• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 11 di 11

Discussione: suicida per amore

  1. #1

    suicida per amore

    buongiorno, perdonatemi se sono nella sezione sbagliata, ma sono nuova e non ho ancora capito bene come funziona tutto il forum!
    volevo il vostro il parere:
    l'altro giorno è morto suicida un ragazzo che conoscevo... suicida per amore...
    lei lo aveva lasciato un anno fa... lui evidentemente non si è mai rassegnato..
    secondo voi cosa spinge un ragazzo bello e apparentemetne senza problemi, circondato da tanti amici e un'ottima famiglia, a 26 anni, ad impiccarsi per un amore perso???
    io non riesco a concepirlo...
    un anno fa io e il mio ex ci siamo lasciati, stavamo per sposarci ma a 4 mesi dal matrimonio lui ha deciso che non era più il caso.... ci siamo lasciati, lui diceva di voler continuare a rimanere insieme, ma non mi voleva più sposare...ma io non l'ho perdonato, e lui mi ha detto che ha provato ad uccidersi, presumo dalla disperazione... non so se è vero, spero di no, ma e se fosse??
    cosa spinge queste persone a fare atti cosi estremi???
    il dolore si vive in tante maniere lo so... xò arrivare a preparare il tutto, legare una corda a un tubo, fare il nodo, preparare il cappio, infilarci la testa e saltare.... cosa??? xk??? com'è possibile arrivare a tanto???
    io ho sofferto tantissimo nella mia vita... il mio cuore è stato straziato 2 volte... e quando sono entrata in depressione mi hanno tirato per i capelli e mi ci hanno tirato fuori... ma anche nei momenti peggiori non ho mai pensato di ammazzarmi... non avrei il coraggio.... e non avrei il coraggio di lasciare solo le altre persone che amo....
    loro come possono???

  2. #2
    Partecipante L'avatar di ScarletPimperne
    Data registrazione
    21-05-2009
    Residenza
    Mantova
    Messaggi
    55

    Riferimento: suicida per amore

    Più che altro bisognerebbe chiedersi che cosa passa nella testa della persona in quei minuti che precedono la morte ?
    Io ti dico che a volte sono veramente stanco della vita, mi chiedo che senso ha tutto quello che mi circonda ? Che senso ha continuare ?
    Una volta parlando con una mia amica riflettevamo come chi si pone questi problemi è tutto sommato una minoranza di persone, ovvero molti vivono la vita senza porsi troppi problemi, l'importante è divertirsi, fare sesso, avere di che vivere, insomma senza tanti dubbi esistenziali...
    Io molte volte mi chiedo se ha senso continuare...ma quello che mi ha sempre frenato è stato questa domanda: Non pensi al dolore che provocheresti agli altri con la tua scomparsa ? Ai genitori, il dolore di vedere un figlio morto... anche ai conoscenti, agli amici...poi molte volte ho visto che tutto sommato la vita ci riserva anche dei bei momenti e che in fondo qualche speranza c'è sempre.
    Ti racconto anche un aneddoto personale, un mese fa mi sono ritrovato con alcune mie compagne delle superiori per una cena (erano 10 anni dalla maturità) e sfogliando le foto sento con un mio ex compagno (lui era stato bocciato in III superiore e dopo un po' aveva smesso) si era suicidato...saperlo così all'improvviso mi ha gelato il sangue nelle vene, ho ripensato a tante cose, di fatto non mi era molto simpatico (comunque ora pace all'anima sua) era un po' sbruffone pensava sempre di avere ragione...ma non era a differenza di me un tipo diciamo così "umanistica" che si ponesse tanti dubbi o quesiti sulla vita, insomma una persona molto pratica guardare le partite, uscire in moto, andare in disco a rimorchiare, bere ecc...Ho saputo che questa morte non è stata chiara probabilmente lo hanno costretto a suicidarsi (non si è mai ben capito fatto sta che l'hanno trovato impiccato sul posto di lavoro aveva 27 anni) in mezzo c'era una storia d'amore con una ragazza extracomunitaria che lo aveva lasciato anche perché quelli della comunità di lei (mi pare fosse africana non vedevano bene questa situazione). Mi sono chiesto pensa ai suoi genitori...ad una madre...ad un padre che perde un figlio a neanche 30 anni...pensa al vuoto che si crea.
    Riguardo al morire per amore...bé io dò questa spiegazione, innnamorarsi porta a concentrare (spesso) tutta la nostra vita su una persona e quando questa viene a meno in molti casi si crea un vuoto che in alcuni casi è difficile da colmare (non so se mi sono spiegato bene) se prima anche la cosa più banale tipo uscire con lei a fare una passeggiata al parco ti sembrava una cosa bellissima ora il fatto che lei non sia più con te può renderti senza senso tutte le altre cose. Il problema è come reagire...alcuni non c'è la fanno e purtroppo scelgono la soluzione più estrema...ovvero porre fine a tutto. Il fatto è che bisogna aver la forza di reagire o almeno qualcuno a cui appoggiarsi a cui confidarsi ma vedo che oggigiorno è sempre più difficile la gente è sempre più sola. Io non ho mai avuto molte amicizie è ho imparato (anche se mi fa male ed è faticoso) a stringere i denti ed andare avanti...per quanto sia sofferente, ho imparato anche da una vicenda in cui per la prima volta mi sono trovato la morte in faccia ma senza che io volessi suicidarmi o altro.

  3. #3
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Cuore di Corvo
    Data registrazione
    27-02-2009
    Messaggi
    569

    Riferimento: suicida per amore

    Molte persone sono emotivamente deboli.
    Ognuno deve avere un proprio codice etico da seguire, senza gettare la spugna... dico questo perché il suicidio altro non è che un arrendersi alla vita e un tentativo di fuggire da una situazione giudicata irrisolvibile (con questo non sto affatto denigrando il tuo amico, bada bene; solo dico che il suicidio è il tentativo estremo di evitare i problemi...).
    Ti consiglio di Leggere il libro di Grazia Attili: "Attaccamento e amore" (Il Mulino credo...)
    Anche un viaggio di mille leghe comincia con un passo.
    (proverbio giapponese)

    http://www.fantasymagazine.it/libri/...uore-di-corvo/ ecco cos'é Cuore di Corvo

  4. #4

    Riferimento: suicida per amore

    Purtroppo a settembre del 2008,un mio carissimo amico si è suicidato..e sembra che lo abbia fatto anche lui per amore..il dolore che ha lasciato in noi suoi amici..con cui ha passato tutta l'estate..e che a quanto pare non ci siamo accorti di nulla, è enorme..le prime settimane non riuscivo a capacitarmene..perchè??sn passati oramai mesi da quella tragedia..e tra qualche mese sarà un anno..eppure non sono ancora riuscita a darmi una risposta a riguardo..perchè lo fanno?perchè si suicida la gente?ho sempre pensato che qualunque problema ci fosse si potesse risolvere..una famiglia che ti voglia bene c'è sempre! ora che è lassù allieterà le ore degli angeli come lui con la sua musica è più facile vederla così..

  5. #5

    Riferimento: suicida per amore

    era un ragazzo giovane bello forte conosciutissimo amatissimo non avresti mai detto, mai e poi mai.... è questa una delle cose che più ci sconvolge... di lui proprio no, di lui proprio non avresti mai detto... i suoi più intimi amici non si sono accorti del suo disagio, nemmeno un pochino... e non se ne capacitano...
    è pazzesco come una persona riesca a nascondere cosi bene i suoi sentimenti...
    se si fosse aperto di più, forse sarebbe ancora vivo, sicuramente avrebbe trovato l'appoggio delle persone a lui care...
    proprio non capisco... non concepisco....
    ci penso e ci ripenso... ma cosa può scattarti nella testa??? non lo capiremo mai....
    ma poi xk uccidersi cosi? in questo modo atroce e assurdo...
    questa cosa mi è servita xk da oggi voglio infondere in tutte le persone che amo il coraggio di reagire sempre di fronte ad ogni difficoltà... xk bisogna essere forti e reagire... deve entrare nella testa di chiunque!!!

  6. #6
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: suicida per amore

    qui si commette un errore quando si dice che ci si suicida "per amore".
    Non ricordate la melanconia freudiana? Amare una persona non significa esserne dipendenti o viverla come una parte di sè. Devono esserci dei confini, altrimenti si entra in simbiosi e l'Altro serve per "completare" un Sè vuoto da parte di soggetti narcisisticamente fragili. E' ovvio che nel momento in cui il partner se ne va, la persona resta con il suo vuoto.
    Siccome si prova ambivalenza verso la persona che non c'è più (dipendenza, ma anche rabbia per la sua scomparsa) la rabbia viene investita su di sé (siccome l'Altro era vissuto come una parte di Sè) ed ecco gli autorimproveri tipici dei melanconici. Nei casi estremi si arriva al suicidio

  7. #7

    Riferimento: suicida per amore

    Citazione Originalmente inviato da Johnny Visualizza messaggio
    qui si commette un errore quando si dice che ci si suicida "per amore".
    Non ricordate la melanconia freudiana? Amare una persona non significa esserne dipendenti o viverla come una parte di sè. Devono esserci dei confini, altrimenti si entra in simbiosi e l'Altro serve per "completare" un Sè vuoto da parte di soggetti narcisisticamente fragili. E' ovvio che nel momento in cui il partner se ne va, la persona resta con il suo vuoto.
    Siccome si prova ambivalenza verso la persona che non c'è più (dipendenza, ma anche rabbia per la sua scomparsa) la rabbia viene investita su di sé (siccome l'Altro era vissuto come una parte di Sè) ed ecco gli autorimproveri tipici dei melanconici. Nei casi estremi si arriva al suicidio
    perdonami, non so se ho capito bene il tuo discorso... tu dici che probabilmente lui sentiva tutto su di se la colpa della loro divisione se ne faceva una colpa talmente grande da non sopportarne il peso???

  8. #8
    Partecipante Super Figo L'avatar di estela84
    Data registrazione
    22-05-2007
    Residenza
    toscana!
    Messaggi
    1,718

    Riferimento: suicida per amore

    io credo che johnny voglia dire che a volte noi viviamo la persona come un qualcosa che ci completa, che riempie una parte di noi che ci manca e che cerchiamo nell'altro. A volte noi ci rispecchiamo talmente tanto nell'altra persona che perdiamo una certa autonomia, un certo confine tra noi stessi e l'altro: io vivo grazie a te .. le mie giornate hanno un senso perchè ci sei te .. senza di te sono niente..ecco.. questo tipo di atteggiamento auto annientante e di completa simbiosi con l'altro, a volte può portare al suicidio in quanto se te mi lasci e io vivo perchè ci sei te, sorrido perchè ci sei te, affido la mia persona e il mio essere al fatto che te mi ami, io senza te non sono nulla e allora posso anche ammazzarmi.
    Questo è il discorso fatto da johnny in parole spicciole.
    Va detto che cmq ci deve essere un atteggiamento di base in queste persone, cioè la tendenza a non riconoscersi persone autonome in quanto tali, ma a riconoscere un proprio valore nutrendosi del valore che riconoscono in un altro.. io non ho alore..tu sì..quindi se stai con me me lo dai anche a me..ma se mi lasci io torno una nullità..

    spero di essere stata un po'più chiara ..

  9. #9
    Partecipante Super Esperto L'avatar di FranZinTheSky
    Data registrazione
    25-05-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    529

    Riferimento: suicida per amore

    Citazione Originalmente inviato da chiaraMatta Visualizza messaggio
    buongiorno, perdonatemi se sono nella sezione sbagliata, ma sono nuova e non ho ancora capito bene come funziona tutto il forum!
    volevo il vostro il parere:
    l'altro giorno è morto suicida un ragazzo che conoscevo... suicida per amore...
    lei lo aveva lasciato un anno fa... lui evidentemente non si è mai rassegnato..
    secondo voi cosa spinge un ragazzo bello e apparentemetne senza problemi, circondato da tanti amici e un'ottima famiglia, a 26 anni, ad impiccarsi per un amore perso???
    io non riesco a concepirlo...
    un anno fa io e il mio ex ci siamo lasciati, stavamo per sposarci ma a 4 mesi dal matrimonio lui ha deciso che non era più il caso.... ci siamo lasciati, lui diceva di voler continuare a rimanere insieme, ma non mi voleva più sposare...ma io non l'ho perdonato, e lui mi ha detto che ha provato ad uccidersi, presumo dalla disperazione... non so se è vero, spero di no, ma e se fosse??
    cosa spinge queste persone a fare atti cosi estremi???
    il dolore si vive in tante maniere lo so... xò arrivare a preparare il tutto, legare una corda a un tubo, fare il nodo, preparare il cappio, infilarci la testa e saltare.... cosa??? xk??? com'è possibile arrivare a tanto???
    io ho sofferto tantissimo nella mia vita... il mio cuore è stato straziato 2 volte... e quando sono entrata in depressione mi hanno tirato per i capelli e mi ci hanno tirato fuori... ma anche nei momenti peggiori non ho mai pensato di ammazzarmi... non avrei il coraggio.... e non avrei il coraggio di lasciare solo le altre persone che amo....
    loro come possono???

    c'è una risposta che in queste occasione va sempre bene, è come un jolly ed è; "la mancanza di speranza". da quanto ho studiato fin'ora il fatto che che incide di più è quest'ultimo, insieme alle variabili individuali, ambientali e forse genetiche, ma riguardo al fattore genetico non abbiamo nessuna certezza per quanto ne sono a conoscenza. poi sai.. nello specifico... individuare il loop che ha attraversato è impossibile. se sia
    mi ha lasciato/lo ha fatto perchè non ero all'altezza/e non lo ero davvero/non lo sono mai stato/ho perso perfino la mia unica possibilità di essere felice/ e via così fino alla disintegrazione di ogni identità positiva, ma insomma sono tutte speculazioni su qualcosa che non è indagabile quindi, se vuoi un consiglio non ti ci tuffare dentro, non ne caveresti nulla se non tristezza.

  10. #10
    Super Postatore Spaziale L'avatar di Lepre*marzolina
    Data registrazione
    04-10-2005
    Residenza
    nei peggiori bar di caracas...
    Messaggi
    2,886

    Riferimento: suicida per amore

    secondo me non puoi spiegare una cosa del genere se ragioni in base ai tuoi schemi. (e per "tuoi" intendo "schema comune")
    spesso si dice "era una persona che aveva tutto" ma si sta applicando il proprio schema di "felicità"....il suicidio è forse uno dei pochi gesti esclusivamente umani (in natura non esiste ed è contrario a qualunque legge della sopravvivenza) e come tale ha "cause" e meccanismi complessi, che non possono essere indagati usando esclusivamente il proprio punto di vista.
    probabilmente un suicida si chiede come facciano gli altri a non uccidersi ed a continuare a vivere giorno per giorno un' esistenza vuota e priva di qualunque gioia che finisce comunque con la morte....ovviamente non è condivisibile come punto di vista ma ha una logica se ci pensi.
    la questione è che puoi comprendere un gesto del genere, ma non spiegarne le cause. (ovviamente è solo una mia opinione)
    dove c'è gusto non c'è perdenza

    ho sempre amato il mio prossimo...finchè era poco....



    Questo è il mio pesciolino numero 641 in una vita costellata di pesciolini rossi. I miei genitori mi comprarono il primo per insegnarmi cosa significasse amare e prendersi cura di una creatura vivente del Signore. 640 pesci dopo, l'unica cosa che ho imparato è che tutto quello che ami morirà
    C.P.



    E' cosi' difficile divertirsi di questi tempi, anche sorridere fa male alla faccia

  11. #11

    Riferimento: suicida per amore

    grazie a tutti.. ognuno di voi mi ha dato un punto di vista su cui riflettere...ho riflettuto molto, e avete proprio ragione!!! e ora che faccio??? non mi rimane che dare conforto alla famiglia! quella è rimasta e ha bisogno di aiuto!!!

Privacy Policy