• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 17

Discussione: Aprire una Comunità

  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di skioppy
    Data registrazione
    22-10-2004
    Residenza
    Assisi
    Messaggi
    123

    Aprire una Comunità

    Qualcuno di voi sa qual'è l'iter per aprire una comunità (minori, tossicodipendenti....) formando una coop soc? A chi bisogna rivolgersi? Grazie a tutti coloro che sapranno darmi una risposta!!!!
    Martina

  2. #2
    Partecipante
    Data registrazione
    03-07-2006
    Messaggi
    51

    Riferimento: Aprire una Comunità

    Anche io avevo la stessa idea e sto cercando di informarmi.... tra l'altro ho fatto caso che siamo della stessa zona, cosa avevi in mente di preciso?

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di skioppy
    Data registrazione
    22-10-2004
    Residenza
    Assisi
    Messaggi
    123

    Riferimento: Aprire una Comunità

    Un'idea ben precisa non ce l'ho, comunque pensavo sia ad una comunità residenziale oppure ad un centro diurno, preferibilmente per bambini e adolescenti, ma non disdegno nemmeno i pz psichiatrici o i tossicodipendenti....non mi piace invece il settore anziani! Cmq io già lavoro in una comunità per minori, mi piace il tipo di lavoro e anche la metdoogia usata, ma non condivido alcune cose quindi mi era vnuto in mente di prendere informazioni per crearne una ex-novo giusto per farmi un'idea!!!! Tu sai dove ci si può informare? Visto che hai detto cheei della stessa zona, mi dici di dov sei più precisamente? Magari possiamo tenerci in contatto!
    Martina

  4. #4
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    21-06-2005
    Residenza
    toscana
    Messaggi
    490

    Riferimento: Aprire una Comunità

    Sono assistente sociale specializzata in programmazione e gestione dei servizi sociali e del terzo settore e ho lavorato 3 anni in una cooperativa sociale. Se avete bisogno di qualche consiglio di tipo legislativo o amministrativo sono a vostra disposizione, ma per darvi dei consigli avrei bisogno di sapere qualcosa di più a proposito delle vostre esperienze e di quello che già sapete in questi campo....

    Altrimenti rischio di dirvi cose che sapete già e di diventare antipatica :-P

    E comunque per prima cosa farei una mappatura della rete dei servizi del vostro territorio per avere una idea di quelli già esistenti e di quelli che invece mancano.

    QUante comunità ci sono? Di che tipo?

    Quante cooperative sociali operano nel vostro territorio di riferimento? QUali servizi offrono? Con quali amministrazioni sono convenzionate?

    Almeno così potete farvi una idea del tipo di comunità che volette mettere su e poi lavorare in quel senso.

    Se avete bisogno sono a vostra disposizione con le mie esperienze.

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di skioppy
    Data registrazione
    22-10-2004
    Residenza
    Assisi
    Messaggi
    123

    Riferimento: Aprire una Comunità

    Attualmete lavoro in una comunità educativa per minori a valenza terapeutica. So che nel territorio non ce ne sono molte, anzi per quanto riguarda la valenza terapeutica credo che sia una delle poche in Italia visto che l'utenza che trattiamo è principalmente di fuori regione. Quello che comunque mi interessa sapere è l'iter burocratico da dover seguire sia per aprire una comunità residenziale sia per un centro diurno principalmente rivolto ai minori. Sai anche come fare per proporre un servizio ad una struttura già esistente ma che non ha degli obiettivi definiti (si tratta di una struttura basata sul volontariato)? Mi spiego meglio: nel mio paese c'è un centro giovanile dellla parrocchia dove io ho fatto il servizio civile e le cui attività non sono mai decollate...la mia idea(molto probabilmente campata per aria e assurda, ma chiedere fa sempre bene e toglie ogni dubbio) sarebbe quella di proporre un progetto per la prevenzione del disagio giovanile oltre alla creazione di un centro di aggregazione per i giovani, inoltre mi piacerebbe anche fare degli incontri con le famiglie. In poche parole oltre a degli incontri offrirei anche incontri privati di consulenza. Il problema è che questo centro si basa esclusivamnte sul volontariato quindi non credo che percepirei prestazioni in denaro (lo so che sarò venale, ma per la gloria non si può lavorare), come potrei fare per avere finanziamenti e collaborare con la rete preesistente nel comune (considra che c'è gia una coop che si occupa del doposcuola e che ha diversi appalti con il comune anche per ciò che riguarda l'integrazione scolastica dei ragazzi starnieri)! Scusa se ti ho bombardato di domande! Grazie 1000 per l'attenzione
    Martina

  6. #6
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    21-06-2005
    Residenza
    toscana
    Messaggi
    490

    Riferimento: Aprire una Comunità

    Ho poco tempo ti rispondo telegraficamente poi approfondiamo eventualemtne
    1) per aprire una comunità i requisiti li definisce la regione. Se tu fossi Toscana saprei cosa dirti ma non conosco la legislazione sociale Umbra.
    Puoi cercarti sul sito della regione le leggi che rigurdano le strutture sociosanitarie o sociali. Adesso non posso ma magari nei prox giorni ti do una mano io a cercarle.
    E comunque puoi chiedere informazioni alla regione, al tuo comune, alla tua ASL sui requisiti per le strutture. Credo però che ci vorrebbe un bell'investimento per fare una comunità. E poi devi essere sicura che gli enti si convenzionino con te per mandarti i ragazzi.
    PEr il centro diurno prima di tutto chiedi alla parrocchia se loro sarebbero disposti ad aprire questo centro di aggregazione con le attività che intendi tu, loro stessi potrebbero essere interessati a mettere un pò di soldi, se ne hanno a disposizione.
    Puoi creare una tua associazione di volontariato ex-novo, appositamente per fare volontariato nel centro della parrocchia. PEr l'associazionismo e il volontariato c'è il CESVOL. ( centro servizi volontariato) di solito ce n'è uno in ogni provincia, almeno qui in toscana.
    CESVOL - Centro Servizi per il Volontariato di Perugia

    Loro danno anche dei finanziamenti a progetti di volontariato.

    PEr le convenzioni col comune la vedo dura se hanno già una coop...ma tentare non nuoce. Puoi chiedere un colloquio con l'assessore al sociale, io prima però creerei una associazione mia. Poi vedi a chi ti conviene proporre il tuo progetto.

    Spero di esserti stata utile anche se non ho tempo per dirti tutto quello che ci sarebbe da dire. TU continua a fare domande. PEr quello che posso ti rispondo.

  7. #7
    Partecipante Assiduo L'avatar di skioppy
    Data registrazione
    22-10-2004
    Residenza
    Assisi
    Messaggi
    123

    Riferimento: Aprire una Comunità

    Ti ringrazio tanto per la tua risposta! Mi rendo conto che la cosa è più difficile di quanto sembra...la ricerca di tutte le informazioni e per procedere a tutte le operazioni di burocrazia richichiede moooolto tempo che purtroppo non ho in questo momento a disposizione... credo che da soli non si possa fare niente! Se dovessi trovare qualcuno disposto ad imbarcarsi in questa avventura forse posso riprendere meglio l'idea! Comunque grazi perchè ora per lo meno so con chi dover parlare...Se avessi comunque altre domande da farti in seguito posso disturbarti ancora? Non vorrei approfittare troppo della tua disponibilità! Un bacione e in bocca al lupo per tutto ciò che fai!
    Martina

  8. #8
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    21-06-2005
    Residenza
    toscana
    Messaggi
    490

    Riferimento: Aprire una Comunità

    sai, da soli la vedo dura. Sepcialmente se uno non ha capitale iniziale da investire.
    Non ti preoccupara domanda quello che vuoi.
    Un ultimo consiglio ( questo personale) nel mondo del sociale, come in altri mondo professionali, sono importantissime le conoscenze. Fare volontariato per entrare in contatto con servizi, cooperative, altre associazioni, può essere un modo ottimo per " entrare nel giro" Vedo che già lavori nel settore, ma cerca semrpe e comunque di ampliare le conoscenze. Ti saranno utili se un giorno avrai una comunità tutta tua...

  9. #9

    Riferimento: Aprire una Comunità

    Citazione Originalmente inviato da monicadal Visualizza messaggio
    sai, da soli la vedo dura. Sepcialmente se uno non ha capitale iniziale da investire.
    Non ti preoccupara domanda quello che vuoi.
    Un ultimo consiglio ( questo personale) nel mondo del sociale, come in altri mondo professionali, sono importantissime le conoscenze. Fare volontariato per entrare in contatto con servizi, cooperative, altre associazioni, può essere un modo ottimo per " entrare nel giro" Vedo che già lavori nel settore, ma cerca semrpe e comunque di ampliare le conoscenze. Ti saranno utili se un giorno avrai una comunità tutta tua...
    Ciao...anche io avrei bisogno di tantissimi consigli!!il mio sogno è aprire una comunità terapeutica..ma sto impazzendo!non so da dove iniziare dal punto di vista burocratico|!! vorrei saper almeno qual è il primo passo da fare... rivolgermi alla regione??ma a quale settore nello specifico??spero tu possa essermi di aiuto perchè non so davvero da dove iniziare ma non voglio rinunciare!grazie 1000!!!!!

  10. #10
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    21-06-2005
    Residenza
    toscana
    Messaggi
    490

    Riferimento: Aprire una Comunità

    -comunità terapeutica per che tipologia di utenza? E vorresti una comunità dove a pagare sono i privati, magari parenti degli utenti, oppure in convenzione con i servizi pubblici ( che ti pagherebbero le rette attraverso fatturazione?)

  11. #11

    Riferimento: Aprire una Comunità

    Citazione Originalmente inviato da monicadal Visualizza messaggio
    -comunità terapeutica per che tipologia di utenza? E vorresti una comunità dove a pagare sono i privati, magari parenti degli utenti, oppure in convenzione con i servizi pubblici ( che ti pagherebbero le rette attraverso fatturazione?)

    ciao grazie per la risp!comunque la mia intenzione è creare una comunità terapeutica per minori...nello specifico prima di selezionare una specifica categoria di l'utenza vorrei fare un esame di ciò che offre e ciò che manca al territorio...ma non ho capito se prima bisogna costituire un'associazione o una cooperativa...e avrei bisogno dei fondi...cmq abito in puglia e questo non semplifica le cose!

  12. #12

    Aprire una cooperativa sociale

    Buongiorno a Voi cari collghi!
    Due mie colleghe mi hanno chiesto di aprire con loro una cooperativa sociale: nello specifico una coop. a tre.
    In questo caso si richiedonomtre persone fisiche. Il problema è che io ho una P.Iva.
    Devo chiuderla per forza o ci sono modi per poter operare sia come p.fisica che come giuridica?

  13. #13
    L'avatar di crissangel
    Data registrazione
    11-09-2006
    Residenza
    Veneto [behind an unbreakable window]
    Messaggi
    2,889
    Blog Entries
    4

    Riferimento: Aprire una cooperativa sociale

    Ciao Lorenzo

    Non vorrei scrivere delle cretinate perchè su questi aspetti non mi sono mai informato adeguatamente (per quanto sia un pensiero che mi pongo spesso), tuttavia, quando 3 persone (limite minimo per fondare una cooperativa) decidono di rivolgersi al notaio per l'atto costituivo, questo si occupa di consegnarlo alla Camera di Commercio e al registro delle Imprese.
    A quel punto, se tu hai la partita iva per l'esercizio della professione dello psicologo e puoi utilizzarla per esercitare la libera professione al di fuori delle attività della cooperativa non dovrebbero esserci problemi.
    A parte gli aspetti più burocratici, per i quali potresti sentire il consulente dell'ordine, credo ci sia da considerare l'impegno che ci metterete tutti e tre nel portare avanti i vostri progetti ed il vostro lavoro, per farvi conoscere, per ottenere finanziamenti ecc ecc e di conseguenza tutto il tempo che serve per la fase di progettazione e messa in atto del tutto. Insomma, se tutto questo richiedesse molto del tuo tempo e non ci fossero all'orizzonte molte possibilità di esercitare nel breve/medio termine, allora forse potresti considerare di chiudere la p.iva (che poi può essere comunque riaperta).

    Un grossissimo in bocca al lupo!!
    Sei un professionista? Servizio Supervisioni e E-book per professionisti

    Per la tua formazione post laurea, dai un'occhiata alle proposte di Opsonline:
    Corsi d'aula
    Corsi on line
    Webinar

    Regolamento Forum



    Innanzitutto, l'uomo normale è solo un'astrazione

  14. #14

    Riferimento: Aprire una cooperativa sociale

    Crepi il lupo e grazie criss!

  15. #15
    Neofita
    Data registrazione
    14-04-2009
    Residenza
    Teramo
    Messaggi
    5
    Blog Entries
    1

    help!!!

    Salve a tutti, avrei bisogno di un' informazione urgente. Allora sto formando una cooperativa sociale di tipo A con altri due soci, iscritti all'albo, mentre io sono solo laureata in psicologia e a novembre sosterrò l'esame di stato. Il mio dubbio è questo: come posso lavorare all'interno di questa cooperativa senza la partita iva da libero professionista che potrò aprire dopo l'esame di stato???? e possibile aprire una partita iva come tirocinante psicologo????

    Spero di essere stata chiara.


    Attendo le vostre risposte.

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy