• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 1 di 1
  1. #1
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    25-09-2009
    Messaggi
    138

    Consiglio su magistrale, clinica cognitiva?

    Ciao,
    Mi sono appena laureato in "Scienze e Tecniche Psicologiche" a Trieste, e sto scegliendo la Magistrale dove proseguire gli studi.

    Sebbene già dal primo anno avevo intenzione di completare i 3 anni con il curriculum Psicobiologico in modo da poi poter essere ammesso a Clinica a Padova (o in altra università), ora sono cambiate un po' le cose.

    All'inizio di questo terzo anno ero indeciso se continuare o no con Neuropsicologia (la naturale prosecuzione degli studi per quelli del mio indirizzo), siccome mi hanno consigliato di scegliere o clinica o neuropsicologia ho escluso la neuropsicologia (che in effetti mi interessa molto meno).

    Il fatto è che neanche la clinica in senso tradizionale mi ispira, né trovo interessante avere in futuro a che fare con pazienti con problemi d'ansia, di depressione o simili. Piuttosto mi sarebbe interessato diventare sessuologo, che lo trovavo più interessante (e mi interessa tutt'ora, cioè non escludo che in futuro possa avvicinarmi a questo ramo, ma non è il mio obbiettivo principale, che per ora mi rimane vago e ignoto sostanzialmente).

    Ma ora, se devo scegliere solo dal punto di vista di "cosa mi piacerebbe studiare nei prossimi due anni": credo mi piacerebbe studiare una "Clinica cognitiva" piuttosto che la "Clinica tradizionale", e non so dove trovare una cosa del genere, se esiste. I miei miti sono psicologi come Seligman e Goleman, piuttosto che Freud. A me piacerebbe avere a che fare con la salute più che con la malattia, con difficoltà di relazione più che con depressione.

    Tra l'altro so che la psicologia clinica è un campo davvero saturo e io sto cercando qualche strada creativa da proseguire.
    D'altro canto però non vorrei infognarmi in qualche laurea stramba senza futuro, e mi viene da chiedermi se non è forse meglio studiare clinica che mi dà buone basi e poi sviluppare da me quello che mi interessa.
    Infatti c'è da dire che neanche gli esami del curriculum Psicobiologico mi ispiravano quando l'ho scelto (l'avevo scelto con l'interesse di proseguire con clinica), poi gli esami mi sono piaciuti e molto.

    Avete qualche consiglio da darmi?
    Grazie
    Ultima modifica di victormancini : 28-09-2009 alle ore 13.34.57

Privacy Policy