali del corpo, pianificazione e temporizzazione del movimento. Gangli della base. Nomenclatura, afferenze ai gangli della base ed efferenze dai gangli della base, circuiti e loro significato funzionale.
    Sensi Speciali
    Gusto
    Funzione, organi coinvolti nel gusto, quali recettori sulle cellule gustative, sensazioni gustative primarie. Bottone gustativo (recettore del gusto): specificitá, adattamento, trasduzione del segnale, codificazione della sensazione di gusto, vie gustative.
    Olfatto
    Membrana olfattoria (recettore dell'olfatto): sede, cellule costituenti. Caratteristiche sostanze odorose. Trasduzione della sensazione olfattiva a livello delle cellule olfattorie. Codificazione della sensazione olfattiva. Adattamento. Vie olfattive ed aree olfattive.
    Udito
    Anatomia: orecchio esterno, medio ed interno; ossicini dell'udito: nomenclatura, disposizione, funzione. Trasmissione delle onde sonore dal timpano alla coclea; membrana basilare e sue frequenze di risonanza all'apice e base della coclea; cellule dell'organo del Corti; stereocilia, membrana tectoria; trasduzione del segnale nelle cellule del Corti: ruolo delle cilia e modificazioni del potenziale di membrana. Decodificazione delle frequenze e dell'intensità di un suono. Scala dell'intensità dei suoni uditi. Frequenze udibili. Vie uditive. Corteccia uditiva: sede, mappe tonotopiche. Riconoscimento della direzione da cui proviene un suono. Controllo centrale della sensibilità uditiva.
    Senso Vestibolare
    Anatomia: otriculo, sacculo, canali semicircolari; cellule ciliate, otoliti. Vie vestibolari: apparato vestibolare e movimenti della testa e del tronco; apparato vestibolare e movimenti degli occhi.
    Vista
    Anatomia; cristallino: sua posizione e sue modificazioni; iride; retina: recettori (bastoncelli e coni); neuroni: cellule bipolari, gangliari, orizzontali; vie ottiche; recettori: come sono fatti i coni e i bastoncelli, come sono distribuiti nella retina. Occhio ed intensità luminosa: iride, recettori sensibili alla luce e all'oscurità. Ottica della visione: rifrazione; cenni sulle lenti convesse e concave; distanza dall'occhio e raggi paralleli, convergenti e divergenti; accomodazione; l'immagine retinica. Meccanismo della fotoricezione: generalità sui composti fotosensibili dei coni e dei bastoncelli e loro ruolo; coni: pigmenti e sensibilità alle diverse lunghezze d'onda della luce; campo visivo delle cellule gangliari; cellule gangliari a centro on e a centro off; circuiti retinici e cellule gangliari on e off; sequenza di eventi elettrici che conseguono all'illuminazione del centro del campo recettivo di una cellula on e off.
    Sistema nervoso autonomo:
    funzione; sezioni orto- e para- simpatica; gangli paravertebrali, prevertebrali e periferici; percorso vie simpatiche percorso vie parasimpatiche; neurotrasmettitori nelle terminazioni pre- e post-gangliari.
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  7. #7
    Fondamenti di psicologia dell'orientamento scolastico e professionale
    Docente: Zanetti Maria Assunta

    Obiettivi formativi:
    Il corso si propone di analizzare i processi implicati nel processo di orientamento sia scolastico che professionale. L'orientamento è un processo complesso, continuativo, dinamico e non direttivo che interessa tutto l'arco di vita e che si realizza attraverso un percorso di analisi delle abilità, attitudini, interessi e motivazioni. L'obiettivo del corso è quello di fornire modelli teorici e strumenti di valutazione che consentano di inserire il processo decisionale della scelta in un itinerario formativo.

    Programma e bibliografia:
    Il corso si propone di analizzare i processi implicati nel processo di orientamento sia
    scolastico che professionale. L'orientamento è un processo complesso, continuativo,
    dinamico e non direttivo che interessa tutto l'arco di vita e che si realizza all'interno di un
    percorso di analisi delle abilità, attitudini, interessi e motivazioni.
    L'obiettivo del corso è quello di fornire modelli teorici e strumenti di valutazione che
    consentano di inserire il processo decisionale della scelta in un itinerario formativo.

    Programma del corso: Modelli teorici dell'orientamento e modelli di presa di decisione
    § Orientamento: definizioni e problemi
    § Quadro storico di riferimento
    § Presentazione dei principali modelli
    § Problema della valutazione delle attitudini, interessi e motivazioni
    § Scelta e decisioni: analisi di percorsi

    Bibliografia
    Testi consigliati (obbligatori)
    J. Guichard, M. Huteau, Psicologia dell'orientamento professionale, Cortina, Milano, 2003
    M.A. Zanetti, Orientamento alla scelta. Percorsi formativi, principi ed esperienze, Rivista per l'orientamento Magellano, II, 7, 44-48, 2001
    Testi consigliati (uno a scelta)
    S. Soresi, L. Nota, Interessi e scelte: come si evolvono e come si rilevano le preferenze professionali. ITER, Firenze, 2000
    O. Scandella, D. Bellamio, E. Cicciarelli, M. Vimercati, La scuola che orienta. Percorsi, ruoli e strumenti, La Nuova Italia, Firenze, 2002

    Verranno segnalate ulteriori indicazioni bibliografiche ad integrazione durante il corso.
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  8. #8
    Fondamenti di psicologia dello sviluppo
    Docente: Pagnin Adriano

    Obiettivi formativi:
    Il corso ha come scopo di offrire una conoscenza di base delle teorie e metodi della psicologia dello sviluppo. Lo studente dovrà acquisire le nozioni fondamentali relative ai principali indirizzi teorici nel campo, ai metodi di ricerca, alle principali fasi dello sviluppo ed ai concetti elementari dello sviluppo cognitivo e affettivo.

    Programma e bibliografia:
    Argomenti del corso:
    - le principali teorie dello sviluppo: cenni storici e paradigmi teorici
    - i principali aspetti metodologici della ricerca in psicologia dello sviluppo: rapporto fra teorie e metodi, funzioni e limiti dei diversi approcci metodologici, metodi di ricerca specifici
    - le fasi di sviluppo in generale e in relazione ai diversi approcci di ricerca
    - aspetti biologici, aspetti sociali e loro interazione nello sviluppo
    - principali aspetti dello sviluppo: cognitivi, sociali, affettivi
    - aspetti di continuità e discontinuità dello sviluppo nell'arco di vita
    - lo sviluppo cognitivo: percezione, memoria, linguaggio, pensiero
    - lo sviluppo della percezione
    - lo sviluppo motorio
    - lo sviluppo della rappresentazione: schemi, simboli, concetti, parole
    - lo sviluppo sociale .

    Bibliografia:
    Camaioni, L., Di Blasio, P. - Psicologia dello sviluppo. Bologna: Il Mulino, 2002 - cap. 1, 2, 3, 4, 5, 6 (pp. 1- 183)
    Testi integrativi:
    Piaget, J. - La nascita dell'intelligenza nel bambino. Firenze: La Nuova Italia.
    Piaget, J. - La formazione del simbolo nel bambino. Firenze: La Nuova Italia.
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  9. #9
    Fondamenti di psicologia dinamica
    Docente: Francesconi Marco

    Obiettivi formativi:
    Il corso intende fornire una visione storica della Psicoanalisi e dei suoi sviluppi, considerando il pensiero di Freud (con un confronto diretto su testi freudiani) e dei più significativi rappresentanti degli sviluppi successivi. Verranno presentati i modelli teorici della mente in psicoanalisi, in connessione con raffigurazioni contemporanee del funzionamento psichico. L'approccio vuole pertanto essere informativo - finalizzato alla acquisizione delle conoscenze di base nella materia - e critico, per favorire una visione equilibrata della validità attuale dell'approccio psicoanalitico alla cultura e alla cura.

    Programma e bibliografia:
    Siglatura a uso interno: FR1
    Il corso intende fornire una visione storica della Psicoanalisi, avviando allo studio del pensiero di Sigmund Freud e di quello dei più significativi rappresentanti degli sviluppi successivi. Propone inoltre il confronto diretto con testi freudiani che presentano modelli teorici della mente utili alla ricerca di connessioni con le raffigurazioni contemporanee del funzionamento psichico.
    L’approccio vuole pertanto essere contemporaneamente informativo – finalizzato alla acquisizione delle competenze di base nella materia – e critico, per consentire una visione il più possibile equilibrata della validità e della attualità dell’approccio psicoanalitico alla cultura e alla cura.
    Programma del corso: Storia della Psicoanalisi: autori, opere, teorie.
    · Il modello freudiano.
    · Le dissidenze teoriche.
    · L’intreccio con il pensiero filosofico.
    · Il ventaglio dei percorsi successivi (Psicologie dell’Io, del Sé, delle relazioni oggettuali inglesi e nord-americane, la scuola francese)

    Bibliografia per l’esame:
    Vegetti Finzi S., (1990). Storia della Psicoanalisi. (Milano: Oscar Mondadori).
    Cap.: da I a VIII; da X a XII; XIV; XVI; da XX a XXV.
    Freud S., (1911). Precisazioni sui due principi dell’accadere psichico. In: Opere. (Torino: Bollati Boringhieri). Vol.6. (1974) Pag. 453-460
    Freud S., (1922). L’Io e l’Es. Ibidem: Vol. 9. (1977) Pag. 475-520.

    N.B. Gli esami si svolgeranno attraverso prove scritte.
    Si raccomanda di verificare personalmente le procedure e le scadenze di iscrizione agli esami esposte sotto forma di avviso in Istituto o, quando possibile, nel sito http://www.unipv.it/webpsyco/

    Gli studenti del vecchio ordinamento (quinquennio) che dovessero ancora sostenere l’esame di Psicologia Dinamica 1 possono utilizzare il cumulo dei due programmi: FR1 (052952) +FR2 (052953).
    Per l’esame di Psicologia Dinamica 2 si possono utilizzare cumulativamente i programmi dei corsi Prof. Silvia Vegetti Finzi su Adolescenza (cod. 052117; siglatura interna: SVFa) e Bioetica (cod. 052310; siglatura interna: SVFb). I due moduli di ciascun esame possono essere sostenuti in un unico appello oppure in due appelli distinti.
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  10. #10
    Fondamenti di psicologia generale
    Docente: Pessa Eliano

    Obiettivi formativi:
    Il corso ha lo scopo di offrire una conoscenza di base delle principali teorie e metodi utilizzati nell'ambito della Psicologia generale, con riferimento alle nozioni di base sui processi cognitivi e sugli aspetti motivazionali, emozionali e della personalità. Lo studente dovrà avere una conoscenza di base dei concetti, dei problemi, della terminologia e dello sviluppo storico delle ricerche relative alla psicologia, dei principali approcci teorici e dei metodi di ricerca in esse utilizzati.

    Programma e bibliografia:
    L'indagine dei processi cognitivi: storia e metodi.
    - lo sviluppo storico della psicologia: approccio comportamentista e approccio gestaltista
    - il ruolo della teoria dell'informazione e dell'Intelligenza Artificiale
    - l'approccio cognitivista
    - i metodi di studio del comportamento
    - la rappresentazione della conoscenza: approccio computazionale simbolico e approccio connessionista
    - nozioni generali sui processi cognitivi: attenzione, percezione, memoria, apprendimento, ragionamento, soluzione di problemi, linguaggio.

    Bibliografia
    - L.Anolli, P.Legrenzi, Psicologia Generale, Il Mulino, Bologna 2001, capp. 1,2,3,4,5 (pp. 1-179)
    - E.Pessa, M.P.Penna, Manuale di Scienza Cognitiva, Laterza, Roma-Bari 2000, capp. 1,2 (pp.3-78)
    - O.Andreani Dentici, Intelligenza e Creatività, Carocci, Roma 2001 (pp. 1-140).
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  11. #11
    Fondamenti di psicologia sociale
    Docente: Mazzoleni Carla

    Obiettivi formativi:
    Il corso si propone di fornire le basi della disciplina attraverso lo studio degli effetti dell'interazione sociale sul comportamento del soggetto nelle relazioni diadiche, nei gruppi e nelle collettività. Psicologia dei gruppi e dinamiche di interazione, motivazione sociale e conflitto, comunicazione e persuasione, con particolare riferimento allo studio dei rapporti paritari e gerarchici in ambito sociale e professionale.

    Programma e bibliografia:
    * La psicologia sociale: storia e identità
    * La matrice americana e la matrice europea della psicologia sociale
    * Il contributo di S. Moscovici alla creazione di una psicologia sociale europea
    * La cognizione sociale: il ragionamento sociale, la formazione del giudizio sociale, le rappresentazioni sociali, la categorizzazione sociale, gli stereotipi e i pregiudizi
    * Il sé, l'identità personale/sociale, il contributo di H. Mead; forme diverse di conoscenza del sé.
    * L'interazione nei gruppi: il concetto di interdipendenza, lo status e il ruolo, le norme di gruppo, il potere, la leadership, le reti di comunicazione; il fenomeno della polarizzazione nella presa di decisione
    * I rapporti intergruppi: il continuum interpersonale-interguppi, il confronto sociale. La discriminazione intergruppi
    * Persuasione e influenza sociale: influenza maggioritaria e influenza minoritaria, conformismo e innovazione, modello funzionalista e modello genetico, condiscendenza e conversione.

    Bibliografia
    Palmonari A., Cavazza N., Rubini M. (2002), "Psicologia sociale", Bologna: Il Mulino.
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  12. #12
    Informatica avanzata
    Docente: Albani Nicoletta

    Obiettivi formativi:
    Il corso ha lo scopo di fornire le basi tecniche per permettere allo studente di utilizzare il computer al fine di usare i differenti pacchetti informatici relativi alla scrittura, alla formattazione, alla catalogazione e analisi dei dati; inoltre di ricercare informazioni in rete e su Data Base dedicati.
    ·Caratteristiche di base dell'ambiente EXCEL (formattazione celle, gestione fogli e cartelle, impostazione di stampa etc.)
    ·Formule e Funzioni ( funzioni matematiche , logiche e statistiche )
    ·Grafici : scelta tipo di grafico, costruzione, personalizzazione.
    ·Tecniche avanzate:
    - collegamenti fra fogli
    - formattazione condizionale
    - elenchi automatici
    - ordinamento dati,
    - filtri,
    - subtotali
    · Macro
    · Tabelle Pivot

    Programma e bibliografia:
    Il programma verrà indicato successivamente.
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  13. #13
    Inglese scientifico
    Docente: Bianchi Francesca

    Obiettivi formativi:
    Il corso si propone di approfondire le conoscenze della lingua inglese scritta e parlata in relazione alla necessità dello studente di poter ricevere e trasmettere conoscenze nei diversi campi della psicologia, con particolare riferimento a pubblicazioni su riviste internazionali. Verranno inoltre forniti elementi per sviluppare la capacità di preparare manoscritti scientifici nell'ambito psicologico e favorire la pubblicazione e la diffusione dei propri risultati all'interno della comunità internazionale.

    Programma e bibliografia:
    Analisi di diverse tipologie di testo ricorrenti nel settore scientifico/psicologico, con particolare attenzione, all'organizzazione degli argomenti (macrostrutture), all'identità dell'autore, alla coesione del testo. Ricerca e analisi della terminologia specifica. Studio della costruzione delle parole tramite prefissi e suffissi. Analisi delle forme connettive per la creazione delle relazioni logiche, sequenziali e temporali nel testo. Studio delle forme linguistiche che consentono di creare analogia, contrasto, esemplificazione. Analisi del rapporto tra testo e immagini. Accenni ai diversi livelli di formalità della lingua inglese. Utilizzo di un piccolo corpus di testi in lingua inglese come ausilio nelle attività di scrittura.

    Testi adottati
    Rossini Favretti R., Bondi Paganelli M., Il testo psicologico. Aspetti della traduzione e della lettura in lingua inglese, Pitagora, 1988.
    Dispensa disponibile a partire da ottobre presso la libreria CLU.

    Altri testi di riferimento per lo studio personale
    Alessi G. , Garton S., Reading for Research in Psychology, LED, 1999: testo per livello da principiante a intermedio volta ad insegnare agli studenti come affrontare la comprensione di un testo in lingua inglese.
    Andreolli M.G., Levi Fioretto M., Gario O., English Grammar, Petrini Ed.: grammatica di base.
    Baldry A. (Ed.), Multimodality and Multimediality in the distance learning age, Palladino Editore, Campobasso, 2000: raccolta di saggi in lingua inglese che discutono e analizzano la struttura multimodale e multimediale dei testi moderni. Offre una nuova prospettiva e spunti per l'analisi di testi e generi testuali.
    Bowker L., Pearson J., Working with Specialized Language. A practical guide to using corpora, Routledge, London & New York, 2002.
    Lamartina A., Il lessico nel testo psicologico inglese. Liste di frequenza, Sigma Edizioni, Palermo, 1997: liste lessicali di frequenza con traduzione. Questo testo può in parte svolgere il lavoro di piccolo dizionario di psicologia inglese-italiano.
    Seal B., Academic Encounters. Reading, Study Skills, and Writing, Cambridge University Press, Cambridge, 1997.
    Swain E., Falinska B., On the right track, Giunti, Firenze, 1995: manuale di inglese di base (grammatica e lessico) volto a preparare gli studenti alla lettura e traduzione di testi di psicologia.

    Questo elenco potrà essere modificato, aggiornato e integrato durante il corso.
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  14. #14
    Lingua inglese
    Docente: Bianchi Francesca

    Obiettivi formativi:
    Il corso si propone di fornire le conoscenze fondamentali per permettere agli studenti di fruire della letteratura scientifica e delle strumentazioni psicologiche attualmente disponibili in lingua inglese. Verranno affrontati gli elementi fondamentali della lingua soprattutto in relazione alla comprensione del testo scritto e all'analisi dei termini tecnici maggiormente utilizzati nell'area psicologica.

    Programma e bibliografia:
    Durante il corso si procederà alla lettura e traduzione di brani di argomento psicologico di difficoltà crescente, tratti dai testi adottati, accompagnata da spiegazioni ed esercizi di carattere lessicale, grammaticale e sintattico. Particolare attenzione sarà dedicata a: principali acronimi e sigle ricorrenti, costruzione delle parole, antroponimi e toponimi, "falsi amici", espressioni idiomatiche, strutture coesive. Verranno inoltre svolte lezioni sull'utilizzo dei dizionari e lezioni di fonetica per consentire agli studenti di poter sfruttare al meglio e in modo autonomo le risorse disponibili.
    Il corso si svolgerà in lingua italiana. Le modalità dell’esame verranno specificate durante il corso.

    Testi adottati
    Alessi G. , Garton S., Reading for Research in Psychology, LED, 1999.
    Seal B., Academic Encounters. Reading, Study Skills, and Writing, Cambridge University Press, Cambridge, 1997.
    Dispensa disponibile a partire da ottobre presso la libreria CLU.

    Altri testi di riferimento per lo studio personale
    Andreolli M.G., Levi Fioretto M., Gario O., English Grammar, Petrini Ed.: grammatica di base.
    Catani E., A Translation Companion to Education and Psychology. La traduzione (inglese vs italiano) per la Facoltà di Scienze della Formazione, QuattroVenti, Urbino, 1999: raccolta di testi in lingua inglese di ambito psicologico o correlato, accompagnati da traduzione e spiegazioni grammaticali.
    Lamartina A., Il lessico nel testo psicologico inglese. Liste di frequenza, Sigma Edizioni, Palermo, 1997: liste lessicali di frequenza con traduzione. Questo testo può in parte svolgere il lavoro di piccolo dizionario di psicologia inglese-italiano.
    Swain E., Falinska B., On the right track, Giunti, Firenze, 1995: manuale di inglese di base (grammatica e lessico) volto a preparare gli studenti alla lettura e traduzione di testi di psicologia. Caldamente consigliato ai principianti assoluti.

    Questo elenco potrà essere modificato, aggiornato e integrato durante il corso.
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

  15. #15
    Metodi quantitativi in psicologia
    Docente: Pessa Eliano

    Obiettivi formativi:
    Il corso ha lo scopo di offrire agli studenti alcuni strumenti di natura quantitativa utili per la costruzione e la verifica di modelli dei processi di sviluppo. Lo studente dovrà formarsi una conoscenza di alcune tecniche specifiche di analisi dei dati, sia di natura statistica convenzionale che avanzata.
    Il corso può essere seguito dagli studenti che abbiano già sostenuto Metodologia della ricerca psicologica e Tecniche sperimentali di ricerca.

    Programma e bibliografia:
    Teorie e modelli.
    La rappresentazione quantitativa dei processi evolutivi.
    Tecniche di data mining.
    Richiami sull'analisi di regressione, sull'analisi delle componenti principali e sulla cluster analysis.
    Nozioni generali sulle reti neurali e sul loro utilizzo per il data mining.
    Modelli connessionistici dei processi evolutivi.
    I modelli basati sulle equazioni strutturali.

    Testi d'esame
    P.Corbetta (2002). Metodi di analisi statistica multivariata per le scienze sociali. I modelli di equazioni strutturali. (Bologna: Il Mulino). Capp. 1-3 (pp. 1-90)
    - E.PESSA, Statistica con le reti neurali: una introduzione. Apogeo, Milano 2003.
    - E.PESSA, Reti neurali e processi cognitivi, Di Renzo, Roma 1993, Capitoli 1 e 4.
    - C.MERAVIGLIA, Le reti neurali nella ricerca sociale, Angeli, Milano 2001, capitoli 1-10.
    Per gli argomenti di statistica generale fare riferimento a un testo a scelta tra i seguenti:
    - P.KLINE, Guida facile all'analisi fattoriale, Astrolabio, Roma 1997.
    - A.RIZZI, Analisi dei dati. Applicazioni dell'informatica alla statistica, Carocci, Roma 1985.
    - V.RUBINI, Le basi teoriche del testing psicologico, Patron, Bologna 1975.
    [“Tutte le lettere sono d'amore”]>>Yellow Letters

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy