• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 10

Discussione: ansia da separazione

  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di poldina82
    Data registrazione
    26-01-2007
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    135

    ansia da separazione

    Ciao a tutti, seguo in un gruppo di catechismo un bambino di 9 anni. già dall'anno scorso a volte quando i genitori lo accompagnavano faceva un pò di storie per rimanere ma questa'anno la situazione è precipitata: piange e si dispera se la madre cerca di lasciarlo. so che la cosa succede anche a scuola ogni mattina e che una volta ha anche tentato di scappare da scuola per correre dietro alla madre.
    Vorrei un consiglio su come comportarmi, se è il caso di insistere e di "mettermi in mezzo" quando lui fa storie per rimanere o se è meglio che io stia da parte e faccia risolvere la questione alla madre... Tra l'altro quando poi rimane ne combia di tutti i colori...
    Ogni parere o suggerimento mi sarà d'aiuto.
    Grazie
    Polda82

  2. #2
    Partecipante Super Figo L'avatar di estela84
    Data registrazione
    22-05-2007
    Residenza
    toscana!
    Messaggi
    1,718

    Riferimento: ansia da separazione

    ciao poldina .. beh..io ti consiglierei di parlarne con la madre. Va innanzitutto capito se questo comportamento ce l'ha anche a scuola, o magari solo a catechismo, magari perchè non gli piace. Sarebbe opportuno sapere se ha questo comportamento anche in altre occasioni.
    Secondo me va tenuto di conto anche il semplice fatto che il bimbo non voglia andare a catechismo perchè non gli piace, e che quindi sia una scelta non sua, ma di sua madre. Non per forza si tratta di ansia da separazione. proprio per questo motivo ritengo necessario informarsi prima di tutto se si comporta così anche in altri ambiti, a scuola in primis.
    Se così fosse, io consiglierei alla madre di cercare di porre più attenzione al momento del distacco, di rispondere a tutte le paure e dubbi di abbandono del bambino, di abbracciarlo a di rimanere anche quei 5 minuti in più che servono a calmarlo. Più volte è stato dimostrato che bambini dal temperamento "difficile", se ricevono maggior ascolto e attenzione, tendono a calmarsi molto. Si ha l'effetto contrario se non li si considera e si "scappa" dal loro pianto, abbandonandoli a se'stessi e alle loro fantasie d'abbandono.
    Tu dici che ne combina di tutti i colori : a me viene in mente che può essere rabbia ridirezionata verso oggetti o attività, rabbia di essere stato lasciato solo che dovrebbe essere diretta verso la madre ma che essendo allo stesso tempo oggetto privilegiato d'amore, non può essere attaccato da sentimenti negativi. Oppure mi viene in mente l'unico modo che un bambino ha per far sì che venga considerato. Seppur in maniera brutale e disfunzionale egli avrà su di se'tutti gli occhi puntati addosso per i casini che combina.
    Tu non sei la psicologa e quindi non accollarti respnsabilità o ruoli che non hai ( te lo dico affinchè tu non ti senta un peso o una responsabilità che non ti appartiene! ) , quindi a mio avviso ti consiglierei solo di informarti se fa così ogni volta che c'è un distacco o solo a catechismo, se il catechismo gli piace ed è una scelta sua, ed eventualmente consiglierei di dedicargli più attenzione al momento che la madre deve andare via, magari dicendogli che dopo prenderanno un gelato, o che non si deve preoccupare che dopo torna.
    Tu stessa puoi provare a dedicargli maggiore attenzione ma senza esagerare, altrimenti rinforzerai i suoi capricci come modalità per ottenere maggiore attenzione. Potresti ad esempio non considerarlo quando fa casino, ma considerarlo solo quando ha comportamenti non distruttivi, facendogli complimenti e dandogli attenzione (cosa a cui aspira) .
    Mi sento di ricordarti di nuovo di non tirare conclusioni affrettate di ansia da separazione, ma tieni ben in mente che potrebbe semplicemente essere una mancanza di voglia e di interesse a stare a catechismo.
    Spero di esserti stata un po'di aiuto!

    --> piccola modifica : guardando il tuo profilo ho visto che sei laureata in psicologia dell'evoluzione.. ti ho scritto credendo tu fossi al di fuori di tutto ciò .. quindi chi meglio di te può intendersi di tutto ciò? beh.. a questo punto prendi ciò che ti ho scritto come opinione personale, e cmq dato che sei laureata in psicologia ma in questo caso, se non ho capito male, il tuo ruolo non è di psicologa, io cmq non mi sbilancerei più di tanto anche per evitare che ti "sfruttino" senza giusto compenso.. io opterei per un rinforzo differenziale al bambino, come già detto in precedenza!
    Ultima modifica di estela84 : 30-04-2009 alle ore 21.09.31

  3. #3

    Riferimento: ansia da separazione

    Citazione Originalmente inviato da poldina82 Visualizza messaggio
    Tra l'altro quando poi rimane ne combia di tutti i colori...
    Quando poi rimane? Questo è già un motivo sufficiente a spiegare il comportamento del bambino. Piango e qualche volta torno a casa. Tornarsene a casa funziona come rinforzo.

    La madre dovrebbe essere ferma al momento della separazione. Rassicurante come dice estela ma ferma.
    Da parte tua non so...magari organizzare proprio all'inizio della lezione un gioco o qualcosa che possa attirarlo, e offrirgli una parte importante. Non so se può funzionare. Qualcosa giusto per rendere le cose un po' meno cruente.
    Ciao ciao

  4. #4
    Partecipante Super Figo L'avatar di ikaro78
    Data registrazione
    06-07-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,975

    Riferimento: ansia da separazione

    Considerando che è un bambino e non un piccione lascerei da parte il rinforzo-gelato, cerca di parlare con la madre (se ti sembra disposta a parlarne con te), chiedile che idea si è fatta su questo comportamento. Eventulmente potresti chiedere anche a lui cosa succede...

    In bocca al lupo!
    ikaro

  5. #5

    Riferimento: ansia da separazione

    Ikaro78, sono appena arrivato in questo forum e non conosco che tipo di formazione hai. Eppure dalla tua spocchia posso facilmente intuire quale formazione ti manca.
    Per te ha a che fare con i piccioni di Skinner che hai studiato per l'esame di psicologia generale, ma il comportamentismo (e il neocomportamentismo) sono approcci attuali e complessi in continua evoluzione.

    Si evolve se si cerca di vedere e pensare in modo diverso. Prova.
    Ultima modifica di curumullo : 11-05-2009 alle ore 00.47.20

  6. #6
    Partecipante Super Figo L'avatar di ikaro78
    Data registrazione
    06-07-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,975

    Riferimento: ansia da separazione

    Ikaro78, sono appena arrivato in questo forum e non conosco che tipo di formazione hai. Eppure dalla tua spocchia posso facilmente intuire quale formazione ti manca.
    Per te ha a che fare con i piccioni di Skinner che hai studiato per l'esame di psicologia generale, ma il comportamentismo (e il neocomportamentismo) sono approcci attuali e complessi in continua evoluzione.

    Si evolve se si cerca di vedere e pensare in modo diverso. Prova.
    Sì, d'accordo, ma io non ho avanzato alcuna ipotesi sul comportamento di questo bambino, quindi la spocchia non è certo dalla mia parte, non ho mai detto "questo è già un motivo sufficiente a spiegare il comportamento del bambino". Sufficiente?! Non ne sappiamo nulla di nulla o quasi, come possiamo dire che è sufficiente a spiegare il comportamento di un bambino che fa fatica a separarsi, sia a scuola sia a catechismo? Non ti sembra un po' troppo? Credo sia importante incominciare a parlare con la mamma e con il bambino, questo per me significa vedere e pensare in modo diverso.

    Saluti,
    ikaro

    PS Mi scuso per la battuta sui piccioni, mi sembrava simpatica!! :-)
    Ultima modifica di ikaro78 : 11-05-2009 alle ore 13.55.07

  7. #7
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di luigi '84
    Data registrazione
    25-03-2008
    Residenza
    Lecce
    Messaggi
    1,011

    Riferimento: ansia da separazione

    Citazione Originalmente inviato da ikaro78 Visualizza messaggio

    PS Mi scuso per la battuta sui piccioni, mi sembrava simpatica!! :-)
    Infatti è molto simpatica!

    Saluti,
    Luigi

  8. #8

    Riferimento: ansia da separazione

    Citazione Originalmente inviato da ikaro78 Visualizza messaggio
    Sì, d'accordo, ma io non ho avanzato alcuna ipotesi sul comportamento di questo bambino, quindi la spocchia non è certo dalla mia parte, non ho mai detto "questo è già un motivo sufficiente a spiegare il comportamento del bambino". Sufficiente?! Non ne sappiamo nulla di nulla o quasi, come possiamo dire che è sufficiente a spiegare il comportamento di un bambino che fa fatica a separarsi, sia a scuola sia a catechismo? Non ti sembra un po' troppo? Credo sia importante incominciare a parlare con la mamma e con il bambino, questo per me significa vedere e pensare in modo diverso.

    Saluti,
    ikaro

    PS Mi scuso per la battuta sui piccioni, mi sembrava simpatica!! :-)
    Era una battuta simpatica? allora mi devo scusare, l'avevo presa per la solita battuta supponente con cui gli psicologi di orientamenti diversi liquidano teorie che non conoscono.

    Il motivo è sufficiente vuol dire che basta questo a spiegare il comportamento anche se la situazione non si esaurisce qua.
    Funziona con i piccioni, i bambini e gli psicoanalisti lacaniani. Tutti cercano di ottenere ciò che vogliono.
    Da un punto di vista educativo riportare il bambino a casa perchè piange e si dispera è un'assurdità, riflette soltanto un senso di colpa della madre nei confronti del bambino.
    Ipotesi azzardate? Almeno quanto presumere che la madre o il bambino abbiano una teoria migliore.

  9. #9
    Partecipante Super Figo L'avatar di ikaro78
    Data registrazione
    06-07-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,975

    Riferimento: ansia da separazione

    Ipotesi azzardate? Almeno quanto presumere che la madre o il bambino abbiano una teoria migliore.
    Sicuramente ne sanno più di noi, questo è poco ma sicuro...

    Saluti,
    ikaro

  10. #10
    Postatore Epico L'avatar di Ember
    Data registrazione
    22-07-2002
    Residenza
    Urbino
    Messaggi
    11,724

    Riferimento: ansia da separazione

    Io non ho una risposta... ma da piccola anche io facevo così! Soffrivo molto di ansia da separazione perchè non trovavo interessi o distrazioni nella scuola e nei compagni. Ero figlia unica e pur avendo tanti amici nessuno era come la mamma, nessun posto come casa poi intorno agli 8 anni ho avuto una migliore amica e allora andare a scuola e ricercare indipendenza era un piacere, e tutto è filato liscio... forse il bambino non vede valide alternative, si annoia, si sente poco valorizzato...
    *** Homo sum: humani nihil a me alienum puto ***

    oPS-StaNZa Di uRBiNo iL Mio FoRuM



    Anche Ember nella setta dell'ASD *asdatrice musicista*
    [thanks to Angelus, fondatore della setta]

Privacy Policy