• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7

Discussione: danno assonale diffuso

  1. #1

    danno assonale diffuso

    salve a tutti

    ho un familiare a cui è stato diagnosticato un danno assonale diffuso a seguito di un incidente stradale con la moto avvenuto circa un mese fa.E' uscito da dieci giorni dal coma e , attualmente, presenta uno stato confusionale e grande irrequietezza(devono legarlo per evitare che si strappi la centralina).Alterna momenti di vigilanza e responsività(risponde alle domande) con momenti in cui si etranea o si assenta, come se fosse stanco.Si trova al momento in un centro di riabilitazione neurologica e sta lavorando su di lui la logopedista.Volevo chiedervi se possibile un vostro parere e in quali ospedali è possibile trovare dei neuropsicologi, visto che comunque da noi non si accenna a programmi di "neuropsicologia" ma solo di "riabilitazione neurologica".

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590

    Riferimento: danno assonale diffuso

    Ciao Susanna
    innanzi tutto dovreste informarvi su cosa intendono per riabilitazione neurologica, che programma riabilitativo intendono fare, e se hanno già fatto una valutazione delle funzioni cognitive.
    Poi non tutti gli ospedali si occupano dell'aspetto riabilitativo, spesso fanno diagnosi e poi inviano a strutture specializzate o a privati. Non so di dove sei, ma come struttura mi viene subito in mente il Santa Lucia di roma Fondazione Santa Lucia
    in bocca al lupo per tutto

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  3. #3

    Riferimento: danno assonale diffuso

    Citazione Originalmente inviato da Calethiel Visualizza messaggio
    Ciao Susanna
    innanzi tutto dovreste informarvi su cosa intendono per riabilitazione neurologica, che programma riabilitativo intendono fare, e se hanno già fatto una valutazione delle funzioni cognitive.
    Poi non tutti gli ospedali si occupano dell'aspetto riabilitativo, spesso fanno diagnosi e poi inviano a strutture specializzate o a privati. Non so di dove sei, ma come struttura mi viene subito in mente il Santa Lucia di roma Fondazione Santa Lucia
    in bocca al lupo per tutto


    si in effetti si tratta gia in una struttura di riabilitazione neurologica specializzata, unico centro irccss in Sicilia.E' stato inviato li, direttamente dalla rianimazione dell'ospedale al termine della terapia di coma farmacologico(15 giorni) con la diagnosi:mancanza di orientamento nello spazio e nel tempo.Diciamo che è in osservazione. è ancora in stato confusionale(riconosce e non riconosce, è vigile e poi si assenta, molto irrequieto) e il programma di riabilitazione dovrebbe iniziare la prox settimana.Grazie per il consiglio ma chiedevo in genre cosa si fa di specifico in questi casi

  4. #4
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590

    Riferimento: danno assonale diffuso

    Su questo forum non è possibile fare consulenze o terapia, posso solo dirti che ogni caso è a se. Bisogna fare prima una valutazione completa, della memoria, dell'attenzione del linguaggio...ma che difficilmente si possono fare in acuto. Adesso quello che si può fare è una terapia di orientamento alla realtà, nell'attesa che il quadro si stabilizzi un pochino.

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  5. #5
    Super Postatore Spaziale L'avatar di simoncino
    Data registrazione
    07-09-2005
    Messaggi
    2,672

    Riferimento: danno assonale diffuso

    se puoi..mi potresti spiegare meglio cosa intendono per danno assonale diffuso?
    SE impedirò ad un cuore di spezzarsi....allora potrò dire di non essere vissuto invano

    Io sono solo un povero cadetto di Guascogna
    però non la sopporto la gente che non sogna

    la paura è il coraggio di dire io ho sempre tentato

    fare un altro round quando pensi di non farcela...è una cosa che può cambiarti al vita


    Cameron: Che ne pensi del sesso?
    House: Beh, potrebbe essere complicato, lavoriamo insieme, io sono più vecchio, però magari ti piace...
    Cameron: Dicevo che forse ha la neurosifilide!
    House: Eh! Bella copertura

  6. #6
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    21-12-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    118

    Riferimento: danno assonale diffuso

    In seguito ad un trauma cranio encefalico o ad ipossia si produce un danno assonale diffuso (distruzione degli assoni che collegano tra loro i neuroni).
    Nel trauma cranio encefalico, l'origine del danno assonale è meccanica. Alla brusca frenata costituita dall'impatto dell'urto, la massa cerebrale viene proiettata dalla forza di accelerazione contro la calotta cranica. Il peso che il cervello (incluso il midollo) assume nell'impatto è calcolabile in rapporto alla velocità della persona (es. sciatore) o del veicolo al momento dell'impatto ed al tempo di frenata. A seconda della dinamica dell'incidente, ci sono oltre alle accelerazioni lineari anche quelle di rotazione. Non ricordo la formula per il calcolo matematico (bisognerebbe guardare articoli di biomeccanica del trauma cranico), ma il peso del cervello in accelerazione e decelerazione diventa davvero enorme, nell'ordine di qualche centinaio di chili. In questo modo, la compressione del tessuto cerebrale contro la calotta cranica produce un danno diffuso di tutte le cellule cerebrali. All'arresto brusco della persona o del veicolo con l'impatto, segue un "ritorno all'indietro" della massa cerebrale altrettanto violento, che causa un vero e proprio strappo delle connessioni cellulari (sinapsi e assoni).
    Nel danno ipossico invece, la distruzione dei neuroni e degli assoni è di natura chimica in seguito alla mancanza di ossigeno.
    Nei traumi cranici, il danno ipossico si può aggiungere a quello meccanico se il paziente va in coma profondo e non viene prontamente soccorso ed intubato.
    A tutto questo si aggiunge l'effetto tossico del sangue sui neuroni. Se si producono emorragie cerebrali, con la fuoriuscita di sangue si liberano cellule immunitarie che uccidono i neuroni circostanti. Oltre ai danni primari immediati, nei giorni che seguono al trauma cranico le cellule e gli assoni continuano a morire (danno secondario).
    Se guardi su pubmed trovi comunque un sacco di letteratura. Eppure la gente continua a correre sulle nostre strade...

  7. #7
    Super Postatore Spaziale L'avatar di simoncino
    Data registrazione
    07-09-2005
    Messaggi
    2,672

    Riferimento: danno assonale diffuso

    vedo che sei molto informat sull'argomento..ti scrivo in pm per non andare off topic
    SE impedirò ad un cuore di spezzarsi....allora potrò dire di non essere vissuto invano

    Io sono solo un povero cadetto di Guascogna
    però non la sopporto la gente che non sogna

    la paura è il coraggio di dire io ho sempre tentato

    fare un altro round quando pensi di non farcela...è una cosa che può cambiarti al vita


    Cameron: Che ne pensi del sesso?
    House: Beh, potrebbe essere complicato, lavoriamo insieme, io sono più vecchio, però magari ti piace...
    Cameron: Dicevo che forse ha la neurosifilide!
    House: Eh! Bella copertura

Privacy Policy