• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 10
  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di kalina81
    Data registrazione
    04-04-2006
    Residenza
    Cagliari
    Messaggi
    132

    Mandata via dalla scuola!

    Ciao a tutti, vorrei condividere con voi quello che mi è successo ieri.
    Ho lavorato per alcuni mesi come insegnante di sostegno in una scuola primaria privata paritaria; l'anno scolastico si è concluso il 10, ma la scuola offre un servizio ulteriore per tutto giugno, cioè consente a coloro che hanno necessità di continuare ad andare nella scuola a giocare nel cortile, trascorrendo così la mattinata. Premetto che il mio contratto a tempo determinato scade il 30 giugno.
    Cosa succede? Ovviamente tra le insegnanti scattano polemiche, perchè nonostante non sia compito loro sorvegliare i bambini che giocano, spesso si ritrovano a farlo. Dopo esser rimasta 4 ore sola, venerdì scorso, a controllare i bambini, mentre le altre insegnanti approfittando della mia presenza si sono letteralmente dileguate, lunedì ho chiaramente espresso il mio disappunto, dicendo che non sarei più rimasta 4 ore (su 4 giornaliere che lavoro) in cortile da sola a sorvegliare i bambini!!!
    Beh, ieri mattina la direttrice mi ha detto che io dovevo andar via, perchè se il bambino che seguo non è presente, io non devo lavorare!!!
    Mi hanno mandata via, senza lettera di licenziamento nè altro. In sostanza hanno affermato che si è trattato di un errore, nel senso che il mio contratto doveva essere fino al 10 giugno. Pertanto, verrò pagata per questi 16 giorni, ma per il resto no, nonostante risulti assunta fino al 30!!! Mi è stato detto da un ragioniere che probabilm mi faranno risultare in aspettativa non retribuita...quindi oltre al danno la beffa!!!
    Secondo voi possono fare una cosa simile? Esiste un riferimento normativo che cita che l'insegnante di sostegno non deve lavorare se non c'è il bambino che segue, nonostante ci sia un contratto firmato fino al 30 giugno???
    Help!...intanto sto a casa...

  2. #2
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281

    Riferimento: Mandata via dalla scuola!

    Normative o meno, per quanto ne so i contratti sono vincolanti per entrambe le parti.
    Ti consiglio di rivolgerti ad un'organizzazione sindacale e vedere se è il caso di citare la scuola "paritaria" davanti al giudice del lavoro competente per territorio.

    Buona vita

    Guglielmo
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di joconda77
    Data registrazione
    17-05-2008
    Messaggi
    163

    Riferimento: Mandata via dalla scuola!

    Concordo con Willy, se ti rivolgi ai sindacati abbasseranno la testa...ma dovrai cercare un'altra scuola per il prossimo anno.

  4. #4
    Axamer Ibk
    Ospite non registrato

    Riferimento: Mandata via dalla scuola!

    Anch'io non posso che concordare con Willy.

    Prova a rivolgerti ai sindacati con la speranza che ti possano dare qualche suggerimento più specifico. A tutti gli effetti, da quanto ci dici, hanno violato un contratto.
    Ultima modifica di Axamer Ibk : 20-06-2009 alle ore 20.02.33

  5. #5
    Partecipante Esperto L'avatar di LePleiadi
    Data registrazione
    21-11-2006
    Messaggi
    324

    Riferimento: Mandata via dalla scuola!

    Citazione Originalmente inviato da kalina81 Visualizza messaggio
    Beh, ieri mattina la direttrice mi ha detto che io dovevo andar via, perchè se il bambino che seguo non è presente, io non devo lavorare!!!
    :
    Anche da noi capita, se il tuo bambino è assente non devi prsentarti...e quindi non vieni pagataquesto non vale per le insegnanti statali che essendo (in teoria) sulla classe e non sul bambino devono comunque andare a scuola.

  6. #6
    Partecipante
    Data registrazione
    23-10-2008
    Messaggi
    44

    Riferimento: Mandata via dalla scuola!

    Funziona proprio così, se sei un'insegnante di sostegno e il bambino è assente tu non devi andare a scuola e non sei pagato. Bello eh!

  7. #7

    Riferimento: Mandata via dalla scuola!

    A me non sembra proprio. Io ho fatto per un po' l'insegnante di sostegno e quando il ragazzo era assente io venivo pagato uguale. Spesso me ne andavo proprio a casa.
    Ma poi mi sembra ovvio. Intanto come dice willy c'è un contratto. E non mi sembra che il contratto preveda una cosa del genere.
    Poi non è che un insegnante venga pagato per l'ora di lezione in sè ma anche per quello che ci sta dietro.
    Poi non è che puoi terminare un contratto così senza preavviso.
    Vai ai sindacati!

  8. #8
    Partecipante Esperto L'avatar di LePleiadi
    Data registrazione
    21-11-2006
    Messaggi
    324

    Riferimento: Mandata via dalla scuola!

    Citazione Originalmente inviato da dueparole Visualizza messaggio
    Funziona proprio così, se sei un'insegnante di sostegno e il bambino è assente tu non devi andare a scuola e non sei pagato. Bello eh!
    in realtà è l'educatore comunale che non va a scuola se il bambino non c'è, l'insegnante STATALE (nel privato non saprei) essendo sulla classe deve comunque andare a scuola.

  9. #9
    Partecipante
    Data registrazione
    23-10-2008
    Messaggi
    44

    Riferimento: Mandata via dalla scuola!

    eh si, è l'educatore comunale...

  10. #10
    Partecipante Assiduo L'avatar di luciamaria
    Data registrazione
    16-01-2008
    Residenza
    roma
    Messaggi
    207

    Riferimento: Mandata via dalla scuola!

    Citazione Originalmente inviato da kalina81 Visualizza messaggio
    Ciao a tutti, vorrei condividere con voi quello che mi è successo ieri.
    Ho lavorato per alcuni mesi come insegnante di sostegno in una scuola primaria privata paritaria; l'anno scolastico si è concluso il 10, ma la scuola offre un servizio ulteriore per tutto giugno, cioè consente a coloro che hanno necessità di continuare ad andare nella scuola a giocare nel cortile, trascorrendo così la mattinata. Premetto che il mio contratto a tempo determinato scade il 30 giugno.
    Cosa succede? Ovviamente tra le insegnanti scattano polemiche, perchè nonostante non sia compito loro sorvegliare i bambini che giocano, spesso si ritrovano a farlo. Dopo esser rimasta 4 ore sola, venerdì scorso, a controllare i bambini, mentre le altre insegnanti approfittando della mia presenza si sono letteralmente dileguate, lunedì ho chiaramente espresso il mio disappunto, dicendo che non sarei più rimasta 4 ore (su 4 giornaliere che lavoro) in cortile da sola a sorvegliare i bambini!!!
    Beh, ieri mattina la direttrice mi ha detto che io dovevo andar via, perchè se il bambino che seguo non è presente, io non devo lavorare!!!
    Mi hanno mandata via, senza lettera di licenziamento nè altro. In sostanza hanno affermato che si è trattato di un errore, nel senso che il mio contratto doveva essere fino al 10 giugno. Pertanto, verrò pagata per questi 16 giorni, ma per il resto no, nonostante risulti assunta fino al 30!!! Mi è stato detto da un ragioniere che probabilm mi faranno risultare in aspettativa non retribuita...quindi oltre al danno la beffa!!!
    Secondo voi possono fare una cosa simile? Esiste un riferimento normativo che cita che l'insegnante di sostegno non deve lavorare se non c'è il bambino che segue, nonostante ci sia un contratto firmato fino al 30 giugno???
    Help!...intanto sto a casa...

    C'è un principio fondamentale che non è stato rispettato, soprattutto di carattere didattico e pedagogico a cui dovresti fare appello appoggiata da un sindacato: l'insegnante di sostegnonon è solo l'insegnante del bambino con problemi, ma un insegnante della classe a tutti gli effetti, infatti deve partecipare a tutte le attività e riunioni del team. E poi se il bambino fosse venuto fino al 30 giugno? Hai Fatto bene a lamentarti e, se vuoi un mio consiglio, non fermarti, scrivi a tutti, compreso il ministro dell'istruzione che così si renderà conto delle "zozzate" delle scuole private e paritarie.
    Sono insegnante elementare statale, ma il contratto è nazionale e nessuno può prenderti in giro! Poi tieni conto che sei tu che firmerai il tuo licenziamento, quindi leggi bene le clausole, fatti una fotocopia e fatti consigliare prima di firmare.
    In bocca a lupo
    Lucia

Privacy Policy