• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 6 di 6
  1. #1
    andydufresne
    Ospite non registrato

    Informazioni sui costi di una psicoterapia analitica

    Amici, non sono uno studente ma soltanto ho bisogno di un'opinione. Ho fatto un colloquio con un psicoterapeuta di formazione junghiana il quale mi ha consigliato d'intraprendere una psicoterapia analitica ( 3 appuntamenti alla settimana ) ora stò riflettendo sulla possibilità di andarci o meno: l'unico ostacolo è quello economico. Infatti nel peggiore dei casi dovrei affrontare un impegno che si aggira intorno agli 8000 euro all'anno ( lo psicoterapeuta chiede 60 euro fatturati ). Ho dei problemi da risolvere, non sono gravi, elaborazione di un lutto malattia in giovane età, timidezza ecc. insomma un po' di sofferenza. Non mi sono permesso di parlare di soldi con l'analista per imbarazzo e perchè non avrebbe senso: nessuno sà quanto e con che frequenza potrebbe durare la terapia.
    Purtroppo, se affrontare preventivamente l'argomento soldi prima d'intraprendere un percorso analitico sà di materiale, ha comunque un peso che, come già detto e calcolato, nel peggiore dei casi potrebbe superare la cifra di cui sopra: una cifra che non sono in grado di affrontare, perchè non ho soldi. Io Vi chiedo un'opinione, non tanto sul mio ragionamento che è criticabilissimo e/o sulla mia situazione, quanto se avete mai sentito parlare di cifre del genere nell'arco di un anno. Mi scuso per l'intervento insensato.

  2. #2
    Partecipante Assiduo L'avatar di Studiolover
    Data registrazione
    04-03-2009
    Messaggi
    141

    Riferimento: informazioni su psicoterapia analitica

    Il tuo intervento è assolutamente sensato.

    Non devi farti problemi a parlare con il tuo potenziale psicoterapeuta degli aspetti economici del vostro rapporto. Ricorda che tu sei un cliente che chiede una prestazione, e lui un professionista competente che si rende assolutamente conto di offrire un servizio specialistico e quindi costoso.
    Parlatene subito e vedete se potete risolvere il problema in maniera soddisfacente per entrambi; in caso contrario, potrai prendere in considerazione un altro psicoterapeuta.

    Comunque, per una psicoterapia che preveda tre incontri settimanali, 8000 euro l'anno sono una cifra normale.
    Ultima modifica di Studiolover : 06-04-2009 alle ore 21.04.22

  3. #3
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di luigi '84
    Data registrazione
    25-03-2008
    Residenza
    Lecce
    Messaggi
    1,011

    Riferimento: Informazioni sui costi di una psicoterapia analitica

    Citazione Originalmente inviato da andydufresne Visualizza messaggio
    Amici, non sono uno studente ma soltanto ho bisogno di un'opinione. Ho fatto un colloquio con un psicoterapeuta di formazione junghiana il quale mi ha consigliato d'intraprendere una psicoterapia analitica ( 3 appuntamenti alla settimana ) ora stò riflettendo sulla possibilità di andarci o meno: l'unico ostacolo è quello economico. Infatti nel peggiore dei casi dovrei affrontare un impegno che si aggira intorno agli 8000 euro all'anno ( lo psicoterapeuta chiede 60 euro fatturati ). Ho dei problemi da risolvere, non sono gravi, elaborazione di un lutto malattia in giovane età, timidezza ecc. insomma un po' di sofferenza. Non mi sono permesso di parlare di soldi con l'analista per imbarazzo e perchè non avrebbe senso: nessuno sà quanto e con che frequenza potrebbe durare la terapia.
    Purtroppo, se affrontare preventivamente l'argomento soldi prima d'intraprendere un percorso analitico sà di materiale, ha comunque un peso che, come già detto e calcolato, nel peggiore dei casi potrebbe superare la cifra di cui sopra: una cifra che non sono in grado di affrontare, perchè non ho soldi. Io Vi chiedo un'opinione, non tanto sul mio ragionamento che è criticabilissimo e/o sulla mia situazione, quanto se avete mai sentito parlare di cifre del genere nell'arco di un anno. Mi scuso per l'intervento insensato.
    Perchè insensato?...Credo che tu debba assolutamente parlare della questione economica con l'analista: non è un fattore da sottovalutare; spesso si arriva ad un accordo soddisfacente. Da quanto mi risulta, da studioso dell'orientamento suddetto, gli junghiani sono verosimilmente molto disponibili da questo punto di vista: non esistono regole rigide, nell'orientamento, che possano essere ipostatizzate. La cifra che citi, anche se comprensibilmente elevata, non è d'altro canto anomala. Considera bene tutti i benefici che potrai trarre dall'analisi e valuta dunque se non sia il caso di affrontare, in ogni caso, la spesa, anche a costo di sacrificare qualcosa: la terapia inizia da qui; ritornare a sè, rimboccarsi le maniche per un lavoro che, se deciderai di affrontare con volontà, non potrà che darti giovamento. Ripeto, sottoscrivendo il consiglio di studiolover, che è essenziale affrontare la questione economica apertamente: se sei in sintonia con questa persona già da subito e ti sembra (fra innumerevoli dubbi per carità) che ti possa aiutare, non esitare ad essere 'schietto'. In bocca al lupo.

    Saluti,
    Luigi

  4. #4
    Postatore Epico L'avatar di RosadiMaggio
    Data registrazione
    10-02-2006
    Residenza
    Tra le Alpi e gli Appennini
    Messaggi
    11,960

    Riferimento: Informazioni sui costi di una psicoterapia analitica

    Non c'é nulla di insensato nel tuo ragionamento; l'unica consiglio che mi sento di darti é come già ti hanno detto, di parlarne subito ed apertamente con l'analista al quale ti sei rivolto se hai avuto la sensazione di essere in sintonia - anche se non si può avere talvolta una percezione effettiva immediata di ciò, tranne casi molti negativi - altrimenti potresti rischiare di perdere un'occasione molto utile per un argomento che invece si affronta normalmente all'imnizio di una terapia analitica, che prevede un percorso impegnativo ma fruttuoso.
    Generalmente, poi, sia gli junghiani che altri orientamenti analitici hanno una certa flessibiltà nel valutare le possibiltà economiche del richiedente ed una disponibilità ad andare incontro al paziente da questo punto di vista se il problema gli viene segnalato, come avviene normalmente quando esso é presente. Al contrario del perdere un occasione utiie, potresti altrimenti trovarti ad affrontare un percorso inquinato dal peso "nascosto" di questo problema, il che sarebbe inutilmente gravoso emotivamente per te il tuo lavoro analitico, oscurandone in modo travisabile da entrambi - te ed analista, se non al corrente del problemasottostante - alcuni momenti e passaggi.
    Se il terapeuta non fosse dispnonibile, puoi sempre valutare la possibilità di rivolgerti ad un altro, purché tu parli del tuo problema economico, che é fondamentale e normale, per chi ne ha, venga affrontato all'inizio di una terapia .

    Ciao
    Ultima modifica di RosadiMaggio : 08-04-2009 alle ore 08.35.46
    Gaia

    Tessera n° 15 Club del Giallo

    Guardiana Radar del Gruppo insieme a Chiocciolina4

  5. #5
    andydufresne
    Ospite non registrato

    Riferimento: Informazioni sui costi di una psicoterapia analitica

    grazie di cuore a tutti. In effetti l'analista, oltre ad essere disponibile a venirmi incontro, mi ha parlato di tre appuntamenti settimanali ma la lunghezza del percorso analitico non non è ancora chiara considerando che ho fatto un solo colloquio. Magari dopo il terzo o quarto incontro sarà possibile impostare con approssimazione quanto e come strutturare questa "collaborazione", che ne dite?
    Grazie a tutti di nuovo

  6. #6
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di luigi '84
    Data registrazione
    25-03-2008
    Residenza
    Lecce
    Messaggi
    1,011

    Riferimento: Informazioni sui costi di una psicoterapia analitica

    Citazione Originalmente inviato da andydufresne Visualizza messaggio
    grazie di cuore a tutti. In effetti l'analista, oltre ad essere disponibile a venirmi incontro, mi ha parlato di tre appuntamenti settimanali ma la lunghezza del percorso analitico non non è ancora chiara considerando che ho fatto un solo colloquio. Magari dopo il terzo o quarto incontro sarà possibile impostare con approssimazione quanto e come strutturare questa "collaborazione", che ne dite?
    Grazie a tutti di nuovo
    Certo. In linea di massima la configurazione pratica del setting (frequenza,pagamento,durata) si delinea man mano (alcuni sono molto rigidi da questo punto di vista ma non credo sia il caso del 'tuo' analista). Con un colloquio non è possibile fare previsioni di sorta se non in misura contenuta. Considera anche che la durata di un trattamento analitico non può avere un limite determinato, fatta eccezione per alcuni orientamenti esplicitamente attenti alla questione 'durata'. Cionondimeno può darsi, per esempio, che lui abbia già in mente qualcosa di contenuto nel tempo ma di intensivo al livello delle sedute: questa è solo una supposizione personale ovviamente. Sono lieto di esserti stato utile e rinnovo dunque l'invito ad affrontare apertamente la questione 'pagamento' con la serenità necessaria.
    Non esitare a chiedere informazioni se ne hai bisogno. Ancora tanti auguri.

    Saluti,
    Luigi
    Ultima modifica di luigi '84 : 08-04-2009 alle ore 20.40.50

Privacy Policy