• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 7 di 7
  1. #1

    psicoterapie delle disabilità

    salve a tutti!!
    ho bisogno di un aiuto!!
    mi sapete dare indicazioni sulle psicoterapie delle disabilità negli adulti?e soprattutto sulla negazione di questa!!
    vi prego nn m'interessano i bambini e l'argomento dell'integrazione!!
    nn so dove sbattere la testa aiutatemi!!!
    grazie a presto!!!

  2. #2
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    25-06-2005
    Residenza
    campi bisenzio
    Messaggi
    338

    Riferimento: psicoterapie delle disabilità

    ciao vertigo, sulle disabilità si trova spesso la cognitivo comportamentale, vedi Meazzini, Veglia, Tunks.
    Sulla negazione della disabilità non so se i miei ricordi sono giusti, ma la Mahler ha scritto sull'argomento. Un Saluto

  3. #3

    Riferimento: psicoterapie delle disabilità

    grazie massimomassimo!!!
    ma purtroppo nn è quello ke cercavo!!
    ho bisogno di avere materiale sulla psicoterapia con coppie disabili!!
    ancora grazie cmq!!
    saluti!!!

  4. #4
    Partecipante Figo L'avatar di superfabio
    Data registrazione
    23-04-2009
    Residenza
    Milano provincia
    Messaggi
    814

    Riferimento: psicoterapie delle disabilità

    Avrei quotato Massimomassimo, ma tu hai riformulato...
    Davvero non so cosa consigliarti di specifico, ma potrei dirti che per le coppie dis-dis sistemico + cogn/comp co-terapia mi sembra ottimale, per le coppie dis-norm credo che puoi fare a meno del co-terapeuta, che sia sist o cogn/comp.
    ...e così, guardando l’altro, l’uomo vedeva sé stesso, e odiava...
    (da LA VIA, IL VIAGGIO E LE LACRIME PERSE)

  5. #5
    Postatore Epico L'avatar di RosadiMaggio
    Data registrazione
    10-02-2006
    Residenza
    Tra le Alpi e gli Appennini
    Messaggi
    11,960

    Riferimento: psicoterapie delle disabilità

    Ciao vertigo, a volte, quando c'é la negazione della propria disabilità nell'adulto, può essere utile insieme alla psicoterapia verbale, anche un lavoro sul e con il corpo, perché spesso internamente ed inconsciamente, c'é un n forte attaccamento - attraverso il pensiero magico, che deve essere superato - ad un corpo che non c'é e non potrà mai esserci e che non ne permette quindi un'adeguata percezione di quello reale e dei suoi limiti e possibilità anche positive.Vere. Il lavoro sul corpo, é utile anche condotto con entrambi i membri della coppia contemporaneamente dal terapeuta, che attraverso la reciproca percezione, imparano a percepire sé stessi, i propri confini, attraverso l'olfatto, la "pelle" ed altre sensazioni e percezioni. Per superare la difficoltà della negazione é utile anche l'arte - terapia, nei modi in cui é possibile per il tipo di disabilità. Questi sono approcci che permettono anche una psicoeducazione finalizzata ad una progressiva accettazione della disabilità ed integrazione con miglioramento della Qualità della Vita.
    In genere, le psicoterapie più utilizzate, per ciò che mi risulta - ed al cui interno si collocano gli altri interventi sopra - prendono spunto dalla disciplina psicodinamica , oppure sono di tipo cognitivo e comportamentale o più comportamentale, a seconda della gravità e, se possibile, dato che é una terapia ben adattabile con terapeuti molto capaci, anche relazionali. Molto poi dipende da che disabilità si tratta.
    In genere, comunque, il lavoro sul corpo risulta sempre fondamentale, così come poter sentire la concretezza di una creazione all'esterno con l'arte - terapia.
    (Paolo Meazzini, che ti ha indicato massimomassimo, ha trattato moltissimo la disabilità nelle sue varie tipologie ed età.)

    Ciao
    Gaia

    Tessera n° 15 Club del Giallo

    Guardiana Radar del Gruppo insieme a Chiocciolina4

  6. #6
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di pimo_eli
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    provincia di Varese
    Messaggi
    1,480

    Riferimento: psicoterapie delle disabilità

    terrei, poi , a precisare che c'è molta differenza tra disabilità congenita e disabilità acquisita; in più se la disabilità è acquisita, c'è sa fare un'ulteriore distinzione tra disabilità anche cognitiva e disabilità "solo" motoria-fisica.
    Nelle disabilità acquisite, e nello specifico nelle lesioni cerebrali, c'è da tenere in considerazione che a volte la negazione della disabilità non è solo un meccaniscmo di difesa, ma proprio un sintomo dettato dalla specifica lesione cerebrale (ad es. parietale dx).
    Ti propongo di specificare un po' di più quello di cui hai bisogno e la motivazione che ti porta a fare questi quesiti, così possiamo risponderti più precisamente.

  7. #7

    Riferimento: psicoterapie delle disabilità

    certamente!!
    si tratta di disabilità congenita ma solo fisica!!!
    aiutatemi sn nel panico +totale!!!
    grazie

Privacy Policy