• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 15
  1. #1
    Partecipante Super Esperto L'avatar di FranZinTheSky
    Data registrazione
    25-05-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    529

    le regole dell'amore: come fare pace

    studiamo che una delle capacità essenziali in una coppia che funziona è proprio la "capacità di riparazione", saper fare pace. a volte accade dopo uno litigio da poco e perdonarsi è semplice. altre si assiste a due persone che pur amandosi molto nel giro di poche settimane iniziano a "guardarsi in modo diverso". in entrambi i casi cosa e come lo fate? e ancora, vi è mai capitato nonostante lo avreste voluto molto di non riuscire a perdonare per un vostro limite? a voi
    Ultima modifica di FranZinTheSky : 01-09-2009 alle ore 12.30.19

  2. #2
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    03-08-2009
    Residenza
    Toscana
    Messaggi
    64

    Riferimento: le regole dell'amore: come fare pace

    Ciao
    Ti diro', a me è capitato di dover perdonare il mio partner(per foruna nulla di eccessivo); ho difficolta' a perdonare e alle volte impiego giorni e giorni perche' devo elaborare a fondo la cosa(povero ragazzo dirai tu ) ...il punto è che dipende tutto da cosa bisogna perdonare! se si tratta di una sciocchezza, bè puo' succedere che se mi becca in buona mi ci faccia pure una risata...senno' io tendo a perdonare SOLO DOPO delle spiegazioni che mi soddisfino davvero...non tendo tanto a pretendere le "scuse"(la parola in sè mi dice poco) ma a vedere dei "fatti" che mi facciano cambiare idea...in fondo, almeno per me, tutto si basa sui fatti(verba volant) Se invece mi dici se mi è mai capitato di non riuscire a aperdonare ti dico di si, ma non in amore(perche non mi è ancora stato dato motivo!) ma in amicizia, e proprio di recente, perche' come l amore, anche l amicizia si basa sulla fiducia e sulla stima reciproca, e sul RISPETTO, se mancano questi fattori per me il rapporto muore subito! magari in amicizia lo posso portare avanti per necessita', ma non do piu' come prima...
    Cmq in amore credo che il tradimento non potrei mai perdonarlo, appunto per i valori che ti ho elencato poco fa!
    ciao

  3. #3
    fabrighiglie
    Ospite non registrato

    Riferimento: le regole dell'amore: come fare pace

    secondo me, una persona che t'annoia e non ti soddisfa è di molto più imperdonabile rispetto a una che ti tradisce.

  4. #4
    Partecipante Assiduo L'avatar di gattinonero
    Data registrazione
    22-07-2009
    Messaggi
    181

    Riferimento: le regole dell'amore: come fare pace

    ovvio... ma il punto è che il problema non sorge perchè con una persona che ti annoia e non ti soddisfa non ci dovresti proprio stare... a meno che non capiti che la persona che ti piaceva cambi da un giorno all'altro! ma dubito...

  5. #5
    fabrighiglie
    Ospite non registrato

    Riferimento: le regole dell'amore: come fare pace

    Io non credo nel concetto di eternità, nell'amore eterno e nelle cose che durano per sempre. Può capitare, questo è ovvio, ma capita anche che le persone cambino, le motivazioni cambino e gli atteggiamenti cambino senza che ci se ne renda conto.

  6. #6
    Partecipante Super Esperto L'avatar di FranZinTheSky
    Data registrazione
    25-05-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    529

    Riferimento: le regole dell'amore: come fare pace

    gladiatrice, trovo razionale voler avere soddisfazione attraverso una comunicazione soddisfacente (convincente) di un comportamento che ti abbia ferita. ed ovvio il disinvestimento nei casi importanti in cui ciò non avvenga. forse però riguardo al post di fabri, mi pare più mirato a qualcosa che ti è già successo. a naso direi che in un occasione devi esserti sentito trascurato o peggio, perchè se si trattasse di semplice noia con una persona che reputi noiosa, non avresti pensato nemmeno all'impossibilità di perdonarla. riguardo ai cambiamenti invisibili, personalmente mi è sempre saltato all'occhio il cambiamento, l'ho sempre percepito. altro discorso è se mi è sempre andato di dedicare tempo nel parlare di quei cambiamenti negativi in un rapporto, e magari correggerli. uhm. cmq il centro del discorso è come si fa la pace e quali limiti propri personali ci attivano a tal punto da evitare la comunicazione anche se mirata a non perdere per sempre qualcuno che davvero si ama. questa faccenda mi stuzzica parecchio

  7. #7
    Neofita L'avatar di rossellaohara
    Data registrazione
    31-08-2009
    Residenza
    somewhere over the rainbow
    Messaggi
    12

    Riferimento: le regole dell'amore: come fare pace

    per me si guardano in modo diverso non per il litigio ma perchè qualcosa si stava logorando lentamente e non si puo' piu riparare... è questo il fatto e non tanto il litigio
    La lite era solo la scusa per interrompere un rapporto che da tempo non andava....

  8. #8
    quasi psicologa
    Ospite non registrato

    Riferimento: le regole dell'amore: come fare pace

    Come si fa a fare la pace? Vuoi che te lo dica? Guarda ti lascio un emoticon .....

  9. #9
    Partecipante Super Esperto L'avatar di FranZinTheSky
    Data registrazione
    25-05-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    529

    Riferimento: le regole dell'amore: come fare pace

    ahahah ragazzaccia! hai già capito che le brave bambine vanno in paradiso, ma le monelle dappertutto

  10. #10
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4

    Riferimento: le regole dell'amore: come fare pace

    Citazione Originalmente inviato da FranZinTheSky Visualizza messaggio
    studiamo che una delle capacità essenziali in una coppia che funziona è proprio la "capacità di riparazione", saper fare pace. a volte accade dopo uno litigio da poco e perdonarsi è semplice. altre si assiste a due persone che pur amandosi molto nel giro di poche settimane iniziano a "guardarsi in modo diverso". in entrambi i casi cosa e come lo fate? e ancora, vi è mai capitato nonostante lo avreste voluto molto di non riuscire a perdonare per un vostro limite? a voi
    E' molto molto interessante la discussione da te aperta!
    Concordo: la capacità di riparazione è uno degli elementi che fa funzionare una coppia, perchè chiaramente è impensabile non litigare mai. Si litiga...a volte raramente, in altri periodi molto spesso....le modalità con cui si cerca di riprendersi e curare le ferite del rapporto sono importanti.

    Rispondo alla tua prima domanda, per quella che è la mia esperienza. Non ho mai dovuto perdonare qualcosa di significativo al mio partner, perchè ho avuto la fortuna di stare con gente che mi ha sempre trattata benissimo e mi ha amata tanto. Diciamo che quando c'è qualche problema un po' più serio, tipo un disagio di uno dei due, se ne parla in modo intimo, standoci vicini. E' sempre più forte la "compassione", i sentimenti, la voglia di starsi accanto.

    I litigi veri e propri mi capita di farli solo per le cavolate. I litigi quelli "focosi", quelli con il telefono sbattuto in faccia, le battutine acide, gli sfoghi urlati, il nervosismo a mille Per motivazioni che affondano le radici in capricci infantili, o anche in "bisogni" infantili (bisogno di possesso assoluto, di onnipotenza, narcisismo, prepotenza, bisogno di controllo), paure irrazionali ecc... Di solito, alla fine del litigio nessuno di noi due sa capire per quale motivo abbiamo litigato, e tutto finisce in un abbraccio, o simili


    Citazione Originalmente inviato da FranZinTheSky Visualizza messaggio
    il centro del discorso è come si fa la pace e quali limiti propri personali ci attivano a tal punto da evitare la comunicazione anche se mirata a non perdere per sempre qualcuno che davvero si ama
    ...Secondo me alcuni dei limiti personali che spesso non ci consentono di progredire verso una riappacificazione con l'altro possono essere le ferite narcisistiche ("hai tradito proprio me! non mi meriti"), l'incapacità di fidarsi di nuovo (la delusione o il tradimento possono riattivare traumi o paure infantili di abbandono), l'improvviso frantumarsi dell'immagine ideale che ci si era fatti dell'altro e della storia d'amore in questione ("mi è crollato il mondo addosso, ti credevo diverso, mi sei scaduto, pensavo di stare con un'altra persona" --> fine dell'immagine ideale, fine dell'amore idealizzato) ....

    ...come si fa a fare la pace.....bella domanda, insomma....
    Io direi che nei casi in cui la pace è possibile, la coppia ci arriva naturalmente, prima o poi.... Se non si riesce a fare la pace e ci si lascia, evidentemente non c'era più niente per cui riappacificarsi...evidentemente la frattura era insanabile. Insomma credo che ogni coppia trovi con il tempo, litigio dopo litigio, le sue strategie per riappacificarsi, che si ripresentano sempre identiche così come identici sono gli script dei litigi
    ...strani equilibri di coppia....
    Ultima modifica di Alesxandra : 06-09-2009 alle ore 00.37.06

  11. #11
    Partecipante Super Esperto L'avatar di FranZinTheSky
    Data registrazione
    25-05-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    529

    Riferimento: le regole dell'amore: come fare pace

    Citazione Originalmente inviato da Alesxandra Visualizza messaggio
    E' molto molto interessante la discussione da te aperta!
    Concordo: la capacità di riparazione è uno degli elementi che fa funzionare una coppia, perchè chiaramente è impensabile non litigare mai. Si litiga...a volte raramente, in altri periodi molto spesso....le modalità con cui si cerca di riprendersi e curare le ferite del rapporto sono importanti.

    Rispondo alla tua prima domanda, per quella che è la mia esperienza. Non ho mai dovuto perdonare qualcosa di significativo al mio partner, perchè ho avuto la fortuna di stare con gente che mi ha sempre trattata benissimo e mi ha amata tanto. Diciamo che quando c'è qualche problema un po' più serio, tipo un disagio di uno dei due, se ne parla in modo intimo, standoci vicini. E' sempre più forte la "compassione", i sentimenti, la voglia di starsi accanto.

    I litigi veri e propri mi capita di farli solo per le cavolate. I litigi quelli "focosi", quelli con il telefono sbattuto in faccia, le battutine acide, gli sfoghi urlati, il nervosismo a mille Per motivazioni che affondano le radici in capricci infantili, o anche in "bisogni" infantili (bisogno di possesso assoluto, di onnipotenza, narcisismo, prepotenza, bisogno di controllo), paure irrazionali ecc... Di solito, alla fine del litigio nessuno di noi due sa capire per quale motivo abbiamo litigato, e tutto finisce in un abbraccio, o simili




    ...Secondo me alcuni dei limiti personali che spesso non ci consentono di progredire verso una riappacificazione con l'altro possono essere le ferite narcisistiche ("hai tradito proprio me! non mi meriti"), l'incapacità di fidarsi di nuovo (la delusione o il tradimento possono riattivare traumi o paure infantili di abbandono), l'improvviso frantumarsi dell'immagine ideale che ci si era fatti dell'altro e della storia d'amore in questione ("mi è crollato il mondo addosso, ti credevo diverso, mi sei scaduto, pensavo di stare con un'altra persona" --> fine dell'immagine ideale, fine dell'amore idealizzato) ....

    ...come si fa a fare la pace.....bella domanda, insomma....
    Io direi che nei casi in cui la pace è possibile, la coppia ci arriva naturalmente, prima o poi.... Se non si riesce a fare la pace e ci si lascia, evidentemente non c'era più niente per cui riappacificarsi...evidentemente la frattura era insanabile. Insomma credo che ogni coppia trovi con il tempo, litigio dopo litigio, le sue strategie per riappacificarsi, che si ripresentano sempre identiche così come identici sono gli script dei litigi
    ...strani equilibri di coppia....

    quando si dice "identità di vendute"
    piccola parentesi nemmeno troppo piccola: da quello che diciamo quindi è ovvio che postulando un legame autentico con uno scambio genuinamente reciproco riuscire a superare alcune fissazioni narcisistiche in favore dell'importanza di quel legame significa a livello personale anche evolversi, nell'accezione più egoistica del termine. e questo è un fatto. ma è anche un fatto che questo punto di vista appare quasi quello di un purista della psicoanalisi. dunque dev'esserci dell'altro, anche se forse abbiamo scoperto per un momento la zona nevralgica della cosa. delirio di onnipotenza controllo etc sono altri motivi che mi sembrano importanti. quindi va bene, diciamo che le origini sono sempre in una costellazione di dimensioni che influiscono in diverse misure a seconda della persona. per quanto riguarda la capacità di riparazione però, non sono assolutamente sicuro che qualora una coppia non trovi le risorse per "fare la pace" fosse destinata comunque a separarsi a causa di una frattura insanabile. da un punto di vista dinamico si ottengono risultati stupefacenti concentrandosi sulle rappresentazioni individuali e sul livello di comunicazione della coppia. introduzione del dubbio, demolizione di alcune delle certezze individuali e ristrutturazione di una veduta individuale e condivisa. il guaio, e la cosa che mi fa anche un pò sorridere è che spesso tutto questo artificio deve necessariamente essere perpetrato da una terza persona, uno di noi, il che mi rende assolutamente contento da un punto di vista economico:> ma..:> come dire, cerco conferme di frammenti di storie situazioni momenti in cui tutto o parte di questo sia accaduto spontaneamente. questo per me sarebbe di Enorrrrme interesse

  12. #12
    quasi psicologa
    Ospite non registrato

    Riferimento: le regole dell'amore: come fare pace

    beh comunque anche il tempo serve per far riflettere e di qui la decisione:

    - tra noi non funzionava da tempo e questa è sola la "goccia che fa traboccare il vaso"
    - in fondo io la amo e non fa niente se è nata questa lite, anzi così ci conosciamo meglio e abbiamo meno ipocrisie o comunque meno punti oscuri verso lui/lei....non so.....che ne pensi???

  13. #13
    Partecipante Super Esperto L'avatar di FranZinTheSky
    Data registrazione
    25-05-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    529

    Riferimento: le regole dell'amore: come fare pace

    le liti sono necessarie ed anche utili, su questo concordo assolutamente. ma ogni lite dovrebbe concludersi con una risoluzione reciproca, nel senso che passare oltre per amore anche quando quella lite toccava punti per te importanti e non risolti, alla fine fa sommare varie problematiche che possono portare a momenti sempre più critici in una coppia. poi sai, capire la tua relazione con lui non può ridursi a pochi post nè a regole che seguendo rigidamente possano farti solo del bene

  14. #14
    Postatore Epico L'avatar di Antinomica
    Data registrazione
    22-03-2008
    Residenza
    al mare
    Messaggi
    9,035

    Riferimento: le regole dell'amore: come fare pace

    Per sanare una frattura il dialogo è fondamentale ma bisogna volerlo in due... Talvolta uno dei due ha voglia di chiarire un’incomprensione e l’altro no. Talvolta uno preferisce lasciar correre e poi accumula stress su stress fino a non poterne più. Nelle modalità di fare pace credo che entrino in gioco le singole persone (ognuno ha un carattere diverso e un diverso modo di reagire di fronte alle situazioni) oltre che ovviamente anche il motivo per cui si è litigato e ci si è allontanati...E poi secondo me c'è una differenza sostanziale, se il motivo del litigio è un fatto episodico, concreto (tipo scomparire per una settimana senza avvertire ) allora forse ( e sottolineo forse) è più semplice chiarirsi, parlarne subito, capire. Se invece il partner è infastidito per qualcosa che non esplicita è più ardua. Con tutta la buona volontà uno cerca il dialogo cerca di chiarire cosa non va, ma non sempre l'altro è disposto a venirci incontro. Forse perchè dovremmo aver capito da soli l'errore commesso? Forse perché è un suo modo per farcela pagare? Il “muso” rende meglio di qualsiasi spiegazione. Può anche capitare che uno dei due viva un disagio del tutto personale che non vuole condividere, almeno non subito. Penso a una persona che si sta ponendo delle domande: si chiede se è ancora innamorata, o da dove deriva il malessere che prova. E dunque nei confronti del partner si comporta in maniera distaccata magari perché sta chiarendo a se stesso un nodo, un problema.
    Fosse per me io parlerei sempre di tutto fino a svicerare il nocciolo della questione. Solo così credo ci si possa riavvicinare e fare pace.
    C'era una stella che danzava e sotto quella sono nata (W. Shakespeare)



  15. #15
    quasi psicologa
    Ospite non registrato

    Riferimento: le regole dell'amore: come fare pace

    certo Franz!

Privacy Policy