• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 27

Discussione: Amore E Tradimenti...

  1. #1
    thestroke
    Ospite non registrato

    Amore E Tradimenti...

    Buongiorno a tutti i forumisti!
    Volevo sapere in che modo vivete l'amore (senza banalità alcuna) e se concepite il concetto di tradimento puramente "fisico" se il cuore resta appeso all'amore nei confronti del proprio partner.

    Io posso dire che quando una persona è innamorata (scrivo generalizzando ma intendo come vivo personalmente l'amore) è la persona più felice del mondo... l'amore lo puoi leggere sul viso della persona innamorata, lo puoi ascoltare dalla sua voce, lo vedi brillare nei suoi occhi . Ma a volte capita, sopratutto agli uomini (DONNE CON QUESTO NN VI ESCLUDO ANZI...) che il sentimento, dopo che si è evoluto dall'innamoramento all'amore vero e proprio, in alcuni casi si trasformi in bisogno di sentirsi amati... e questo succede perchè a volte si dimentica il vero senso dell'amare, e viene vissuto come una gara, o addirittura una guerra, dove vince chi si fa meno male... trascurando il fatto che per proteggersi dal dolore ci si chiude a riccio annullando ogni tentativo di rafforzamento di un intimità vera.

    Non concepisco affatto il tradimento, in qualunque forma venga espresso, non ci riuscirei neanche a pensarlo, significherebbe per me che non sono più innamorato. Capita poi che qualcuno tradisca in anticipo prevedendo un futuro tradimento dell'altro... QUANDO SENTO QUESTE COSE MI INC!#@! PROPRIO PERCHé é UNA CHIARA PRESA PER IL C#@! PER IL PROPRIO FIDANZATO/A.
    Per me una storia d'amore va vissuta AMANDO ancor prima di stare ad aspettare che l'altro si renda conto di quanto prezioso dono stringe tra le braccia, e sopratutto lasciandosi andare a se stessi... purchè ci si conosca dentro, molto dentro.
    Ciao a tutti torno al lavoro!
    Fabio

  2. #2
    Iggy
    Ospite non registrato
    Guarda, ti dirò... per me hai scritto solo verità.
    Poi magari ti capita di essere preso in giro, di sobbarcarti immani colpe che non hai, e finisci in un limbo alla fine del quale perdi la fiducia nella persona: e una volta persa questa completamente, la persona va cancellata dai registri.

    [wise mode]Ma alla fine, perché affannarsi con questi pensieri... nella vita incontri gente che vale e gente che non vale, gente con o senza dignità; prima o poi le riconosci tutte. Si cresce così, mica passando per un mondo di rose e di fiori...[/wise mode]

  3. #3
    g3pp3tto
    Ospite non registrato

    opinione

    io penso che il concetto di tradimento si possa associare sia ad un fattore fisico che ad uno di tipo mentale.
    Il coinvolgimento eccessivo del fisico porta molto spesso ad una dipendenza che varia sia nello stato d'animo che nel modo di comportarsi. Non sò se riesco a farmi capire, non sono ancora linguisticamente e culturalmente preparato, però ci tenevo a dare anch'io la mia opinione in proposito.
    Io credo che si possa tradire anche se innamorati.
    Lo sbaglio o il tentativo di cambiare qualcosa non pregiudica la falsità di un sentimento, ma soltanto la serietà con cui lo si trasmette al partner o la fiducia che eventualmente si può discutere per un discorso di moralità.
    L'amore per qualcuno secondo me resta tale, ma non giustifico con questo, l'atto in sè!

    io non son sicuro, ma alle volte penso e mi convinco che si possa amare più di una persona contemporaneamente, voi cosa pensate di questo?

  4. #4
    Iggy
    Ospite non registrato

    Re: opinione

    Originariamente postato da g3pp3tto
    io non son sicuro, ma alle volte penso e mi convinco che si possa amare più di una persona contemporaneamente, voi cosa pensate di questo?
    Ne sono convintissimo. Però quando sto con qualcuna mi pongo dei freni inibitori che non mi permettono di sentire emozioni particolari verso più persone; mi risulta assai improbabile anche a breve distanza tra una storia e l'altra.
    In definitiva sì, penso che se non mi ponessi freni potrei amare allo stesso modo più di una persona contemporaneamente, o a breve distanza tra l'una e l'altra.

  5. #5
    g3pp3tto
    Ospite non registrato
    come si fà a porsi dei limiti?

  6. #6
    Iggy
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da g3pp3tto
    come si fà a porsi dei limiti?
    Sono parte del subconscio. In verità non si tratta di porsi da soli dei limiti, si tratta di avere buonsenso, dignità... insomma, tutta una serie di sentimenti parte della cultura nella quale siamo cresciuti. Francamente un limite simile, se dovessi pormelo con l'ausilio della mia sola forza di volontà, non credo potrei mai riuscire a tenerlo saldo.
    Per me, in definitiva, resta sostanzialmente assurdo amare più di una persona contemporaneamente.

  7. #7
    ZoShe
    Ospite non registrato
    paolo
    Ultima modifica di ZoShe : 07-12-2006 alle ore 03.33.34

  8. #8
    g3pp3tto
    Ospite non registrato
    io ho un forte problema, non so valutare il significato di amore.
    cioè i parametri su quali si può dire di amare o affermare di aver amato.
    per me è normale provare attrazione per qualcun altro che non sia il partener, l'accetto come situazione.
    Accetto anche ci siano particolari situazioni, (RARE) ma le considero, nelle quali si possa tradire per aver provato un sentimento simile a quello che provi con il partner stesso.

    non penso che sia la cultura a dettare il movimento di un sentimento o di un attrazione alla quale qualcuno non sà porre freno...

  9. #9
    Iggy
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da g3pp3tto
    io ho un forte problema, non so valutare il significato di amore.
    cioè i parametri su quali si può dire di amare o affermare di aver amato.
    per me è normale provare attrazione per qualcun altro che non sia il partener, l'accetto come situazione.
    Accetto anche ci siano particolari situazioni, (RARE) ma le considero, nelle quali si possa tradire per aver provato un sentimento simile a quello che provi con il partner stesso.

    non penso che sia la cultura a dettare il movimento di un sentimento o di un attrazione alla quale qualcuno non sà porre freno...
    Temo tu stia parlando di pulsioni sessuali. Se mi sbaglio correggimi, ma se non mi è ben chiaro questo preferisco non risponderti: non mi piace parlare a caTZo di cane

    Comunque il sassolino lo lancio, dicendo che le pulsioni sessuali ci sono sempre e comunque, è normale, siamo animali.

  10. #10
    g3pp3tto
    Ospite non registrato
    l'attrazione sessuale la capisco, è spontanea e inevitabile...
    ma ti parlo di casi nei quali l'approccio fisico si generaper un bisogno di contatto, di calore, ma non nella necessità di sfociare nell'atto sessuale.
    si può anche non desiderare l'altro fisicamente, ma solo per ciò che pensa, per come ti tratta... non credo sia faciel spiegarti...

  11. #11
    Iggy
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da g3pp3tto
    l'attrazione sessuale la capisco, è spontanea e inevitabile...
    ma ti parlo di casi nei quali l'approccio fisico si generaper un bisogno di contatto, di calore, ma non nella necessità di sfociare nell'atto sessuale.
    si può anche non desiderare l'altro fisicamente, ma solo per ciò che pensa, per come ti tratta... non credo sia faciel spiegarti...
    Ho capito. Beh, torno a dire che è un'imposizione della nostra cultura l'inaccettabilità di un sentimento scisso per due persone. In un altro tempo e in un altro luogo, probabilmente avrei amato dieci donne contemporaneamente. Qui, ora, no.
    Ma sono discorsi particolari, perché totalmente soggettivi, imprescindibili dalle esperienze personali, dal carattere, dalla società nella quale si cresce.

  12. #12
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di icemary
    Data registrazione
    17-05-2002
    Residenza
    Torino, Roma, Salerno e Caserta
    Messaggi
    1,277
    Sarà un fattore culturale.. o sociale.... non lo so... Ma credo che si possa amare più di una persona contemporaneamente, in modi diversi, eppure una sola è la persona che si sceglie di "amare" al di sopra di ogni cosa!
    Lo so.. concetto complicato da esprimere a parole, ma io credo che se scelgo di amare una persona le do prima di tutto fiducia, rispetto e la stessa cosa pretendo.

    E' per questo che non posso concepire in alcun modo forme di tradimento di ogni sorta..... Questione di "rispetto", rispetto dell'essere umano, rispetto della fiducia, rispetto dei sentimenti dell'altra persona.

  13. #13
    Partecipante Assiduo L'avatar di iceffusion
    Data registrazione
    27-09-2002
    Residenza
    Noci (Ba)
    Messaggi
    121
    ragazzi,mi trovate d'accordo sull'inconcepibilità del tradimento,è assoluta mancanza di rispetto nei confronti del partner ed è segno di non amore secondo me.a volte temo di risultare anacronistica,ma io credo fermamente nell'esclusività dell'amore!non devi limitarti x essere monogamo,perchè se si è innamorati viene spontaneo comportarsi così!
    parametri x capire quando è amore non credo ne esistano,è una sensazione soggettiva,è amore quendo ti sembra ti non mancare di nulla...quando c'è qualcosa che ti riempie e trabocca!
    anche se vado off topic lancio un'altra domanda...
    cosa fare quando invece ci si sente privi della possibilità di amare,di emozionarsi x qualcuno?è una sensazione così spiacevole...e oggi la avverto così forte!
    L'uomo mortale, Leucò, non ha che questo d'immortale.Il ricordo che porta e il ricordo che lascia. (Cesare Pavese)

  14. #14
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di icemary
    Data registrazione
    17-05-2002
    Residenza
    Torino, Roma, Salerno e Caserta
    Messaggi
    1,277
    Originariamente postato da iceffusion
    ragazzi,mi trovate d'accordo sull'inconcepibilità del tradimento,è assoluta mancanza di rispetto nei confronti del partner ed è segno di non amore secondo me.a volte temo di risultare anacronistica,ma io credo fermamente nell'esclusività dell'amore!non devi limitarti x essere monogamo,perchè se si è innamorati viene spontaneo comportarsi così!
    parametri x capire quando è amore non credo ne esistano,è una sensazione soggettiva,è amore quendo ti sembra ti non mancare di nulla...quando c'è qualcosa che ti riempie e trabocca!
    anche se vado off topic lancio un'altra domanda...
    cosa fare quando invece ci si sente privi della possibilità di amare,di emozionarsi x qualcuno?è una sensazione così spiacevole...e oggi la avverto così forte!
    Risposta O.T...
    Banale e semplicistica, orse, come risposta....
    Si deve essere pronti per l'amore...
    Perché quello ver ti assorbe completamente, perché si abbandona la condizione precedente, e ci si deve sentire liberi di lasciarsi trasportare....
    Questo non vuol dire "perdersi"... ma trovare un nuovo equilibrio.. E non è facile!
    L'unica cosa è non avere mai paura di essere soli, nè di sentirsi vuoti, o incapaci di amare...
    E l'amore a trovare te... sembra così "una frase fatta" e senza senso.. e invece, pensandoci... è proprio così!


    Altro OT (quasi ot)
    Forse è la nostra società (e la cultura in cui siamo cresciuti) che ci conduce alla monogamia, in qualche modo, perché ascoltando delle interviste di donne che si trovano ad essere la 2°-3° moglie... beh.. per loro è normale che il marito riversi il proprio amore su tutte le mogli e i figli allo stesso modo...

  15. #15
    Francy
    Ospite non registrato
    originariamente postato da Iggy
    [G]quando sto con qualcuna mi pongo dei freni inibitori che non mi permettono di sentire emozioni particolari verso più persone; mi risulta assai improbabile anche a breve distanza tra una storia e l'altra. [/G]
    Completamente d'accordo
    Assolutamente non concepisco il tradimento, lo vedo come qualcose di incompatibile con l'amore.
    Se io amo una persona mi dedico completamente a questa persona e se c'è la voglia di tradire, mio l'amore è finito... quindi invece di tradire preferisco lasciare, prendermi un po' di tempo e poi se è il caso intressarmi ad altri... questo è il mio semplice parere e posso garantire che fino ad oggi è stato così che ho fatto



    originariamente postato da g3pp3tto
    [G]io ho un forte problema, non so valutare il significato di amore.
    cioè i parametri su quali si può dire di amare o affermare di aver amato.
    per me è normale provare attrazione per qualcun altro che non sia il partener, l'accetto come situazione.[/G]
    Deduco che non sei mai stato innamorato... giusto? L'attrazione è sicuramente una componente importante dell'amore, ma non l'amore quello con la A maiuscola ha altre 1000 componenti: attrazione, passione, complicità, fiducia, appagamento, il desiderare di stare x sempre con quella persona, il non poter fare a meno di lui/lei... questo e tanto altro è amore


    originariamente postato da icefusion
    [G]cosa fare quando invece ci si sente privi della possibilità di amare,di emozionarsi x qualcuno?è una sensazione così spiacevole...e oggi la avverto così forte![/G]
    Sono d'accordo con icemary... si deve essere pronti per l'amore, e soprattutto non si deve cercare, arriverà quando meno te lo aspetti. Non credo tu sia priva della possibilità di amare o di emozionarti, è solo che, probabilmente, in questo momento non c'è nessuno che ti fa provare queste sensazioni... ne sono convinta!

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy