• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4
  1. #1
    Postatore Compulsivo L'avatar di ghiretto
    Data registrazione
    15-11-2004
    Residenza
    nell'orbita di Anarres
    Messaggi
    3,359

    giornalisti, musulmani e piante ...

    Ciao
    posto qui il sogno di stanotte

    "Ero in una camera con due letti uno davanti all'altro, so che sta arrivando Gomez e mi infilo nel letto con lui cercando di sedurlo, ma dal letto dietro il mio mia sorella si sveglia e mi riprende

    Cambio scena

    Gomez con Travaglio sono in una grotta che è la loro sede operativa stanno trascrivendo con esattezza alcune cose, ma notano che qualcosa nella sede è stata spostata e allora vedono una microcamera che rompono, alla fine non possono pubblicare, ma Travaglio è obbligato a sposare una donna musulmana che non vorrebbe e che lo rimprovera affinché adempia ai suoi obblighi coniugali, lui resta a guardarla a distanza.

    Cambio scena

    C'è una riunione, io mi sto occupando di sistemare in un perimetro delle piantine alla giusta distanza, spostando delle sedie rosse in plastica, perché crescendo non si urtino, alla fine usciamo i libri da un sacco, prima quelli che ufficialmente si possono leggere poi annunciamo che la moglie di Travaglio ha scritto un libro che però in effetti è quello di Travaglio stesso che lui non può pubblicare, il tutto con un atmosfera cospiratoria. Lui si dichiara contento del finale del libro anche se non ha potuto scriverlo lui il finale. La moglie dietro il velo è perennemente corrucciata."



    Due appunti, Travaglio ricordo di averlo già sognato una volta, è un uomo che a mio avviso riunisce in se piacevolezza nell'aspetto, intelligenza e grande dialettica, non condivido tutte le sue posizioni in toto, insomma un uomo che mi piace decisamente . Gomez invece a mio avviso è più un giornalista encomiabile in senso stretto, meno visibilità mediatica ed una penna ottima anche se meno graffiante del collega.
    " E se scruti a lungo un abisso, anche l’abisso scruterà dentro di te" Nietzsche


    dai un'occhiata a questo sito www.altrapsicologia.it

    per usufruire del servizio contattare la scrivente per pattuire il compenso

  2. #2
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: giornalisti, musulmani e piante ...

    Citazione Originalmente inviato da ghiretto Visualizza messaggio
    Ciao
    posto qui il sogno di stanotte

    "Ero in una camera con due letti uno davanti all'altro, so che sta arrivando Gomez e mi infilo nel letto con lui cercando di sedurlo, ma dal letto dietro il mio mia sorella si sveglia e mi riprende

    Cambio scena

    Gomez con Travaglio sono in una grotta che è la loro sede operativa stanno trascrivendo con esattezza alcune cose, ma notano che qualcosa nella sede è stata spostata e allora vedono una microcamera che rompono, alla fine non possono pubblicare, ma Travaglio è obbligato a sposare una donna musulmana che non vorrebbe e che lo rimprovera affinché adempia ai suoi obblighi coniugali, lui resta a guardarla a distanza.

    Cambio scena

    C'è una riunione, io mi sto occupando di sistemare in un perimetro delle piantine alla giusta distanza, spostando delle sedie rosse in plastica, perché crescendo non si urtino, alla fine usciamo i libri da un sacco, prima quelli che ufficialmente si possono leggere poi annunciamo che la moglie di Travaglio ha scritto un libro che però in effetti è quello di Travaglio stesso che lui non può pubblicare, il tutto con un atmosfera cospiratoria. Lui si dichiara contento del finale del libro anche se non ha potuto scriverlo lui il finale. La moglie dietro il velo è perennemente corrucciata."



    Due appunti, Travaglio ricordo di averlo già sognato una volta, è un uomo che a mio avviso riunisce in se piacevolezza nell'aspetto, intelligenza e grande dialettica, non condivido tutte le sue posizioni in toto, insomma un uomo che mi piace decisamente . Gomez invece a mio avviso è più un giornalista encomiabile in senso stretto, meno visibilità mediatica ed una penna ottima anche se meno graffiante del collega.
    Ciao, ghiretto, il tuo sogno mi ha colpito.
    Non è uno di quei sogni che possano essere interpretati simbolicamente in modo chiaro (quindi non rientra fra i tipi di sogno su cui, normalmente, intervengo).
    Mi sembra, più che altro, una metafora della situazione culturale e politica in cui siamo (e purtroppo saremo sempre più) costretti a vivere.


    Ti posto, quindi, senza pretesa alcuna di interpretazione, le risonanze che mi ha suscitato.

    Due dei più noti giornalisti italiani, famosi per le inchieste e le denunce sugli scandali e il malgoverno politico del nostro paese, sono costretti a ritirarsi, come cospiratori, in una grotta... sono tenuti sotto controllo da microspie e uno di loro è, addirittura, costretto a sposare una donna musulmana (che non vuole sposare).
    A Travaglio, poi, non è consentito neppure scrivere e pubblicare libri... che, pertanto, devono uscire a nome della moglie.

    Il tuo sogno non avrebbe potuto elaborare una metafora migliore della situazione culturale e politica in cui ci troviamo, in Italia.

    Ma non solo...

    Su questo sfondo di tragedia culturale e di banalizzazione delle menti, si muove, nel tuo sogno, dipinta in maniera magistrale, la doppia insoddisfazione della povera moglie di Travaglio (simbolo evidente della condizione della donna in determinate culture) che è costretta a sposare, dapprima, uno che non voleva e, poi, a gestire il suo permanente corrucciamento, insoddisfatta perché lui, costretto al matrimonio, non vuole (sembra ) adempiere ai suoi obblighi coniugali.
    Castità costretta, quindi...

    Mancano solo le "veline" e le ragazze escort e il dipinto è completo...

    Un ottimo esempio di satira onirica. Perché non inizi a scrivere questo nuovo genere letterario?

    Se dal livello politico-culturale vogliamo passare a quello personale (ogni sogno può essere letto a diversi livelli di significato), potrebbe essere interessante soffermarsi su 4 aspetti.

    In primo luogo, partirei dalla scena iniziale.
    Ti trovi nella stanza da letto con tua sorella.
    Come anche in un altro tuo sogno, che ho avuto modo di leggere qualche tempo fa, ti ritrovi in situazioni di intimità (stanza da letto, oppure bagno) con figure femminili (qui, in particolare, tua sorella).

    Le figure femminili, in genere, rappresentano parti o istanze interiori del sognatore.
    Quando si tratta di una donna, la presenza di figure femminili in casa o in una stanza "intima", di solito, indirizza l'interpretazione verso questioni o problematiche che hanno a che fare con l'espressione della propria "femminilità".

    In questo caso, tu ti infili nel letto di Gomez (anche se dici - se ho ben capito - che, come uomo, ti piace di più Travaglio) e cerchi di sedurlo.
    Qui, ovviamente, l'interpretazione non può essere che simbolica.
    Il sogno ti dice che vorresti possedere le capacità espressive e di scrittura di Gomez. Ti piacerebbe che entrassero a far parte stabile della tua espressione come donna.

    Forse, però, una parte di te (raffigurata da tua sorella) non deve essere molto convinta della cosa, perché ti rimprovera.
    Che lo faccia perché non è in grado di metacomunicare e di distinguere, pertanto, la "realtà" dal significato simbolico?

    Un secondo elemento su cui potresti riflettere è la trasposizione in termini personali dello "sfondo" culturale e politico.
    Ti sei trovata, per caso, in questi ultimi tempi a dover scendere (o a scegliere se dover scendere o meno) a compromessi (che non avresti voluto, né, tanto meno, desiderato) per riuscire a realizzare dei tuoi progetti?
    Oppure, sei stata costretta, in qualche modo, ad un ritiro forzato su te stessa, per "proteggerti" dall'esterno (simbologia della "grotta")?

    Un terzo elemento di riflessione potrebbe essere la strana situazione in cui viene a trovarsi, nel sogno, la donna musulmana, costretta a sposare un uomo che non la vuole e a rimanere, poi, perennemente insoddisfatta e corrucciata, perché costretta ad una castità forzata.
    Ti sei, per caso, sentita (in generale) limitata, nell'espressione della tua femminilità, da ideologie e modi di pensare che ritieni superati, ma di cui senti su di te il peso?
    E, in specifico, ti sei trovata nella situazione di dover subire scelte (da te non volute e desiderate) che hanno, in qualche modo, scombussolato la tua vita affettiva e, forse, ti hanno prodotto una situazione di insoddisfazione?

    Un ultimo elemento su cui mi soffermerei, se fossi in te, ha a che fare con il dettaglio del sogno in cui tu sei occupata a sistemare le piantine (sembra nella sala della riunione) perché, crescendo, non si urtino fra di loro...

    Mi pare, questo, un dettaglio particolarmente significativo, se il tuo sogno ha ritenuto di proporlo dentro uno sfondo caratterizzato da un'atmosfera di censura imperante e di cospirazione.

    Curare le "piantine" ha a che fare, simbolicamente, con il curare lo sviluppo delle proprie potenzialità, cercando di prevenire, a monte, possibili forme di contrasto fra esigenze interne diverse e, spesso, opposte fra loro (nel sogno cerchi di evitare che le piantine si urtino fra di loro); e di prevenire, altre sì, l'urto delle proprie istanze interne con concezioni limitanti presenti nel contesto (sposti le sedie rosse di plastica, per evitare che danneggino le piantine).

    Questo, metaforicamente, potrebbe rinviare al vissuto di un possibile dissidio interiore fra esigenze ed istanze diverse che vorresti salvaguardare, evitando il più possibile che confliggano fra di loro; ma evitando anche il loro possibile conflitto con le limitazioni poste delle concezioni dominanti...
    E' possibile che queste istanze conflittuali (fra di loro e con la mentalità dominante) abbiano a che fare, da una parte, con il modo di vivere la tua "femminilità" (prima parte del sogno e figura della donna musulmana) e, dall'altra, con lo sviluppo delle tue potenzialità creative (parte del sogno in cui cerchi di sedurre Gomez, oppure parte del sogno in cui annunciate che uscirà il libro della moglie di Travaglio...).

    Queste sono alcune risonanze a caldo.
    Spero che ti portino elementi utili di riflessione, pur non essendo "interpretazioni".

    Alla prossima occasione.


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  3. #3
    Postatore Compulsivo L'avatar di ghiretto
    Data registrazione
    15-11-2004
    Residenza
    nell'orbita di Anarres
    Messaggi
    3,359

    Riferimento: giornalisti, musulmani e piante ...

    intanto un super grazie!
    Scusa il ritardo nella risposta, ma ero fuori città senza pc, domani rifletto con calma sulla tua lettura e poi scrivo le mie risonanze
    " E se scruti a lungo un abisso, anche l’abisso scruterà dentro di te" Nietzsche


    dai un'occhiata a questo sito www.altrapsicologia.it

    per usufruire del servizio contattare la scrivente per pattuire il compenso

  4. #4
    Postatore Compulsivo L'avatar di ghiretto
    Data registrazione
    15-11-2004
    Residenza
    nell'orbita di Anarres
    Messaggi
    3,359

    Riferimento: giornalisti, musulmani e piante ...

    Hermes Ankh

    l'idea che il mio mondo interiore necessiti di elaborare in modo satirico il mondo in cui vivo mi fa sorridere, un po' amaramente, pur tuttavia trovo che sia più appropriato che essere perennemente "corrucciati" e farsi il sangue amaro però ci sta

    Spostiamoci sul lato personale: ho trovato molta assonanza con il tuo "Oppure, sei stata costretta, in qualche modo, ad un ritiro forzato su te stessa, per "proteggerti" dall'esterno (simbologia della "grotta")" poiché è esattamente ciò che è accaduto negli ultimi anni e che ha portato con se un gran lavoro personale e professionale, intrapresa terapia e scuola di specializzazione, strada che si è intersecata con "ti sei trovata nella situazione di dover subire scelte (da te non volute e desiderate) che hanno, in qualche modo, scombussolato la tua vita affettiva e, forse, ti hanno prodotto una situazione di insoddisfazione" anche se queste sono state volute, ma non desiderate, in un certo senso credo che dentro me si dibatta ancora il desiderio e la razionalità che da esso mi porta lontano. Il particolare del curare le piantine cercando di prevedere il loro sviluppo armonico nel dopo mi ha fatto molto piacere, come se la situazione scatenante tutto ciò, una relazione tranciata, abbia portato con se un ripiegamento di me stessa all'interno del mio mondo per scoprirne e curarne le differenti potenzialità che voce non avevano, ciò trovo sia molto pertinente, come se stessi ancora cercando una soluzione "al vissuto di un possibile dissidio interiore fra esigenze ed istanze diverse che vorresti salvaguardare, evitando il più possibile che confliggano fra di loro".

    Sei prezioso, grazie
    Pat
    " E se scruti a lungo un abisso, anche l’abisso scruterà dentro di te" Nietzsche


    dai un'occhiata a questo sito www.altrapsicologia.it

    per usufruire del servizio contattare la scrivente per pattuire il compenso

Privacy Policy