• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3
  1. #1
    Partecipante Esperto L'avatar di elettra1
    Data registrazione
    20-03-2006
    Residenza
    PALERMO
    Messaggi
    271

    Preparare la rivolta contro l'ordine

    cARE COLLEGHE,

    data la situazione drammatica in cui ognuna di noi versa direi che è arrivato il momento di organizzare la rivolta contro l'Ordine.

    Iniziamo ad Organizzare dei Comitati in ogni città e fissiamo un giorno , una data Nazionale in cui andremo sotto le loro finestre a fare dei sit in e aurlare il nostro disappunto per come siamo trattate come categoria e come persone.

    ORGANIZZIAMOCI !!!

    BASTA APPARTENERE AD UNA CATEGORIA MISCONOSCIUTA E A VOLTE ADDIRITTURA DEMONIZZATA!!

    ANNI DI SACRIFICI IN TUTTI I SENSI E POI???

    ACCENDIAMO UN DIBATTITO E ORGANIZZIAMOCI!


  2. #2

    Riferimento: Preparare la rivolta contro l'ordine

    A questo proposito volevo raccontare il seguente, scandaloso episodio.
    Una consigliera dell'ordine, in occasione di un intervento all'Università, parlava della deontologia professionale degli iscirtti all'albo, soprattutto sottolineando che gli psicologi (1)non dovrebbero parlare male dei colleghi, (2)dovrebbero avere un comportamento coerente con la loro professione, (3)non dovrebbero insegnare materie psicologiche a chi non è psicologo, ecc.
    Si lamentava del fatto che i consiglieri fanno tutto per volontariato, che non godono di nessun diritto rispetto ad altri Ordini porfessionali e così via.
    Però alla domanda: "quale ruolo per gli iscritti alla sezione B?"
    La consigliera ha risposto: "ah, quelli...andrebbero eliminati. Sono pochissimi, però hanno voluto anche loro i rappresentanti nel Consiglio. Ma cosa vogliono? Bisogna porre fine a questa situazione, sono una gran rottura di scatole".

    Ora, mi sembra che con questa ripsosta la signora è contravvenuta ad almeno due delle affermazioni che lei stessa aveva fatto poco prima: bofonchia alle spalle di colleghi e manca di rispetto verso chi si è fatto un mazzo così a dare 25 esami (che un tempo sarebbero bastati per conseguire la laurea vecchio ordinamento) e che per iscriversi all'ordine versa un bel po' di soldi....
    In quanto al punto (3) di cui sopra, le è stato chiesto: Perchè allora molti psicologi sono anche titolari e/o insegnanti presso scuole di Counseling, Coaching, empowerment e compagnia bella, tutta roba a disposizione anche ai non laureati?".
    Risposta: "Eh, in qualche modo bisogna pur vivere".

    Mah, che dire? Se l'Ordine è quello che la signora rappresenta, allora sarebbe meglio abolirlo davvero. Tanto è la solita lobby massonica al pari di tutti gli altri ordini. Almeno però ci difendessero.....

    Citazione Originalmente inviato da elettra1 Visualizza messaggio
    cARE COLLEGHE,

    data la situazione drammatica in cui ognuna di noi versa direi che è arrivato il momento di organizzare la rivolta contro l'Ordine.

    Iniziamo ad Organizzare dei Comitati in ogni città e fissiamo un giorno , una data Nazionale in cui andremo sotto le loro finestre a fare dei sit in e aurlare il nostro disappunto per come siamo trattate come categoria e come persone.

    ORGANIZZIAMOCI !!!

    BASTA APPARTENERE AD UNA CATEGORIA MISCONOSCIUTA E A VOLTE ADDIRITTURA DEMONIZZATA!!

    ANNI DI SACRIFICI IN TUTTI I SENSI E POI???

    ACCENDIAMO UN DIBATTITO E ORGANIZZIAMOCI!


  3. #3

    Riferimento: Preparare la rivolta contro l'ordine

    A questo proposito volevo raccontare il seguente, scandaloso episodio.
    Una consigliera dell'ordine, in occasione di un intervento all'Università, parlava della deontologia professionale degli iscirtti all'albo, soprattutto sottolineando che gli psicologi (1)non dovrebbero parlare male dei colleghi, (2)dovrebbero avere un comportamento coerente con la loro professione, (3)non dovrebbero insegnare materie psicologiche a chi non è psicologo, ecc.
    Si lamentava del fatto che i consiglieri fanno tutto per volontariato, che non godono di nessun diritto rispetto ad altri Ordini porfessionali e così via.
    Però alla domanda: "quale ruolo per gli iscritti alla sezione B?"
    La consigliera ha risposto: "ah, quelli...andrebbero eliminati. Sono pochissimi, però hanno voluto anche loro i rappresentanti nel Consiglio. Ma cosa vogliono? Bisogna porre fine a questa situazione, sono una gran rottura di scatole".

    Ora, mi sembra che con questa ripsosta la signora è contravvenuta ad almeno due delle affermazioni che lei stessa aveva fatto poco prima: bofonchia alle spalle di colleghi e manca di rispetto verso chi si è fatto un mazzo così a dare 25 esami (che un tempo sarebbero bastati per conseguire la laurea vecchio ordinamento) e che per iscriversi all'ordine versa un bel po' di soldi....
    In quanto al punto (3) di cui sopra, le è stato chiesto: Perchè allora molti psicologi sono anche titolari e/o insegnanti presso scuole di Counseling, Coaching, empowerment e compagnia bella, tutta roba a disposizione anche ai non laureati?".
    Risposta: "Eh, in qualche modo bisogna pur vivere".

    Mah, che dire? Se l'Ordine è quello che la signora rappresenta, allora sarebbe meglio abolirlo davvero. Tanto è la solita lobby massonica al pari di tutti gli altri ordini. Almeno però ci difendessero.....

    Citazione Originalmente inviato da elettra1 Visualizza messaggio
    cARE COLLEGHE,

    data la situazione drammatica in cui ognuna di noi versa direi che è arrivato il momento di organizzare la rivolta contro l'Ordine.

    Iniziamo ad Organizzare dei Comitati in ogni città e fissiamo un giorno , una data Nazionale in cui andremo sotto le loro finestre a fare dei sit in e aurlare il nostro disappunto per come siamo trattate come categoria e come persone.

    ORGANIZZIAMOCI !!!

    BASTA APPARTENERE AD UNA CATEGORIA MISCONOSCIUTA E A VOLTE ADDIRITTURA DEMONIZZATA!!

    ANNI DI SACRIFICI IN TUTTI I SENSI E POI???

    ACCENDIAMO UN DIBATTITO E ORGANIZZIAMOCI!


Privacy Policy