• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 22

Discussione: Pro-ana

  1. #1
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    21-02-2006
    Messaggi
    83

    Pro-ana

    Cari amici, sono allibita! Ho visitato un blog che si chiama pro-ana dove le ragazze dai 15 ai 25 anni si scambiano consigli su come controllare la fame, come vomitare in modo semplice e veloce dopo un'abbuffata,ecc...
    Non so proprio cosa pensare! Cercano conforto a vicenda per resistere alla fame ... vi sembra possibile?

  2. #2
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    21-06-2005
    Residenza
    toscana
    Messaggi
    490

    Riferimento: Pro-ana

    Citazione Originalmente inviato da francesca111 Visualizza messaggio
    Cari amici, sono allibita! Ho visitato un blog che si chiama pro-ana dove le ragazze dai 15 ai 25 anni si scambiano consigli su come controllare la fame, come vomitare in modo semplice e veloce dopo un'abbuffata,ecc...
    Non so proprio cosa pensare! Cercano conforto a vicenda per resistere alla fame ... vi sembra possibile?
    Ho letto su una rivista che ce ne sono molti di questi siti e che si sta cercando di fare qualcosa a livello istituzionale per poterli oscurare.

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di steff1988
    Data registrazione
    04-08-2007
    Messaggi
    223

    Riferimento: Pro-ana

    Bè, certo che è possibile.. E' come se fossero devote a una religione.. Si fanno forza tra di loro etc.. Ma cmq chi fa parte di quei siti è solo una PICCOLA PARTE di chi REALMENTE soffre di disturbi del comportamento alimentare.
    Cmq nn c'è niente d cui sorprendersi. Nn capiscono minimamente che il loro comporamento è dannoso, e talvolta letale. E molte ragazze all'inizio dei loro siti scrivono chiaro e tondo che nessuno gli deve rompere le scatole, perchè sono blog sui quali loro possono scrivere qualsiasi cosa, e chi non vuole leggere.. Non legga!

  4. #4
    Partecipante Assiduo L'avatar di steff1988
    Data registrazione
    04-08-2007
    Messaggi
    223

    Riferimento: Pro-ana

    Più che altro chiediamoci se è "possibile" che le ragazze fanno quelle cose.. Perchè anoressiche e bulimiche i trucchetti per non mangiare, per consumare calorie, per imbrogliare i genitori etc li sanno tutti.. Nn hanno bisogno dei siti pro ana e pro mia [perchè ricordiamoci che dei disturbi del comportamento alimentare fa parte anche la bulimia, non solo l'anoressia. Spesso viene considerata un disturbo alimentare di "serie b" solo perchè non dà sempre modificazioni visibili del peso]

  5. #5
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: Pro-ana

    ce ne sono tanti, aprono e chiudono continuamente. Quello che va rilevato è, secondo me, la personificazione della malattia: si riferiscono a anoressia e bulimia come se fossero 2 persone (Ana e Mia) dicendo frasi del tipo "sono stata Ana dai 12 ai 14 anni", poi "è arrivata Mia quando aveo 13 anni". Se pensiamo che l'adolescenza è un'età centrale per la formazione dell'identità, porta a fare alcune riflessioni. Ne abbozzo alcune:
    -Carenza di modelli di riferimento significativi nela vita reale (famiglia, società, mass media)
    -Proposta di modelli legati all'esteriorità (soprattuttutto in tv, ma non solo)
    -Bisogno di "fare comunità"
    -Legami (sia reali che virtuali) basati sull'estetica e l'esteriorità anzichè sul confornto di idee e contenuti
    -Creazione di una subcultura in cui mutuare e rinforzare acune regole funzionali al mantenimento dei DCA
    Ultima modifica di Johnny : 21-11-2009 alle ore 21.47.19

  6. #6
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    21-02-2006
    Messaggi
    83

    Riferimento: Pro-ana

    Quello che mi sconvolge di più é che i genitori non si accorgano di quello che capita alle proprie figlie! Le mamme di oggi sembrano incapaci di trasmettere dei valori ai figli: sono tutte prese dalla carriera, dalla dieta, dalla palestra, dai vestiti alla moda... sembra che non ci sia più tempo per nessun'altro se non che per se stesse! Chi dice che" non é importante la quantità di tempo ma la qualità del tempo che si passa con i figli "per me sbaglia. Ci vuole tempo e ci vuole sacrificio per crescere un figlio/a, non si può pensare più alla discoteca a rimorchiare o a mettere il tanga piuttosto che la minigonna!!! Per fortuna non siamo tutti così!

  7. #7
    Partecipante Figo L'avatar di Blooby gosh
    Data registrazione
    25-08-2009
    Messaggi
    974

    Riferimento: Pro-ana

    Citazione Originalmente inviato da francesca111 Visualizza messaggio
    Quello che mi sconvolge di più é che i genitori non si accorgano di quello che capita alle proprie figlie! Le mamme di oggi sembrano incapaci di trasmettere dei valori ai figli: sono tutte prese dalla carriera, dalla dieta, dalla palestra, dai vestiti alla moda... sembra che non ci sia più tempo per nessun'altro se non che per se stesse! Chi dice che" non é importante la quantità di tempo ma la qualità del tempo che si passa con i figli "per me sbaglia. Ci vuole tempo e ci vuole sacrificio per crescere un figlio/a, non si può pensare più alla discoteca a rimorchiare o a mettere il tanga piuttosto che la minigonna!!! Per fortuna non siamo tutti così!
    Se queste ragazze hanno un problema, qualche causa ci sarà, no? e poi di solito più che di madri distratte, si tratta di altro, più complesso. C'è un sistema famiglia che incide sul disturbo. E il padre dove lo mettiamo?

    Questi siti ti fanno entrare in una dimensione ignota a chi non soffre di questi disturbi e danno qualche spunto d'intervento.
    Nasciamo tutti incendiari e moriamo pompieri

  8. #8
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    Belluno
    Messaggi
    162

    Riferimento: Pro-ana

    Citazione Originalmente inviato da francesca111 Visualizza messaggio
    Quello che mi sconvolge di più é che i genitori non si accorgano di quello che capita alle proprie figlie! Le mamme di oggi sembrano incapaci di trasmettere dei valori ai figli: sono tutte prese dalla carriera, dalla dieta, dalla palestra, dai vestiti alla moda... sembra che non ci sia più tempo per nessun'altro se non che per se stesse! Chi dice che" non é importante la quantità di tempo ma la qualità del tempo che si passa con i figli "per me sbaglia. Ci vuole tempo e ci vuole sacrificio per crescere un figlio/a, non si può pensare più alla discoteca a rimorchiare o a mettere il tanga piuttosto che la minigonna!!! Per fortuna non siamo tutti così!
    non generalizziamo con i giudizi...Molte mamme di 'oggi' sono anche operaie, commesse, cameriere, lavorano per contribuire a 'sbarcare il lunario', non vanno in palestra perchè non hanno possibilità, comprano gli abiti solo in svendita o al mercato. non è automatico che chi ha più tempo e si dedica meno a se stessa si dedichi di più ai figli, anzi.

  9. #9
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    21-06-2005
    Residenza
    toscana
    Messaggi
    490

    Riferimento: Pro-ana

    Oltre ai modelli sbagliati imposti dalla società, che non possiamo ignorare (le modelle che dovrebbero essere l'ideale della bellezza mostrato dalla moda sono spesso malate di anoressia e magre all'osso) io credo che ci siano motivi che affondano nelle disfunzioni familiari e che queste ragazze stiano cercando, tramite il sintomo della malattia e l'autodistruzione, di comunicire qualcosa, di esternare un loro disagio, di attirare l'attenzione dei familiari, di cercare amore e ascolto, di sentire il peso su di sè di tutti i disagi familiari.

    Ho inoltre notato nella mia pratica professionale di assitente sociale che accade varie volte a ragazzine che provengono da famiglie difficili, trascuranti, disagiate, multiproblematiche, seguite dai servizi sociali, di avere episodi di anoressia o disturbi alimentari nell'adolescenza, quasi a voler mostrare esternamente tutto il disagio provato durante l'infanzia. Questa è ovviemtne una mia riflessione, da non generalizzare poichè proviene esclusivamente dalla mia osservazione professionale.
    Ultima modifica di monicadal : 24-09-2009 alle ore 12.27.13

  10. #10
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    21-02-2006
    Messaggi
    83

    Riferimento: Pro-ana

    Citazione Originalmente inviato da marata59 Visualizza messaggio
    non generalizziamo con i giudizi...Molte mamme di 'oggi' sono anche operaie, commesse, cameriere, lavorano per contribuire a 'sbarcare il lunario', non vanno in palestra perchè non hanno possibilità, comprano gli abiti solo in svendita o al mercato. non è automatico che chi ha più tempo e si dedica meno a se stessa si dedichi di più ai figli, anzi.
    Non voglio generalizzare ma, essendo una mamma che si relaziona con altre mamme, vedo che oggi si dà priorità all'effimero.
    Io ho avuto, nella mia adolescenza, problemi relativi a disordini alimentari: mi alzavo la mattina con il pensiero fisso di dimagrire, mi sentivo bene solo se riuscivo a non mangiare... la forza di volontà e l'autocontrollo nei confronti dei miei bisogni avevano preso il sopravvento! Poi grazie ad una mamma, la mia, con i piedi per terra, che lavorava 12 ore al giorno, sono riuscita ad uscirne e a guarire ancora prima di arrivare a diventare una morta che camminava!!! Mia madre lo ha capito subito e mi ha aiutata! Queste mamme mi sembrano troppo distratte!

  11. #11
    Partecipante L'avatar di pierluigi1970
    Data registrazione
    20-11-2008
    Residenza
    Pescara
    Messaggi
    39

    Riferimento: Pro-ana

    Salve. Oggi si fa una gran confusione tra cio che si fa, e cio che si fa vedere. Mi spiego meglio, i genitori possono anche essere assenti ma è l'idea che i figli si fanno di loro che li accompagnerà per sempre. Se una mamma o un padre presenterà al proprio figlio in maniera negativa il proprio padre, quest'ultimo potrà fare tutto cio che vuole ma sarà sempre visto in modo negativo da parte del figlio. Esempio: quello str...o di tuo padre fa sempre tardi la sera..., l'idea del figlio/a quale sarà? diero ad ogni malessere di ogni individuo c'è sempre la famiglia in quanto il primo gruppo sociale è proprio quello. I figli sono il risultato di tutte le relazioni sociali (compresa la famiglia) che egli ha. La soluzione va ricercata in queste dinamiche.

  12. #12
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    Belluno
    Messaggi
    162

    Riferimento: Pro-ana

    Citazione Originalmente inviato da francesca111 Visualizza messaggio
    Non voglio generalizzare ma, essendo una mamma che si relaziona con altre mamme, vedo che oggi si dà priorità all'effimero.
    .... Queste mamme mi sembrano troppo distratte!
    ok, questa è 'una' fotografia del panorama che ti circonda, ma non è un campione rappresentativo, altre realtà e luoghi vedono la maggior parte di madri di cui parlavo sopra, consapevole che anche questo non è tuttavia un gruppo rappresentativo. potremmo disquisire sul cambiamento dei modelli proposti massmediatici, e del filtro distratto e disatteso delle madri, e i padri? dove sono? e le 'responsabilità' dei pari? e della scuola? e le caratteristiche individuali? e..........?
    forse è opportuno rifarci a 'concause' e fattori di rischio e di protezione piuttosto che relazioni tipo causa-effetto dirette.
    Ultima modifica di marata59 : 25-09-2009 alle ore 23.28.20

  13. #13
    Partecipante Figo L'avatar di Blooby gosh
    Data registrazione
    25-08-2009
    Messaggi
    974

    Riferimento: Pro-ana

    Citazione Originalmente inviato da francesca111 Visualizza messaggio
    Io ho avuto, nella mia adolescenza, problemi relativi a disordini alimentari
    Questo 3d mi sembra avere un significato diverso dopo questa affermazione.
    Nasciamo tutti incendiari e moriamo pompieri

  14. #14
    Partecipante Assiduo L'avatar di steff1988
    Data registrazione
    04-08-2007
    Messaggi
    223

    Riferimento: Pro-ana

    .. Non credo sia distrazione.. Sono più del parere che le mamme NON VOGLIONO VEDERE alcune cose.. Perchè non voglio AFFRONTARE una malattia.. O magari perchè la sottovalutano.. Oppure perchè in realtà INVIDIANO le figlie Perchè solitamente le anoressiche sono anche molto brave in molte cose[sport, studio etc..].. Quindi la situazione è complessa.
    Non puoi non accorgerti che tua figlia pesa 40 kg. Oppure che dopo essersi divorata mezza insalatiera d insalata di riso va in bagno ed esce con gli occhi rossi e lucidi, le mani graffiate e tutta sudata. Non è distrazione, è negazione. Credo.

  15. #15
    Partecipante Assiduo L'avatar di steff1988
    Data registrazione
    04-08-2007
    Messaggi
    223

    Riferimento: Pro-ana

    E poi.. Nn mi piacciono "Quelli della cattiva madre"! ^_-, cioè quelli che credono che sia sempre colpa delle madri..
    Sicuramente il rapporto con le madri è importantissimo per la crescita d una persona.. Però.. Non c'è solo quello. Il cibo è solo un MEZZO, e quello che si vuole comunicare [e quindi il contenuto] VARIA da situazione a situazione. Possono esserci situazioni difficile e disagiate.. Così come possono esserci la ragazzine vissute nella "Gabbia d'oro".. Ragazze sotto pressione, così come ci sono anche ragazzine abbandonate a se stesse.. Situazioni di violenza, abuso, delusioni, mancanza d fiducia.. E' talmente complesso che dire che le madri sono distratte mi sembra riduttivo [oltre che errato, come ho detto prima]. Poi ovviamente se sbaglio ditemelo Sono solo una studentessa del terzo anno d triennale..

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy