• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 34

Discussione: confusione

  1. #1

    confusione

    Ciao Ragazzi,
    sono nuova qui...ma già vi pongo la mia situazione sperando che anche grazie al vostro aiuto io ne possa uscire senza far male a nessuno...
    Sono fidanzata e convivo da 3 anni, ma il mio compagno mi trascura da sempre....mi vuole bene, lo so, ma ha un carattere che mi fa sentire sola e parlare è inutile...lui non vede il problema e quindi per lui non esiste...
    Ho conosciuto un'altra persona, per lavoro, ci frequentiamo come amici...anche lui vive una situazione simile alla mia ma ha una figlia...
    Alla fine ci siamo scoperti attratti l'uno dell'altra e ci siamo abbracciati, nient'altro...ma per come sono io quel gesto intenso...indimenticabile mi ha scombussolata..avevo il cuore in gola e mi sentivo svenire...mi sentivo attratta da lui mentalmente e fisicamente...vorrei fosse sempre con me...
    Mi sento confusa e non so più cosa voglio: risolvere i problemi con il mio compagno o cambiare vita,magari con l'altro (se e quando saremo liberi)?
    Io penso sempre all'altro e non voglio...non dormo quasi più...mi sento in colpa, ma non riesco a togliermelo dalla testa....ci scriviamo spesso e ci sentiamo...credo che io mi stia innamorando...ma non voglio! Come faccio?
    Mi sento male perchè sto facendo male a me e ad altre persone....
    Voglio bene al mio compagno..ma sono stanca....vorrei un dialogo, interessi in comune, fare l'amore più spesso (una volta al mese quando va bene...per me è poco...), sentirmi desiderata come persona..sentirmi importante...ma quello che ci ha legati per tre anni, pochi ma intensi, come faccio a lasciarli alle spalle?

    Aiutatemi vi prego....grazie...

    Misia

  2. #2
    Partecipante L'avatar di ScarletPimperne
    Data registrazione
    21-05-2009
    Residenza
    Mantova
    Messaggi
    55

    Riferimento: confusione

    Ciao Misia,

    Probabilmente quel tuo collega di lavoro ti dà quello di cui tu avresti bisogno....un po' più di affetto, di attenzione, di amore (inteso anche come relazioni sessuali)...secondo me dovresti prenderti un attimo di tempo e pensare veramente se ha ancora senso la relazione con il tuo compagno....prova a parlargliene, sii chiara con lui. Lui dice di non sentir nessun problema ? Be' ma tu lo senti e questo dovrebbe fregargliene.... Il mio consiglio è questo chiarisciti bene con lui, vedete se c'è ancora un vero amore o il vivere insieme è divenuta solo una routine. Prima vedi di chiarire bene le questioni con lui...ti ripeto secondo me quel tuo collega sta colmando quel vuoto fatto dal tuo compagno.
    Prima parla con il tuo compagno e poi vedi cosa fare
    Un grosso in bocca al lupo !

  3. #3
    Postatore Compulsivo L'avatar di Tania1979
    Data registrazione
    19-01-2007
    Residenza
    Sicilia
    Messaggi
    3,032

    Riferimento: confusione

    ciao Misia bel problema il tuo .credo che l'amore se arriva non si puo' fare nulla per evitarlo,anche se evitassi il tipo non è che non lo penserai ,anzi forse sarà peggio.Dovresti cercare di far chiarezza e vedere se questo tipo ti attrae perchè il tuo uomo ti trascura.Dovresti valutare bene la situazione prima di fare passi avventati ,magari l'altro sarebbe solo un'infatuazione,chi lo sa,solo tu,col tempo e la frequentazione .

  4. #4
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: confusione

    Citazione Originalmente inviato da misia1981 Visualizza messaggio
    Sono fidanzata e convivo da 3 anni, ma il mio compagno mi trascura da sempre....mi vuole bene, lo so, ma ha un carattere che mi fa sentire sola e parlare è inutile...lui non vede il problema e quindi per lui non esiste...
    Ho conosciuto un'altra persona, per lavoro, ci frequentiamo come amici...anche lui vive una situazione simile alla mia ma ha una figlia...
    Alla fine ci siamo scoperti attratti l'uno dell'altra e ci siamo abbracciati, nient'altro...ma per come sono io quel gesto intenso...indimenticabile mi ha scombussolata..avevo il cuore in gola e mi sentivo svenire...mi sentivo attratta da lui mentalmente e fisicamente...vorrei fosse sempre con me...
    Mi sento confusa e non so più cosa voglio: risolvere i problemi con il mio compagno o cambiare vita,magari con l'altro (se e quando saremo liberi)?
    Io penso sempre all'altro e non voglio...non dormo quasi più...mi sento in colpa, ma non riesco a togliermelo dalla testa....ci scriviamo spesso e ci sentiamo...credo che io mi stia innamorando...ma non voglio! Come faccio?
    Mi sento male perchè sto facendo male a me e ad altre persone....
    Voglio bene al mio compagno..ma sono stanca....vorrei un dialogo, interessi in comune, fare l'amore più spesso (una volta al mese quando va bene...per me è poco...), sentirmi desiderata come persona..sentirmi importante...ma quello che ci ha legati per tre anni, pochi ma intensi, come faccio a lasciarli alle spalle?

    leggendo il tuo messaggio mi viene da chiederti alcune cose:

    - Se il tuo compagno ti "trascura da sempre", perché siete andati a convivere?

    - Come tu ben sai la prima fase di una relazione è quella del cosiddetto "innamoramento" (caratterizzato da passione, rapporto fisico, idealizzazione dell'altro/a, ecc) dopodiché, quando la relazione prosegue nel tempo, si trasforma e non si basa più sulla passione ma sull'accettazione reciproca, sull'empatia, ecc... Quindi la prima cosa che mi viene in mente è che, convivendo da 3 anni, voi potreste essere passati in questa seconda fase e quindi quello che ti potrebbe mancare è quel coinvolgimento passionale che caratterizza la prima fase di una relazione e forse non è proprio questo quello che tu trovi nel tuo collega?

  5. #5
    Postatore Epico L'avatar di QuInCyyyyyy...
    Data registrazione
    13-03-2007
    Residenza
    sempre altrove,con la testa
    Messaggi
    5,944
    Blog Entries
    2

    Riferimento: confusione

    Citazione Originalmente inviato da Johnny Visualizza messaggio
    leggendo il tuo messaggio mi viene da chiederti alcune cose:

    - Se il tuo compagno ti "trascura da sempre", perché siete andati a convivere?

    - Come tu ben sai la prima fase di una relazione è quella del cosiddetto "innamoramento" (caratterizzato da passione, rapporto fisico, idealizzazione dell'altro/a, ecc) dopodiché, quando la relazione prosegue nel tempo, si trasforma e non si basa più sulla passione ma sull'accettazione reciproca, sull'empatia, ecc... Quindi la prima cosa che mi viene in mente è che, convivendo da 3 anni, voi potreste essere passati in questa seconda fase e quindi quello che ti potrebbe mancare è quel coinvolgimento passionale che caratterizza la prima fase di una relazione e forse non è proprio questo quello che tu trovi nel tuo collega?

    posto che jhonny dice sempre cose giuste,aldilà di questo io ti direi di focalizzarti più sul tuo attuale compagno che su questa nuova conoscenza,quest ultimo infatti,per il semplice fatto di darti qualche emozione che non provi più da tempo,potrebbe portarti ad idealizzarlo un pò troppo...rifletti un pò sulla tua relazione,sulle sensazioni che ti da,e se c è una differenza tra il prima e l adesso...chiediti se il tuo uomo ti da quello che vuoi e che cerchi..tutto il resto verrà dopo.



    HuNgEr Of LiFe!



  6. #6

    Riferimento: confusione

    Grazie per le vostre risposte...ho cercato di fare chiarezza...ma è successo che con il mio ocllega ci siamo baciati.
    Penso di non essere più innamorata del mio compagno e proprio ora che ci sto capendo qualcosa e che sto decidendo di interrompere la mia relazione (non pensate sia tutto facile...non lo è)...il mio collega è confuso.
    Ha paura che così ci facciamo solo male...vuole conoscermi ma ha paura che non riesce a resistere.....quindi un giorno mi dice che vorrebbe vedermi, poi sparisce, poi mi cerca e mi chiede come sto...Lui dice che non vuole solo portarmi a letto che quello che prova fa male e bene insieme....
    Io non capisco...mi sta prendendo in giro?
    Io non riesco a non pensare a lui.
    Sono a pezzi..sto soffrendoda morire. E sapere che anche il mio quasi ex sta male a causa mia mi fa sentire una m.... a volte vorrei sparire per sempre così non soffro più e non faccio soffrire più.

  7. #7

    Riferimento: confusione

    ps So cos'è la fase dell'innamoramento...e so che dopo un po' si trasforma (nel migliore dei casi) in qualcosa di più vivibile tutto sommato...ho avuto storie molto lunghe e so bene che il sentimento si evolve e cambia....ma il sentirsi trascurati che dico io va ben oltre...purtroppo. Bisogna mettersi in gioco e avere l'umiltà di chiedersi dove si sbaglia e questo il mio ocmpagno non lo ha mai fatto, per lui ho sempre e solo sbagliato io.
    Per questi motivi ho deciso di chiudere con lui, perchè non c'è empatia, scambio, ecc. che sono alla base di qualsiasi rapporto, almeno, per me.

  8. #8
    lialy
    Ospite non registrato

    Riferimento: confusione

    sai però che credo? che tu dovresti prendere una decisione e fare delle scelte a prescindere da quello che farà il tuo collega.
    se tu non stai bene con il tuo compagno, se lui non capisce i tuoi bisogni tu dovresti decidere di interrompere la vostra convivenza perchè il rapporto tra voi due non va più bene, perchè non è la persona giusta, perchè non lo ami più...

    se dopo la tua separazione anche il tuo collega lascerà la sua compagna allora potrete conoscervi e decidere che fare di quel nuovo rapporto, se il tuo collega non lasciasse la sua compagna, tu lo lasceresti lo stesso il tuo fidanzato?

  9. #9
    Partecipante Super Esperto L'avatar di FranZinTheSky
    Data registrazione
    25-05-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    529

    Riferimento: confusione

    Citazione Originalmente inviato da misia1981 Visualizza messaggio
    Ciao Ragazzi,
    sono nuova qui...ma già vi pongo la mia situazione sperando che anche grazie al vostro aiuto io ne possa uscire senza far male a nessuno...
    Sono fidanzata e convivo da 3 anni, ma il mio compagno mi trascura da sempre....mi vuole bene, lo so, ma ha un carattere che mi fa sentire sola e parlare è inutile...lui non vede il problema e quindi per lui non esiste...
    Ho conosciuto un'altra persona, per lavoro, ci frequentiamo come amici...anche lui vive una situazione simile alla mia ma ha una figlia...
    Alla fine ci siamo scoperti attratti l'uno dell'altra e ci siamo abbracciati, nient'altro...ma per come sono io quel gesto intenso...indimenticabile mi ha scombussolata..avevo il cuore in gola e mi sentivo svenire...mi sentivo attratta da lui mentalmente e fisicamente...vorrei fosse sempre con me...
    Mi sento confusa e non so più cosa voglio: risolvere i problemi con il mio compagno o cambiare vita,magari con l'altro (se e quando saremo liberi)?
    Io penso sempre all'altro e non voglio...non dormo quasi più...mi sento in colpa, ma non riesco a togliermelo dalla testa....ci scriviamo spesso e ci sentiamo...credo che io mi stia innamorando...ma non voglio! Come faccio?
    Mi sento male perchè sto facendo male a me e ad altre persone....
    Voglio bene al mio compagno..ma sono stanca....vorrei un dialogo, interessi in comune, fare l'amore più spesso (una volta al mese quando va bene...per me è poco...), sentirmi desiderata come persona..sentirmi importante...ma quello che ci ha legati per tre anni, pochi ma intensi, come faccio a lasciarli alle spalle?

    Aiutatemi vi prego....grazie...

    Misia

    ciao misia,
    penso apprezzerai la mia sincerità.
    ti ho letta perchè percepivo nel titolo una richiesta di aiuto, mentre ora ho più idea che tu abbia bisogno di approvazione, e di valutare l'opinione che si possa avere di te sulla base di quello che ci dici. ti senti stretta nel senso di colpa, ed allo stesso tempo desideri disfarti di quello che ormai è più un fardello che un piacere. una relazione che ti limita e non ti soddisfa più. le tue parole, il modo in cui narri la cosa mi lasciano pensare che tu abbia già preso una decisione. hai chiari i tuoi sentimenti verso il collega di lavoro, sentimenti forti insistenti ed intrusivi, e sei in bilico verso la scelta di chiudere con il tuo attuale compagno oppure cercare di recuperare un rapporto che al momento forse non ha basi solide per proseguire. se davvero chiuderai questa storia che oltre tutto non è nata ieri, oltre ai problemi di carattere pratico ed economico sarà difficile per te come per il tuo attuale ragazzo andare avanti. dovrete riorganizzare la vostra quotidianità e la routine di ogni giorno, quello che prima pensavate per due dovrete riformularlo per uno. e tu in particolare, oltre a questi problemi dovrai gestire la situazione con questa nuova persona, evitare di spaventarlo chiarendo che nelle tue scelte lui non ha responsabilità, ma prima ancora decidere se dire il reale motivo della tua scelta al tuo attuale compagno oppure no. se lo farai non riscuoterai grandi consensi, non avrai pacche sulla spalla nè il supporto che forse anche tu potresti meritare, dato che non amare più non si può definire una colpa ma una conseguenza di alcuni fattori gestiti in due. io credo che sia questo che devi tenere presente, separa il peso del giudizio degli altri dalla responsabilità della scelta che stai facendo.

  10. #10

    Riferimento: confusione

    Ciao.
    Ho lasciato il mio compagno...ormai ci si faceva male e l'amore che ci davamo non riuscivamo più a vederlo reciprocamente.
    Lui non è disposto a mettersi in discussione...mai...e con una persona così non posso riuscire ad essere felice.
    Il mio collega penso che non lascerà mai la sua compagna e non vuole niente con me finchè non sistema le cose a casa. Penso che sia un inetto: meglio vivere per tutta la vita scontenti e rendere anche il figlio poco felice (sono figlia di genitori che sono stati insieme per me ed è brutto...molto brutto) oppure rischiare e avere le palle? Ognuno è libero di pensarla come vuole.
    Ora mi devo rimboccare le maniche e rifarmi una vita...sola e libera e spero felice.

    Grazie a tutti voi per i consigli che mi hanno aiutata a capire e trovare il coraggio soprattutto.

  11. #11

    Riferimento: confusione

    Il mio collega è scomparso nel nulla dopo avermi detto che non sa cosa fare.
    Lui non è felice e non sa prendere una decisione perchè ha paura di perdere l'affetto della figlia.
    Io non so che fare e soprattutto cosa devo pensare...mi sta prendendo in giro?
    Perchè scomparire così?
    Lui dice che vorrebbe frequentarmi tanto per conoscermi ma sono una tentazione troppo forte e vorrebbe prima capire.
    Dice che è confuso.
    Io sono stanca degli uomini...

  12. #12
    Postatore Compulsivo L'avatar di Tania1979
    Data registrazione
    19-01-2007
    Residenza
    Sicilia
    Messaggi
    3,032

    Riferimento: confusione

    aspe non ho capito,hai lasciato il tuo compagno,ti sei dichiarata col collega ma lui non sa che fare?
    va be l'affetto della figlia non credo che lo perdera',bastera' esser presente.E' una situazione complicata,è difficile dare un parere pero' è vero che ci sono persone che preferiscono mantenere il piede in 2 scarpe.
    quindi è attratto da te,giusto?ma lo vedi interessato,coinvolto?

  13. #13
    Postatore Epico L'avatar di Antinomica
    Data registrazione
    22-03-2008
    Residenza
    al mare
    Messaggi
    9,035

    Riferimento: confusione

    Citazione Originalmente inviato da misia1981 Visualizza messaggio
    Il mio collega è scomparso nel nulla dopo avermi detto che non sa cosa fare.
    Lui non è felice e non sa prendere una decisione perchè ha paura di perdere l'affetto della figlia.
    Io non so che fare e soprattutto cosa devo pensare...mi sta prendendo in giro?
    Perchè scomparire così?
    Lui dice che vorrebbe frequentarmi tanto per conoscermi ma sono una tentazione troppo forte e vorrebbe prima capire.
    Dice che è confuso.
    Io sono stanca degli uomini...
    Al tuo collega forse andavi bene quando eri a tua volta impegnata e quindi per questo meno impegnativa. Lui secondo me ha scelto la via più semplice....da una parte le certezze di sempre, dall'altra l'emozione di una nuova (breve) storia, rimanendo comunque ancorato alle proprie sicurezze affettive.
    Ma non pentirti di quello che hai fatto. Se davvero con il tuo ex non c'era più amore, se davvero non eri felice, hai preso la decisione giusta. Quando incontrerai qualcun'altro avrai tutta la serenità per capire se è quello giusto e soprattutto sarai libera di frequentarlo senza rimorsi. Anche se in realtà stare un pò da soli dopo una storia lunga forse è il miglior modo per ritrovare tutte le energie e l'entusiasmo,in primis per amarsi di più e poi, dopo, per tornare ad amare un altra persona.
    In bocca al lupo
    C'era una stella che danzava e sotto quella sono nata (W. Shakespeare)



  14. #14

    Riferimento: confusione

    Citazione Originalmente inviato da Tania1979 Visualizza messaggio
    aspe non ho capito,hai lasciato il tuo compagno,ti sei dichiarata col collega ma lui non sa che fare?
    va be l'affetto della figlia non credo che lo perdera',bastera' esser presente.E' una situazione complicata,è difficile dare un parere pero' è vero che ci sono persone che preferiscono mantenere il piede in 2 scarpe.
    quindi è attratto da te,giusto?ma lo vedi interessato,coinvolto?
    Il mio collega non vuole niente di fisico finchè non prende una decisione...ma è molto attratto da me (stando a quello che si vede e aquello che dice lui) ed ora è scomparso...non risponde agli sms e siccome sono in vacanza e lui pure (con compagna figlia e suoceri) non ci vediamo da un po'.

    Io ho perso la testa ancora una volta per la persona sbagliata...
    Possibile non abbia il coraggio di dirmi: non voglio più vederti? o di lasciare la compagna?
    Non penso si volesse solo divertire....in fondo ci siamo baciati e tenuti per mano...non è che abbiamo fatto sesso sfrenato...
    Forse si sente in colpa.
    Mi sento che ora devo affrontare e superare non uno ma due "abbandoni" contemporaneamente.


    Mi sento così...boh...non so...demotivata...

  15. #15
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Cuore di Corvo
    Data registrazione
    27-02-2009
    Messaggi
    569

    Riferimento: confusione

    Ciao Misia,

    Anche se entro in ritardo nella discussione, volevo dirti che secondo me hai fatto bene a fare quello che hai fatto. Se una persona è tanto stupida ed egoista da non accettare in nessun caso di mettersi in discussione, allora può anche andare al diavolo, quello non è amore è un possesso, non è affetto, è un contratto.
    Non scoraggiarti se il tuo collega ha lasciato perdere. Evidentemente non aveva intenzioni serie. Forse non è come penso, ma secondo me tu per lui eri solo un... diversivo (senza offesa naturalmente).
    Hai avuto il coraggio di rimetterti in discussione: bravissima! Adesso però non lasciarti abbattere dalla momentanea mancanza di un compagno... la maggior parte delle persone non vale uno sputo, ma tu lascia aperta la porta del cuore, e vedrai che prima o poi qualcuno tornerà a bussare...
    Anche un viaggio di mille leghe comincia con un passo.
    (proverbio giapponese)

    http://www.fantasymagazine.it/libri/...uore-di-corvo/ ecco cos'é Cuore di Corvo

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy