• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7

Discussione: Psicologia

  1. #1
    Partecipante L'avatar di Xzemyas90
    Data registrazione
    12-07-2009
    Messaggi
    38

    Psicologia

    Salve a tutti, non so se è la sezione adatta ma non sapevo dove postare questa domanda/sfogo

    A 13 anni mi sono ritrovato a sciegliere una scuola superiore che fosse adatta a me e alla fine ho scelto l'indirizzo meno adatto e mi sono ritrovato a odiare la scuola e lo studio, adesso a 19 mi ritrovo a dover scegliere quale indirizzo universitario scegliere, mi sono fatto mille domande ma la risposta era una "PSICOLOGIA", ed è come se per la prima volta tutto fili liscio, ma invece guarda caso, digito su google "psicologia trovare lavoro" e BOOOOM, scoppia a cel sereno una nuova bellissima puntata della serie intitolata "CHE SFIGA LA VITA" gente che dice che non si trova, chi si dispera chi dice che sono anni buttati, chi dice che all'estero forse e chi dice che è meglio un'altra facoltà, ho letto anche un post scritto da uno psicologo su questo forum che sconsigliava vivamente a tutte le matricole di immatricolarsi a psicologia perchè erano anni persi, e la cosa mi ha sconvolto, io mi rivolgo a chi sa qualcosa, non voglio sentirmi dire bugie voglio la verità, tanto di brutte cose ne ho passate.

    Dopo lo sfogo ecco le domande:
    Dovrò vivere sotto un ponte?
    Si trova lavoro?
    Devo cambiare facoltà?

  2. #2
    Partecipante Super Figo L'avatar di CaptiveSoul
    Data registrazione
    28-02-2006
    Residenza
    Siena - Padova
    Messaggi
    1,646

    Riferimento: Psicologia

    Ciao e benvenuto/a!
    In questo momento di crisi trovare lavoro è sempre più difficile, ma un po' per tutti i lavori, più o meno.. È vero che in internet ci sono tante persone che si lamentano che non trovano lavoro, ma ci sono anche almeno altrettante persone che ce l'hanno fatta.. certo il percorso è lungo, soprattutto se come la maggior parte degli aspiranti psicologi vuoi diventare psicoterapeuta (3+2 anni di università, 1 di tirocinio per l'abilitazione, 4 o 5 di scuola di specializzazione), serve costanza, passione e disponibilità economica. Poi certo concluso il percorso di studi non c'è una serie di aziende che ti contatta per assumerti, come può accadere con una laurea in economia o in ingegneria, sta a te cercarti un lavoro, rimanere in contatto con il posto in cui hai svolto qualche tirocinio, inventarti un lavoro..
    Secondo me devi seguire le tue asirazioni, interessi, preferenze e quello che ti senti.
    "Ogni volta che una cellula nervosa muore abbiamo un neurone in meno per pensare."
    (M. Bear, B. Connors, M. Paradiso, "Neuroscienze, Esplorando il cervello", trad. it. a cura di C. Casco e L. Petrosini)




  3. #3
    Partecipante L'avatar di Xzemyas90
    Data registrazione
    12-07-2009
    Messaggi
    38

    Riferimento: Psicologia

    Pensavo che rispondeva anche qualcun'altro ma va bene così, grazie per l'incoraggiamento

  4. #4
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140

    Riferimento: Psicologia

    ciao zemyas, purtroppo la situazione è quella che vedi, inutile nasconderla. Trovare lavoro è difficile, anche se sei bravo. A volte la difficoltà è dovuta anche ad aspettative inappropriate, nel senso che molti giovanissimi pensano al lavoro come a un "posto fisso", immaginano il lavoro dello psicologo come un dipendente, cosa assolutamente rara, se non impossibile. La maggior parte degli spazi lavorativi devono essere creati, lavorando come liberi professionisti. Tutte le voci del tariffario, indicano attività che per loro natura non hanno un tempo indeterminato. Ma anche da liberi professionisti è difficile, puoi essere bravo quanto vuoi, qualificato, comepetente, come moltissimo neopsicologi, ma non basta, bisogna che ci sia intorno un contesto ricettivvo, gente disposta ad investire sui servizi psicologici, insomma, venalmente, a "pagare", e ce n'è poca, per mille e mill emotivi oggettivi culturali.
    Detto questo...non tornerei mai indietro e non mi vedrei in nessun'altra facoltà, benedico questi studi che mi hanno cambiato la visione della vita e non li sostituirei con nessun'altra facoltà e con nessun'altra garanzia di posto fisso!! Ti parlo da trentenne, libera professionista, che paga l'affitto da 10 anni e non ha mai pouto godere di un sostegno economico familiare. E' durissima, perché oggi il lavoro c'è, domani non si sa, forse arriva, forse non arriva, o magari arriva tutto insieme, e sei sempre in bilico. Non so il mese prossimo quanto entrerà, so solo quanto uscirà, indipendentemente dalle entrate. Eppure ormai non saprei immaginarmi altrimenti!!! valuta bene, le tue passioni, ma anche la tua struttura dipersonalità, se sei maggiormente predisposto ad un lavoro più stabile e rassicurante da dipendente oppure se sai vivere nell'instabilità e gestire caos e imprevisti. In ogni caso: è dura!!!!

  5. #5
    Partecipante L'avatar di Xzemyas90
    Data registrazione
    12-07-2009
    Messaggi
    38

    Riferimento: Psicologia

    A me psicologia è sempre piaciuta e sinceramente non mi vedo in nessun'altra facoltà, però lo stare in bilico mi fa paura e sono indeciso tra i sogni e la realtà.
    Vorrei che tutto questo fosse più semplice, ma purtroppo non è così, è mi ritrovo ideciso di nuovo, o mi faccio una facoltà che non mi piace oppure faccio quella che mi piace ma sapendo che in un futuro non troppo lontano quando non avrò più il supporto dei genitori potrei ritrovarmi ad avere seri problemi economici, e tra queste due preferisco fare qualcosa che non mi piace e frustrarmi per tutta la vita, preferisco il dolore psicologico (fa più male ma ormai ci convivo da 19 anni per vari motivi) adesso vado sul sito della sapienza e scelgo la facoltà, anche se è una rimpiangerò per sempre, ma non trovo alternative.

  6. #6
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    01-02-2009
    Messaggi
    176

    Riferimento: Psicologia

    Valuta anche quanto possa esser difficile studiare una facoltà che non ti piace.

    Per me sarebbe impossibile!

    Ad ogni modo io sono uno di quelli che, dopo le superiori, non aveva possibilità di pagarsi le tasse universitarie, quindi dopo aver trovato un posto fisso, solo da pochi mesi ho deciso di iscrivermi a psicologia per dedicarmi ad uno studio che mi piace. Magari non farò mai il lavoro dello psicologo, ma vorrei comunque acquisire mediante appropiati studi, quella conoscenza che mi permette di frequentare determinati ambiti e determinate persone, solo per mera soddisfazione personale.

    E poi chissà....

  7. #7
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    24-06-2009
    Residenza
    FORLI'
    Messaggi
    95

    Riferimento: Psicologia

    io saro' anche un'eterna ottimista...ma secondo me sul web si trovano solo lamentele anche perche' la gente che scrive lo fa spesso x sfogarsi....io credo che dipenda moltissimo da noi e non da quello che ci circonda...meglio rimboccarsi le maniche e darsi da fare x far quello che si vuole che diventare una sorta di "homer simpson" che fa un lavoro che non gli piace e pensa che la vita sia solo sfiga, capace solo di lamentarsi e dire "capitano tutte a me!"....
    alla fine...ci capita solo quello che vogliamo farci capitare....quindi diamoci una mossa e una bella svegliata, facciamo capitare cio' che desideriamo!!!...se non farai psicologia non potrai mai fare altro che pensare "e se l'avessi fatta?"...
    pensaci bene...
    "Investi le poche monete che hai in tasca nella tua mente e la tua mente ti riempira' le tasche di monete"
    B. Franklin

Privacy Policy