• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 28
  1. #1
    Postatore Epico L'avatar di michael sniper
    Data registrazione
    08-05-2008
    Residenza
    Selargius
    Messaggi
    8,608

    Cosa rende un libro un "classico"?

    Apro questa discussione, sperando di non aver fatto qualcosa di grave o sconveniente
    Altre volte si è toccato questo tema, ma molto alla lontana, senza un'attenzione specifica e particolare (a mio modo di vedere...)
    Voi che avete letto tanti libri - sicuramente molti più di me - cosa pensate dei classici? Cosa deve avere un libro per poter essere o poter diventare un classico? Chi lo rende un classico?
    Magari, conoscendo qualcuna di queste risposte, potreste portare a titolo di esempio un libro che avete letto...
    Grazie a tutti
    Se qualcuno/a conosce donne in gravidanza, dal sesto mese compreso in poi, della provincia di Cagliari, è gentilmente pregato/a e invitato/a a contattarmi tramite messaggio privato. Grazie mille a tutti

  2. #2
    Partecipante Figo L'avatar di superfabio
    Data registrazione
    23-04-2009
    Residenza
    Milano provincia
    Messaggi
    814

    Riferimento: Cosa rende un libro un "classico"?

    Deve essere "importante" storicamente, molto conosciuto e con un po' di anni sulle spalle (altrimenti è solo un cult contemporaneo o un best seller).



    P.s. W l'amore.
    ...e così, guardando l’altro, l’uomo vedeva sé stesso, e odiava...
    (da LA VIA, IL VIAGGIO E LE LACRIME PERSE)

  3. #3
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724

    Riferimento: Cosa rende un libro un "classico"?

    Credo debba essere "senza tempo"... un libro che anche se è stato scritto centinaia di anni or sono, sia tuttora attuale e nel quale sia riconoscibile la bellezza stilistica, la profondità della storia, dei personaggi, dei temi trattati...
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

  4. #4
    Postatore Epico L'avatar di michael sniper
    Data registrazione
    08-05-2008
    Residenza
    Selargius
    Messaggi
    8,608

    Riferimento: Cosa rende un libro un "classico"?

    Citazione Originalmente inviato da superfabio Visualizza messaggio
    Deve essere "importante" storicamente, molto conosciuto e con un po' di anni sulle spalle (altrimenti è solo un cult contemporaneo o un best seller).



    P.s. W l'amore.
    Citazione Originalmente inviato da Ember Visualizza messaggio
    Credo debba essere "senza tempo"... un libro che anche se è stato scritto centinaia di anni or sono, sia tuttora attuale e nel quale sia riconoscibile la bellezza stilistica, la profondità della storia, dei personaggi, dei temi trattati...
    Grazie, gentilissimi per aver risposto

    Attendo altre opinioni (mi sembra di capire che il gruppo di lettori in Ops sia ben nutrito)
    Se qualcuno/a conosce donne in gravidanza, dal sesto mese compreso in poi, della provincia di Cagliari, è gentilmente pregato/a e invitato/a a contattarmi tramite messaggio privato. Grazie mille a tutti

  5. #5
    Postatore Epico L'avatar di Arte1misia
    Data registrazione
    29-06-2007
    Residenza
    Trieste
    Messaggi
    7,818

    Riferimento: Cosa rende un libro un "classico"?

    un classico potebbe essere un libro che sai che dovresti leggere, ma che, quando lo cominci ti scordi di questo e te ne fai travolgere dalla sua forza, dalla lievità dalle sua innocenza o dall'intelligenza o dalla storia o dai personaggi o da tutto. ^ ^
    Insomma un libro che conquista, anche te.
    Nicoletta
    Odio essere bipolare. È fantastico!
    via largofactotum su tumblr

    su anobii http://www.anobii.com/nicoletta/books

    La forza non viene dal vigore fisico. Viene da una volontà indomabile.
    M. Gandhi
    Vivi come se dovessi morire domani. Impara come se dovessi vivere per sempre.
    M. K. Gandhi



    >>>>>la mia playlist<<<<<

  6. #6
    Postatore Compulsivo L'avatar di misskatryn
    Data registrazione
    29-11-2007
    Residenza
    provincia di Salerno
    Messaggi
    3,212

    Riferimento: Cosa rende un libro un "classico"?

    per me un libro diventa un classico nel momento in cui...anche se è la seconda o la terza volta che lo leggo...scopro cose nuove...piccole sfaccettature che prima non avevo notato...Insomma per me un classico è un libro che deve sorprendermi e rapirmi sempre...




    " I was born to love you...with every single beat of my heart....Yes, I was born to take care of you...every single day of my life."





  7. #7
    Postatore Epico L'avatar di Rae
    Data registrazione
    22-11-2003
    Residenza
    * sul ciglio di un equilibrio che non ho *
    Messaggi
    7,432
    Blog Entries
    20

    Riferimento: Cosa rende un libro un "classico"?

    Io considero classici i libri di autori storici, che hanno letteralmente fatto la storia della letteratura.. Kafka, Proust, i grandi imcomprensibili russi
    Quei libri che ci metti anche sei mesi a leggere, ma che non possono mancare nel bagaglio culturale
    Poi secondo me gli autori devono essere già morti ad esempio per quanto io adori Kundera mi è ancora difficile considerarlo un classico
    ( bella discussione)
    Ma contro i sentimenti siamo disarmati, poiché esistono e basta, e sfuggono ad una qualunque censura. Possiamo rimproverarci un gesto, una frase, ma non un sentimento: su di esso non abbiamo alcun potere.
    M. Kundera

    "Non siamo uomini di buona volontà se ci limitiamo a piangere ciò che si è perso, se ricordiamo solo ciò che non può più tornare. Lo saremo solo se diventiamo consapevoli di ciò che di meglio c'è in noi, di più vitale, e se seguiamo la voce di questa Coscienza" H.Hesse


    "Non sono cattiva.. è che mi disegnano così"
    Per gentile concessione del Lupo Solitario


    fondatrice con Ele* del f.c.f.c.[fancazziste fan club]con sede in una bella spiaggetta della Croazia...e con una nuova adepta!!Benarrivata Claudina!!


    ...La farfalla , si dice, non sa cos'è il dolore..vive un giorno felice..e poi per sempre muore....

  8. #8
    Postatore Epico L'avatar di Arte1misia
    Data registrazione
    29-06-2007
    Residenza
    Trieste
    Messaggi
    7,818

    Riferimento: Cosa rende un libro un "classico"?

    Secondo certo hanno fatto al letteratura ma devono essere libri che piacciono anche ora, come a teatro si vedono le tragedie greche, Shakespeare (grande Willie, il mio preferred )...così ci sono libri così potenti da poter essere letti anche oggi con gusto.
    Però non ritengo necessario che l'autore sia morto anche se ora tendiamo a sopravvalutare tutti perchè leggiamo molto di più. Si, bella discussione ^ ^
    Nicoletta
    Odio essere bipolare. È fantastico!
    via largofactotum su tumblr

    su anobii http://www.anobii.com/nicoletta/books

    La forza non viene dal vigore fisico. Viene da una volontà indomabile.
    M. Gandhi
    Vivi come se dovessi morire domani. Impara come se dovessi vivere per sempre.
    M. K. Gandhi



    >>>>>la mia playlist<<<<<

  9. #9
    Postatore Epico L'avatar di Rae
    Data registrazione
    22-11-2003
    Residenza
    * sul ciglio di un equilibrio che non ho *
    Messaggi
    7,432
    Blog Entries
    20

    Riferimento: Cosa rende un libro un "classico"?

    Si ci può anche essere molto gusto nel leggerli, ma il gusto per me sarebbe anche leggere Guerra e Pace ul gusto arriverebbe alla fine dell'impresa
    Ma contro i sentimenti siamo disarmati, poiché esistono e basta, e sfuggono ad una qualunque censura. Possiamo rimproverarci un gesto, una frase, ma non un sentimento: su di esso non abbiamo alcun potere.
    M. Kundera

    "Non siamo uomini di buona volontà se ci limitiamo a piangere ciò che si è perso, se ricordiamo solo ciò che non può più tornare. Lo saremo solo se diventiamo consapevoli di ciò che di meglio c'è in noi, di più vitale, e se seguiamo la voce di questa Coscienza" H.Hesse


    "Non sono cattiva.. è che mi disegnano così"
    Per gentile concessione del Lupo Solitario


    fondatrice con Ele* del f.c.f.c.[fancazziste fan club]con sede in una bella spiaggetta della Croazia...e con una nuova adepta!!Benarrivata Claudina!!


    ...La farfalla , si dice, non sa cos'è il dolore..vive un giorno felice..e poi per sempre muore....

  10. #10
    Postatore Epico L'avatar di Arte1misia
    Data registrazione
    29-06-2007
    Residenza
    Trieste
    Messaggi
    7,818

    Riferimento: Cosa rende un libro un "classico"?

    Io non ce l'ho ancora fatta. E anche Anna Karenina non andavo avanti...
    vorrei apprezzarlo come un prodotto di quel tempo...ma non ci riesco: mi infastidisce
    Nicoletta
    Odio essere bipolare. È fantastico!
    via largofactotum su tumblr

    su anobii http://www.anobii.com/nicoletta/books

    La forza non viene dal vigore fisico. Viene da una volontà indomabile.
    M. Gandhi
    Vivi come se dovessi morire domani. Impara come se dovessi vivere per sempre.
    M. K. Gandhi



    >>>>>la mia playlist<<<<<

  11. #11
    Postatore Epico L'avatar di michael sniper
    Data registrazione
    08-05-2008
    Residenza
    Selargius
    Messaggi
    8,608

    Riferimento: Cosa rende un libro un "classico"?

    Citazione Originalmente inviato da Rae Visualizza messaggio
    Io considero classici i libri di autori storici, che hanno letteralmente fatto la storia della letteratura.. Kafka, Proust, i grandi imcomprensibili russi
    Quei libri che ci metti anche sei mesi a leggere, ma che non possono mancare nel bagaglio culturale
    Poi secondo me gli autori devono essere già morti ad esempio per quanto io adori Kundera mi è ancora difficile considerarlo un classico
    ( bella discussione)
    Citazione Originalmente inviato da Arte1misia Visualizza messaggio
    Secondo certo hanno fatto al letteratura ma devono essere libri che piacciono anche ora, come a teatro si vedono le tragedie greche, Shakespeare (grande Willie, il mio preferred )...così ci sono libri così potenti da poter essere letti anche oggi con gusto.
    Però non ritengo necessario che l'autore sia morto anche se ora tendiamo a sopravvalutare tutti perchè leggiamo molto di più. Si, bella discussione ^ ^
    Grazie mille a voi, che con i vostri interventi contribuite a rendere bella - e più bella - la discussione
    A parte le battute, trovo anch'io difficile credere che i libri di autori viventi possano essere considerati dei classici... a meno che non siano dei libri distanti nel tempo, di quaranta o anche più anni fa... ma l'idea di classicità mi fa pensare a qualcosa che va oltre il tempo, e quindi, oltre la vita... mi spiace per l'autore in questione, che a questo punto viene considerato come non più appartenente a questo mondo
    Se qualcuno/a conosce donne in gravidanza, dal sesto mese compreso in poi, della provincia di Cagliari, è gentilmente pregato/a e invitato/a a contattarmi tramite messaggio privato. Grazie mille a tutti

  12. #12
    Postatore Epico L'avatar di Rae
    Data registrazione
    22-11-2003
    Residenza
    * sul ciglio di un equilibrio che non ho *
    Messaggi
    7,432
    Blog Entries
    20

    Riferimento: Cosa rende un libro un "classico"?

    Pure io non sono riuscita a leggere Anna Karenina
    Dovrò riprovarci

    W gli autori morti
    Ma contro i sentimenti siamo disarmati, poiché esistono e basta, e sfuggono ad una qualunque censura. Possiamo rimproverarci un gesto, una frase, ma non un sentimento: su di esso non abbiamo alcun potere.
    M. Kundera

    "Non siamo uomini di buona volontà se ci limitiamo a piangere ciò che si è perso, se ricordiamo solo ciò che non può più tornare. Lo saremo solo se diventiamo consapevoli di ciò che di meglio c'è in noi, di più vitale, e se seguiamo la voce di questa Coscienza" H.Hesse


    "Non sono cattiva.. è che mi disegnano così"
    Per gentile concessione del Lupo Solitario


    fondatrice con Ele* del f.c.f.c.[fancazziste fan club]con sede in una bella spiaggetta della Croazia...e con una nuova adepta!!Benarrivata Claudina!!


    ...La farfalla , si dice, non sa cos'è il dolore..vive un giorno felice..e poi per sempre muore....

  13. #13
    Postatore Epico L'avatar di Arte1misia
    Data registrazione
    29-06-2007
    Residenza
    Trieste
    Messaggi
    7,818

    Riferimento: Cosa rende un libro un "classico"?

    Ma perchè secondo te Coe non potebbe entrare nei classici?
    Per dirne uno
    Ultima modifica di Arte1misia : 02-11-2009 alle ore 17.52.47
    Nicoletta
    Odio essere bipolare. È fantastico!
    via largofactotum su tumblr

    su anobii http://www.anobii.com/nicoletta/books

    La forza non viene dal vigore fisico. Viene da una volontà indomabile.
    M. Gandhi
    Vivi come se dovessi morire domani. Impara come se dovessi vivere per sempre.
    M. K. Gandhi



    >>>>>la mia playlist<<<<<

  14. #14
    Postatore Epico L'avatar di michael sniper
    Data registrazione
    08-05-2008
    Residenza
    Selargius
    Messaggi
    8,608

    Riferimento: Cosa rende un libro un "classico"?

    Citazione Originalmente inviato da Arte1misia Visualizza messaggio
    Ma perchè secondo te Coe non potebbe entrare nei classici?
    Per dirne uno
    Secondo me non ancora...
    Bisogna vedere però se sia abbastanza in gamba per entrare nella categoria dei "classici"
    Il problema di fondo è che il canone di classicità si situa in una zona intermedia tra oggettivo e soggettivo voi che ne pensate, o pubblico di assidui lettori?
    Se qualcuno/a conosce donne in gravidanza, dal sesto mese compreso in poi, della provincia di Cagliari, è gentilmente pregato/a e invitato/a a contattarmi tramite messaggio privato. Grazie mille a tutti

  15. #15
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724

    Riferimento: Cosa rende un libro un "classico"?

    Secondo me ci vuole molto tempo prima che un libro possa esere definito classico (e non è l'autore a diventarlo, ma il libro stesso!), per questo più l'autore è morto più aumentano le possibilità
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy