• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 25
  1. #1
    Neofita
    Data registrazione
    14-06-2007
    Residenza
    roma
    Messaggi
    5

    libri 3 prova esame stato roma N.O

    ciao a tutti , sapete consigliarmi quali libri comprare x la 3 prova dell'esame di stato del NO????
    grazie

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320

    Riferimento: libri 3 prova esame stato roma N.O

    Citazione Originalmente inviato da salentina81 Visualizza messaggio
    ciao a tutti , sapete consigliarmi quali libri comprare x la 3 prova dell'esame di stato del NO????
    grazie
    ma di quale indirizzo ti interessa sapere???
    di sviluppo, io avevo:
    1.DSM (INFANZIA)
    2. libro CELI
    3. LIBRI DI AMMANNITI (ma x me nn sono utili!)

    ...E BASTA!
    se sei interessata, comunque vendo materiale x la 3 prova di sviluppo (contatti via mail: tarielisa@libero.it)
    ." all'origine gli esseri umani erano doppi:possedevano 2 teste, 4gambe, 2 sessi uguali o diversi.Questa condizione cionferivaloro una grande forza e un ambizione tale che un giorno si lanciarono all'assalto del cielo.Allora zeus infuriato tagliò in due ciascuno di loro e da qual giorno ognuno è alla ricerca della sua metà!"
    .................

    nuovo regolamento: http://www.opsonline.it/help/
    ---------------------

    VENDITRICE ACCREDITATA DI OPSonline

  3. #3
    Partecipante Affezionato L'avatar di kittina82
    Data registrazione
    13-10-2007
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    105

    Riferimento: libri 3 prova esame stato roma N.O

    I libri per il clinico per la terza prova nuovo ordinamento invece quali sono?

  4. #4
    Partecipante Assiduo L'avatar di Starletta
    Data registrazione
    12-06-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    235

    Riferimento: libri 3 prova esame stato roma N.O

    io penso che per il clinico i libri siano cmq il Gabbard, il DSM e ... altro non so.
    Su internet ho trovato una guida per svolgere il caso clinico.
    In realtà non credo ci sia bisogno chissà di quale libro in particolare.
    La base per svolgere un caso è lo studio dei disturbi, la diagnosi differenziale e il tipo di psicoterapia da applicare, tutte cose studiate per anni.

    Il problema che invece mi sono ritrovata a dover affrontare con difficoltà è proprio quello di fare diagnosi. Ho provato a svolgere alcuni casi clinici trovati sul sito della facoltà usciti per l'eds negli anni precedenti, ma non è stato facile, per niente.
    Io vengo dal clinico, ma non ho mai svolto un caso clinico, tranne una volta all'esame della De Coro.
    Mi sembra pazzesco.
    Infatti mi sto accorgendo che c'è una bella differenza tra imparare a memoria tutti i disturbi del dsm e fare tanto di anmnesi, diagnosi e prognosi di un paziente leggendo solo alcune righe della sua storia clinica.
    Credo che se ci avessero allenato prima a svoglere questi casi clinici adesso non mi sentirei tanto preoccupata.

    TRa quelli che ho cercato di svolgere ... penso di aver fatto una buona diagnosi, ma sono piena di dubbi. Mi piacerebbe potermi confrontare con qualcuno di voi.
    Come detto i casi sono degli anni precedenti.

    Se li avete svolti .... vi andrebbe di confrontarli?

    Grazie!!!

  5. #5

    Riferimento: libri 3 prova esame stato roma N.O

    Ciao!

    qualcuno mi saprebbe dire quali sono i libri utili per lo svolgimento del caso di psicologia del lavoro (sempre 3 prova!)?

    Grazie 1000!

  6. #6
    Partecipante
    Data registrazione
    25-10-2008
    Messaggi
    46

    Riferimento: libri 3 prova esame stato roma N.O

    ciao starletta! volevo farti una domanda: ma tu hai cominciato a fare qualche caso quindi hai già studiato tutti i disturbi? io ho fatto quasi tutti i disturbi di personalità e basta. ma la diagnosi differenziale da studiare è quella nel dsm per ogni disturbo? e per gli approfondimenti diagnostici relativi al caso, bisogna basarsi sull'abc o basarsi solo sul caso specifico? io so ( me lo ha detto una ragazza che lo ha fatto e ora è psicoterapeuta) che nella diagnosi non bisogna indicare un disturbo specifico ma rientrare nel generico. se ne sai un pò più di me mi puoi dare qualche informazione? e scusa se ti rompo, ma tu quali disturbi fai, perchè è impossibile farli tutti.
    grazie

  7. #7
    Partecipante Assiduo L'avatar di Starletta
    Data registrazione
    12-06-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    235

    Riferimento: libri 3 prova esame stato roma N.O

    ciao v. antonini, io ho già svolto alcuni casi clinici seguendo i punti della traccia.
    In realtà non ho studiato i disturbi a memoria, li studio facendo direttamente il caso clinico. Ovviamente mi rifaccio al DSM ma in un caso ho voluto citare anche l'ICD 10 perchè mi sembrava più approfondito. Per quanto riguarda la diagnosi .... io parto dalla descrizione dei sintomi e traccio un profilo che penso sia coerente con il resoconto, poi c'è quasi sempre una comorbidità con altri disturbi e allora comincio a fare una serie di supposizioni. Ho letto da qualche parte che non bisogna mai dire con certezza qual'è la diagnosi perchè, come nella realtà, c'è bisogno di più incontri a approfondimenti.

  8. #8
    Partecipante Assiduo L'avatar di Starletta
    Data registrazione
    12-06-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    235

    Riferimento: libri 3 prova esame stato roma N.O

    Qui sotto vi riporto un caso clinico uscito qualche anno fa all'esame di stato.
    Io ho provato a svolgerlo, ma anche se sembra chiaro e lampante, ho avuto qualche difficoltà nella diagnosi.
    Voi cosa ne pensate? io ho una mia idea ma non voglio influenzarvi...... vorrei sapere invece voi cosa scrivereste.


    1. Una scuola situata in un quartiere di periferia di una grande città chiede una consulenza allo psicologo del
    servizio materno-infantile del distretto sanitario per un bambino, Andrea, di 9 anni, che frequenta la quarta
    elementare. A scuola, Andrea presenta un comportamento aggressivo, spesso violento: rompe gli oggetti,
    colpisce i compagni a volte in modo grave. Una bambina è stata ferita sul viso mentre giocavano in giardino
    e per questo la scuola è stata denunciata dai genitori. Le insegnanti descrivono Andrea come un bambino
    aggressivo, un “bulletto”, con difficoltà di apprendimento, problemi di attenzione e di pensiero, socialmente
    isolato. Un colloquio con la madre evidenzia che Andrea ha avuto uno sviluppo fisico normale, ha
    frequentato regolarmente il nido e la scuola dell’infanzia, non ha avuto malattie degne di rilievo. La famiglia
    vive in condizioni di estremo disagio economico e socio-culturale. Andrea divide la camera da letto con i
    genitori. Entrambi i genitori sono disoccupati e “si arrangiano come possono”. Trascorrono molto tempo
    fuori casa e il bambino rimane spesso da solo o gioca per strada con un gruppo di ragazzi più grandi di lui.
    La sera resta spesso sveglio fino a tardi a vedere la televisione.

  9. #9
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320

    Riferimento: libri 3 prova esame stato roma N.O

    Citazione Originalmente inviato da Starletta Visualizza messaggio
    Qui sotto vi riporto un caso clinico uscito qualche anno fa all'esame di stato.
    Io ho provato a svolgerlo, ma anche se sembra chiaro e lampante, ho avuto qualche difficoltà nella diagnosi.
    Voi cosa ne pensate? io ho una mia idea ma non voglio influenzarvi...... vorrei sapere invece voi cosa scrivereste.


    1. Una scuola situata in un quartiere di periferia di una grande città chiede una consulenza allo psicologo del
    servizio materno-infantile del distretto sanitario per un bambino, Andrea, di 9 anni, che frequenta la quarta
    elementare. A scuola, Andrea presenta un comportamento aggressivo, spesso violento: rompe gli oggetti,
    colpisce i compagni a volte in modo grave. Una bambina è stata ferita sul viso mentre giocavano in giardino
    e per questo la scuola è stata denunciata dai genitori. Le insegnanti descrivono Andrea come un bambino
    aggressivo, un “bulletto”, con difficoltà di apprendimento, problemi di attenzione e di pensiero, socialmente
    isolato. Un colloquio con la madre evidenzia che Andrea ha avuto uno sviluppo fisico normale, ha
    frequentato regolarmente il nido e la scuola dell’infanzia, non ha avuto malattie degne di rilievo. La famiglia
    vive in condizioni di estremo disagio economico e socio-culturale. Andrea divide la camera da letto con i
    genitori. Entrambi i genitori sono disoccupati e “si arrangiano come possono”. Trascorrono molto tempo
    fuori casa e il bambino rimane spesso da solo o gioca per strada con un gruppo di ragazzi più grandi di lui.
    La sera resta spesso sveglio fino a tardi a vedere la televisione.

    questo è il caso uscito a novembre, per la "2 commissione, dell'indirizzo sviluppo...lo s perchè è uscito a me!

    cmq mol,ti di noi hanno diagnosticato (ricordate di NON essere MAI certi di ciò che scrivete.....bisogan sempre approfon dire cn ulteriri accertamenti.....) diaturbo della cndotta (per i chiaris intomi, per il disagio della famiglia, per le regole sempre infrante..)....cmq anche chi, (come me) ha sbgaliato diagnsi mettendo disturbo oppositiv provocatorio (ma accertabile mediante ulteriori approfondiemnti, per differenziarl dal dist di condotta che è meno grave,.....) ha passato l'eds....
    quindi tarnquilli....
    l'unica cosa è la coerenza....cercate di non sparare diagnosi certe e di motvare la scelta fatta, di inviare cmq il sggetto ad altri prfessinisti e cercate di richiedere maggiri info x comprendre il caso.....
    ." all'origine gli esseri umani erano doppi:possedevano 2 teste, 4gambe, 2 sessi uguali o diversi.Questa condizione cionferivaloro una grande forza e un ambizione tale che un giorno si lanciarono all'assalto del cielo.Allora zeus infuriato tagliò in due ciascuno di loro e da qual giorno ognuno è alla ricerca della sua metà!"
    .................

    nuovo regolamento: http://www.opsonline.it/help/
    ---------------------

    VENDITRICE ACCREDITATA DI OPSonline

  10. #10
    Partecipante Assiduo L'avatar di Starletta
    Data registrazione
    12-06-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    235

    Riferimento: libri 3 prova esame stato roma N.O

    Ciao memolememole,
    come sempre pronta ed efficiente!
    Allora, leggendo attentamente il caso di questo ragazzino inizialmente avevo ipotizzato un disturbo della condotta perche' mi sembrava che l'aspetto più marcato del suo comportamento fosse proprio la violenza, l'aggressivita' (soprattutto veniva descritto "bulletto" dagli insegnanti) pero' poteva essere anche un disturbo oppositivo provocatorio perche' il fatto di opporsi alle regole scolastiche e alle richieste dei compagni di essere lasciati in pace era cmq presente. Inoltre mancavano i criteri temporali. Per fare una corretta diagnosi infatti bisogna basarsi anche su quello, cioe' da quanto tempo il soggetto presenta questi "sintomi". Credimi, ci sono stata sopra 3 giorni interi. Mi metteva in crisi anche quel "problema di pensiero" che sostenevano le insegnanti. Io ho pensato che fosse piu' che altro la classica forma mentis di chi ha la tendenza a interpretare in modo sbagliato le effettive intenzioni dell'altro e non tanto un ipotetico disturboi del pensiero che si puo' trovare nella mania o nella psicosi.
    Insomma, alla fine ho conlcuso con un dc, in comorbidita' con un disturbo dell'apprendimento perche' sul libro di guidetti/galli li fa risultare incrociati, ma anche qui dubbio: E' un disturbo dell'apprendimento? O si tratta solo di un aspetto? In letteratura ho trovato che spesso bambini con disturbi della condotta hanno difficolta' attentive e di apprendimento e questo mi faceva pensare anche ad un adhd, ma mancavanoi criteri di impulsivita'. Insomma, mi sembra che qui il punto focale sia il comportamento violento. Alla fine ho tagliato la testa al toro e ho scirtto disturbo della condotta.
    Sono contenta di aver trovato conferma nella tua risposta.
    Vorrei pero' farti una domanda: Solitamente quali sono le figure professionali che possiamo coinvolgere per chiedere pareri? Io metto sempre lo psichiatra, ma poi non mi viene in mente altro.
    Lo so che dipende dal caso, ma saresti in grado di citarmene altre?

    Grazie 1000!!!!!!!!!!!!

  11. #11
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320

    Riferimento: libri 3 prova esame stato roma N.O

    CNSIGLI: tutti i tuoi dubbi sulla diagnsi esplicitali!
    e spiega che per una corretta diagnosi bisognava approfondire il rpoblema di apprendiemnto (diagnosi differenziale), di pensiero.....è quets che vogliono...volgliono sapere come ragioniamo e su cosa


    cmq mai diagnsi certa..s.empre ipotesi e comorbidità!

    per le altre figure: quasis empre neuro psichiatra, logopedista, assistente sociale (soprattutto per dist comport.)....
    ." all'origine gli esseri umani erano doppi:possedevano 2 teste, 4gambe, 2 sessi uguali o diversi.Questa condizione cionferivaloro una grande forza e un ambizione tale che un giorno si lanciarono all'assalto del cielo.Allora zeus infuriato tagliò in due ciascuno di loro e da qual giorno ognuno è alla ricerca della sua metà!"
    .................

    nuovo regolamento: http://www.opsonline.it/help/
    ---------------------

    VENDITRICE ACCREDITATA DI OPSonline

  12. #12
    paoletta81
    Ospite non registrato

    Riferimento: libri 3 prova esame stato roma N.O

    ciao ragazze!
    dove e quanto avete comprato i testi per la 3° prova "DSM IV-infanzia e adolescenza" e "Psicopatologia dello sviluppo" di Fabio Celi?
    grazie!!

  13. #13
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320

    Riferimento: libri 3 prova esame stato roma N.O

    Citazione Originalmente inviato da paoletta81 Visualizza messaggio
    ciao ragazze!
    dove e quanto avete comprato i testi per la 3° prova "DSM IV-infanzia e adolescenza" e "Psicopatologia dello sviluppo" di Fabio Celi?
    grazie!!
    ALLA libreria Kappa , in via degli apuli!
    il Celi costa circa 35 euro,...e lo cnsiglio! è bellissimo!

    e il dsm CIRCA 37!

    ." all'origine gli esseri umani erano doppi:possedevano 2 teste, 4gambe, 2 sessi uguali o diversi.Questa condizione cionferivaloro una grande forza e un ambizione tale che un giorno si lanciarono all'assalto del cielo.Allora zeus infuriato tagliò in due ciascuno di loro e da qual giorno ognuno è alla ricerca della sua metà!"
    .................

    nuovo regolamento: http://www.opsonline.it/help/
    ---------------------

    VENDITRICE ACCREDITATA DI OPSonline

  14. #14
    paoletta81
    Ospite non registrato

    Riferimento: libri 3 prova esame stato roma N.O

    Grazie Elisa!!!!

  15. #15
    paoletta81
    Ospite non registrato

    Riferimento: libri 3 prova esame stato roma N.O

    A proposito di Kappa.. sapete per caso se è aperta adesso o è chiusa per le ferie?

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy