• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 5 di 5
  1. #1
    alex1982x
    Ospite non registrato

    Non sò più cosa fare...

    Salve a tutti mi chiamo Alessandro, e vorrei raccontarvi la mia storia:
    Vivo da sempre in un piccolo paesino Ligure, i miei genitori non mi hanno mai fatto mancare nulla per vincere e mi hanno lasciato vivere sereno la mia givinezza senza rinfacciarmi ogni minimo sbaglio.
    All'età di 13 anni ho iniziato a fumare marjuana con gli amici fino senza comunque mai esagerare o altro, poi ho iniziao a bere birra in un modo superiore alla media... ma fino a qui' niete di strano, dato che sono cose cose che molti ragazzi fanno da sempre.
    All'età di 23 anni ho avuto il mio primo vero innamoramento di una ragazza molto più peccola di me, che da sua stessa ammissione ha fatto la stronza e si è presa gioco dei miei sentimenti. Una sera dopo la rottura con la predetta ragazza mentre mi trovavo ad un bar con alcuni amici e uno mi ha chiesto se gli potevo prestare 20 euro ed io avendoli gli e li ho dati ma dopo mi ha anhe chiesto se volevo andare a casa sua per farmi un pippotto di cocaina, io forse debole per gli avvenimenti precedenti ho accettato e quello che è successo dopo è stato un completo disastro... vedendo che con quella sostanza i problemi svanivano ho iniziato piano piano a entrare in quel tunnel chiamato tossicodipendenza, periodo che è durato all'incirca 5 anni durante sono avvenuti altri avvenimenti che hanno rafforzato il consumo di questa merda, come ad esempio la morte in un incidente stradale di un mio amico, del quale io mi sentivo responsabile dato che questo ragazzo ogni volta che usciva in moto e passava davanti a casa mia e vedeva la mia macchina parcheggiata si fermava e facevamo 10 minuti di parole, ma quel giorno la mia macchina non era parcheggiata al solito posto ma nascosta da una cazzo di baracca e lui passando non si fermato andando poi a sbattere contro un camion che usciva da uno Stop, sarebbero bastati quei 10 minuti di cazzate sparate sotto casa mia a fargli evitare il suo destino??? questo non lo saprò mai ma in quel periodo ero convinto di si ed infatti ho cominciato a abusarne sempre di più.
    In questi 5 anni non volevo che la gente sapesse di questo mio vizio e riuscivo a condurre due vite... una pseudo normale, e un altra senza stimoli e interessi tantomeno per le donne o per gli amici per i quali fingevo interesse.
    Nel 2008 sono stato scoperto e sospeso dal lavoro, e ho deciso che fosse meglio tagliare i ponti con questa sostanza, senza aiuti e senza ripensamenti, cosa riuscita BENISSIMO infatti non la tocco da 8 mesi, ma al contrario di quello che si possa immaginare non ho risolto niente, infatti sono caduto in uno stato di depressione che forse per debolezza o altro mi ha portato nell'alcolismo.
    Circa un mese fà ho conosciuto una ragazza e con essa ho subito legato molto mi faceva divertire mi metteva a mio agio, ma essendo molto ma molto più bella di me non mi sentivo in pronto a chiederle di uscire e a dichiarare quello che provavo per lei.
    Nel frattempo mi sono sottoposto a svariati consulti psichiatrici dal quale è emerso che sono in uno stato depressivo acuto e il dottore mi ha prescritto una cura a base di sereupin e tavor che ho seguito scrupolosamente e che ha subito dato buoni risultati tanto da spingermi a dichiararmi alla predetta ragazza, lei che si aspettava una mia dichiarazione mi ha risposto che anche lei provava "qualcosa" per me, ma che aveva bisogno di un pò di tempo per capire se era data da me o da una precedente delusione, io ho subito apprezzato questo suo comportamento e le avevo anche detto che volevo raccontarle il mio passato onde evitare che lo venisse a scoprire da altri, ma questo forse per una serie di contrattempi non è successo... ogni volta che gli volevo raccontare tutto ciò che c'è scritto quà sopra avveniva qualcosa e non mi dava il modo di farlo.
    Tempo prima avevamo organizzato insieme ad alcuni amici un week and in una località alle 5 Terre.
    Io non riuscendo più a gestire tutta la pressione che avevo addosso ho deciso di "inbottirmi" di calmanti raddoppiando la dose di tavor prescrittami, che hanno si avuto un effetto calmante ma a sera qunado eravamo a fare una cena a base di pesce e vino la predetta sostanza ha fatto reazione con il vino e mi ha fatto perdere il controllo.... risultato... mi sono svegliato nel letto dell'albergo alle 8 del mattino senza ricordarmi niente di quello che avevo fatto (cosa poi raccontatami da un amico), la giornata è proseguita in modo speudo normale con le i che non mi parlava più di tanto e io che cercavo di recuperare ai miei errori, e poi giunse nuovamente la sera è lì memore della sera prima mi ero promesso di non bere ma per calmarmi ho riassunto un dosaggio elevato di tavor, risultato ho nuovamente bevuto e sono diventato un matto furioso ho fatto uno spettacolo "negativo" in questo paesino dove orami tutti mi conoscono....
    In albergo ho esasperato e trattato a malomodo lei e le sue amiche dicendogli prima che la amavo e poi di andare a fanculo e di andare a morire ammazzata (cose che non erano assolutamente dettate dalla mia testa), poi me ne sono andato nella mia camera e alle 3 circa sono rientrati i miei amici e hanno cercato di spostarmi dal letto martimoniale ma io, dopo un'istante di confusione ho dato in escandescenza e ho preso a schiaffi i miei amici e ho distrutto a stanza d'albergo...
    Il mattino dopo lei non mi ha nemmeno più considerato anzi ora mi "odia" o se non mi odia ha comunque un immagine di me che non piace nemmeno a me e che non rispecchia il mio vero io....
    Sono consapevole di aver fatto delle grandi cazzate in due giorni ma ho sbagliato soprattutto una cosa, ho sbagliato a credere che lei fosse la cura per tutti i miei problemi e non solo una cosa bella della mia vita.... ora sono nuovamente punto a capo non dormo più... non mangio più... ma un effetto positivo la ha tutta questa situazione... ho nuovamente un obbiettivo per tirare avanti... rimettermi in sesto e cercare di riconquistare la fiducia e il rispetto di quella persona per me molto importante, per la quale sari disposto a tutto.
    E ho anche capito di essere realmente uscito dalla tossicodienza dalla coca dato che con questa batosta se fossi ancora un minimo interessato alla sostanza sarei corso appena arrivato da un qualsiasi spacciatore per acquistarne u pò... cosa che non ho fatto e non sento il bisogno di fare.
    Non so se farò mai leggere questo scritto a quella persona, anche perchè ho paura che invece di fargli capire il perchè del mio comportamento da animale in quel we e che io non sono un animale.... ho paura che lei mi valutasse solamente come un tossicodipendente alcolizzato... cosa che non sono e che non voglio essere.

    Egregi dottori se riuscite e avete voglia di darmi qualche consiglio da seguire per in merito a quest'ultimo punto lo seguo volentieri, ma su come affrontare la situazione per migliorare ed uscire dalla mia depressione non mi serve alcun consiglio dato che sono in cura sia da uno psicoterapeuta che da uno psichiatra.

    Forse questo per me questo è uno sfogo anzi credo che siano le cose che avrei voluto dire a quella persona.

  2. #2
    alex1982x
    Ospite non registrato

    Riferimento: Non sò più cosa fare...

    visto il successo che ha questo post... posso solo dire che:
    - credo di essere totalmente "guarito" dalla mia tossicodipendnza...
    - ho ancora un problemino con l'alcool ma in via di risoluzione... visto che non và molto d'accordo con gli antidepressivi e gli antibiotici che prendo ultimamente...
    - con la predetta signorina nn ho più speranze, oramai si è convinta che io sia una specie di bestia insana... cosa che forse è vicina alla realtà...
    - voglio rimettermi per me e non per nessun altro!!!!
    ciao a tutti e buona notte!!!!

  3. #3
    Partecipante Affezionato L'avatar di scorpiona
    Data registrazione
    10-07-2007
    Residenza
    nel catanese
    Messaggi
    103

    Riferimento: Non sò più cosa fare...

    Ciao Alex! In questi giorni avevo guardato più volte questa pagina senza leggerla xkèera troppo lunga e io avevo poco tempo (forse questo è anke il motivo x il quale nessun altro ti ha risposto finora). Poco fa però ho visto il tuo post sulle ragazze del sorriso e ho deciso ke era arrivato il momento di dedicarti qualche minuto del mio tempo ed eccomi quà.
    Premetto ke nn sono una Dott.ssa ma mi mancano 3 esami alla laurea. Bene, intanto ti toccano alla grande i complimenti x come hai lottato, e continui a lottare, con forza x risolvere i tuoi problemi, sono certa ke ce la farai. Perciò stesso sono convinta ke dovresti continuare a lottare anke x lei se è davvero importante x te. Se a parole ti viene difficile, falle leggere queste pagine, sono certa ke cambierebbe idea sul tuo conto. Le persone come te nn si drogano, si ubriacano o fumano fino a perdere i sensi perchè sono animali! Anzi, al contrario, hanno un cuore e un'anima delicati e sensibili. Credo ke la sua comprensione ora come ora vlga più d'ogni altra cosa, chissà, forse è quel tanto ke ci vorrebbe x farti uscire dalla depressione... Ripeto, il mio è solo un parere da "comune mortale". Ti auguro tante cose belle nella vita, che siano legate a lei o ad un'altra non importa. Baci e replica pure se ti va.

  4. #4
    alex1982x
    Ospite non registrato

    Riferimento: Non sò più cosa fare...

    Grazie per la tua risposta... ma lei non vuole o non riesce a capire... e questo mi fà male... mi ha detto che non gli interessa ciò che ho fatto prima ma quello che ho fatto in quel maledetto week e lei considera tutto ciò che ho espresso a voi solo una banale scusa...
    Premesso che io sono ancora follemente innamorato della predetta ragazza ho capito una cosa che se una persona non vuole capire una cosa vuole dire che non ricambia... attualmente so cercando di mantenere un comportamento normale e di risolvere i miei problemi senza di lei (cosa molto difficile).
    Ma spero di riuscire a continuare... anche se il Dottore dopo una sua attenta riflessione ha capito che i benzo-diazepine non sono molto compatibili con me (poteva capirlo prima invece di farmi fare quel cavolo di week and) e mi ha prescritto della paroxetina e del seroquel, che da quello che ho capito viene usato nella cura delle psicosi acute e mania associato a disturbo bipolare, farmaco che mi rintrona fortemente.
    Continuerò per la mia strada e spero di trovare presto una persona che riesca a resistere con una persona "difficile" come me.

  5. #5
    Partecipante Affezionato L'avatar di scorpiona
    Data registrazione
    10-07-2007
    Residenza
    nel catanese
    Messaggi
    103

    Riferimento: Non sò più cosa fare...

    Ciao Alex! Come stai? Sai, giro parecchio su questo forum e... mi piacerebbe sapere com'è andata a finire, se ci sono novità... Fammi sapere, sempre se ti va. Ciao!
    “Ti criticheranno sempre,
    parleranno male di te
    e sarà difficile che
    incontri qualcuno
    al quale tu possa andare
    bene come sei.
    Quindi vivi come credi,
    fai quello che ti dice il cuore
    la vita è come un’opera di teatro
    che non ha prove iniziali.
    Canta, ridi, balla, ama
    e vivi intensamente ogni
    momento della tua vita
    prima che cali il sipario
    e l’opera finisca senza applausi. ”

Privacy Policy