• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3

Discussione: Conflitto

  1. #1
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    20-04-2009
    Messaggi
    60

    Conflitto

    Come riuscire a porre fine al conflitto tra il Super io e l' Io in modo tale che possa uscirne vincente l' Io?

  2. #2
    Neofita
    Data registrazione
    08-09-2009
    Residenza
    Cerro Maggiore (MI)
    Messaggi
    10

    Riferimento: Conflitto

    ciao, vorrei rispondere alla tua domanda, ma ti chiedo una sola cosa che potrebbe apparirti strana, ma che strana davvero per me non è.
    Potresti riformularmi la frase utilizzando significati al posto dei termini super io e io? In che modo dovrebbe uscirne vincente l'io e perchè?
    a presto

  3. #3
    Partecipante L'avatar di psi-clinico-dip
    Data registrazione
    31-07-2006
    Residenza
    cernusco sul naviglio
    Messaggi
    47
    Blog Entries
    1

    Riferimento: Conflitto

    Come già saprai all'interno della dialettica fra istanze, nella teoria psicanalitica, entrambe le componenti hanno motivo di esistere.
    Quando tuttavia si parla di conflitto è perchè una di esse risulta più determinante dell'altra andando a togliere energia all'altra, dunque inibendone l'azione. Tuttavia le cose spesso sono più complesse poichè entrano in gioco altri elementi quali l'esame di realtà e le pulsioni dell'Es. In teoria l'ego è la somma delle funzioni psichiche ( cognizitive motivazionali emozionali relazionali) all'interno della quale si dovrebbe riuscire a fare sintesi fra pulsioni interne ed ambiente esterno.
    Per tornare sull'argomento specifico occorrerebbe capire se questa istanza interiorizzata di regole divieti o altro risulta essere veramente così ego-distonica, o quanto questa viceversa sia funzionale rispetto all'Io di una persona. Vi sono casi in cui esprimersi liberamente può essere utile funzionale e catartico altri viceversa in cui questo può causare problemi e dunque è meglio ascoltare le istanze censorie.
    Per darti una risposta dovresti osservare prima le parti in campo comprenderne le relative motivazioni e verificarne la funzione che può essere più o meno adattiva rispetto all'ambiente e più o meno sintonica con la percezione di sè e della propria identità.
    Buon lavoro

    Dott. Maurizio Parolin
    Iscr. Albo Lombardia n°03/6904

Privacy Policy