• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 10

Discussione: Lega Nord e Bossi

  1. #1
    Postatore OGM L'avatar di hoppy347
    Data registrazione
    03-03-2009
    Residenza
    Calabria
    Messaggi
    3,973

    Lega Nord e Bossi

    Cosa ne pensate? Ma soprattutto,mi chiedo: in un altro Paese,un partito del genere potrebbe esistere tranquillamente? E un personaggio che inneggia alla Padania libera continuerebbe a circolare liberamente,oppure sarebbe rinchiuso in galera o in un centro di igiene mentale?
    Membro del Club del Giallo - Tessera n° 12


  2. #2
    Partecipante Super Figo L'avatar di aMara835
    Data registrazione
    04-05-2008
    Residenza
    Altrove
    Messaggi
    1,587

    Riferimento: Lega Nord e Bossi

    Non so cosa accada in altri paesi, ma immagino che frange del genere ne esistano ovunque, movimenti legati a una vera o presunta identità culturale locale che sotto sotto (ma neanche tanto sotto) nascondono opinioni in odore di xenofobia.
    Io vivo in un territorio dove la Lega Nord è diffusa più che capillarmente e ho a che fare tutti i giorni con persone, anche della mia età, che in questo partito si riconoscono, vi hanno trovato secondo me un terreno fertile dove far germogliare una certa frustrazione, un certo disagio, nato nel vedere nel proprio territorio susseguirsi i flussi migratori dapprima provenienti dal sud Italia e poi dall'estero.
    Insomma la Lega interpreta e ha reso con gli anni istituzionale e accettabile quel rifiuto dello straniero (e del diverso in genere) che sta nascosto nel profondo di ogni società, soprattutto se è chiusa come quella di un certo Nord (qui nell'alto milanese la chiusura mentale, specialmente nei piccoli centri, a volte mi sembra quasi la norma).
    Non mi permetto di dare un giudizio politico, queste sono solo le mie impressioni maturate dall'avere un padre, numerosi zii e numerosi amici nonchè un ex fidanzato leghisti; in tutte queste persone quello che salta più all'occhio è la convinzione che la Lega non lavori per tutto il paese ma per loro in particolare in quanto parte di una sorta di club privato, quello dei nordici D.O.C., una cosa inquietante per non dire peggio...
    "Quando sono buona sono buona, quando sono cattiva sono meglio." (Mae West)

    THE FISHES ARE SILENT DEEP IN THE SEA,
    THE SKIES ARE LIT UP LIKE A CHRISTMAS TREE,
    THE STAR IN THE WEST SHOOTS ITS WARNING CRY:
    MANKIND IS ALIVE BUT MANKIND MUST DIE.
    (W.H. Auden, "Danse macabre")


    No one remembers the singer.
    The song remains.



  3. #3
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    24-07-2008
    Messaggi
    117

    Riferimento: Lega Nord e Bossi

    Citazione Originalmente inviato da hoppy347 Visualizza messaggio
    Cosa ne pensate? Ma soprattutto,mi chiedo: in un altro Paese,un partito del genere potrebbe esistere tranquillamente? E un personaggio che inneggia alla Padania libera continuerebbe a circolare liberamente,oppure sarebbe rinchiuso in galera o in un centro di igiene mentale?
    Perchè , adesso è diventato un reato avere un progetto politico secessionista e la Padania?
    occhio eh che se ragioniamo cosi qualsiasi cosa potrebbe diventare reato e quello ad essere rincchiuso potresti essere tu.

    condivido in parte l'analisi di Mara anche se lei nè da in toto un giudizio negativo , io nella Lega , in Bossi e in certi altri dirigenti tipo Borghezio e Gentilini , nella loro comunicazione , vedo il riemergere prepotente dell'inconscio sul conscio.
    La politica , il mondo intellettuale , le leggi dicono che bisogna parlare per bene e non offendere nessuno?
    e loro allora applicano il principio contrario , si ribellano e lasciano spazio aperto a tutte le opinoni , offese ed incitamente all'odio compresi.

    A livello politico hanno rappresentato e in parte lo rappresentano tutt'ora , l'esaurimento delle classi produttive settentrionali che lavorano come dei muli per sostenere con le tasse milioni di parassiti che campano di false pensioni e falsi posti di lavoro , pubblici.
    Ultima modifica di _Robert_ : 20-09-2009 alle ore 21.27.56

  4. #4
    Partecipante Super Figo L'avatar di aMara835
    Data registrazione
    04-05-2008
    Residenza
    Altrove
    Messaggi
    1,587

    Riferimento: Lega Nord e Bossi

    Citazione Originalmente inviato da _Robert_ Visualizza messaggio
    Perchè , adesso è diventato un reato avere un progetto politico secessionista e la Padania?
    occhio eh che se ragioniamo cosi qualsiasi cosa potrebbe diventare reato e quello ad essere rincchiuso potresti essere tu.

    condivido in parte l'analisi di Mara anche se lei nè da in toto un giudizio negativo , io nella Lega , in Bossi e in certi altri dirigenti tipo Borghezio e Gentilini , nella loro comunicazione , vedo il riemergere prepotente dell'inconscio sul conscio.
    La politica , il mondo intellettuale , le leggi dicono che bisogna parlare per bene e non offendere nessuno?
    e loro allora applicano il principio contrario , si ribellano e lasciano spazio aperto a tutte le opinoni , offese ed incitamente all'odio compresi.

    A livello politico hanno rappresentato e in parte lo rappresentano tutt'ora , l'esaurimento delle classi produttive settentrionali che lavorano come dei muli per sostenere con le tasse milioni di parassiti che campano di false pensioni e falsi posti di lavoro , pubblici.
    è vero quello che dici, ma devi riconoscere che su questo esaurimento giocano in maniera un po' scorretta, demonizzando per esempio l'immigrazione e fomentando il risentimento che già cova in quell'area...forse adesso si accaniscono contro lo straniero perchè non possono più gridare "Roma ladrona", dato che fanno parte dello stesso sistema dal quale volevano separarsi...
    "Quando sono buona sono buona, quando sono cattiva sono meglio." (Mae West)

    THE FISHES ARE SILENT DEEP IN THE SEA,
    THE SKIES ARE LIT UP LIKE A CHRISTMAS TREE,
    THE STAR IN THE WEST SHOOTS ITS WARNING CRY:
    MANKIND IS ALIVE BUT MANKIND MUST DIE.
    (W.H. Auden, "Danse macabre")


    No one remembers the singer.
    The song remains.



  5. #5
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    24-07-2008
    Messaggi
    117

    Riferimento: Lega Nord e Bossi

    Citazione Originalmente inviato da aMara835 Visualizza messaggio
    è vero quello che dici, ma devi riconoscere che su questo esaurimento giocano in maniera un po' scorretta, demonizzando per esempio l'immigrazione e fomentando il risentimento che già cova in quell'area...forse adesso si accaniscono contro lo straniero perchè non possono più gridare "Roma ladrona", dato che fanno parte dello stesso sistema dal quale volevano separarsi...
    Ma certo , la politica poi non è un dibattito serio ed onesto , è il regno degli interessi e tutti ci marciano leghisti compresi , il populismo , la retorica , il richiamo ai bassi istinti ci stà se vuoi prendere voti.
    Poi un conto è predicare , un altro razzolare...
    ci sarebbe anche il caso pietoso del figlio di Bossi , Renzo che viene bocciato 3 volte , poi nominato per 12.000€ al mese come una specie di consulete all'Expo di Milano , poi smentita questa notizia ed "esiliato" a Londra per srtudiare all'università€ tante altre cosucce mah...
    io non li voto proprio perchè incoerenti , per la verità non voto più nessuno da 7 anni.

  6. #6
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Laverita
    Data registrazione
    04-09-2008
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    576

    Riferimento: Lega Nord e Bossi

    ... Bisognerebbe rinvigorire un po' questa rimozione, dunque!


    Leonardo
    Taz = Stile di vita.

  7. #7
    Partecipante Figo L'avatar di superfabio
    Data registrazione
    23-04-2009
    Residenza
    Milano provincia
    Messaggi
    814

    Riferimento: Lega Nord e Bossi

    Citazione Originalmente inviato da hoppy347 Visualizza messaggio
    Cosa ne pensate? Ma soprattutto,mi chiedo: in un altro Paese,un partito del genere potrebbe esistere tranquillamente? E un personaggio che inneggia alla Padania libera continuerebbe a circolare liberamente,oppure sarebbe rinchiuso in galera o in un centro di igiene mentale?
    In un altro paese se c'è un sud che fa schifo per colpa di politici insulsi si cercherebbe di migliorarlo, non di emarginarlo ancora di più.
    ...e così, guardando l’altro, l’uomo vedeva sé stesso, e odiava...
    (da LA VIA, IL VIAGGIO E LE LACRIME PERSE)

  8. #8
    Postatore OGM L'avatar di hoppy347
    Data registrazione
    03-03-2009
    Residenza
    Calabria
    Messaggi
    3,973

    Riferimento: Lega Nord e Bossi

    Citazione Originalmente inviato da _Robert_ Visualizza messaggio
    Perchè , adesso è diventato un reato avere un progetto politico secessionista e la Padania?
    occhio eh che se ragioniamo cosi qualsiasi cosa potrebbe diventare reato e quello ad essere rincchiuso potresti essere tu.

    condivido in parte l'analisi di Mara anche se lei nè da in toto un giudizio negativo , io nella Lega , in Bossi e in certi altri dirigenti tipo Borghezio e Gentilini , nella loro comunicazione , vedo il riemergere prepotente dell'inconscio sul conscio.
    La politica , il mondo intellettuale , le leggi dicono che bisogna parlare per bene e non offendere nessuno?
    e loro allora applicano il principio contrario , si ribellano e lasciano spazio aperto a tutte le opinoni , offese ed incitamente all'odio compresi.

    A livello politico hanno rappresentato e in parte lo rappresentano tutt'ora , l'esaurimento delle classi produttive settentrionali che lavorano come dei muli per sostenere con le tasse milioni di parassiti che campano di false pensioni e falsi posti di lavoro , pubblici.
    Con tutte le assurdità che vengono dette ogni giorno in Italia,non credo che proprio le mie opinioni siano così importanti da farmi "meritare" di finire in galera. Io non so se un progetto del genere possa essere considerato un reato,ma,lasciando stare la Costituzione,trovo che sia quantomeno ingiusto verso chi ha dato la vita per realizzare l'unità d'Italia. Inoltre trovo che quello della Lega sia un modo autorizzato per incitare alla xenofobia e alla violenza verso il "diverso".....occhio,perchè portando questo modo di pensare all'estremo,si arriva a far guerra pure al vicino di casa.
    Inoltre vorrei ricordare che i lavoratori "muli",che si ammazzano di fatica per guadagnare una miseria,e pagano regolarmente le tasse,si trovano dappertutto,come dappertutto si trovano,purtroppo,anche i furbi.
    Farebbe comodo emarginare totalmente il Sud,considerandolo la causa di tutti i mali,invece di pensare a risolvere i problemi dell'Italia tutta.....
    Ultima modifica di hoppy347 : 02-10-2009 alle ore 00.57.02
    Membro del Club del Giallo - Tessera n° 12


  9. #9
    Postatore Epico L'avatar di doctor2009
    Data registrazione
    13-11-2008
    Residenza
    Provincia di Roma
    Messaggi
    6,395

    Riferimento: Lega Nord e Bossi

    Solo un piccolo inciso per quanto riguarda la "liceità" della secessione:

    Art. 241. Codice Penale
    Attentati contro l'integrità, l'indipendenza o l'unità dello Stato.
    Salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque compie atti violenti diretti e idonei a sottoporre il territorio dello Stato o una parte di esso alla sovranità di uno Stato straniero, ovvero a menomare l'indipendenza o l'unità dello Stato, è punito con la reclusione non inferiore a dodici anni.
    La pena è aggravata se il fatto è commesso con violazione dei doveri inerenti l'esercizio di funzioni pubbliche.



    Ancora un altro piccolo inciso: la Lega e ( clamorosamente... ) Forza Italia, nel 1998 tentarono di abolire parte di questo articolo, ma non ci riuscirono.


    Detto questo: non so se limitarsi a "propugnare" la secessione sia da considerarsi reato o meno: so però che coerenza e onestà vorrebbero che si astenesse da farlo chi ricopre la carica di Ministro della Repubblica Italiana, ha giurato sulla Costituzione ( art. 5: " La Repubblica Italiana è una e indivisibile..." ) e percepisce un lauto stipendio grazie alle tasse pagate da TUTTI i cittadini, padani e non..
    Ma coerenza e onestà sono merce piuttosto rara in politica, compreso tra le fila leghiste come riconosce lo stesso Robert ( al suo esempio, ne potrei aggiungere mille altri: lo scandalo Credieuronord; il conseguente appoggio a Fiorani che salvò la banca dal fallimento; la gestione dell'affare Malpensa, un pozzo nero che ha divorato e continua a divorare miliardi di denaro pubblico per soddisfare esigenze clientelari leghiste che NULLA hanno da invidiare alle peggiori pratiche di sottobosco governativo meridionale etc. etc. ).
    Vorrei, però, fare anche qualche considerazione sul punto centrale della discussione, il problema "Secessione della Padania"...
    Bene: io considero questa questione un falso clamoroso ed una vera e propria truffa ai danni dei cittadini, settentrionali e meridionali.
    E cerco di spiegarne i motivi:
    1) L'espressione "Secessione della Padania" è una truffa semantica: si può parlare, infatti, di "secessione" allorchè una porzione, più o meno minoritaria di un Paese, si vuole distaccare dalla casa madre generalmente per reazione a vere o supposte vessazioni di questa nei suoi confronti...
    Per esempio possiamo parlare di secessione dell'Irlanda del Nord dalla Gran Bretagna, dei Paesi Baschi dalla Spagna, del piccolo Quebec dal Grande Canada....
    Ma la Padania, per come viene concepita dagli stessi propugnatori della sua indipendenza, costituisce in realtà LA MAGGIORANZA dell'Italia:-
    - Maggioranza geografica, sia pure di poco se la Padania si dovesse limitare alla zona continentale; maggioranza ampia, invece, se, come risulterebbe in qualche cartina che ho visto, la Padania dovesse includere anche la Sardegna ( forse per salvaguardare la proprietà meneghina di tutti i Villaggi turistici ivi impiantati... )
    - Maggioranza demografica, di rilevante entità ( con o senza Sardegna );
    - Maggioranza economica ( ça va sans dire... )
    - Maggioranza POLITICA: da moltissimi anni a questa parte i Primi Ministri Italiani ( e anche la maggioranza dei ministri ) sono settentrionali: per trovare un Primo Ministro meridionale bisogna risalire ad un quarto di secolo fa... E il precedente ancora, addirittura a 40 anni fa ( in ambedue i casi, per la verità non si trattava, ad onor del vero, di figure di eccelsi statisti...: ).
    In queste condizioni NON AVREBBE ALCUN SENSO parlare di "secessione" della Padania... Semmai bisognerebbe parlare di ESPULSIONE del Meridione dall'Italia... La circostanza che, contestualmente, questa cambierebbe nome diventando "Padania" non modificherebbe di un millimetro la sostanza della questione.... E, a quel che so io, una operazione del genere ( la cacciata da un grande Paese di una sua parte, considerata, a torto o a ragione, "brutta, sporca e cattiva"... ) non avrebbe uguali nella storia mondiale...

    2) La secessione della Padania ( continuo a chiamarla così per comodità... ) è una truffa perchè, in realtà NESSUNO di quelli che contano sul serio al Nord la vuole VERAMENTE..
    E come dargli torto? Il Sud ha sempre rappresentato, storicamente, un serbatoio formidabile di manodopera a basso costo che hanno fatto la fortuna dell'Industria padana: operai con la valigia di cartone negli anni 50 e 60, manodopera specializzata e prestatori d'opera intellettuale: periti, ingegneri, laureati di vario tipo ( compresi gli Psicologi ... ), ma tutti rigorosamente a basso costo, oggi. Ha permesso di riempire i ranghi di Esercito, Polizia e Carabinieri che altrimenti sarebbero totalmente sguarniti ( difficile convincere il figlio di una benestante famiglia di bottegai padani a rischiare la pelle per 1200 euro al mese... ). Costituisce, infine, un sicuro e protetto mercato di sbocco delle merci prodotte nelle industrie padane... Solo un pazzo vorrebbe modificare questa situazione: ed infatti chi "conta" sul serio in Padania non ne ha nessuna intenzione...
    Però costoro sostengono ugualmente, direttamente o indirettamente, la "causa" della propaganda secessionista... Perchè?
    Perchè tenere permanentemente sospesa sul Paese la spada di Damocle della secessione ha un duplice effetto "positivo" ( tra parentesi... ): da un lato permette, alla classe dirigente settentrionale, di scaricare sul Meridione la responsabilità di ciò che non va al Nord...
    Vedete: qui le cose vanno male, dobbiamo pagare troppe tasse, le opere pubbliche non si fanno NON perchè, per esempio, vengono letteralmente buttati al vento miliardi in opere inutili ( Malpensa docet... ) o perchè è in atto una radicale redistribuzione della ricchezza su scala mondiale ( fenomeno epocale con cui dovremo fare i conti per i prossimi decenni a venire... ) ma perchè noi settentrionali dobbiamo " lavorare come dei muli per sostenere con le tasse milioni di parassiti che campano di false pensioni e falsi posti di lavoro pubblici"...
    Ma la minaccia della secessione serve anche ad un altro scopo ( e non solo alla classe dirigente settentrionale, ma anche ad una certa consimile classe meridionale, non per caso tra loro legate a doppio filo... ). Perchè la minaccia della secessione e degli "spaventosi effetti" che sul Sud potrebbe avere, serve a far star buone le masse meridionali, a tenerle in condizioni di perenne minorità psicologica, a non farle ribellare contro l'incredibile degrado e sfruttamento in cui sono, in molte situazioni costrette a vivere....
    In conclusione: la secessione non serve a queste "classi" dirigenti e nessuno ci pensa sul serio: ma la "minaccia" della secessione serve, eccome....




    Ci sono altri punti che vorrei sviscerare, ma si è fatto tardissimo...
    Mi riprometto di tornare sull'argomento in un altro momento...
    Ultima modifica di doctor2009 : 27-09-2009 alle ore 03.07.02
    -



    PRESIDENTE DEL CLUB DEL GIALLO!

  10. #10
    Partecipante Esperto L'avatar di fra_golina
    Data registrazione
    15-05-2009
    Messaggi
    244

    Riferimento: Lega Nord e Bossi

    Citazione Originalmente inviato da superfabio Visualizza messaggio
    In un altro paese se c'è un sud che fa schifo per colpa di politici insulsi si cercherebbe di migliorarlo, non di emarginarlo ancora di più.

    Ne sei sicuro??
    Ti ricordo che nella maggior parte delle città americane ci sono ancora i ghetti in cui devono stare quelli che come dici tu fanno schifo...e fanno parte della stessa città...

    che sia una cosa ingiusta lo so, ma non penso sia vero che l'erba del vicino è sempre più buona!
    Ultima modifica di fra_golina : 02-11-2009 alle ore 16.55.57

Privacy Policy