• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 10
  1. #1
    Partecipante Figo L'avatar di klaudia82
    Data registrazione
    20-09-2007
    Residenza
    in un meraviglioso paesino del nord
    Messaggi
    862

    a quale età siete andati via di casa?

    CIAO care donzelle, mi tormenta un pensiero circa l'età per la quale uscire di casa e prendere il volo verso l'indipendenza.

    io ho 26 anni e mezzo, mi son laureata nel 2007,nel 2008 ho fatto tirocinio e nel 2008/2009 iniziato a lavorare come insegnante supplente. ora mi sto preparando per l'abilitazione. ho un fidanzato da quasi 8 anni ma per via dell'università non abbiamo mai pensato di concretizzare nulla, adesso per fortuna è 1 anno che ci apprestiamo per costruirci casa e spero a fine anno di essere dentro.

    la cosa che mi scavola di più è l'aver vissuto con i miei per tutto sto tempo,avendomi suscitato paranoie e isterie oltre che a nevrosi continue. io avrei voluto vivere col mio ragazzo molto prima ma tutto ciò non è stato possibile e mi rammarica e più passa il tempo e più sento la necessità di andarmene di casa con lui!il fatto è che la casa non è ancora pronta e di andare in affitto non ne vuole assolutamente sapere...se mi avesse seguito per andare in affitto con lui a qs ora sarebbe stato già 1 anno abbondante che avremmo vissuto assieme...ma lui niente e ciò a scatenato in me nuove turbe dal fatto che il rimanere a casa coi miei suscita. adesso avrei una certa indipendenza economica ma se mi prendo un appartamentino in affitto lui si incavola e poi mi dice che per 2-3 mesi ormai non ne vale la pena.

    mi chiedevo se anche voi vivete ancora con i genitori e che sentimenti vi suscita e vi ha suscitato tale fatto e a quale età siete andate finalmente via di casa...
    io credo che il mio moroso abbia ancora bisogno della mammaoppure che ne so, non sono mai riuscita a farmi una ragione del fatto che non abbia voluto venire a vivere in fitto con me 1 anno fa. ah, io ero squattrinata quindi avrebbe dovuto provvedere lui al mantenimento casa.

    scusate le mie turbe ma a giorni alterni prendono il sopravvento soprattgutto ora che lavoro in una scuola dell'infanzia e vedo mamme giovani già sposate e con figli...

  2. #2
    fabrighiglie
    Ospite non registrato

    Riferimento: a quale età siete andati via di casa?

    Da uomo, secondo me non esiste un'età fissa entro la quale bisogna per forza andar via di casa. E' vero, i tempi sono notevolmente cambiati: se vent'anni fa s'andava a lavorare una volta raggiunga la maggiore età -e in certi casi anche prima-, oggi la maggior parte della gente fa il suo ingresso nel mondo del lavoro in età più avanzata. C'è chi studia, chi ha studiato per tutta una vita e combatte contro il precariato, ma purtroppo c'è anche chi è contento di farsi mantenere.
    A mio avviso, è giusto rincorrere sogni e ambizioni, ma arrivati a un certo punto bisogna pensare anche alle cose concrete e fare i conti con la realtà, in quanto non sempre i sogni si realizzano e il sognatore non è una professione.
    Se penso che tanta gente arriva oltre i 30 che continua a fare il mantenuto e a fare la bella vita e non ha punte certezze circa il proprio futuro, mi verrebbe da dire che aveva ragione l'ex ministro Padoa Schioppa quando parlava di bamboccioni.
    Inoltre, per chi ha desiderio di maternità, di costruire una famiglia o semplicemente di rendersi indipendente, è più che mai necessario un po' di materialismo in più, in quanto per ottenere tutto ciò la stabilità economica è un fattore indispensabile.

    Per quanto mi riguarda, io sto da solo da quando avevo 19 anni, in quanto il mio unico parente -la mi mamma- all'epoca morì per un male incurabile. Da allora, mi detti da fare con vari lavori, fino a quando non trovai un posto fisso soddisfacente, studiai a tempo perso e senza pretese -ottenendo anche un buon guadagno economico grazie a borse di studio e agevolazioni varie-, vendetti la casa che ereditai, per comprare un appartamento nuovo e più piccino, e naturalmente ho sempre avuto l'abitudine di risparmiare.
    Risultato: sto proprio bene e intendo sfruttare il più possibile questa situazione. Matrimonio? Mai! Famiglia e figlioli? Assolutissimamente no, almeno per il momento.

  3. #3
    Super Postatore Spaziale L'avatar di Lepre*marzolina
    Data registrazione
    04-10-2005
    Residenza
    nei peggiori bar di caracas...
    Messaggi
    2,886

    Riferimento: a quale età siete andati via di casa?

    io sono andata via di casa a 21 anni..
    il primo anno ho vissuto da sola (nel senso che vivevo con le mie coinquiline che però ho conosciuto al momento del trasferimento) ed adesso vivo con il mio ragazzo...
    ti dico che finchè ero all'università è stato abbastanza semplice perchè rientravo nei canoni per la borsa di studio quindi mi bastava un lavoretto semplice, certo non potevo permettermi grandi lussi (ero in una tripla!! ) ma riuscivo a tirare avanti abbastanza tranquillamente....
    poi finita l'università è stata più dura...l'anno scorso facevo la mattina il tirocinio post lauream, il pomeriggio la baby sitter, nel weekend la promoter ed qualche sera (quando avevano bisogno) la cameriera in una pizzeria...io sono bionica ma stavo iniziando ad accusare il colpo
    cmq la mia opinione è che lasciare casa è una soddisfazione ma i sacrifici da fare sono tanti....
    a parte la questione economica,a volte capitano dei giorni in cui sei stanco (o magari hai la febbre) e vorresti tanto tornare a casa e trovare la tua famiglia che ti aspetta (magari per me è diverso...visto che ho cambiato anche regione)

    però è un'esperienza che indubbiamente ti fa crescere...insomma come ogni cosa ha i suoi pro ed i suoi contro...l'importante è esserne consapevoli prima di lanciarsi allo sbaraglio!
    dove c'è gusto non c'è perdenza

    ho sempre amato il mio prossimo...finchè era poco....



    Questo è il mio pesciolino numero 641 in una vita costellata di pesciolini rossi. I miei genitori mi comprarono il primo per insegnarmi cosa significasse amare e prendersi cura di una creatura vivente del Signore. 640 pesci dopo, l'unica cosa che ho imparato è che tutto quello che ami morirà
    C.P.



    E' cosi' difficile divertirsi di questi tempi, anche sorridere fa male alla faccia

  4. #4
    Styrofoam Crown L'avatar di Grace
    Data registrazione
    22-03-2007
    Residenza
    Sulla Mia Strada
    Messaggi
    4,928
    Blog Entries
    3

    Riferimento: a quale età siete andati via di casa?

    io sono partita a 21 anni dalla sardegna per venire qui a padova a studiare, ho sempre vissuto alla casa dello studente (6 anni quasi) e preso la borsa di studio, e fatto tutto da sola e come diceva Lepre a volte avresti davvero bisogno di tornare a casa e vedere la tua famiglia (o anche solo il pranzo pronto, a volte, basterebbe ), sono contenta di averlo fatto e lo rifarei tutti i giorni.
    Ora ho 27 anni e convivo con il mio ragazzo da qualche mese, devo dirti che sono d'accordo (e il mio ragazzo la pensa come me) col tuo ragazzo, pagare l'affitto non è una gran cosa, per parere mio personale sono soldi persi, e poi se mancano giusto 2-3 mesi, voleranno tranquilla!e poi, hai mai pensato allo stress di un trasloco ? pensa averne due nel giro di qualche mese...se vuoi un parere spassionato, ti conviene aspettare

  5. #5
    Postatore Epico L'avatar di doctor2009
    Data registrazione
    13-11-2008
    Residenza
    Provincia di Roma
    Messaggi
    6,395

    Riferimento: a quale età siete andati via di casa?

    Io me ne sono andato via da casa a 18 anni... Non vi sto qui a fare un excursus di tutta la mia vita ( mi ci vorrebbero un paio d'ore almeno... ) però credetemi se vi dico che sono passato attraverso tutto e il contrario di tutto: dal vivere in un seminterrato umido e senza luce, saltando i pasti un giorno si e l'altro pure, all'essere ospitato in una villa extra-lusso, dall'abitare in un collegio di preti ( ebbene si, ho fatto anche questo... ) allo stare in una caserma come ufficiale medico....
    Sono contentissimo di tutto questo, però, e lo rifarei pari pari: non rinnego nulla e consiglio a tutti di andare via da casa non appena possibile ( e anche se non è possibile... ): la vita potrete costruirvela solo voi, da soli, con le vostre forze, rifuggendo dall'invitante abbraccio protettivo della vostra casa natale.

    P.S. Preciso che ho sempre avuto un rapporto splendido con i miei, non è certo per contrasti con loro che sono andato via da casa....
    -



    PRESIDENTE DEL CLUB DEL GIALLO!

  6. #6
    Partecipante Super Esperto L'avatar di FranZinTheSky
    Data registrazione
    25-05-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    529

    Riferimento: a quale età siete andati via di casa?

    21 e.. non lo rifarei:> è stato bello ma con gli occhi di ora il momento più adatto non era quello

  7. #7
    Partecipante Super Esperto L'avatar di trudinaa
    Data registrazione
    21-11-2007
    Messaggi
    640

    Riferimento: a quale età siete andati via di casa?

    Ciao! Io sono ancora a casa come te klaudia82, e più o meno la ns situazione è la stessa... Da un pò desidero andare a vivere con il mio ragazzo, per tutto... indipendenza, intimità... ma anche per scegliere i mobili, il pavimento, i colori delle pareti...
    Però ancora non mi è possibile, ed io a differenza tua ancora inizio a lavorare, devo fare tirocinio ed abiltazione, poi spero di trovare lavoro e....
    Quindi nel frattempo, cerco di godermi la famiglia per quello che è, e di prendere il buono, sclerando quando qualcosa non mi sta bene

    Cerca di tenere duro per questo poco che ti rimane... Ce la puoi fare


  8. #8
    fabrighiglie
    Ospite non registrato

    Riferimento: a quale età siete andati via di casa?

    In ogni caso, è giusto ricordare una cosa: c'è parecchia differenza tra l'andar via di casa come studente fuori sede e rendersi indipendenti al cento per cento.

  9. #9
    Super Postatore Spaziale L'avatar di Lepre*marzolina
    Data registrazione
    04-10-2005
    Residenza
    nei peggiori bar di caracas...
    Messaggi
    2,886

    Riferimento: a quale età siete andati via di casa?

    Citazione Originalmente inviato da trudinaa Visualizza messaggio
    .. Da un pò desidero andare a vivere con il mio ragazzo, per tutto... indipendenza, intimità... ma anche per scegliere i mobili, il pavimento, i colori delle pareti...
    beh si convivere è un bel salto di qualità in un rapporto, si crea intimità, si condividono le piccole cose ma (nonostante quello tra me ed il mio ragazzo sia un rapporto che va avanti da un bel pò) ci sono momenti in cui vorrei strozzarlo!!!

    Sono contentissimo di tutto questo, però, e lo rifarei pari pari: non rinnego nulla e consiglio a tutti di andare via da casa non appena possibile ( e anche se non è possibile... ): la vita potrete costruirvela solo voi, da soli, con le vostre forze, rifuggendo dall'invitante abbraccio protettivo della vostra casa natale.
    si sono d'accordo però bisogna anche dire le cose come stanno...ora come ora per come siamo messi in italia se vuoi lasciare la casa natia devi essere pronto a fare taaaaaaaaaaaaaaanti sacrifici (ammenocchè non si possa contare su aiuti esterni o ammenocchè non si abbia già una casa di proprietà perchè ,sono d'accordo con grace, l'affitto è veramente una spina nel fianco!!).

    insomma lasciare casa è bello,è utile, è emozionante ma bisogna farsi il classico "mazzo a cappello di prete"
    Ultima modifica di Lepre*marzolina : 04-09-2009 alle ore 17.42.35
    dove c'è gusto non c'è perdenza

    ho sempre amato il mio prossimo...finchè era poco....



    Questo è il mio pesciolino numero 641 in una vita costellata di pesciolini rossi. I miei genitori mi comprarono il primo per insegnarmi cosa significasse amare e prendersi cura di una creatura vivente del Signore. 640 pesci dopo, l'unica cosa che ho imparato è che tutto quello che ami morirà
    C.P.



    E' cosi' difficile divertirsi di questi tempi, anche sorridere fa male alla faccia

  10. #10
    Partecipante Figo L'avatar di klaudia82
    Data registrazione
    20-09-2007
    Residenza
    in un meraviglioso paesino del nord
    Messaggi
    862

    Riferimento: a quale età siete andati via di casa?

    grazie per aver già risposto così in tanti!

    in effetti stavo riflettendo con quello che avete detto, ossia l'andar via di casa per studio è totalmente divers che l'andar via di casa per i cavoli propri o col proprio ragazzo, anche io sono stata via in collegio per alcuni anni di università ma è tutt'altra cosa!io infatti mi riferivo all'indipendenza lavorativa collegata a quella economica che permette di lasciare casa perchè si sente la necessità di spendere i propri soldi per crearsi una vita autonoma.

    premetto che con i miei il rapporto è molto ambivalente quindi me ne sarei andata molto prima ma appunto non avevo soldi e volevo terminare gli studi.ora che gli ho terminati sto facendo il 'salto di qualità' preparandomi per una vita di coppia, avendo la fortuna di poter scegliere come disporre l'arredo e le stanze di casa essendo il mio ragazzo un architetto!però ancora adesso i miei mettono in atto un atteggiamento ambivalente nei confronti dell'andarmene via di casa...non è una cosa che vorrebbero, vorrebbero che mi realizzassi sul lavoro...bah, troppo complicata la questione scusate!

    comunque è vero, aspetto qualche mese e intanto divento storna a girar per mobilifici!inoltre ho anche da studiar per sostenere l'eds a novembre...proprio quando in teoria ci sarà il trasloco...

    mah, vi aggiornerò, intanto mille grazie per i consigli e le riflessioni fatte!!!

Privacy Policy