• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 14 di 14
  1. #1
    Matricola L'avatar di carla1983
    Data registrazione
    22-11-2006
    Residenza
    firenze
    Messaggi
    22

    cosa faccio con la laurea triennale

    Ciao a tutti!!
    sono laureata alla triennale, ma cosa posso fare?
    ho mandato curriculum in varie cooperative ma niente...
    qualcuno di voi può darmi consigli su come muovermi, a chi rivolgermi per lavorare con la triennale..vorrei iniziare a fare esperienza lavorativa...
    non sono iscritta all'albo B..
    grazie

  2. #2
    Matricola
    Data registrazione
    19-12-2007
    Messaggi
    15

    Riferimento: cosa faccio con la laurea triennale

    Ciao,
    anch io ho la triennale, ho chiesto in facoltà come potevo muovermi e mi han detto: "signorina, finchè non è iscritta all' albo A, non può svolgere nessun lavoro". !
    Nelle cooperative, se mai riescono ad assumere, basta un diploma in campo sociale, tipo il liceo socio psico pedagogico.
    Io vorrei fare la specialistica, ma le mie amiche che l' han fatta non sono messe meglio di me... quindi ci sto pensando...

  3. #3
    Partecipante Super Esperto L'avatar di chiaravarri
    Data registrazione
    26-10-2008
    Residenza
    Torino
    Messaggi
    640

    Riferimento: cosa faccio con la laurea triennale

    Io farei la specialistica....
    "Ma io non sono un folle e non sono mai stato ragionevole come ora, semplicemente mi sono sentito all'improvviso un bisogno di impossibile. Le cose cosi' come sono non mi sembrano soddisfacenti...siate realisti domandate l'impossibile."
    Camus

  4. #4
    Neofita
    Data registrazione
    05-03-2007
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    5

    Riferimento: cosa faccio con la laurea triennale

    Rassegnati... non fai niente con la triennale. Si fatica a lavorare con 5 anni, iscrizione e specilizzazione in psicoterapia quasi terminata. Ragazzi, siamo troppi, la professione è inflazionata e abbiamo la concorrenza di counsellor e simili.... Fai la specialistica così oltre ad avere più esperienza farai passare un po' di tempo e, forse, qualcosa si muoverà.

  5. #5
    Partecipante Super Esperto L'avatar di nena2003
    Data registrazione
    25-10-2004
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    632

    Riferimento: cosa faccio con la laurea triennale

    Citazione Originalmente inviato da jody1977 Visualizza messaggio
    Rassegnati... non fai niente con la triennale. Si fatica a lavorare con 5 anni, iscrizione e specilizzazione in psicoterapia quasi terminata. Ragazzi, siamo troppi, la professione è inflazionata e abbiamo la concorrenza di counsellor e simili.... Fai la specialistica così oltre ad avere più esperienza farai passare un po' di tempo e, forse, qualcosa si muoverà.
    Beh, non è che non fai niente, non fai niente di psicologico...!!
    Se cerchi qualcosa di simile, o abbastanza inerente, puoi fare l'educatore, l'animatore..lavorare in case famiglia o comunità...nelle cooperative assumono anche col diploma. Certo, se uno studia lo farà per qualcosa, quindi se vuoi proseguire con l'ambito psicologico fai bene a specializzarti e poi trovare (o meglio PROvare a cercare) un lavoro da psicologo..

  6. #6
    Neofita
    Data registrazione
    05-03-2007
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    5

    Riferimento: cosa faccio con la laurea triennale

    Nena, non volevo essere disfattista, ma realista. Ovvio che il mio niente era riferito alla psicologia. Si può essere felicissimi di fare qls lavoro dopo anni di studio...
    Come già ho sostenuto, facciamo gli educatori noi psicologi al 4 anno di specializzazione in psicoterapia, quindi la vedo dura; conosco anche colleghi che con la laurea lavorano come psicologi, ma nessuno che abbia la triennale...

  7. #7
    Neofita
    Data registrazione
    08-12-2011
    Messaggi
    10
    Blog Entries
    1

    Riferimento: cosa faccio con la laurea triennale

    Ciao a tutti, vi posso chiedere una cosa:

    - siccome volevo iscrivermi alla triennale di psicologia a complemento del mio lavoro di educatore posturale/motorio.

    - con questa laurea si prende la qualifica di Dottore in Tecniche Psicologiche generali , e per cui si usa il Dott. davanti al nome , oppure e' un Dilpoma di studio e di qualifica solo ?

    - Con che titolo una persona Laureata alla triennale specifica la sua professione?

    Scusate la domanda stupida, ma ho letto varie opinioni in merito.

    Alessandro

  8. #8
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140

    Riferimento: cosa faccio con la laurea triennale

    Ciao Alessandro, per la legge italiana, con la laurea triennale sei Dottore, quindi puoi mettere Dott. davanti al cognome. Anche nella seduta di laurea, viene letta la formula ufficiale "In nome della Repubblica Italiana, vi dichiaro dottori in...". Quindi formalmente ok. Per la tua seconda domanda, cioè: Con che titolo una persona Laureata alla triennale specifica la sua professione? Nessun titolo, nel senso che non sei psicologo, né psicologo junior, né tecnico psicologo, né nulla, la triennale non fornisce automaticamente un titolo "professionale", puoi usare solo la dicitura di Dott. in Scienze e tecniche blablabla. Purtroppo la triennale è nata per adeguarsi alla riforma, che imponeva la suddivisione del ciclo di studi in 3+2, ma di per sé è proprio una forzatura, qualcosa lasciato a metà, che per mille motivi occorre inevitabilmente completare (a meno che uno non l'abbia fatta per pura cultura personale di base ed è contento così).

  9. #9
    Neofita
    Data registrazione
    08-12-2011
    Messaggi
    10
    Blog Entries
    1

    Riferimento: cosa faccio con la laurea triennale

    Grazier per le informazioni.
    Effettivamente una Laurea in qualsiasi settore non ti da' lavoro, almeno che tu non sia un "genio" per cui abbia caratteristiche uniche che le Aziende ne traggano attrazzione .

    Spesso nel mio lavoro di Preparatore Atletico e Educatore Posturale, settore inflazionato e in mano a di tutto .... cioe' persone che in qualche weekend sanno tutto, persone che fanno Scienze Motorie solo per perdere tempo e poi dopo esperienze di entrare nel commercio.....se cosi' si puo' chiamare, spariscono e mettono la loro tesi nell'armadio ....per sempre ( la maggior parte di solito ); allora ripeto "penso" a chi ha invento Aple, chi ha invetato Virgin, chi in altre Nazioni ha preferito fare scienza da solo e con passione e talendo e' arrivata in alto direi.

    Penso a tante persone che ho conosciuto con 2-3 Lauree che sembrano degli zombi, e quelle che senza Laurea dirigono aziende e con ottimi profitti in tutti i sensi.

    Allora penso che : fare la triennale e' la maniera per captare informazioni importanti per il proprio futuro lavorativo, ma e' ben noto che la maggior parte che fa' Psicologia penso sia ben distante da sapere cosa l'aspetta.

    Questo lo dico e sottolineo, visto che da anni curo e seguo malati di corpo e di testa ( le due cose sono sempre correlate), penso che avere la dote di dare consigli utili ( e non farmaci) per risolvere problemi seri quali sono quelli dell ' " IO " cioe' di personalita' e situazioni create dallo stile di vita, penso che si da persone mature, e penso.....che finche' non si ha una certa eta' di vita vissuta sia difficile dare saggezza letta e studiata sui libri.

    Fare lo psicologo vuol dire a mio avviso sapere " dare oltre il nostro carattere e idee" essere obiettivo e sopratutto "saggio".
    Avendo anche vissuto con persone che vivono e credono nello Yoga, e non lo fanno solo perche' fa figo essere meditavi, vi garantisco che e' difficile vivere quello che si racconta agli altri e gli altri ne traggono energia positiva per combattere i propri problemi.

    Queste mie opinioni lavorative, per farvi capire che :sia con 3 anni che con 5 anni si sa' cosa esiste ma non si e' in grado di avere ovvia esperienza in campo diretta se non quella di chi inizia un'avventura in un Mondo infinito, qual'e' quella della testa = mente.

    Il lavoro si crea da solo , se si sa' lavorare ,come ho scritto sopra, e fatto esempi clasici e ben definiti come i grandi dell'informatica e del marketing.

    L'unico fatto e' che in questo paese dei balocchi, chiamato Italia , dove la gente vuole e vive di titoli e classi sociali, il Dott. da' sempre segno di " professionalita'" cosa che la gente ignorante ama seguire.

    Ora ognuno e' libero di scegliere il proprio percorso di vita, ma penso che se una persona vuole trovare lavoro sicuro o quasi debba scegliere per la Laurea in Medicina classica e poi la Psichiatria Clinica e sue varibili.

    Ciao a tutti, e intanto sto' meditando sulla mia scelta di crescita e perche' no:lavorativa.

    Grande dilemma tra eta', tempo disponibile e come l'Italia e' fatta cioe' un gran casino di norme che cambiano sempre e ovvi rischi di sentirsi dire: non vale piu' nulla ...... cosa gia' accaduta purtroppo.

    Disponibile a qualsiasi interscambio di opinioni.

    Alessandro
    Ultima modifica di skitrainer : 13-01-2012 alle ore 15.36.22

  10. #10

    Riferimento: cosa faccio con la laurea triennale

    salve ragazzi...vorrei un'informazione..a giugno conseguirò la laurea triennale in psicologia e mi iscriverò poi alla specialistica però intanto volevo iniziare ad impegnarmi con un piccolo lavoretto..pensavo di propormi per il prossimo anno scolastico nelle scuole superiori per lo sportello di orientamento...chi ha piu' informazioni sa dirmi se è necessario essere iscritta all'albo b per propormi?o la sola laurea triennale in dottore in scienze psicologiche basta dal momento che è un semplice sportello di orientamento?

  11. #11
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140

    Riferimento: cosa faccio con la laurea triennale

    lo sportello di orientamento non è smeplice, anzi richiede elevatissima responsabilità perché anche se dai semplici info, ti trovi a influire sulla vita delle persone. Non è proprio il massimo per iniziare...formalmente puoi farlo per il semplice fatto che l'operatore di orientamento non è una figura con un albo ufficiale, così comei counselor, quindi tutti possono dichiararsi tali e proporsi come tali, anche senza laurea (infatti molti diplomati si buttano), per, ecco, senza sottovalutare la delicatezza di quello che si fa.

  12. #12
    Neofita
    Data registrazione
    08-12-2011
    Messaggi
    10
    Blog Entries
    1

    Riferimento: cosa faccio con la laurea triennale

    Ciao a tutti, ho deciso di iscriveri alla Triennale di Psicologia.
    Come sopra ho "citato" la mia eta' e' di ben 50 anni.
    Lavoro con le persone e per le persone da circa 30 anni, di cui gli ultimi 12 li sto' passando occupandomi in quello che la medicina non ha ancora certezze e per cui l'unica strada alternativa e' crescere dentro e fuori il proprio corpo.

    A mio parere , penso che lo studio sia importante, come base per fare poi ovvie esperienze dirette, l'unico fatto e' pero' che le persone che si rivolgono ad un Dottore della mente, lo fanno perche' sono veramente messe male ,di solito.
    In questi anni potrei raccontare fin troppi fallimenti in questo senso, purtroppo per lavorare dentro la testa delle persone serve anni ed anni di lavoro dentro di noi, visto che dare dei consigli letti su libri e che non si hanno vissuto e' sempre come raccontare un film vissuto solo dagli attori, per cui : uno storia " esterna alla propria vita".

    Ci sarebbero tante cosette da dire in merito, sta' alla persona che si mette nel mercato e si offre dare un limite a quello che fa' e rappresenta = buon senso.

    Questa e' una mio opinione , di chi non ha una Laurea in Psicologia ma di teste ne ha vissute tante e per fortuna se la gente mi saluta , ama e si ricorda di me dopo anni ed anni , vuol dire che quanto fatto nel mio settore, oltre il puro materialismo e' stato un buon "consiglio" visto che alla fine di consigli si tratta.

    Ciao

  13. #13

    Riferimento: cosa faccio con la laurea triennale

    ciao skitrainer,concordo con te sul fatto che oltre allo studio è necessaria anche una conoscenza intrapersonale,bisogna avere dimistichezza prima con le proprie emozioni e solo così puoi comprendere meglio gli altri...anche se per la mia piccola esperienza personale la conoscenza teorica serve a darti basi ulteriori che secondo me sono indispensabili per comprendere meglio le dinamiche..comunque in bocca al lupo per i tuoi studi .... dal momento che condividiamo come interesse comune la psicologia,posso chiederti di cosa ti occupi precisamente?è per farmi un'idea.sto prendendo varie informazioni in giro e magari potrei prendere spunto da qualcun'altro che ha già piu' esperienza di me...

  14. #14
    Neofita
    Data registrazione
    08-12-2011
    Messaggi
    10
    Blog Entries
    1

    Riferimento: cosa faccio con la laurea triennale

    Ciao Emanuela,
    trovi le mie info su questo sito www.posturale.info, mi occupo di Educazione Posturale, Preparazione Atletica e benessere in genere.

    Per cui nella mia vita passo da persone che cercando di raggiungere gli obiettivi facendosi del male ( sportivi) ed io cerco di evitare questo..... e persone che hanno patologie comuni ( mal di schiena - cervicalgia - scogliosi ect.) a quello che la medicina non ha ancora trovato risposta ed allora la migliore formula e' un concetto Olistico cioe' omnicomprensivo tra "teoria" tantissima esperienza "personale" e di "applicazione sugli altri", la medicina rientra in questo con la collaborazione con alcuni Dottori di fiducia, che pensano poco ai soldi e tanto alla salute di chi si rivolge a loro ( non serve aggiungere altro).

    Praticando ed insegnando sport estremi, dove il rischio e' massimo, ho affinato la ricerca del benessere con metodiche provenienti dallo Yoga e modificate dal sottoscritto per una civilta' con la cultura Mediterranea -) ma anche adatte alle persone malate e con scasissimo passato di movimento corporeo e per cui conoscenza del loro corpo molto scarsa .

    La Psicologia e' la mia vita, solo che ci sono arrivato dopo oltre 30 anni di lavoro, di tantissime persone che mi hanno detto : sei bravissimo su come interpreti le nostre "menti" e come trovi giusti consigli per portare pace in menti disturbate dove la patologia oscura il futuro di un benessere spesso enfatizzato da stress e fattori di stile di vita.

    Visto che l'attitudine e' questa, allora magari da vecchietto provo a farmi una triennale, cosi' mi sono preso dei libri e sto' leggendo il passato di 200-300 anni e vedo che quanto faccio e' sempre lo stesso, allora capisco che ad esempio lo Yoga o altre discipline vecchie di migliaia di anni ci vedevano gia' molto bene sull'uomo.
    Mi chiedo: ma come mai l'uomo pecca sempre degli stessi difetti?


    Per la gioventu' di un Dott. Psicologo, penso che sia un mestiere duro e che ovviamente tocchi molto l' IO di un giovane nella sua mente, vivere storie tristi e problemi di complessita' enormi dove tanti fattori segnano lo stress di un paziente, porta sicuramente ad un lavoro molto difficile e spesso una ricerca tanto profonda che bene o male porta molto vicino alla " pazzia " , e questo lo dico , visto che in tanti anni ho visto e vissuto di tutto, per cui anche specialisti ridotti all'alcool, e che vivevano nella confusione totale della loro mente, e questo mi ha sempre terrorizzato allontanandomi nella possibilita' di entrare in questo settore dove l'infinito e' l'unico simbolo chiaro che la matematica puo' dare come risultato di varibili che solo il cuore sa' dare e la " dote " sa' adattare al singolo caso.
    Non e' da tutti questo mestiere, provare per credere.

    Sorrido quando incontro persone che fanno il corso di Consuelor ... , persone che non sanno dove sono loro e che pensano di essere Re Magi in un presepe che non rappresenta il Santo Natale, ma la guerra dei Mondi dove tutti sono pecore smarrite e quelli che risultano agli occhi del "gregge" fuori di testa , forse sono gli unici che sanno dove andare , meditare.....
    Ciao, Alessandro.
    Ultima modifica di skitrainer : 13-02-2012 alle ore 22.39.42

Privacy Policy