• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 19
  1. #1
    Postatore Compulsivo L'avatar di Tania1979
    Data registrazione
    19-01-2007
    Residenza
    Sicilia
    Messaggi
    3,032

    uomo e donna..chi è superiore? :)

    ho trovato questo articolo su internet,voi che ne pensate?credete in questi studi e statistiche?Credete che possano essere validi?


    In passato l’uomo costituiva il “sesso forte” rispetto la donna. Durante questi ultimi decenni però un buon numero di ricerche scientifiche, alcune evoluzioni sociali, e moltissime analisi statistiche in svariati campi... hanno ormai dimostrato come il maschio umano costituisca di fatto il “sesso debole” rispetto la donna. Vediamo perché.

    Cominciamo con alcune (ma non tutte) acquisizioni scientifiche:

    - a) le donne sono anatomicamente e fisiologicamente più longeve, e lo sono -sempre a livello di tendenza genetica- anche psicologicamente: in altre parole, il deterioramento caratteriale e l’indebolimento mentale risulta più precoce e pronunciato nei maschi, come peraltro le statistiche confermano.
    - b) grazie ad una più sana e consapevole tendenza, le donne si espongono generalmente meno al rischio di traumi per eccesso di violenza (sports abnormi, delinquenza armata, guerra, etc).
    - c) proporzionalmente alla struttura psicosomatica, risultano più robuste, e - sotto stress prolungato- molto più resistenti. In altre parole, a parità di peso, muscolatura, livello culturale e psicologico etc, la donna risulta più forte e più resistente del corrispettivo maschile.
    - d) il sesso femminile risulta meno esposto alle patologie cardiovascolari, delle vie respiratorie, ed infettive in generale. Come struttura, il suo sistema immunitario è più efficiente.
    - e) in base a quanto sopra detto - sia pure molto succintamente - consegue che la donna è senza equivoci più reattiva all’attacco ecosistemico globalmente inteso (e per ecosistema s’intende quello che va dalla casa alla città, dalla regione in cui si vive all’aumento degli ultravioletti per il rarefarsi dell’ozono etc.). In pratica, la donna si adatta meglio, e resiste di più alle contrarietà ambientali di vario tipo (miseria, lutti, inquinamento etc.). Le prove di questa maggiore reattività femminile sono molteplici, storiche, sociali, mediche, e così via... ma tanto per citarne una: l’incremento della precocità dell’andropausa, e la sterilità maschile in continuo aumento, a seguito dell’effetto serra e di altre concause. In sintesi, sotto l’attacco ecosistemico, gli uomini tendono a diventare impotenti e sterili, le donne no (con tutto ciò che questo significa, geneticamente e psichicamente).

    Vediamo ora alcune valutazioni in campi diversi, ma che concorrono tutte profondamente alla situazione di fatto:

    - a) storicamente e socialmente risulta, al di là delle apparenze, che gli uomini governano il mondo... ma le donne governano gli uomini, più spesso di quanto non sembri. Questo accade in tutti gli strati sociali. In altre parole, il potere diretto (da quello familiare a quello statale) è quasi sempre maschile, quello indiretto è femminile, in passato come ora.
    - b) storicamente e statisticamente risulta che le donne possiedono beni mobiliari, immobiliari e finanziari in misura maggiore, anche se il mondo dell’economia e della finanza è preponderantemente in mano agli uomini. Stante la maggiore reattività all’attacco ambientale, una congenita prudenza e tendenza a difendere l’acquisito, e la maggiore longevità... la proprietà dei beni tende ad accumularsi nelle mani delle donne.

    Infine, due fattori di estrema importanza, che vanno a toccare anch’essi la sostanza della realtà:

    Il primo fattore è che la donna gode di un’esperienza fondamentale, profonda, intensa, in sintesi essenziale, che l’uomo non può avere: la gravidanza in particolare, e la maternità in generale. Ancorché possa costituire un’esperienza importante per il maschio, la paternità resta un fatto “superficiale” rispetto quello sostanziale di letteralmente “fare un figlio”... dimensione fisica, psichica, e presumibilmente spirituale, che solamente la donna può vivere e capire, con tutto ciò che questo significa.

    Il secondo fattore emerge da recenti acquisizioni scientifiche. In sintesi si tratta di questo: i due emisferi cerebrali hanno una serie di connessioni, laddove più esse sono numerose ed efficienti, più l’individuo ha un rapporto qualificato nei confronti dell’ambiente e di se stesso. A questo punto però, col progredire della neurologia, embrionologia e attinenti, è risultato: quando nel feto s’innesca la sessualizzazione al maschile, ciò accade a seguito di una serie delicata e complessa di secrezioni ormonali, che hanno fra l’altro anche il triste effetto di inibire e ridurre le suddette connessioni. Ne consegue che, quando il feto rimane femminile, esso non viene penalizzato dalle suddette secrezioni, perché non perde connessioni fra gli emisferi cerebrali: in pratica il cervello della donna resta intatto e più efficiente (vedasi l’idolatrato quanto temuto “intuito” femminile). Nascendo maschio invece, si subisce comunque la suddetta penalizzazione, vero e proprio handicap encefalico, donde un meno qualificato rapporto all’interno e all’esterno di se stesso. Questo handicap pregiudiziale può essere corretto e compensato a livello di singolo individuo: resta il fatto però che in partenza sussiste sempre, e bisognerebbe spiegare a parte come e perché eventualmente i maschi si riscattino da tale pregiudiziale, ammesso che se ne riscattino.

    Per concludere questa veloce panoramica su un problema molto complesso e delicato, si potrebbe dire che -approfondendo adeguatamente e specialisticamente tutti i fattori storici, statistici, psicosomatici, neurologici etc.- emerge evidente la naturale e pregiudiziale superiorità biologica e psichica della donna, anche se le cose sembrano essere andate alquanto diversamente, a livello di storia del genere umano.

    La morale della favola è molto antica: una è la Regina, tanti sono i pretendenti.

    La superiorità biologica e psichica della donna scientificamente dimostrata.-Scena Illustrata WEB

  2. #2
    Partecipante L'avatar di ScarletPimperne
    Data registrazione
    21-05-2009
    Residenza
    Mantova
    Messaggi
    55

    Riferimento: uomo e donna..chi è superiore? :)

    Guarda io ti parlo da storico, per quanto riguarda l'aspetto biologico e psicologico non sono molto esperto.

    Sicuramente è uno stereotipo pensare che nel passato le donne non avessero alcun peso. Il mio primo saggio che ho scritto riguarda proprio delle principesse di casati italiani vissute nel XVII secolo e vuole dimostrare come il ruolo delle donne non si limitasse solo alla procreazione. Ovviamente parlo delle classi alte. Se nel Medioevo anche per una interpretazione religiosa sbagliata le donne erano viste come portatrici del peccato a partire dal Rinascimento questa visione cambia e abbiamo l'esempio di grandi donne statiste (Isabella di Castiglia, Caterina de'Medici, Elisabetta I d'Inghilterra....) è però a partire dalla fine dell'800 e dagli inizi del '900 che si incomincia a vedere una certa parità di diritti delle donne di tutte le classi sociali (diritti politici, sul lavoro eccc....). Riguardo al punto B, mi viene in mente quel cliché dietro a un grande uomo c'è sempre una grande donna il che potrebbe essere vero (penso ad Eleonor Roosevelt o ad Elisabeth Bowel Lyons moglie di Giorgio VI di Windsor) ma si potrebbe anche girare la questione (è il caso del principe Alberto mentore della regina Vittoria), quindi direi che questo concetto è valido fino ad un certo punto.
    Sicuramente c'è stato nel passato una società diciamo fallocratica, parlo soprattutto delle civiltà più antiche (Egizi, Greci, Romani) ma questo era dovuto ad una "superiorità fisica dell'uomo" ovvero l'uomo era più alto e forte, la donna più...diciamo esile e questo ha avuto tutta una serie di conseguenze.
    Oggi giorno mi pare che nonostante alcune difficoltà si possa parlare di una certa parità sia nella società che nel lavoro, ci sono uomini che sul lavoro hanno donne come loro superiori, donne nell'esercito, nella politica direi che c'è un certo equilibrio, ci sono uomini che rimangono a casa e badano ai figli quando le mogli lavorano, uomini che fanno i lavori domestici come lavare le stoviglie, apparecchiare, fare le pulizie (io sono uno di quelli così non mi vergogno che non avendo l'auto e guidando molto poco più volte sono stato accompagnato a casa da delle mie amiche) senza ritenerlo un lavoro da donna e così via...non direi che si possa parlare di superiorità o di sesso più forte più che altro trarrei la conclusione che uomini e donne possono svolgere le medesime mansioni senza perdere nulla della loro femminilità o virilità.

    Riguardo alla forza fisica e al parto volevo fare queste considerazioni. Quando si parla di superiorità fisica dell'uomo molte volte lo si limita alla forza "bruta" ovvero alla muscolatura (anche se statisticamente è stato dimostrato come negli ultimi decenni è cresciuta anche l'altezza media delle donne) mentre ho già letto che la superiorità fisica della donna si dimostra spesso nella sopportazione del dolore, il caso più esemplare è dato dalla sopportazione del dolore del parto. Un altro dato accertato pare essere quello che le donne sono più longeve dell'uomo.
    Sempre riguardo al discorso del parto è vero che è un'esperienza molto importante ed unica per la donna. Faccio un esempio: alcuni mesi fa un mio amico è diventato papà, alcuni giorni prima che nascesse suo figlio gli domandai come andavano le cose e lui mi disse: "Ma sai, è tutto molto bello, il fatto è che come uomo a volte ti senti inutile", mi ha fatto molto riflettere questa affermazione, d'altronde il fatto che la vita si sviluppi all'interno del corpo della madre non è un fatto assolutamente secondario.

    Sul piano psicologico e del cervello non so cosa dire, lascio agli esperti di psicologia. Spero di non essere stato troppo noioso nella mia spiegazione.
    Concludendo direi che questo articolo tende ad esagerare un po' la situazione quello di cui si può parlare è di lenta e progressiva parità tra uomo e donna ma il voler parlare di sesso forte e sesso debole mi pare esagerato.

  3. #3
    Partecipante Super Esperto L'avatar di FranZinTheSky
    Data registrazione
    25-05-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    529

    Riferimento: uomo e donna..chi è superiore? :)

    mm.. ogni analisi credo sia solo una speculazione discriminatoria, non penso sia possibile dire in assoluto che un genere sia superiore all'altro. una cosa che mi sono sempre chiesto però riguarda la maternità, e la possibilità della donna di procreare direttamente. in questo è evidente la superiorità della donna, non solo superficialmente nell'atto ma anche a livello dei moduli mentali che presiedono a questa capacità. una buona domanda sarebbe, perchè non abbiamo mai avuto un presidente del consiglio donna?? nella dimensione "prendersi cura di qualcuno" potrebbe avere delle carte in più.. e non solo in politica. ma è solo una mia idea

  4. #4
    Postatore Compulsivo L'avatar di Tania1979
    Data registrazione
    19-01-2007
    Residenza
    Sicilia
    Messaggi
    3,032

    Riferimento: uomo e donna..chi è superiore? :)

    Citazione Originalmente inviato da FranZinTheSky Visualizza messaggio
    mm.. ogni analisi credo sia solo una speculazione discriminatoria, non penso sia possibile dire in assoluto che un genere sia superiore all'altro. una cosa che mi sono sempre chiesto però riguarda la maternità, e la possibilità della donna di procreare direttamente. in questo è evidente la superiorità della donna, non solo superficialmente nell'atto ma anche a livello dei moduli mentali che presiedono a questa capacità. una buona domanda sarebbe, perchè non abbiamo mai avuto un presidente del consiglio donna?? nella dimensione "prendersi cura di qualcuno" potrebbe avere delle carte in più.. e non solo in politica. ma è solo una mia idea
    anche io la penso come te,non ci sono cose assolute.

  5. #5
    Partecipante Super Figo L'avatar di **Ayax**
    Data registrazione
    25-08-2005
    Residenza
    Derry, Maine (USA)
    Messaggi
    1,689

    Riferimento: uomo e donna..chi è superiore? :)

    Le donne sono, per natura, in una posizione privilegiata rispetto all'uomo.
    Per questa ragione non potrà mai esserci parità : è giusto che le norme compensino lo svantaggio che la natura ha prodotto ai danni dell'uomo.

  6. #6
    Postatore Compulsivo L'avatar di Tania1979
    Data registrazione
    19-01-2007
    Residenza
    Sicilia
    Messaggi
    3,032

    Riferimento: uomo e donna..chi è superiore? :)

    Citazione Originalmente inviato da **Ayax** Visualizza messaggio
    Le donne sono, per natura, in una posizione privilegiata rispetto all'uomo.
    Per questa ragione non potrà mai esserci parità : è giusto che le norme compensino lo svantaggio che la natura ha prodotto ai danni dell'uomo.
    perchè in una posizione privilegiata?per il fatto che possono mettere al mondo i figli?

  7. #7
    Partecipante Super Esperto L'avatar di FranZinTheSky
    Data registrazione
    25-05-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    529

    Riferimento: uomo e donna..chi è superiore? :)

    può essere vero il contrario, la donna è da sempre discriminata. una volta è una strega, un'altra volta è femminista, oggi deve scegliere fra la maternità ed il lavoro (quando ha il privilegio di trovarne uno sotto pagato rispetto ai colleghi uomini).. insomma.. si sa come funziona. ma forse ayax si intendeva limitatamente alla maternità

  8. #8
    Partecipante Super Figo L'avatar di **Ayax**
    Data registrazione
    25-08-2005
    Residenza
    Derry, Maine (USA)
    Messaggi
    1,689

    Riferimento: uomo e donna..chi è superiore? :)

    Le donne sono in una posizione di forza perchè possono ottenere il meglio o il peggio da un uomo (l'episodio biblico della mela è un apologo di questo rapporto di forza).

    Se le donne governassero il mondo non credo che sarebbe meglio di com'è ora, o di come lo governano i maschi.
    Del resto anche i cattivi governanti, i criminali, etc. sono figli di donne....

  9. #9
    Partecipante L'avatar di ScarletPimperne
    Data registrazione
    21-05-2009
    Residenza
    Mantova
    Messaggi
    55

    Riferimento: uomo e donna..chi è superiore? :)

    Sì concordo che sul problema del lavoro le donne spesso non godono della stessa parità, una mia collega mi raccontò che in un colloquio di lavoro le chiesero (anche se non in maniera esplicita) intenzione di avere dei figli....non mi sembra giusto che una donna debba essere messa di fronte a queste scelte. Purtroppo però questo mi pare un problema forte soprattutto nel nostro Paese in altre nazioni mi pare che le donne siano molto più tutelate dalla legge

  10. #10
    Partecipante Super Esperto L'avatar di FranZinTheSky
    Data registrazione
    25-05-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    529

    Riferimento: uomo e donna..chi è superiore? :)

    Citazione Originalmente inviato da **Ayax** Visualizza messaggio
    Le donne sono in una posizione di forza perchè possono ottenere il meglio o il peggio da un uomo (l'episodio biblico della mela è un apologo di questo rapporto di forza).
    uhm.. l'uomo come la donna sono individui (presumibilmente individuati nel senso di maturi e padroni del proprio sè), possono decidere autonomamente che potere concedere ad un altro individuo su se stessi, ed il meglio o il peggio che possono tirare fuori è sotto la loro personale responsabilità. mi sarà accaduto in particolare una sola volta di sentire che le cose mi sfuggissero di mano e che le mie azioni non erano totalmente determinate dalla mia volontà, era nell'ambito di una storia d'amore e la cosa mi è servita per crescere, proprio per individuarmi come ti scrivevo. pensandoci in seguito provai vergogna e magari un pò di frustrazione, rabbia, ma da li a pensare che la responsabilità dei miei errori o delle mie azioni fosse della mia ex.. significherebbe non aver imparato niente da quello che ho vissuto

    Citazione Originalmente inviato da **Ayax** Visualizza messaggio
    Se le donne governassero il mondo non credo che sarebbe meglio di com'è ora, o di come lo governano i maschi.
    Del resto anche i cattivi governanti, i criminali, etc. sono figli di donne....
    sono figli di donne, ma non donne possiamo avere opinioni diverse sui sessi ma niente ci toglie che esiste una possibilità non ancora verificata, dato che non abbiamo mai avuto un esempio contemporaneo di donne capi di governo. dai un'occhiata alle società matriarcali, si parla di molto tempo fa ma.. tu prova. potresti trovarlo interessante

  11. #11
    Partecipante L'avatar di ScarletPimperne
    Data registrazione
    21-05-2009
    Residenza
    Mantova
    Messaggi
    55

    Riferimento: uomo e donna..chi è superiore? :)

    Sul fatto che non abbiamo esempi contemporanei di donne capi di governo avrei da ridire...basta guardare Angela Merkel in Germania, Cristina Fernandez in Argentina, Michelle Bachelet in Cile, gli Usa hanno avuto come segretario di Stato (carica tutt'altro che secondaria) Condoleeza Rice e oggi è Hillary Clinton la quale sarebbe potuta essere presidente degli Usa al posto di Obama. Nei Paesi Bassi dal 1890 sono succedute al trono sempre delle donne (e voglio ricordare che in questo paese, pur tenendosi libere elezioni e pur essendo la maggior parte del potere in mano al Primo ministro, il sovrano ha ancora un certo potere nelle questioni interne del paese).
    Riguardo alle società matriarcali in Europa dobbiamo tornare all'età megalitica per trovarne tracce, culture in cui non a caso la divinità principale era la Dea Terra o la Dea Madre simbolo della fertilità e in cui la donna era vista con grande importanza in quanto perpetuava la continuinità, l'esistenza delle tribù.
    Oggi le società matriarcali sono molto rare le troviamo nell'area del Pacifico e dell'Oceano Indiano.
    Ultima modifica di ScarletPimperne : 06-07-2009 alle ore 09.11.22

  12. #12
    Partecipante Super Esperto L'avatar di FranZinTheSky
    Data registrazione
    25-05-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    529

    Riferimento: uomo e donna..chi è superiore? :)

    uhm hai ragione.. ma con dei -ma-. in effetti la clinton avrebbe potuto, ma così non è stato per fortuna. nel caso specifico credo che se avesse avuto accesso alla presidenza sarebbe stato per lo più grazie ad un certo sistema di influenze, e grazie agli interessi di quella elite in cui era inserita e che mirava alla conservazione del potere. un accesso strumentale penso. come accaduto per la fernandez, di cui non conoscevo la storia ma me ne sono fatto un'idea leggendo wikipedia, un cattivo esempio!! angela merkel leggo poi che è la prima donna cancelliere, mentre la bachelet di cui non conoscevo niente si inquadra proprio nell'idea che avevo, da quel poco che ho il tempo di leggere nessuna spinta ne possibilità strumentale di accedere alla carica grazie ad un sistema preordinato di interessi,una donna che ha saputo camminare da sola e che da sola decide del suo operato. mi sembra una buona speranza. riguardo all'italia si, la donna nelle nostre origini aveva un'alta importanza sociale ed era riconosciuta molto diversamente da oggi. poi le cose sono cambiate. sarebbe interessante capire perchè a questo punto

  13. #13
    Partecipante L'avatar di ScarletPimperne
    Data registrazione
    21-05-2009
    Residenza
    Mantova
    Messaggi
    55

    Riferimento: uomo e donna..chi è superiore? :)

    Comunque riguardo sia alla Clinton che alla Fernandez penso che dovremmo giudicare più il loro operato politico. Ovvero in Argentina la sua presidenza non è delle migliori tanto che la situazione economica non è molto positiva, ma questo non vuol dire perché c'è una donna al potere, il mio ragionamento è questo ci possono essere delle buone regine, primo ministro, presidente, così come delle cattive regine, primo ministro, presidenti e lo stesso vale per gli uomini.

  14. #14
    Partecipante L'avatar di ScarletPimperne
    Data registrazione
    21-05-2009
    Residenza
    Mantova
    Messaggi
    55

    Riferimento: uomo e donna..chi è superiore? :)

    Riguardo poi alle società matriarcali contemporanee ricordo di aver visto un tempo un documentario. Come dicevo si trovano soprattutto nel Continente asiatico mi ricordo due casi: in uno la donna comandava come l'uomo nell'Europa del XIX sec. era lei che gestiva gli affari in casa, che decideva delle finanze domestiche e così via (si trattava ricordo di contadini, niente di più) e in un'altra zona dell'India esisteva una sorta di poligamia alla rovescia ovvero la donna che aveva più mariti, però si ponevano due problemi: il primo è che la donna pur essendo il capofamiglia doveva svolgere comunque tutte le faccende domestiche per gli uomini (bucato, preparare da mangiare e pulizia mentre gli uomini andavano a lavorare nei campi oppure erano artigiani, questo comunque aveva un suo aspetto positivo economicamente in quanto maggiori erano le entrate) il secondo problemino si collega al detto latino Mater semper certa est, pater numquam ovvero il problema di una donna con più uomini sapere quale di questi era il padre di eventuali figli

  15. #15
    Partecipante Super Esperto L'avatar di FranZinTheSky
    Data registrazione
    25-05-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    529

    Riferimento: uomo e donna..chi è superiore? :)

    Citazione Originalmente inviato da ScarletPimperne Visualizza messaggio
    Comunque riguardo sia alla Clinton che alla Fernandez penso che dovremmo giudicare più il loro operato politico. Ovvero in Argentina la sua presidenza non è delle migliori tanto che la situazione economica non è molto positiva, ma questo non vuol dire perché c'è una donna al potere, il mio ragionamento è questo ci possono essere delle buone regine, primo ministro, presidente, così come delle cattive regine, primo ministro, presidenti e lo stesso vale per gli uomini.
    si è esattamente quello che intendo, ma io circa la donna penso più come dicevo all'attitudine innata del "prendersi cura", la figura del caregiver primario. questo potrebbe avere un'influenza molto importante, in alcuni casi potrebbe perfino contrastare le influenze ambientali che in politica portano spesso a compromessi più orientati al benessere personale e dell'elite di riferimento che della collettività. e poi ancora sul tratto di caregiver potrebbe esistere una capacità maggiore di valutare la complessità dei bisogni, i rapporti costi beneficio e via dicendo. è una specie di convinzione che ho è vero, ma come ipotesi non credo sia semplice da verificare.

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy